Month: March 2020

Francesca Giai: Fotomodella, imprenditrice, pragmatistica la copertina del giorno viene dedicata a lei

Fotomodella, imprenditrice, pragmatistica la copertina del giorno viene dedicata a lei si chiama Francesca Giai nata in Pinerolo, in provincia di Torino a 23 anni 
 

Facendo un piccolo bilancio della tua vita, cosa ne verrebbe fuori?

Beh, credo di poter dire che se facessi un bilancio della mia vita ne verrebbe fuori un casino! Ho 23 anni, ma ho già fatto un sacco di cose!
Credo fermamente che non si smetta mai di imparare e che c’è sempre qualcosa di nuovo a cui poter aspirare: insomma… A saldo e stralcio del bilancio introdurrei il noto detto “Chi vivrà, vedrà!”
 

Parlaci dell’amore: cosa rappresenta nella tua vita?

Ho sempre fatto girare un po’ tutto attorno all’amore: è il mio fondamento!
Se sono me stessa è grazie al mio cuore.
Certo, amore soprattutto per il mio partner: che amo più di ogni altra cosa e che ogni giorno mi sprona e mi incoraggia a dedicarmi alle mie passioni con tutto se stesso.
In tutto ciò che faccio ci metto un po’ d’amore, come nella fotografia…
La prima cosa che faccio, mentre sono su un set è “fare l’amore con l’obiettivo” perché in quel preciso istante non conta quante persone ci siano o dove mi trovo: siamo solo io e l’obiettivo.
IMG_1476_edited

 

Artisticamente, qual’è la modella a cui vorresti assomigliare?

Beh, a questa domanda mi immagino nella mia mente una risposta come “Vorrei assomigliare ad un degli Angeli di Victoria Secret!”
Tuttavia… No!
Credo che la risposta giusta sia di non volere assomigliare a NESSUNA.
Voglio solo essere ME e non c’è niente meglio di questo: difetti compresi!

Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?

Come tutti anche io, visto il periodo, #restoacasa…
Tuttavia ho parecchi contatti all’attivo tra servizi fotografici molto interessanti e collaborazioni con accademie di posa, cinema e make up!
Un’altra novità a cui sto lavorando da inizio 2020 è che, insieme a Micaela Samperi, presento il Summer Festival di Venaria Reale, in onda sul Canale 13 del Digitale Terrestre ogni Lunedì! (GRP Televisione Piemonte.)
E questo lo devo ad Angelo Zicolillo: fondatore del Festival che mi ha voluto nel team!
INSOMMA… Seguitemi e ci saranno molte novità!

Come sei nella vita privata?

Nella vita privata sono tutt’altro che perfetta: tendo a considerarmi “anormale nella mia normalità”!
Anche nel privato amo la sensualità e tendo sempre un po’ a tirarla fuori.
Molti mi definiscono un po’ Lolita: la seduzione con il volto di bambina.
Introversa e anche un po’ timida, ma con quel pizzico di sensualità che va sempre bene!

Cosa vorresti che le persone capissero di te?

Credo che la risposta sia “Non giudicate MAI un libro dalla copertina.”
Spesso le persone mi giudicano come spigliata e molto estroversa: non potrebbero essere più lontani dalla verità!
Il messaggio che vorrei dare alle persone è quello di conoscere veramente chi è la persona dietro le foto: semplicemente me!

Quali sono i ricordi della tua infanzia a cui particolarmente sei legata?ù

Il primo ricordo della mia infanzia sono i miei nonni.
Quando ero piccola i miei mi portavano da loro siccome entrambi lavoravano e così ho passato molto tempo della mia infanzia con loro in campagna.
Mio nonno mi ha insegnato molte cose e mi ha letteralmente immerso in ciò che è la natura.
Amo la natura e lo starci a contatto mi fa sentire viva, ma soprattutto libera e ho sempre pensato che questo sia grazie ai miei nonni.
Datemi un pò di natura e rinasco!

 

Sei favorevole o contraria alla chirurgia plastica?

Sono contraria alla chirurgia plastica se non se ne fa un uso necessario.
Per intenderci… Se vi è bisogno di ricorrere alla chirurgia estetica perché si ha avuto un problema fisico allora sono dalla vostra parte!
Se però si ricorre ad essa solo per modificare il proprio aspetto non sono d’accordo!
Io, per esempio, ho sempre odiato il mio viso e nello specifico il mio naso.
Ma è il mio!
Io sono così e non vedo perché dovrei cambiarlo: tutto il contrario dovrei accettarlo!

Ci sono persone che ti hanno aiutata in momenti difficili?

Per tanto tempo ho creduto di essere sola e di dover affrontare tutto nella solitudine.
Poi, ad un certo punto più o meno bello della mia vita sono cambiata: ho aperto gli occhi e visto che accanto a me avevo molte persone che tenevano a me!
Ed in ognuna di queste ho trovato qualcuno che mi ha spronato a non arrendermi MAI e a non abbattermi anche solo con piccoli gesti!
Quindi sì, ho tante persone che mi sono accanto o mi sono state accanto nei momenti difficili e a cui devo dire grazie partendo dai miei familiari e amici ed arrivando fino ai fans che mi seguono! (Molti anche da anni!)
 

Un tuo sogno nel cassetto?

Amo viaggiare e devo dire che per avere la mia età ho già viaggiato parecchio, almeno, diciamo che non posso lamentarmi!
Il mio sogno nel cassetto sarebbe viaggiare il più possibile e perché no: continuare a fare questo lavoro, che amo e in cui metto tutta me stessa!

Arriva l’app gratuita di McFIT per allenarsi a casa: Celebrities, atleti ed influencer scelgono tutti Cyberobics

Da celebrities come Belen Rodriguez a Maddalena Corvaglia, passando per atlete top come Elisa Di Francisca e Sara Cardin e influcencer come Andrea Melchiorre, hanno scelto l’app Cyberobics per allenarsi in casa.

In questo periodo di emergenza in cui si è costretti a stare in casa, la catena di centri fitness McFIT ha regalato ai suoi abbonati e a tutta Italia l’App CYBEROBICS. Oltre 100 corsi con allenamenti di tutti i tipi, da 10 a 35 minuti, con e senza attrezzi, registrati dai migliori trainer al mondo in location spettacolari come Miami Beach o la valle del fuoco.

“Chiunque stia bene e non abbia sintomi di malattia, potrà così prendersi una pausa e immergersi in un altro mondo attraverso queste spettacolari sessioni di training. Il tutto gratuitamente e senza vincoli” afferma  Vito Scavo, Amministratore di McFIT Italia e del gruppo multinazionale tedesco RSG Group GmbH, di cui fanno parte i marchi McFIT e Cyberobics.

Per utilizzare CYBEROBICS:

1.         Vai su cyberobics.com;

2.         Clicca su “iscriversi” e crea il tuo profilo utente;

3.         Potrai già iniziare ad allenarti!Photo: McFIT Palestre

La mia vita – i miei amori racchiusi in una poesia” è una raccolta di poesie d’amore scritte da Antonia Flavio

“La mia vita – i miei amori racchiusi in una poesia” è una raccolta di poesie d’amore scritte da Antonia Flavio, brillante poetessa cosentina, ispirate da un suo vissuto profondamente segnato dal passato e dal presente. Amori finiti bene, altri terminati nel peggiore dei modi: storie che hanno lasciato dolore che si è trasformato, poi, in un canto liberatorio.

IMG_20190605_175007
Scrivere queste poesie, per Antonia, non è stato facile: l’autrice ha liberato il suo cuore e la sua anima da un peso che Le si stava radicando dentro e che stava facendo sempre più male. L’amore è il più bello e nobile dei sentimenti di cui tutti parlano e nessuno ne può fare a meno, ma spesso, però, le cose non vanno come dovrebbero!
Amori vissuti e poi terminati, altri che sono finiti in partenza lasciando l’amaro in bocca a chi, anche solo per un momento, ci ha sperato, creduto! Amori turbolenti, travagliati, amori che hanno fatto sorridere e piangere… amori folli nati per caso o per destino, amori mai lasciati persi e ritrovati. Pablo Neruda, il massimo esponente della poesia d’amore, scriveva: “Amare è così breve e dimenticare così lungo”. Aveva ragione: un amore per quanto sia breve o lungo non si dimentica con facilità, si spera e si soffre con esso. Buona lettura!!

IMG_20190614_130809_855

Antonia Flavio è nata a Cosenza nel 1977 dove attualmente vive con la famiglia.
Per Antonia la poesia è un istante di vita catturata e messa su un foglio bianco, un pensiero uscito dal profondo dell’anima e del cuore, uno stato d’animo nascosto che riaffiora nell’istante in cui prende in mano una penna e un semplicissimo foglio bianco. Le sue poesie sono prevalentemente autobiografiche ispirate da esperienze vissute in prima persona o da persone a lei vicine. Sono sentimenti ed emozioni che vengono espressi nella forma più dolce e delicata che conosce, ma a volte lasciano spazio a rabbia, delusione e nostalgia.

Antonia Flavio è nata a Cosenza il 01/06/1977 dove attualmente vive con la famiglia. Amante della letteratura e in particolar modo della poesia fin da giovanissima da quando ha iniziato studiarla tra i banchi di scuola. Per Antonia la poesia è un istante di vita catturata e messa su un foglio bianco. Un pensiero uscito dal profondo dell’ anima e del cuore, uno stato d’ animo nascosto che riaffiora nell’ istante in cui prende in mano una penna e un semplicissimo foglio bianco. Le poesie sono prevalentemente autobiografiche ispirate dalle esperienze che la circondarono direttamente e da chi l’ attornia. Sono sentimenti ed emozioni provate che, vengono espresse nella forma più dolce e delicata che conosce e che a volte lascia spazio a sentimenti  come rabbia, delusione e nostalgia.

Due i libri pubblicati dalla casa editrice Edizioni Virgilio di Milano, 29 gennaio 2019 “La Mia Vita I Miei Amori Racchiusi In Una Poesia” e l’ 1 di giugno del 2019 “Echi Del Mare”.

IMG-20190213-WA0014

 

Finalista nel luglio del 2019 del concorso di poesia il “Federiciano”  svolto a Rocca Imperiale. Poeta selezionato con il testo “ Occhi”, rientrato nell’antologia del Premio Cet Scuola Autori di Mogol , libro in vendita da fine febbraio 2020.

Vincitrice terzo classificato del V Galà dell’amore “Romeo e Giulietta” , premiazione che avverrà il 29 febbraio 2020. Finalista del Concorso Habere Artem XX Edizione che si terrà il 21 marzo del 2020 presso la Tenuta dei Ciclamini abitazione di Mogol.

Arriva il primo Festival italiano online: Cortinametraggio 2.0, cosa succede nel giorno 3

Ci siamo. La XV edizione del Festival ideato e diretto da Maddalena Mayneri è iniziato e oggi, mercoledì 25 marzo, avrà luogo la terza giornata. Cortinametraggio 2.0, il primo festival in Italia ad andare online, aderisce alla campagna #iorestoacasa con l’hashtag #CortinametraggioLive.


Mercoledì 25 marzo a partire dalle 18.30 online sul sito del festival www.cortinametraggio.it con una finestra dedicata allo streaming, e in contemporanea su Canale 100 di Canale Europahttps://canaleeuropa.tv/it/cortinametraggio-tv.html piattaforma televisiva online, che dal 2016 è partner di Cortinametraggio.

Ad introdurre la serata ci penseranno Anna Ferzetti Roberto Ciufoli.

Per i Cortometraggi in concorso aprirà le proiezioni Maria – a chent’annos di Giovanni Battista Origo. Siamo nel settembre 1943. I due soldati Sante Bacci e Nicola Caputo vengono dimenticati dall’esercito italiano in un luogo remoto sulle coste della Sardegna a causa delle difficoltà di comunicazione radio. Sarà l’intervento di una giovane donna del luogo, a riaccendere le speranze dei due uomini. Nel cast Jacopo Cullin, Noemi Medas, Lia Careddu, Maria Grazia Sughi, Francesco Zaccaro, Emma Medas, Enrico Sorgia.
Seguiranno: Anne di Stefano Malchiodi ispirato alla vera storia di James Leininger, un bambino americano che, fin dalla tenera età, mostrava di avere ricordi di una vita passata. Incredibilmente molti di questi ricordi sembravano combaciare con le vicende di un personaggio realmente esistito: il pilota di aviazione James Huston II, morto durante la battaglia di Iwo Jima nel 1945. Starà al padre del piccolo James, convinto che quelle del figlio non siano solo fantasie, capire cosa si nasconde dietro a quei ricordi così vividi. Nel cast Filippo Croce, Alberto Paradossi, Rossella Caggia, Nicole Petrelli, Ludovico Succio.
L’occasione di Rita di Francesco Barozzi vede al centro la quotidianità di un’anziana e della sua badante, fra litigi vizi e dispetti, scandita dal suono di una misteriosa chat. Questo elemento assume il ruolo di un “terzo incomodo” nella relazione tra le due, scombinando gli equilibri e conducendo la storia verso un imprevedibile punto di svolta. Nel cast Elena Cotta, Beatrice Schiros, Giusi Merli.
La Consegna di Paolo Porchi è ambientato bell’estate del 2018. I Mondiali di calcio sono in corso ma l’Italia non riesce a qualificarsi. Orfeo e Pietro sono due pigri fattorini. In ritardo come sempre faranno un incontro inaspettato. Nel cast Orfeo Orlando e Ivan Di Noia.
A Cup of Coffee With Marilyn di Alessandra Gonnella. Nel 1956, una giovane Oriana Fallaci viene mandata in America per un’inchiesta su Hollywood. Vuole intervistare Marilyn Monroe usando tutta la tenacia e l’irriverenza che la contraddistinguono. Lo racconterà nei Sette peccati di Hollywood o Hollywood vista dal buco della serratura, come avrebbe voluto intitolare il libro. Ne I sette peccati di Hollywood si trova molto di Marilyn Monroe anche se fu l’unica capace di non farsi intervistare. La sfida non portò i risultati sperati ma questo non impedirà alla Fallaci di diventare la più grande giornalista italiana conosciuta nel mondo. Nel cast Miriam LeoneSam HoareMarco Gambino, Jamie Wilkes, Giulietta Vainer Levi, Antonio Mancino, Paul Davis. Firma la colonna sonora Francesca Michielin.
Per i Corti in Sala, in partnership con Vision Distribution, sarà presentato L’Amica Del Cuore di Sara Donatella Cardillo, in concorso anche nella sezione Cortometraggi. Durante l’orario di visita, in un ospizio, due anziane signore parlano tra di loro. Piera siede accanto alla sua amica Gemma costretta su una sedia a rotelle. Gemma ha poco tempo davanti e la sua amica la incoraggia a vivere appieno il presente realizzando le proprie fantasie, anche le più assurde dal momento che il tempo corre via veloce. Nel cast Grazia Migneco, Nicoletta Ramorino, Diego Diaz.



A seguire i Videoclip Musicali Mainstream della serata: Scusate se non Piangodi Daniele Silvestri diretto da Giorgio Testi e Valerio Mastandrea. La macchina da presa segue la giornata di un giovane innamorato incapace di smettere di sorridere, anche nelle situazioni più inopportune. Giovanni Anzaldo contagerà tutti con la felicità dalle tinte universali che solo l’amore può trasmettere. Tra gli interpreti del videoclip Maya Sansa, Pietro Sermonti, Claudia Pandolfi, Sabrina Impacciatore, Paolo Calabresi, Andrea Bosca, Rolando Ravello, Daphne Scoccia, Elettra Mallaby, Lele Vannoli.
La Tua Futura Ex Moglie di Willie Peyote (pseudonimo di Guglielmo Bruno) diretto da Libero De Rienzo è ispirato al film manifesto della Nouvelle Vague Fino all’ultimo respiro di Jean-Luc Godard.


Chiuderanno la serata i Videoclip Musicali Underground:Cosa Faremo Da Grandi? di Lucio Corsi per la regia di Tommaso Ottomano. Contenuto nell’ultimo capitolo di un mediometraggio interamente ambientato in Maremma e girato a Largo di Porto Ercole, sul peschereccio “Freccia” del capitano Carlo Mazzella, racconta di tre pescatori alla ricerca di una chitarra forziere di canzoni. La chitarra presente nel video prende il nome dalla barca a vela, Surprise, dell’avventuriero Ambrogio Fogar che nel 1974 partì e tornò a Castiglione della Pescaia compiendo il giro del mondo in solitaria.
Nacchere di Clavdio diretto da Zavvo Nicolosi racconta un’improbabile storia d’amore e tradimenti tra un messicano e una spagnola, tra nacchere, peperoncini piccanti avvelenati e spasimanti inattesi.
Tuta Black di Paky feat. Shiva diretto da Davide Vicari è un’esaltazione ideologica della tuta, come segno distintivo degli appartenenti allo stesso filone musicale ma dal background culturale diverso, più votato alla ricchezza, allo sfarzo ostentato.

In testa alle proiezioni di cortometraggi e videoclip come ogni giorno i video della FITCS – Federation Internationale Cinema Television Sportifs e dell’Istituto Luce Cinecittà, che ripercorrono le tappe della storia olimpica. Tra i Partners istituzionali della XV edizione di Cortinametraggio il MiBACT, SIAE, la Regione del Veneto, il Comune Cortina d’Ampezzo con Cortina Marketing, la Provincia di Belluno con Rete Eventi Cultura, Ficts, Anec-Fice, il CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia, il SNGCI – Sindacato Nazionale Giornalisti cinematografici Italiani, NuovoIMAIE. Main partner Rai Cinema Channel e RaiPlay, Universal Music Publishing Group, Vision Distribution, Dolomia, Aermec, Audi, Viva Productions. Gold sponsor Lotus Production, I Santi Di Diso, Italo, Carpenè Malvolti, Riva Yacht, Silver sponsor Lab 20.21, SuMa Events, IVDR, Tralci di vita, La cooperativa di Cortina, Kevin Murphy. Main sponsor hospitality Grand Hotel Savoia & SPA, Hotel de La Poste. Main Media Partner CiakRaiRadio1 Radio ufficiale del festival. Media partner Style Magazine, Cinemaitaliano.info, Good Style Magazine, RaiPlay, Cinecittà News, Art Style Magazine, Coming Soon, Radio Cortina. Tra gli sponsor Contemporary & Co, Messa a Fuoco Campania, Le Giornate Del Cinema Lucano – Premio Internazionale Basilicata
Ufficio stampa – Storyfinders – Lionella Bianca Fiorillo 06.36006880 – 340.7364203
press.agency@storyfinders.it

Addio a Carla Nani Mocenigo, elegantissima Pr: aveva 83 anni dopo lunga e dolorosa malattia

Milano, 24 marzo 2020 – Addio a Carla Nani Mocenigoscomparsa a 83 anni dopo lunga e dolorosa malattia. Nata a Venezia come perentoriamente rivela il suo nome, da una schiatta di Dogi e Ammiragli, palazzo sul Canal Grande, Carla era cittadina milanese da oltre cinquant’anni. Sua madre Amalia, chiamata la Dogaressa, intratteneva uomini di cultura e artisti, secondo la secolare tradizione mecenatesca della famiglia. Particolare curioso è l’invenzione del famoso carpaccio, nome che la contessa Mocenigo, per onorare la mostra sul grande pittore in atto a Venezia, inventò per il piatto di carne cruda che le fu servito all’Harrys Bar. Un giorno, sempre all’Harrys Bar, ad Amalia Mocenico fu presentato il giovane regista Franco Enquirez. L’indomani lo invitò a pranzo a palazzo. Tra lui e Carla, il colpo di fulmine. Carla (sua madre l’aveva portata a vedere Madama Butterfly a 4 anni e da allora la passione per la lirica rimase vivissima) era amica di Maria Callas, con la quale divideva il capanno al Lido. Quando annunciò alla cantante il suo proposito di sposare Enriquez, fu coperta da contumelie. “Ti proibisco di sposarlo- intimò la Callas- è un donnaiolo”.

Palestre chiuse in tutta Italia: McFit invita ad allenarsi gratuitamente con piattaforma virtuale di fitness Cyberobics

La vita pubblica da due settimane si è fermata e, tra le altre strutture, tutte le palestre sono chiuse fino a nuovo avviso. In Italia, infatti, è stata dichiarata l’emergenza nazionale e tutte le persone sono incoraggiate a rimanere a casa per prevenire la diffusione del Coronavirus (COVID-19).

Per questo, la catena di palestre McFIT e il suo marchio partner Cyberobics, che fanno entrambi parte della società leader in Europa per il fitness e lo stile di vita, RSG Group GmbH, hanno deciso di offrire gratuitamente i corsi di fitness virtuale dell’app Cyberobics a tutti gli italiani fino a quando questa emergenza sarà passata.
Lo sport e l’allenamento sono componenti importanti del benessere della persona. Non solo aumentano la forma fisica e quindi contribuiscono al sistema immunitario, ma assicurano anche l’equilibrio psicologico e fisico, specialmente in periodi di tensione. Secondo uno studio dell’Università del New South Wales, infatti, una sessione di allenamento a settimana è sufficiente per ridurre il rischio di depressione.

McFIT e Cyberobics vogliono quindi fare qualcosa di buono per milioni di italiani che, attualmente, devono trascorrere molto tempo a casa, e dare loro l’opportunità di allenarsi nella propria abitazione senza restrizioni. “Siamo estremamente colpiti dalla situazione attuale in Italia. Chiunque stia bene e non abbia sintomi di malattia può prendersi una pausa e immergersi in un altro mondo per un momento attraverso queste spettacolari sessioni di training online”, afferma Vito Scavo, Amministratore Delegato di McFIT Italia.
Cyberobics è la piattaforma di fitness con la più grande varietà di corsi virtuali. L’app contiene oltre 100 unità di allenamento per uomini e donne e offre corsi per principianti e avanzati. Ci sono allenamenti HITT, allenamenti con kettlebell, lezioni di danza, yoga e pilates. Il tutto filmato con i migliori allenatori del mondo, in location originali ed esclusive negli Stati Uniti, e poi doppiato in lingua italiana.
Nelle prossime settimane, Cyberobics trasmetterà in streaming anche corsi live con istruttori italiani in tempo reale. Ciò rafforzerà ulteriormente la sensazione del gruppo di allenarsi insieme, anche se ogni partecipante al corso si trova effettivamente a casa propria.

“Riteniamo che sia importante mantenere un po’ di normalità e fare qualcosa per gli altri, soprattutto in situazioni estreme come questa”, aggiunge Oliver Schulokat, CEO di Cyberobics. “L’allenamento virtuale con Cyberobics è ideale proprio per questo. Stiamo ora attivando l’app e tutti in Italia potranno usarla gratuitamente“.

Questi i link per scaricare l’app Cyberobics che è totalmente free e senza vincoli:

IOMIALLENOACASA – #CYBEROBICS

Coronavirus, consulti a distanza con “Sos Medico”

L’app con centinaia di specializzati: «Contrastiamo le fake news e siamo di supporto ai numeri di utilità pubblica per evitare l’intasamento delle linee telefoniche» 

L’applicazione SOS Medico inserisce una nuova funzione per far fronte alle numerose richieste sul Coronavirus. Un’area dedicata dove gli utenti possono entrare in contatto con medici qualificati e preparati sulla malattia che risponderanno a tutte le domande e i dubbi degli utenti a riguardo, oltre eventualmente ad elargire consigli utili per aiutare a salvaguardare la salute di tutti.

Nata da una idea del dottor Silvio Savoia, medico specializzato in nefrologia e medicina legale, e realizzata da Pushapp srl e JamStudio, agenzie napoletane specializzate nello sviluppo di app, Sos Medico (www.sos-medico.com) aiuta a gestire le emergenze mediche o richiedere consulenze a specialisti qualificati, attraverso un consulto telefonico. «In un periodo di ansia e timori – spiega il Founder Silvio Savoia – abbiamo deciso di estendere le funzioni della nostra app per venire incontro alle richieste degli utenti fornendo loro informazioni certe, per contrastare le numerose fake news che viaggiano sui social network. In tal modo potremmo anche essere di supporto ai numeri di utilità pubblica per evitare che le linee telefoniche vengano intasate».

A seconda del tipo di account creato, è possibile operare come “Paziente” o come “Medico”: i primi avranno la possibilità di richiedere una consulenza scegliendo tra un’ampia scelta di specializzazioni; i secondi avranno la possibilità di impostare la propria disponibilità durante la settimana per ricevere richieste di consulti da parte dei pazienti.

Medici qualificati a disposizione 24/7, sono stati scrupolosamente selezionati per qualsiasi sia l’esigenza. SOS Medico fornisce un’ampia scelta di specializzazioni, come ad esempio cardiologia, chirurgia, odontoiatria e tante altre. Tramite chiamata VOIP si entra in contatto con il primo medico disponibile per una consulenza immediata. L’app è scaricabile gratuitamente su App Store e Google Play, il costo delle chiamate è un costo fisso al minuto che varia soltanto in base alle fascia oraria.

Sean Raggett del Portsmouth scopre di essere positivo al Coronavirus mentre è al pub

Tanti calciatori che giocano in Inghilterra sono stati colpiti dal Coronavirus. Il primo contagiato della Premier League è stato l’allenatore dell’Arsenal Mikel Arteta. Quattro giocatori del Portsmouth sono risultati positivi al tampone e hanno contratto il Coronavirus. Uno di questi, Sean Raggett, è venuto a conoscenza della positività mentre era in un pub, dove stava festeggiando il compleanno della madre.

Sean Raggett scopre di essere positivo al Coronavirus mentre era al pub

Il difensore del Portsmouth l’altra sera stava cenando in un pub il ‘The Star’ a Gillingham, dov’era appena tornato per festeggiare il compleanno della madre. E mentre era lì in compagnia dei suoi familiari il giocatore ha ricevuto una telefonata da parte del fisioterapista dello storico club inglese che gli ha comunicato la positività. Un momento davvero scioccante per Ruggett che in automatico, senza saperlo, stava mettendo a rischio tutta la sua famiglia. Dopo aver ricevuto quella telefonata Raggett ha salutato tutti e ha lasciato il locale, anche se in automatico gli amici, i familiari e tutte le persone che ha avuto modo di incontrare in quei giorni ora dovranno finire in quarantena. Il racconto di quei momenti il difensore lo ha fatto al ‘Sun’:

Ero mortificato. Non potevo credere di essere risultato positivo perché non ho avuto alcun sintomo. È davvero spaventoso.

Quattro giocatori del Portsmouth positivi al Coronavirus

Nei giorni scorsi quattro calciatori del Portsmouth, un club inglese storico che ha vinto trofei decine e decine di anni fa (e una FA Cup nel 2008) e che ora milita in terza divisione, sono risultati positivi al Coronavirus. Gli altri, oltre a Sean Raggett, sono James Bolton, Andy Cannon e Haji Mnoga. Il club ora sta aspettando i testi di tutti gli altri giocatori della prima squadra.

Coronavirus, nuova ordinanza: divieto spostamenti da un comune all’altro

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19, è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”; è quanto recita una ordinanza varata dal ministero dell’Interno e da quello della Salute per contrastare la pandemia di coronavirus. Le disposizioni della presente ordinanza – si legge – producono effetto dalla data del 22 marzo 2020 e sono efficaci fino all’entrata in vigore di un nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di cui all’articolo 3 del decreto-legge 23 febbraio 2020, n6”. L’obiettivo è quello di impedire alle persone di trasferirsi da Nord al Sud del Paese. Le disposizioni comporteranno che le stazioni saranno presidiate. Il divieto riguarda sia i mezzi pubblici sia quelli privati.

Terremoto, Zagabria magnitudo 5,4 e 4,6 Nel Paese da ieri in vigore il lockdown per il coronavirus

Due forti scosse di terremoto, una  di magnitudo 5.4 e l’altra di 4,6 hanno colpito questa mattina Zagabria, capitale della Croazia, provocando ingenti danni nella città e un ragazzo di 15 anni, che  in un primo momento era stato dato per morto, è gravissimo: è rimasto schiacciato nel crollo di un palazzo nel centro città. Secondo le prime informazioni disponibili al momento ci sarebbero anche tre feriti lievi. Danni ai palazzi più vecchi e alle chiese nel centro storico sono visibili ma non ingenti. Nel Paese la situazione è difficilissima, dato che dalla notte scorsa è in vigore il lockdown volto a limitare la diffusione del coronavirus e c’è il blocco totale di treni e trasporti pubblici.Il presidente della repubblica Zoran Milanovic è stato evacuato. L’agenzia di stampa Hina, che cita i responsabili della gestione emergenze nella capitale croata, ha riferito che un bambino è rimasto ferito nel crollo di parte del tetto della sua abitazione. L’agenzia non ha, però, specificato la gravità delle ferite riportate dal piccolo. Il ministero dell’Interno ha invitato le persone a rimanere in strada ma mantenendo la distanza di sicurezza. “Stiamo affrontando  due gravi crisi, il terremoto e l’epidemia”, ha dichiarato il ministro dell’Interno, Davor Bozinovic. (AGI)All

Zagabria, due scosse di terremoto: per strada macerie e auto distrutte

Foto e video pubblicati online in queste ore dai media locali mostrano palazzi dannegiati, auto distrutte dalle macerie degli edifici e strade coperte di calcinacci. Il quotidiano Vecernji parla anche di danni all’ospedale di Rebro. Molti residenti sono scesi in strada, nonostante i divieti imposti per l’epidemia.

Il violento terremoto ha provocato il crollo parziale di una delle due guglie della cattedrale di Zagabria, uno dei simboli più conosciuti della capitale del Paese. La guglia è caduta sul tetto della sede arcivescovile, che ha subito danni maggiori della stessa chiesa. All’interno della cattedrale è scoppiato anche un piccolo incendio, subito domato. “La sede arcivescovile è molto danneggiata, nella cattedrale non è permesso entrare, stiamo aspettando gli ingegneri per una loro prima verifica, siamo in stato di shock totale”, ha detto il rettore della cattedrale di Zagabria, mons. Josip Kuhtic. La cattedrale di Zagabria, dedicata all’Assunzione di Maria ed ai due re santi Stefano I e Ladislao I, è il luogo di culto più alto del Paese: 108 metri incluse le guglie. L’edificio è stato completamente ricostruito in stile neogotico alla fine dell’800, dopo che la cattedrale precedente fu distrutta dal terremoto del 1880.

Due le scosse registrate: dopo la prima di magnitudo 5.3 alle 6:24 ora locale, una seconda, questa volta di magnitudo 4.6, si è verificata poco dopo le 7:00 ora locale. L’epicentro del sisma è stato localizzato a 4 chilometri a sudovest di Kasina, solo un chilometro di distanza dall’epicentro del primo. Entrambi si sono verificati a 10 chilometro di profondità. L’istituto geologico statunitense Usgs sul proprio sito ha inoltre rivisto al rialzo la magnitudo del primo terremoto, inizialmente indicata in 5.3.