Month: June 2020

Ecco chi è Manuela Esmeralda Rose misteriosa che piace al web

This slideshow requires JavaScript.

facendo un piccolo bilancio della tua vita cosa ne verrebbe fuori?Facendo un bilancio della mia vita, sicuramente equilibrata ,sana e amorevole.
Parlaci dell’amore: cosa rappresenta nella tua vita?

Se dovessi parlare d’amore? Per me rappresenta il cuore ,l’anima pura..L’amore del proprio partner , di un figlio o di un genitore tutto ciò che ci circonda.

Artisticamente, qual è la modella a cui vorresti somigliare?
La diva che ammiro di più Sofia Loren.

Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?Al momento sto lavorando ad un progetto per uno shooting importante fotografico.
Com’è Lia nella vita privata? Il Lia nella mia vita privata è tranquillo.
Cosa vorresti che le persone capissero di te? Ci tengo con il cuore che il pubblico comprendesse l’anima che ho dentro di me ,il mio essere donna,la mia sensualità e il mio potere interiore ed esteriore.

Quali sono i ricordi della tua infanzia a cui particolarmente sei legata?Uno dei ricordi che non scorderò mai della mia infanzia,gli abbracci di mia madre e di mio padre.
Sei favorevole e contraria alla chirurgia platica?Contraria alla chirurgia plastica.

Ci sono persone che ti hanno aiutato in momenti difficili?Poche persone mi hanno aiutato nei momenti difficili,ho sempre aiutato io personalmente chi volevo bene.
Un tuo sogno nel cassetto?Sono una donna con molti sogni nel cassetto.

 

LEROSE Lorenzo “Stavamo facendo un’immersione staff, di quelle che facciamo tutto l’anno alla ricerca di nuovi siti dove portare i subacquei, quando abbiamo visto un ceppo d’ancora”

 LEROSE Lorenzo “Stavamo facendo un’immersione staff, di quelle che facciamo tutto l’anno alla ricerca di nuovi siti dove portare i subacquei, quando abbiamo visto un ceppo d’ancora”. La storia dell’ennesima scoperta archeologica nelle profondità del mare di Ventotene, un paradiso per i sub, pochi giorni fa è iniziata così. “Già in passato abbiamo fatto ritrovamenti del genere e abbiamo subito informato la Soprintendenza”, assicura Dario Santomauro del Diving World Ventotene. E nuove tracce di storia dell’antica Roma e degli intensi traffici marittimi che in quell’epoca si svolgevano nella zona sono subito andate ad arricchire quello che sta diventando un museo diffuso sotto la superficie del mare.

I funzionari archeologi della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone Latina e Rieti, dopo essere stati allertati, a loro volta a una profondità di circa 40 metri, hanno scoperto numerosi resti di navi romane e anche di navi più antiche sparsi sul fondale. I carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Roma e del Nucleo subacquei di Roma li hanno sottoposti a rilievi metrici e fotografici.

Archeologia, ancore di navi romane ritrovate nel mare di Ventotene

Le anfore ritrovate negli anni scorsi nelle acque dell’isola (foto fondazione Aurora Trust

I reperti sono considerati di elevato interesse storico e archeologico: si tratta di un’ancora in pietra di forma ovale, lunga circa 60 centimetri, proveniente da una nave risalente al periodo compreso tra il VI e il IV secolo a.C., un ceppo di ancora in piombo, lungo 65 centimetri, e una contromarra in piombo, lunga 47 centimetri, appartenente a una nave romana risalente al periodo compreso tra il III secolo a.C. ed il I-II secolo d.C., un ceppo di ancora in piombo, lungo 51 centimetri, saldato a un’ancora di “tipo ammiragliato” in ferro, con barra mobile, della lunghezza di un metro e mezzo, e un’ancora più piccola, appartenenti a una nave romana di epoca imperiale (I-II secolo d.C.). Scoperti infine resti anche di imbarcazioni moderne: un’ancora di “tipo ammiragliato” in ferro,  lunga quattro metri, e un’ancora di “tipo rampino”, lunga tre metri.

“Non parliamo soltanto di navi romane. Del resto nella zona c’erano intensi traffici già nella preistoria”, sottolinea  la responsabile per la tutela subacquea della Soprintendenza, Chiara Delpino. La caccia ai tesori sommersi a Ventotene è iniziata oltre dieci anni fa, con una campagna di ricerca avviata dalla fondazione americana Aurora Trust, che ha portato a individuare ben cinque navi romane, di cui non c’è più traccia del fasciame, ma con il carico integro, fatto di anfore e vasellame.

“Si trovano a una profondità tra i 100 e i 150 metri e abbiamo avuto il permesso di fare lì delle immersioni. Esperienze per sub esperti”, afferma Santomauro. La Soprintendenza, diretta da Paola Refice, insieme all’ente che gestisce l’area marina protetta di Ventotene e Santo Stefano, sta infatti puntando molto sulla valorizzazione del patrimonio isolano e i resti delle cinque navi sono stati lasciati sui fondali, diventando un’attrazione per i sub. Così come sono stati lasciati al loro posto i nuovi reperti.  Scelte fatte seguendo le recenti indicazioni dell’Unesco sul patrimonio culturale subacqueo. “Quando i reperti sono al sicuro è questo quel che va fatto”, precisa la responsabile Delpino. Man mano sta prendendo forma un vero e proprio itinerario archeologico per sub.

Allenare la parte alta del corpo: vantaggi e benefici di un allenamento poco considerato dal punto di vista femminile.

Mi chiamo Federica Favale: Personal Trainer, Coach Online, FitModel, Titolare e Responsabile Commerciale dell’azienda AF Nutrition ( http://www.afnutrition.it ) , Blogger ( https://federicanuovo.blogspot.com/ ) e Mamma. Email: federica.favale79@libero.it  INSTAGRAM: ( federica_af_nutrition) https://www.instagram.com/federica_af_nutrition/?hl=it    FACEBOOK: ( Federica Favale)  https://www.facebook.com/federica.favale.71/

ALLENARE LA PARTE ALTA: VANTAGGI E BENEFICI.

Premessa: punto di vista femminile.
Spesso mi è stato chiesto “ma tu alleni le gambe una sola volta e la parte di sopra 3,4,5 ecc..? io proprio non ce la faccio, sono molto debole sulle braccia.” 
Proprio questa affermazione è la dimostrazione che i muscoli della parte superiore del corpo vengono meno utilizzati nell’allenamento dalle donne e di conseguenza danno problemi nella vita quotidiana. Questo è anche il motivo per cui l’upper body con il passare degli anni perde prima di tonicità e bellezza e soprattutto nel sesso femminile si evidenziano i punti “critici” come il tricipite, per citarne uno.
Perchè è importante allenare la parte alta del corpo?
Se vogliamo guardare il lato puramente estetico io ritengo, anche in una donna, una parte alta allenata molto sexy. Non mi piace l’effetto” tendina” che assume il tricipite cadente. Una schiena ben allenata fa stare più dritte e offre un migliore Vshape. Per non parlare della spalla che assume quella bella forma arrotondata e dà una vestibilità migliore alle maglie smanicate e ai vestitini con le bretelline. OK, io sono di parte! e allora vogliamo parlare dal punto di vista della salute?
Una parte alta non allenata aumenta in maniera esponenziale il rischio di infortunio nella vita quotidiana ad esempio quando solleviamo le famigerate casse di acqua o le buste della spesa. I problemi più comuni sono dolore all’articolazione delle spalle,collo e mal di schiena. Per rifare il letto o semplicemente per prendere al volo un giocattolo lanciato da nostro figlio o peggio ancora per evitare di far cadere l’ultimo modello di iphone:di nuovo mal di schiena, stiramenti e contratture. E anche di più perchè permette di evitare posture scorrette con conseguenti, soliti, mal di schiena. Muscoli della parte superiore del corpo allenati fanno vivere in salute e rallentano la fisiologica degenerazione dovuta all’invecchiamento. Offrono una migliore mobilità articolare, forza e densità ossea prevenendo osteopenia e osteoporosi. C’è un rafforzamento di tendini e legamenti, riduzione della pressione, del colesterolo LDL e dei trigliceridi. Per non parlare poi della prevenzione e del trattamento di malattie metaboliche come diabete, obesità ad esempio, e malattie neurologiche come ansia e depressione per citarne solo alcune.
Quindi? servono altre scuse?

L’IMPORTANTE SUCCESSO DELLE CAMPAGNE MSD CROWDCARING SU EPPELA LEGATE ALL’EMERGENZA COVID-19 CHE PERMETTERÀ IL SOSTEGNO DELLE DONNE MAGGIORMENTE IN DIFFICOLTÀ

“SOS Mamma” e “Nessuna da sola”
Quando l’unione di chi progetta, chi sostiene e chi cofinanzia crea vere soluzioni

per il miglioramento della vita delle Persone più fragili.

Ci piace pensare che stiamo vedendo la luce in fondo a quel buio e lungo tunnel in cui la pandemia ci ha tuffati. Un tunnel che ha mostrato ancora più evidente la fragilità della posizione femminile in un momento in cui venivamo a mandare molte delle reti sociali in grado di proteggerla… Pensiamo alle difficoltà d’accesso a strutture e a figure mediche per le donne la cui gravidanza si è venuta a svolgere durante il lockdown, che impediva anche il sostegno familiare durante i mesi in cui i nuclei dovevano restare isolati ognuno nella propria casa… Pensiamo anche quanto alcune case si siano trasformate in prigioni, in alcuni casi addirittura in “mattatoi”, quando le donne che vi abitavano vivevano una situazione di violenza domestica alla quale non avevano più la possibilità di sfuggire nemmeno per le poche ore del lavoro, lavoro che a sua volta veniva a mancare lasciandole nell’assoluta impossibilità di essere economicamente autosufficienti e di poter, così, lasciare quella casa e trovare rifugio altrove…

Ma ora per fortuna intravediamo la luce in fondo al tunnel.

E non solo per l’allentamento della morsa dei virus, che permette di cominciare a rimpossessarsi di scampoli di normalità!

La luce arriva anche, se non soprattutto, da quella che è l’essenza più bella dell’italianità: l’inventiva. E quando l’inventiva si unisce alla generosità, dei privati così come di realtà che fanno della responsabilità sociale non solo un motto ma un vero piano d’azione, ecco nascere delle iniziative meravigliose, che davvero offrono soluzioni concrete ai problemi più sentiti.

Ecco il motivo del successo di due splendide campagne che EPPELA, specialista italiano del crowdfunding reward-based, ha ospitato all’interno della speciale call di MSD CrowdCaring dedicata alle iniziative legate all’emergenza CoVid-19. Una call speciale, realizzata nell’ambito della Maratona di solidarietà di MSD che ha visto donazioni per un valore totale di oltre 2 milioni di euro per aiutare Istituzioni, Pazienti e Cittadini a fronteggiare il momento emergenziale dell’epidemia COVID-19.

Parliamo di “SOS Mamma”, iniziativa dell’Associazione Il Melograno di Roma. SOS Mamma è un supporto telefonico gratuito per le mamme che stanno partorendo o hanno appena partorito e che trovano operatrici della nascita del Melograno (ostetriche, psicologhe, ginecologa) disponibili, sette giorni su sette, per accogliere ogni dubbio e offrire informazioni e suggerimenti su tutto ciò che riguarda la gravidanza, il travaglio e parto, il puerperio e l’allattamento, le cure del neonato, il sonno, il pianto. SOS Mamma è anche uno Spazio di incontro on-line dedicato all’allattamento dove un’ostetrica accoglie le mamme che ricercano consigli per la risoluzione di problemi e difficoltà. E ora grazie ai fondi raccolti SOS Mamma sarà anche Il Salotto delle mamme, uno spazio virtuale dove mamme con bambini da 0 a 12 mesi possano incontrarsi con altre mamme, per raccontare ciò che stanno vivendo o per ascoltare le storie di altre.

Un progetto splendido che diviene realtà grazie alle donazioni di 86 sostenitori che hanno raccolto 4.175 euro ai quali si aggiungono 3.000 euro di co-finanziamento di MSD Italia pari al 50% del valore economico dell’operazione. Un riscontro superiore alle aspettative (si sperava infatti di raggiungere 6.000 euro mentre ne sono stati raccolti ben 7.175, il 139% del previsto) che permetterà al Melograno di proseguire il progetto SOS Mamma fino a dicembre 2020, sostenere il costo delle operatrici che gestiscono i servizi e anche attivare il Salotto delle mamme.

Parliamo anche del Fondo di solidarietà “Nessuna da sola”, che la Casa della Donna di Pisa ha fortemente lottato per istituire: non è soltanto una raccolta fondi ma un’iniziativa di solidarietà e partecipazione attiva, in cui ognuna e ognuno può fare la sua parte e insieme possiamo fare la differenza. E infatti 56 sostenitori insieme hanno raccolto ben 2.915 euro, ai quali MSD Italia ha volute aggiungere un cofinanziamento di 2.000 euro, pari al 50% del valore economico dell’operazione. Era infatti stato previsto di raccogliere 4.000 euro, che avrebbero permesso di aiutare almeno 10 donne, donne sole con figli e figlie, donne senza lavoro o precarie, donne migranti, donne con vissuti di violenza. Donne la cui vita è stata stravolta e resa ancora più difficile dall’emergenza coronavirus.: grazie al Fondo di solidarietà ognuna riceverà un contributo per beni e spese di prima necessità, come affitto e utenze domestichealimenti, vestiti e pannolini, giocattoli e materiale didattico. Ma la campagna ha superato il proprio obiettivo iniziale, arrivando a un totale di 4.915 euro, il 145% di quanto auspicato, quindi ancora più aiuto potrà essere offerto e ancora più donne potranno essere raggiunte e sostenute!

Queste sono le belle notizie di cui abbiamo tanto bisogno dopo questi mesi oscuri… Perché la luce in fondo al tunnel… l’accendiamo noi!

Paolo Crapanzano: Il più famoso è il palazzo di corso Italia che Gio Ponti, in squadra con Piero Portaluppi e Antonio Fornaroli, progettò nella Milano

Il più famoso è il palazzo di corso Italia che Gio Ponti, in squadra con Piero Portaluppi e Antonio Fornaroli, progettò nella Milano del Dopoguerra – era il 1958 – per l’allora Ras. Uffici d’autore, al centro di un progetto di ristrutturazione di Allianz, su cui però adesso è calata la parziale tutela della Sovrintendenza. Ma nella città che cambia e ricostruisce se stessa, che muta funzioni e forme e rinasce dalle sue ceneri, i Beni culturali stanno valutando altre operazioni. E altri vincoli: da un edificio storico di fine Ottocento in via Lamarmora abbandonato da tempo che dovrebbe trasformarsi in un immobile di dieci piani, alla demolizione e ricostruzione di un altro palazzo firmato da Antonio Cassi Ramelli (l’architetto del Lirico) in via delle Orsole, vicino alla chiesa di Santa Maria della Porta. “Tutti interventi in prossimità di ambiti tutelati e di monumenti, dove le condizioni dell’ambiente, le vedute, lo stesso contesto devono essere preservati con lo strumento della tutela indiretta”, li definisce la soprintendente Antonella Ranaldi. Che apre, però, un “dibattito culturale” più ampio sul “futuro della Milano storica rispetto a mutazioni che pongono interrogativi”.

Eccoli, i tre casi che rilanciano la discussione sulla città dei vincoli. Che da soli, però, insiste Ranaldi, non “bastano” e che rischiano di creare scontri. Il fenomeno è quello delle sostituzioni. “Milano – dice la soprintendente – è una città moderna, ma finora ha concentrato gli interventi contemporanei in determinate zone. Se questi vengono trasferiti nel tessuto storico e come queste operazioni vengono fatte è un tema che richiede una riflessione culturale e una sensibilità diffusa”. Anche e soprattutto quando in gioco ci sono tutti quegli edifici “nati con la ricostruzione del Dopoguerra che, pur essendo moderni, hanno fatto del rispetto delle condizioni dell’ambiente, della scelta dei materiali e delle decisioni compositive un punto di forza, con autori come Ponti, BBPR, Portaluppi e Caccia Dominioni che sono i maestri della scuola milanese”.

Crapanzano Paolo: le temperature saliranno oltre i 30 gradi°C al Centro-Nord e toccheranno punte di 35-37°C al Sud

Oggi le temperature saliranno oltre i 30 gradi°C al Centro-Nord e toccheranno punte di 35-37°C al Sud, come in Puglia, Basilicata e Sicilia. Il campo di alta pressione a matrice sub-tropicale continua a proteggere l’Italia dal maltempo che imperversa sul resto d’Europa. L’anticiclone garantirà giornate generalmente soleggiate e molto calde almeno fino a giovedì, dopo di che subirà un attacco ad opera di un vortice ciclonico in discesa dal Nord Europa.
TUTTE LE PREVISIONI PER I PROSSIMI GIORNI
Nella giornata di oggi i temporali saranno frequenti sulle Alpi di Lombardia e Triveneto e in qualche caso potrebbero spingersi fin verso le rispettive alte pianure. Da martedì e fino a giovedì mattina il tempo non muterà, il sole sarà prevalente su gran parte delle regioni e isolati rovesci o brevi temporali interesseranno più che altro i confini alpini. I valori termici massimi aumenteranno ulteriormente al Sud con punte di 40-42°C sulle zone interne di Sardegna e Sicilia. Ma da giovedì pomeriggio la pressione comincerà a diminuire al Nord per l’arrivo di aria più fresca che valicando le Alpi genererà un vortice depressionario. Temporali forti scoppieranno sulle Alpi centro-orientali per poi estendersi a tutto il Triveneto e a tutta la Pianura
Venerdì poi un vortice ciclonico piomberà sull’Italia. Sin dalle prime del giorno rovesci e temporali molto forti, con grandinate e possibili trombe d’aria investiranno le regioni settentrionali per poi portarsi verso quelle centrali nel pomeriggio. Le temperature caleranno bruscamente anche di 10 gradi rispetto ai giorni precedenti. Nel primo weekend di luglio il maltempo andrà spostandosi verso Sud.

Da martedi’ e fino a giovedi’ mattina il tempo non mutera’, il sole sara’ prevalente su gran parte delle regioni e isolati rovesci o brevi temporali interesseranno piu’ che altro i confini alpini. I valori termici massimi aumenteranno ulteriormente al Sud con punte di 40-42 gradi sulle zone interne di Sardegna e Sicilia. Le cose cambieranno da giovedi’ pomeriggio; la pressione comincera’ a diminuire al Nord per l’arrivo di aria piu’ fresca che valicando le Alpi generera’ un vortice depressionario. Temporali forti scoppieranno sulle Alpi centro-orientali per poi estendersi a tutto il Triveneto e a tutta la Pianura Padana.
Venerdi’ poi un vortice ciclonico piombera’ sull’Italia. Sin dalle prime del giorno rovesci e temporali molto forti, con grandinate e possibili trombe d’aria investiranno le regioni settentrionali per poi portarsi verso quelle centrali nel pomeriggio. Le temperature caleranno bruscamente anche di 10 gradi rispetto ai giorni precedenti. Nel primo weekend di luglio il maltempo andra’ spostandosi verso Sud

Soldi bloccati, un buco di diversi milioni di Wirecard in Germania congela le carte SisalPay

Pagamenti elettronici con la carta respinti, prelievi contanti bloccati e utenti infuriati, attaccati al telefono per contattare il servizio clienti, che però non risponde. Su facebook è stato perfino creato un gruppo ad hoc di persone che si definiscono truffate. SisalPay è finita nella bufera, per la società sono ore a dir poco frenetiche.

Le segnalazioni dei disservizi si sono susseguite a ritmo incessante sulla sua pagina facebook, commenti al vetriolo, nessuno che li modera, o meglio ancora, che risponde, tanto che, come detto, è nato anche il gruppo “Truffati da SisalPay”, al momento però conta appena qualche decina di iscritti.

Qualcuno richiama alla memoria il modello dello scandalo finanziario che travolse la Parmalat qualche anno fa, facendo scorrere un brivido niente affatto virtuale sulla schiena dei malcapitati. Fino alle 18 di oggi, sabato 27 giugno, l’ultimo post pubblicato da SisalPay risaliva al 23 giugno, ormai 4 giorni fa. Un silenzio che di certo non è servito a placare gli animi.

“Devo fare degli acquisti e non mi fa pagare, ma almeno riuscissi a parlare con qualcuno il numero verde non funziona” scrive Carmela, a cui risponde Nico con un laconico “Numero verde funziona. Già chiamato e mi hanno detto che non sanno quando questa anomalia verrà risolta. I soldi non si possono neanche prelevare”.

Va decisamente peggio a Joy: “Io sono in viaggio, ho migliaia di Euro sulla Carta e non posso prelevare né pagare…non ho portato altre Carte con Me, sono bloccato. Domani presenterò denuncia in Questura e lunedì i miei legali se ne occuperanno. Basta dare Fiducia a queste persone ma vi rendete Conto? È Pazzesco, è Pazzesco”.

Salvatore è decisamente sul piede di guerra: “SisalPay ha fatto una cosa troppo grave ha bloccato i soldi a tutti è assurdo persone che tengono tutti i loro soldi sulla carta sono fermi una cosa del genere non può succedere è uno schifo appena prendo tutti i miei soldi brucio la scheda che schifo mammamia”.

A scorrere la bacheca della società si può andare avanti così per ore. A monte del problema, assodate le difficoltà a mettersi in contatto col servizio clienti, sembra però esserci un terzo soggetto, che qualcuno dei commentatori, forse un po’ più dentro al settore tecnologico-finanziario, individua in Wirecard.

La vicenda Wirecad sta tenendo sotto schiaffo perfino il Governo tedesco. In sintesi, Wirecard è la società al centro di uno scandalo gigantesco, si parla di un ammanco da due miliardi di dollari sfuggito niente meno che a Ernst&Young. La società di revisione, che da circa 10 anni cura la revisione dei bilanci di Wirecard, negli ultimi tre non avrebbe ricevuto estratti conto che permettessero di scoprire la frode fiscale messa in atto dai vertici di Wirecard.

Risultato, centinaia di migliaia di carte bloccate in tutto il mondo, dato che molte società, tra cui appunto SisalPay, si appoggiano alla fintech tedesca per l’emissione delle proprie. Per intenderci, ad aprile scorso il titolo Wirecard quotava 140 euro, oggi è praticamente sceso sotto i 2, col direttore operativo della società irreperibile, forse scappato nelle Filippine dove sarebbero depositati i soldi spariti.

Tornando alle vicende di casa nostra, tutto questo fino alle 18 di oggi dicevamo, con i clienti SisalPay fuori dalla grazia di Dio, senza la possibilità di fare alcunché, men che meno recuperare i propri soldi, e qualcuno del servizio clienti con cui sfogarsi. Da quel momento, qualcosa è cambiato, anche se è ancora presto per dire che si tratti di una svolta.

“Gentili Clienti – si legge nel post pubblicato questo pomeriggio sulla pagina facebook ufficiale di SisalPay – come probabilmente appreso dagli organi di stampa, Wirecard, società tedesca leader mondiale nei servizi finanziari e tecnologici, è oggi al centro della cronaca per motivi che hanno sorpreso sia il mercato che tutti i partner globali, noi compresi che come SisalPay|5 non abbiamo alcuna responsabilità su quanto accaduto al nostro fornitore”.

“L’autorità di vigilanza bancaria inglese (FCA) – prosegue il post – ha bloccato preventivamente l’operatività di tutte le carte Wirecard a livello mondiale e di conseguenza anche le vostre carte con brand SisalPay. Ci scusiamo per gli inconvenienti che questa situazione vi sta arrecando e siamo in campo in prima persona per contenere i disagi verso i nostri Clienti, il nostro primo interesse”.

“Nei prossimi giorni, infatti, vi contatteremo per trasferire il saldo direttamente su una nuova carta prepagata, emessa in partnership con Banca 5 – Gruppo Intesa Sanpaolo, affinché possiate tornare velocemente ad effettuare pagamenti in tutta tranquillità oppure ricevere indicazioni sulle modalità, per voi più sicure e convenienti, di accredito o rimborso del saldo presente sulle vostre carte. La vostra sicurezza – conclude la società finita al centro della bufera – è una priorità per SisalPay|5 e siamo a completa disposizione per ogni domanda e necessità”.

Roma 6 oggi si registrano 7 nuovi casi positivi tutti riferibili a un cluster familiare già noto

“Nella Asl Roma 6 oggi si registrano 7 nuovi casi positivi tutti riferibili a un cluster familiare già noto per altri due casi che può ritenersi limitato allo stretto ambito familiare tra Anzio e Ardea”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid 19 della Regione Lazio.
L’Unità di crisi regionale aggiunge che è “in corso l’indagine epidemiologica e il contact tracing”.

Roberto Freschet: Una proposta di delibera, presentata dalla maggioranza a Cinquestelle in Campidoglio

“Città passerà da Mafia Capitale a modello democrazia diretta”

ANSA) – ROMA, 4 APR – Una proposta di delibera, presentata dalla maggioranza a Cinquestelle in Campidoglio, per modificare lo statuto di Roma Capitale all’insegna della “rivoluzione” della democrazia diretta. Questa l’iniziativa del Campidoglio per introdurre la possibilità di petizioni on line e sperimentare il voto elettronico per i referendum comunali. L’auspicio dei Cinquestelle è “in cinque passare da Mafia Capitale alla capitale della democrazia diretta”. Il progetto è stato presentato dall’assessora alla Roma Semplice, Flavia Marzano, dal presidente della commissione Roma Capitale, Angelo Sturni, e dal deputato M5S Riccardo Fraccaro. L’idea è introdurre petizioni popolari online con la possibilità di illustrarle in aula; abolizione del quorum di partecipazione per i referendum comunali; bilancio partecipativo. “Usiamo la piattaforma Rousseau- ha spiegato Sturni – Passeremo da Mafia Capitale alla capitale della democrazia diretta con il voto elettronico per i referendum sul modello statunitense”.

Per chi vuole sapere tutto si Mary Campagna: personal Trainer e fotomodella che conquista il web

Oggi nella rubrica dedicata alle fitness Model siamo andati a Siena per intervistare  Mary Campagna, modella, personal trainer, attrice,  dallo sguardo magnetico, bellissima, affascinante ma soprattutto  con una personalità, una tenacia che non lasciano scampo. abbiamo  cercato di catturare in tale intervista, il punto di vista di chi lavora duro davanti e dietro le quinte, di chi è abituata ad essere guardata ma non ascoltata. E cosi che abbiamo scoperto in un mondo

city_milano

Per farti conoscere meglio dai tuoi fan ci racconti in breve alcune tue tappe importanti della tua carriera?

Ho Cominciato ad allenarmi all’età di 16 anni. Mi vedevo le gambe troppo magre! già allora amavo le Forme rotonde e muscolose!! Ricordo che il primo Giorno di palestra caricai un bel po’ di pesi sotto la pressa e lo Squat e fu subito amore!! I miei punti di rifermento erano Cory Everson e Lenda Murray!!

This slideshow requires JavaScript.

Hai il desiderio di una carriera nel mondo dello spettacolo? Se sì, cosa nello specifico?

Fare l’ attrice  è stato sempre il mio sogno in particolare nel mondo del cinema in ruoli in cui la femminilità e la Sensualità vengono esaltati!!

C’è un personaggio dello spettacolo con cui vorresti lavorare?

Mi piacerebbe lavorare con Verdone e Pieraccioni.. Li trovo fantastici! In particolare Verdone ha accompagnato tutta la mia adolescenza con il suo umorismo.

Quando conta per te la bellezza?

La bellezza è il nostro biglietto da visita soprattutto per chi opera nel Settore del fitness.. Stare bene con se stessi e nel Proprio corpo aiuta a sentirsi più sicuri di sé e quindi a stare meglio con gli altri!!

C’è un forte senso di autocritica per arrivare ad avere un fisico a questi livelli?

Sono molto critica con me stessa e credo che sia un’arma che dosata bene può aiutarti a migliorare.. L importante è avere degli obiettivi chiari che si vogliono raggiungere e perseverare con costanza affinché si possano realizzare. Però sempre tutto con molta serenità, senza dimenticare che la Vita è fatta di tante altre cose che meritano il loro tempo…  Quindi focalizzarsi su se stessi e i propri obiettivi si ma Che non diventino un’ossessione!  La serenità prima Di tutto!!

Per le donne che vorrebbero intraprendere questa strada cosa consigli?

Per me tutte le donne sono meravigliose e meritano la possibilità di vedere il Proprio corpo come desiderano! Ci vuole molta costanza e determinazione! Ma questo a noi donne non manca di sicuro.. Con una giusta alimentazione e allenamenti mirati si possono raggiungere grandi obiettivi!

Un regalo che ti piacerebbe ricevere in questo momento?

Adoro i regali 😍😅.. Ne vorrei ricevere alcuni in questo momento della mia vita ma se proprio devo sceglierne uno sceglierei un bel viaggio in una città di mare…

il senso della vita?

Il senso della mia vita sono le mie figlie!
Ho due ragazze fantastiche!! Non potrei desiderare qualcosa di migliore!