Month: November 2021

Antonella Mosetti, il nuovo look fa impazzire i suoi fan: “Divina” – FOTO

antonella-mosetti,-il-nuovo-look-fa-impazzire-i-suoi-fan:-“divina”-–-foto

Apprezzata in televisione, amata sui social: Antonella Mosetti piace al suo pubblico sia come opinionista e showgirl che come influencer, ed ogni suo nuovo look riscuote grande successo tra i fan. Fisico statuario…

L’articolo Antonella Mosetti, il nuovo look fa impazzire i suoi fan: “Divina” – FOTO proviene da Ultimaparola.com.

Vaccini per inibire la fertilità e controllare la popolazione umana

vaccini-per-inibire-la-fertilita-e-controllare-la-popolazione-umana

I vaccini sono stati proposti come una delle strategie per il controllo della popolazione. I vaccini immunocontraccettivi possono essere progettati per inibire: (1) la produzione di gameti (sperma e uovo);(2) funzioni dei gameti, che portano al blocco della fecondazione; e(3) esito dei gameti (gravidanza).  L’immunizzazione con l’ormone di rilascio delle gonadotropine accoppiato a diversi portatori ha mostrato…

L’articolo Vaccini per inibire la fertilità e controllare la popolazione umana proviene da Grandeinganno.

Francesca Fagnani e Enrico Mentana: da quanto stanno insieme? Hanno figli? Differenza di età e dove vivono

francesca-fagnani-e-enrico-mentana:-da-quanto-stanno-insieme?-hanno-figli?-differenza-di-eta-e-dove-vivono

Francesca Fagnani e Enrico Mentana fanno coppia fissa oramai da lungo tempo. L’amore tra il direttore del TgLa7 e la conduttrice di Belve procede a gonfie vele proprio come i loro successi lavorativi. Andiamo a scoprire insieme tutti i dettagli. Leggi anche: Enrico Mentana: età, compagna, ex moglie, figli, malattia, carriera, Facebook, Instagram Francesca Fagnani…

Elisa Isoardi ricorda la sua esperienza a Ballando con le stelle e Guillermo Mariotto le lancia una frecciatina

elisa-isoardi-ricorda-la-sua-esperienza-a-ballando-con-le-stelle-e-guillermo-mariotto-le-lancia-una-frecciatina

Elisa Isoardi la conosciamo tutti per essere una nota conduttrice italiana, una delle più importanti di casa Rai. L’abbiamo vista diversi anni al timone di una delle trasmissioni più amate dagli italiani, ovvero La prova del cuoco. E’ subentrata ad Antonella Clerici e per diverso tempo ha condotto questo programma in modo davvero sorprendente. Poi la Rai ha deciso di chiudere la trasmissione ed Elisa si è ritrovata senza un programma. Ha comunque preso parte all’Isola dei famosi anche se la sua avventura è finita dopo poco tempo per via di un infortunio all’occhio. Ma non finisce qui, visto che lo scorso anno ha preso parte anche a Ballando con le stelle, il programma condotto da Milly Carlucci, in coppia con Raimondo Todaro. E’ stata proprio la sua partecipazione al programma di Milly che ha dato modo alla Isordi di far parlare di se. In questi giorni è stata ospite nel salotto di Mara Venier a Domenica In ed ha rilasciato delle importanti dichiarazioni. Di cosa si tratta?

Elisa Isoardi ospite a Domenica in da Mara Venier

Elisa Isoardi nei giorni scorsi, come abbiamo visto, è stata protagonista della puntata di Domenica in andata in onda domenica 28 novembre 2021. Pare che la conduttrice abbia parlato di tante cose, compresa la sua esperienza all’interno del programma di Milly Carlucci. Nel ricordare questa entusiasmante avventura, sembra che uno dei giudici del programma abbia colto l’occasione per lanciare alla conduttrice una frecciatina. 

La frecciatina velenosa di Guillermo Mariotto e il riferimento al flirt con Raimondo Todaro

Stiamo parlando di Guillermo Mariotto il quale prima ancora che Elisa iniziasse a parlare ha tuonato dicendo “Come l’ha vissuto Elisa…”. E’ sembrato a tutti palese il fatto che Mariotto si riferisse al flirt che Elisa ha avuto con Raimondo Todaro. Ad ogni modo la conduttrice non ha “voluto” cogliere la provocazione molto probabilmente ed avrebbe continuato a parlare della sua esperienza. 

Il ricordo della sua esperienza a Ballando

No bellissimo perché poi è un gruppo; quindi, ancora oggi quando li rivedo mi sembra di ritornare indietro tipo collegio, tipo scuola. Quindi vivi quella cosa, quell’aggregazione… poi hai una routine, un’abitudine…”. Queste le parole della Isoardi. Il riferimento a questa presunta storia tra la conduttrice ed il ballerino siciliano pare fosse inevitabile ed a mettere il dito nella piaga è stato proprio lui, Mariotto.“Ma quando ballava sul letto… quella che ha ballato meglio sul letto, sì, è lei. Quel balletto sul letto… perché ballare sul letto morbido è difficilissimo. Non lo ricordate? È stato grandioso”. Questo ancora quanto aggiunto dal giudice.

Bottega di Mgm – negozio di eccellenze alimentari – Milano

Bottega di Mgm – negozio di eccellenze alimentari significa scegliere la qualità e la ricercatezza delle materie prime.

Selezioniamo per te solo il meglio: tartufi freschi, prodotti tartufati, funghi freschi, secchi e in olio, caviale, bottarga, acciughe del Mar Cantabrico, foie gras, salumi italiani e spagnoli e molto altro ancora.

Da sempre sosteniamo il Made in Italy e ci affidiamo a piccoli-medi produttori attenti alla qualità dei prodotti. Il nostro lavoro di selezione non si ferma alla tradizione culinaria italiana ma spazia anche fra le migliori specialità estere.

Nasciamo da Mgm Alimentari, azienda distributrice all’ingrosso, che dal 1994 rifornisce i migliori ristoranti del Mondo con eccellenze culinarie italiane ed internazionali.

Img copertina sitoZest è per tutti: amici appassionati di cibo o golosi, chef amatoriali, cuoche e cuochi provetti ma anche per chi è una frana in cucina. Condividi la newsletter della Bottega con chi vuoi tu. Negozio di Eccellenze Alimentari | Bottega MGM AlimentariOgnuno ha in mente ingredienti e sapori che ricordano l’infanzia. Qualche settimana fa ho chiesto su Instagram quale fosse il vostro. Per alcuni è la pasta fresca, per altri è la crostata della nonna, qualcuno ha risposto il cioccolato, per me il sapore dell’infanzia è il tartufo.

Mi ricordo mio padre selezionare, pulire e pesare queste palline simili a patate. Il tartufo per me è un amico di vecchia data, ma crescendo mi sono accorta che invece per la maggior parte delle persone è un ingrediente totalmente sconosciuto. Tanti non sanno neanche cosa sia, alcuni lo odiano, altri pensano di averlo provato e invece hanno assaggiato l’aroma tartufato. Oggi vi rivelo quello che c’è da sapere sul tartufo.  Il mondo del tartufo è ricco e sfaccettato per questo non è possibile raccontarne la complessità in una breve newsletter. Come prima puntata di Zest dedicata al tartufo iniziamo con un’infarinatura di base, le cinque W del tartufo.

WHAT – COS’È IL TARTUFO?
Ho sentito dire a qualcuno che è un tubero ma non è così. Questa definizione erronea probabilmente nasce dal fatto che cresce sotto terra come le patate ma anche perché appartiene al genere Tuber. In realtà in botanica il tartufo è un fungo, in particolare un fungo ipogeo simbionte. Questo significa che l’intero ciclo vitale del tartufo avviene sotto terra in simbiosi con un albero, col quale scambia nutrienti.

WHERE – IL SUO HABITAT
La terra, gli alberi, le piogge, le lune, il clima e altri fattori hanno un forte impatto sulla quantità di tartufo presente sul mercato, la sua qualità e anche sul prezzo. I tartufi crescono in un ecosistema complesso: necessitano di un ambiente incontaminato ricco di piante simbionti, il terreno deve essere della giusta composizione e né troppo secco né troppo umido. Si dice anche che i cicli lunari ne influenzino lo sviluppo.

WHEN – QUANDO TROVARLO?
Devi sapere che sono prodotti stagionali, ogni tipologia di tartufo è soggetto al calendario di raccolta. Per esempio il bianco pregiato si può raccogliere da Settembre a Gennaio, sarà quindi impossibile trovarlo in primavera o estate.

WHO – GLI ATTORI
Probabilmente lo sanno tutti ma è importante ricordare che se abbiamo la possibilità di mangiare tartufo al ristorante è grazie ai cani da tartufo e i loro padroni, i cavatori o trifulao, che si inerpicano per ore lungo i sentieri dei boschi. Sanno che la natura va rispettata e in cambio avranno dei frutti meravigliosi.

WHY – PERCHE’?
Il tartufo è ricercatezza, prestigio ma anche ritorno alla terra e semplicità. Un prodotto della terra che nasce in boschi incontaminati e diventa il protagonista di tutti i piatti. Ogni esemplare è diverso e unico, come non innamorarsene?

In Bottega ci capitano spesso clienti che non sanno distinguere i vari tartufi quindi direi di iniziare da qui.

Esistono più di 60 funghi classificati come Tuber, di questi solo alcuni sono presenti sul territorio italiano e 6/7 tipologie sono quelle comunemente vendute.

Se vuoi approfondire le tipologie di tartufo, ho fatto un riassunto per te. Lo trovi quiAltrimenti ti può bastare sapere che esistono tartufi bianchi e neri, più o meno pregiati, molto differenti in termini di gusto, profumo e prezzo. Fra questi i più ricercati sono il tartufo bianco pregiato e il tartufo nero pregiato anche conosciuto come nero di Norcia.

TIP: D’ora in poi tieni sempre a portata di mano il nostro Vocabolario del tartufo, tutti i termini utili per non farsi trovare impreparato.

Il tartufo bianco

Oggi ti parlerò principalmente del tartufo bianco o Tuber magnatum pico, re indiscusso di questa stagione. Su internet, nei negozi, alle fiere potresti sentir parlare del tartufo bianco con diversi appellativi ad esempio tartufo bianco pregiato o d’Alba o di Acqualagna, in realtà si sta parlando sempre dello stesso prodotto.

Peridio liscio con colore dal giallino tendente al nocciola pallido, all’interno la gleba ha una tonalità più intensa che va dal nocciola a tonalità più aranciate. Le differenti colorazioni dipendono dalle radici delle piante dove crescono, dal pioppo e salice nascerà chiaro, dalla quercia e roverella sarà di color nocciola, dal tiglio più arancio. Le venature sono fitte e fini, bianche, evidenti quando il tartufo è maturo. La forma può essere più o meno irregolare a seconda del terreno in cui crescono.

E ora togliamoci un dubbio.

MEGLIO IL BIANCO O IL NERO?
I tartufi bianchi e neri sono molto diversi nell’aspetto, profumo, gusto e anche modalità di preparazione. La verità è che non esiste un migliore, sicuramente si può dire che il bianco è il più raro e costoso ma questo non ha nulla a che fare con la preferenza personale.
Con le parole di Gualtiero Marchesi “E’ ozioso volerne stabilire la graduatoria: troppo diversi per essere messi in competizione, il tartufo bianco e quello nero sono simili, è vero, per natura, ma la gastronomia ne ha distinto le funzioni assecondando le loro differenti caratteristiche.” Il bianco è sempre protagonista del piatto mentre il nero, più tenue, è perfetto per accompagnare o per le guarnizioni. Nella parte dedicata al tartufo in cucina puoi vedere le differenze gastronomiche fra nero e bianco.

Tartufo e 4 sensi

Per apprezzare il tartufo bianco e nero appieno è necessario utilizzare i 4 sensi: vista, tatto, olfatto e gusto.

Sei in procinto di acquistare un tartufo? Ecco l’analisi sensoriale che ti aiutarà a scegliere correttamente. Approfondiamo insieme il Tartufo e i 4 sensi. 

Vista – cosa guardare nel tartufo?

Il primo approccio è sicuramente visivo. La cosa più importante da tenere in considerazione è che il tartufo non presenti alla vista parti marce o grandi quantità di terra. Per il tartufo bianco il colore del peridio (parte esterna) può variare da beige chiaro a nocciola mentre per il tartufo nero estivo/uncinato si presenta verrucoso di colore nero.

A seconda del loro aspetto visivo si possono dividere idealmente in varie categorie. Un tartufo bianco perfetto ha un colore uniforme, forma tondeggiante e l’esterno liscio, regolare e senza difetti come buchi.  Altri possono presentare imperfezioni come fori, mangiature di lumache o macchie dovute al fogliame o alle radici. Le dimensioni non compromettono la qualità organolettica, quindi la scelta fra un tartufo grande o piccolo è puramente personale.

Meglio un tartufo perfetto o con imperfezioni?

Un tartufo con imperfezioni non è sinonimo di cattiva qualità. La scelta è soggettiva, il nostro consiglio è di acquistare un tartufo grande e senza imperfezioni per regali o cene dove volete fare colpo sugli ospiti. Mentre per degustarlo in modo informale i tartufi con imperfezioni saranno altrettanto apprezzabili e consentiranno di avere un prezzo più vantaggioso durante l’acquisto.

Tatto – Tastare il tartufo:

Il secondo passo è verificare che il tartufo risulti compatto, indice di freschezza. Quando si tasta il tartufo deve essere piuttosto duro e resistente alla pressione ma non legnoso. Se tende al gommoso potrebbe trattarsi di un esemplare troppo maturo oppure nel caso del tartufo nero potrebbe indicare che durante la crescita nel terreno si è congelato.

Consigliamo di maneggiare il tartufo con delicatezza per non rischiare di romperne dei pezzi o creare delle ammaccature che potrebbero velocizzarne la maturazione.

Olfatto – come annusare il tartufo?

Avviciniamo il tartufo al naso, l’odore tipico di tartufo bianco si sprigiona in tutti gli ambienti in cui è riposto, ma non tutti i tartufi sono uguali. Come per i vini così anche per il tartufo esistono diversi gradi di intensità del profumo. Quando si procede con l’esame olfattivo si valuta complessivamente la “forza” con cui il profumo si sprigiona. Un tartufo di grande intesità, quindi penetrante e spiccato, consente di coglierne il profumo anche a distanza.

E’ importante dire che sicuramente il profumo di tartufo condiziona molto la nostra scelta ma il profumo non è proporzionale al gusto. Possiamo dire quindi che non per forza un tartufo profumato sarà altrettanto intenso al palato.

In conclusione possiamo dire che è importante annusare il tartufo per escludere degli evidenti difetti olfattivi come per esempio uno spiccato odore di ammoniaca.

Tartufo e 4 sensi

Gusto – mangiare il tartufo:

Purtroppo nell’acquisto non ci sono indicatori che ci daranno la garanzia di un tartufo gustoso, ma di certo tutte le considerazioni precedenti contribuiranno a fornirci un prodotto fresco e profumato.

Come tutti i prodotti alimentari è importante però che vengano preparati al meglio così da esaltarli. Il tartufo è un prodotto delicato, una cattiva conservazione oppure un utilizzo inadeguato potrebbero quindi pregiudicare il gusto del prodotto.

A breve pubblicheremo anche tutti i consigli utili per accentuare il sapore unico del tartufo in cucina.

L’acquisto di tartufo

Ora sai quali sono tutti i passaggi per la selezione di un buon tartufo; in ogni caso per un acquisto sicuro consigliamo di affidarsi ad un fornitore di fiducia.

Per noi è importante offrire ai clienti una scelta ampia che vada incontro ad ogni esigenza, inoltre applichiamo una selezione rigorosa e trasparenza e tracciabilità sul prodotto. Durante la stagione dei tartufi ogni mattina facciamo una selezione dei migliori tartufi bianchi e neri, così possiamo garantire un prodotto sempre fresco come appena raccolto.

– il tartufo si sbuccia oppure si può mangiare intero. Non diciamo eresie, i tartufi si grattugiano o si affettano a lamelle sottili e questo è tutto.
– la conservazione è un tema che alimenta molte dicerie. Su internet ho letto che il tartufo sottovuoto può durare mesi. Falso mito, è impossibile che un prodotto così delicato duri a lungo (d’altra parte non è parte della sua straordinarietà?). L’altro tema che divide molti è: si può conservare nel riso? Il nostro consiglio è no, il riso assorbirà l’acqua contenuta nel tartufo rendendolo secco, insapore e inodore.

News: Il tartufo da 840g aggiudicato all’asta benefica mondiale del tartufo 2021. L’ha vinto un imprenditore Giapponese, qui quanto ha speso. Ma il recordrimane nel 2020.
Una nuova specie di tartufo scoperta dai bonobo, si bonobo le scimmie.
Letture: esistono molti libri per approfondire l’argomento. Te ne indico uno qui, ma sui social parleremo anche degli altri.
Film e telefilm: seguici su Instagram e scopri nei prossimi giorni gli estratti dei film e telefilm contenenti il tartufo. @labottegadimgm
Da ascoltare: quando Cattelan è diventato cavaliere del tartufo,
Da ridere (forse): Iacchetti fa cadere un tartufo da 5000€

Per oggi abbiamo finito. Dubbi, domande, perplessità? scrivimi alla mail sotto oppure su Instagram.
Ci sentiamo al prossimo ZEST.

Alessandra

Trema il Principato di Monaco, Charlene è incinta di un altro. Chi è il famoso padre e perché l’hanno fatta sparire

trema-il-principato-di-monaco,-charlene-e-incinta-di-un-altro.-chi-e-il-famoso-padre-e-perche-l’hanno-fatta-sparire

Emerge una nuova voce riguardo il caso di Charlene di Monaco e dei motivi che la tengono lontana dalla famiglia. In questi mesi il principe Alberto sta facendo i conti sui pettegolezzi che riguardano lo stato di salute di sua moglie. Sono moltissime le ipotesi e i sudditi sono sempre più confusi. Per lo più, si tratta di fake news che spesso servono esclusivamente a mettere in ombra la famiglia reale. L’ultima che sta girando in rete negli ultimi giorni è quella di una presunta gravidanza. Un nuovo principino, dopo i due gemelli Jacques e Gabriella, nati il dieci dicembre del 2011.

La news è stata divulgata dal magazine tedesco Freizeit – Monat, ma sono in molti a non crederle. Già dopo la nascita dei due gemelli infatti, la madre di Charlene di Monaco, Lynette Wittstock, aveva parlato dell’impossibilità della principessa di avere altri figli. Una condizione che l’aveva fatta soffrire molto ma alla quale sembrava non esserci rimedio. La moglie di Alberto ha 43 anni e portare avanti una gravidanza a rischio sembrerebbe una follia. Intanto, sicuramente il suo stato di salute fisico e mentale deve essere compromesso. La donna è stata lontana dalla famiglia per più di sei mesi.

LEGGI ANCHE—> Royal Outfit di Capodanno, Vince Kate Middletton e l’abito H&M blu notte che fa impazzire tutte. Meghan solo seconda. Ecco le foto

Un lunghissimo periodo passato in Sudafrica, il suo paese natale, ma che non le ha giovato. In molti aspettavano con ansia il suo ritorno, non conoscendo assolutamente la causa di questo allontanamento. Ma quando questo è finalmente accaduto, la donna è nuovamente scomparsa. Dopo l’apparizione di rito, infatti, non si è trasferita al palazzo reale insieme a suo marito Alberto. E’ stato lui stesso a spiegarne il motivo: il principe ha affermato che Charlene si trova in una clinica in Svizzera dove è stata ricoverata per recuperare fisicamente e mentalmente dopo questa dura lontananza.

Ma l’idea di una gravidanza extraconiugale ha preso piedi dopo le ultime indiscrezioni riportate dal The Sun, secondo cui la moglie del principe Alberto avrebbe ricevuto un forte sostegno dall’ex di Naomi Campbell, che l’avrebbe aiutata a risolvere quei problemi matrimoniali che la coppia respinge con forza. Il The Sun, inoltre, ha riportato in esclusiva che la principessa si sarebbe incontrata più volte in segreto con Vladimir Doronin, un amico che si trovava al suo royal wedding nel 2011 con l’allora fidanzata, Naomi Campbell. Il miliardario e la principessa, dunque, sarebbero rimasti in contatto. Una fonte ha dichiarato: “L’intera situazione è molto complessa e confusa, ma Charlene e Vlad sono stati in contatto e hanno trascorso del tempo insieme“.

LEGGI ANCHE—> Bufera a Monaco. Charlene come Diana: “Ha trovato conforto nel famoso miliardario. Ecco con chi ha tradito Alberto” Sudditi sotto choc

Insomma potrebbe essere che la principessa sia tornata dal Sudafrica incinta proprio di lui? Ciò spiegherebbe l’aspetto smunto tipo dei primi mesi di gestazione tra nausee e vari problemi. Ma il tutto potrebbe essere solo un pettegolezzo cattivo. C’è addirittura poi un altro pettegolezzo, secondo cui la Charlene e Alberto sarebbero in realtà vittima di una antica maledizione.

Si narra che Ranieri I (vissuto tra il XIII e XIV secolo) si invaghì perdutamente di una giovane e che decise di rapirla per costringerla a diventare sua moglie. La giovane s’infuriò così tanto da scagliare un’anatema contro la famiglia, con il quale augurava ai Grimaldi di non trovare mai la piena felicità in amore. C’è qualcuno che pensa che i problemi della principessa siano legati proprio alla fattura. Le voce sono tantissime e la famiglia reale è sicuramente in estrema difficoltà.

Fateci sapere la vostra opinione sulla principessa triste commentando sul gruppo ufficiale di Uomini e Donne di Maria de Filippi o  Sulla nostra pagina Facebook anche su INSTAGRAM 

charlene-di-monaco
charlene-di-monaco

L’articolo Trema il Principato di Monaco, Charlene è incinta di un altro. Chi è il famoso padre e perché l’hanno fatta sparire proviene da Più Donna – Notizie di gossip, spettacolo, moda e attualità.

Bomba Mediaset, Alessandro Siani al veleno contro Striscia. Lo sfogo choc: “Ecco perché ci hanno sostituiti”. Fan increduli

bomba-mediaset,-alessandro-siani-al-veleno-contro-striscia-lo-sfogo-choc:-“ecco-perche-ci-hanno-sostituiti”.-fan-increduli

Domenica 28 novembre, tra gli ospiti a Verissimo da Silvia Toffanin c’era anche Alessandro Siani, il comico e attore napoletano che per qualche settimana ha condotto, insieme a Vanessa Incontrada, Striscia la notizia. La coppia pare abbia funzionato poco e non è stata esente da critiche. Soprattutto dopo la consegna del Tapiro d’oro da parte di Valerio Staffelli ad Ambra (per essere stata lasciata dal suo compagno l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri), Vanessa è stata attaccata per la sua reazione divertita alla vicenda subendo addirittura minacce di morte. Proprio dopo tale episodio la coppia è stata sostituita.

Secondo molti telespettatori di Striscia la notizia, la durata breve della coppia sarebbe stata riconducibile proprio a tale episodio. La Incontrada infatti, nonostante le sue battaglie contro le discriminazioni per le donne, anche fisicamente abbondanti, si è lasciata andare a un comporante che secondo molti non è stato di solidarietà verso la collega Ambra Angiolini.

Alessandro Siani a Verissimo dice: “è pericoloso che delle notizie che non sono vere possono diventare realtà”

Oggi, dietro il bancone di Striscia la notizia ci sono i due apprezzatissimi comici Sergio Friscia e Roberto Lipari  in sostituzione di Siani e Incontrada. Su questa sostituzione ha voluto dire la sua proprio Akessandro che a a Silvia Toffanin ha detto: “Sono circolate delle voci e poi si sono moltiplicate. Alla fine, la cosa che a me fa riflettere è proprio il fatto che delle notizie che non sono vere possono diventare realtà. Questo è pericoloso. Adesso noi lo stiamo raccontando e quindi al pubblico arriverà che erano false e sono state strumentalizzate”.

Siani ha, dunque, spiegato che se da sempre dietro il bancone di Striscia la notizia, le coppie si sono alterate, lui e la Incontrada non hanno fatto differenza anche per i tantissimi impegni professionali; lui, infatti, ha da poco ultimato il film con Cristian De Sica “Chi ha incastrato Babbo Natale” e, a questo proposito, ha detto: “E’ senza parolacce, volgarità, nessuno si spoglia. E’ un film per tutti, è una favola per bambini”. Poi, per sdrammatizzare ha scherzato con Silvia Toffanin dicendole:  “Tu hai creato un format dove chi non piange ha vinto”.  Invece, tornando serio, ha detto della sua famiglia: “Da mio padre ho preso questo senso dell’ironia, mentre da mia madre ho preso questo senso diciamo poetico”.

Siani contro LeFigarò: “Una delle pagine più brutte del giornalismo internazionale”

Dopo che Le Figarò ha definito Napoli come “il terzo mondo”, Siani ha dichiarato che si è trattato di “ … una delle pagine più brutte del giornalismo internazionale … grande falsità, terribile, Napoli è una città unica, vive delle piccole invidie. Visto che sono degli sfigati li chiamerò Sfigarò. È una città meravigliosa, è in continuo movimento, Napoli trova tante soluzioni. Ci sono i quartieri spagnoli dove ogni casa, soprattutto in questo periodo, diventa una sorta di centro commerciale, dove le persone si aiutano tra loro. Abbiamo una grande umanità, siamo pieni di persone che hanno una certa aridità, Napoli mantiene questa grande capacità di essere solidale e ha una grande tolleranza”.

LEGGI ANCHE—> Dramma Luca Laurenti, Scomparso dalla tv. Svelata la triste verità dopo mesi di silenzio. Ecco che fine ha fatto il maestro

Commentate con noi sul gruppo ufficiale di Uomini e Donne di Maria de Filippi e seguici su Google News cliccando sulla stellina in alto a destra

striscia la notizia alessandro-siani-e-vanessa-incontrada-lasciano
striscia la notizia alessandro-siani-e-vanessa-incontrada-lasciano

L’articolo Bomba Mediaset, Alessandro Siani al veleno contro Striscia. Lo sfogo choc: “Ecco perché ci hanno sostituiti”. Fan increduli proviene da Più Donna – Notizie di gossip, spettacolo, moda e attualità.

Maria De Filippi, Bomba di Mara Venier “E’ stata lei a farmi allontanare dalla Rai. Ecco cosa mi ha fatto”. La confessione choc

maria-de-filippi,-bomba-di-mara-venier-“e’-stata-lei-a-farmi-allontanare-dalla-rai-ecco-cosa-mi-ha-fatto”.-la-confessione-choc

A breve sarà il compleanno di Maria De Filippi e siamo sicuri che innumerevoli personaggi che popolano il mondo dello spettacolo vorranno omaggiarla. Ma c’è chi ha già cominciato con una settimana di anticipo. Si tratta di Romina Power e Mara Venier, due donne che sono molto legate alla regina di Mediaset. La prima che ha compiuto da poco 70 anni, è stata molte volte ospite delle trasmissioni di Queen Mery. Entrambe sono donne molto schiette e sincere, poco avvezze alle regole della vita sociale. Per questo in ogni incontro è sempre nata una particolare sintonia.

La seconda, la zia d’Italia, è una delle migliori amiche di Maria De Filippi. Mara Venier ha voluto ricordare un aneddoto molto importante, quando la Rai le ha voltato le spalle e lei è rimasta senza lavoro. In quel momento a correre in suo soccorso è stata proprio la moglie di Maurizio Costanzo, che l’ha voluta come giudice a Tu si que Vales. In quel periodo, la presentatrice di Domenica In ha subito la perdita di sua madre e grazie a questo incarico che le portava distrazione e allegria almeno una volta la settimana è riuscita a superare il momento così difficile.

LEGGI ANCHE—> Bufera Uomini e Donne, Maria De Filippi fa fuori Gemma Galgani e la sposta in un altro programma. Ecco dove. Fan sotto choc

Il periodo passato in Mediaset non ha fatto altro che aumentare ancor più il legame d’affetto che la lega a Maria De Filippi. Lo abbiamo visto l’anno scorso: Mara Venier, fatto ritorno in Rai, ha deciso di intervistare la regina di Mediaset che si è lasciata andare senza freni. Il 5 dicembre la Queen spegnerà la sue 60esima candelina e non potrebbe essere più in forma. Quest’estate, paparazzata in bikini, ha mostrato un fisico asciutto e molto giovane. La carriera va come sempre a gonfie vele e anche la sua vita amorosa, insieme a Maurizio Costanzo, suo mentore e suo grande amore.

Maria De Filippi per completare la sua felicità vorrebbe solo un nipote, ma questo momento sembra ancora lontano. Suo figlio Gabriele sembrava sulla giusta strada. Era andato a convivere con la sua fidanzata, ma i vari lock down e lo stare chiusi in casa insieme lo hanno portato a una rottura, come è accaduto a moltissime altre coppie italiane. La Queen dovrà quindi aspettare ancora prima di vedere coronato questo suo nuovo sogno. Intanto, ospite a Domenica In, ha raccontato di quanto ancora oggi abbia sempre paura di sbagliare nel suo mestiere, nonostante i grandi successi.

LEGGI ANCHE–_> Bomba Uomini e Donne, Giorgio Manetti confessa “Ecco com’è Gemma a letto. Quel che fa non lo potete neanche immaginare” Fan sotto choc

Maria De Filippi ha ricordato quando C’è posta per te non faceva molti ascolti. Solo dopo varie modifiche il format è riuscito ad emergere, e ancora oggi è campione d’incassi del sabato sera. Tutto quel che tocca Maria ha successo. Temptation Island, Uomini e Donne, anche Tu si que vales che sempre più spesso batte la dura concorrenza Rai di Ballando con le Stelle. Le sue sono trasmissioni cult. Ma in passato la donna ha fatto diversi errori. Il segreto è non lasciarsi scoraggiare, ma perseverare e credere in se stessi. Perché la strada che porta al successo è ricca di imprevisti.

Commentate con noi la notizia sul gruppo ufficiale di Uomini e Donne di Maria de Filippi e seguici su Google News.

Mara-Venier-e-Maria-De-Filippi-fonte-Instagram-@mara_venier-e-@mariadefilippi_officialpage
Mara-Venier-e-Maria-De-Filippi-fonte-Instagram-@mara_venier-e-@mariadefilippi_officialpage

L’articolo Maria De Filippi, Bomba di Mara Venier “E’ stata lei a farmi allontanare dalla Rai. Ecco cosa mi ha fatto”. La confessione choc proviene da Più Donna – Notizie di gossip, spettacolo, moda e attualità.

MOSBY EUGENIO BOLLANI: Disponibile su Amazon il quinto libro “C’erano Rossini, l’amico di Leopardi e Tolentino” e il nuovo libro per il Natale 2021

Già disponibile il quinto libro di MOSBY EUGENIO BOLLANI su Amazon sia in formato Kindle che fisico con copertina flessibile, con una sorpresa, infatti trovate anche il libro per il Natale 2021 “C’erano Rossini, i Re Magi e il Presepio”.

Nella quinta avventura “C’erano Rossini, l’amico di Leopardi e Tolentino”, Francesco Rossini e Ginevra Conti sono chiamati da alcuni amici nelle Marche per realizzare un video tratto dalla sceneggiatura scritta da Angelo Laporta l’anima saggia e siciliana del caleidoscopio di amicizie che compone la “Banda Rossini”. Come sempre qualche cosa non va come deve andare, ma l’intuito e l’osservazione di Francesco porterà questa volta ad una sorprendente soluzione. Nel frattempo nei giorni marchigiani, Francesco si innamorerà del Ciauscolo, dei Vincisgrassi, di una focaccia d’Este e di un Serrapetrona, un rosso da far perdere la testa. Ma non solo, scoprirà come sono fatte le mascherine del Covid, tornerà a stupirsi a Recanati, della poesia di Giacomo Leopardi e di quel desiderio di infinito che lo ispirerà nella soluzione dell’ennesimo inghippo. Ma non è tutto, il grande Circus Rossiniano, sarà popolato da giovani millennials, attrici affascinanti, angeli che portano case, droni che portano cibo, elicotteri che portano amici, il fido amico Bond e da Max Borghese un tizio che porta la bombetta. Tutto sotto gli occhi verdi della bellissima Ginevra e del tostissimo Comandante Marida della stazione dei Carabinieri di Tolentino. Si aggiunga per finire San Nicola, un cagnolino, un Ponte del Diavolo e l’avventura è presto servita.

Ma c’è di più… per Natale Mosby Eugenio Bollani ha scritto un racconto speciale sul Natale. Il protagonista di questa nuova avventura di Francesco Rossini è il presepio perché a Montanea sull’altipiano della Paganella, si è deciso di organizzare un grande presepe vivente. E questa è l’occasione per Francesco e i suoi amici di scoprire tutti i grandi segni e significati di quell’istantanea che racconta il grande incontro nella storia tra Dio e l’uomo. E quindi, perché i Re Magi sono tre, perché c’è il bue e l’asinello, perché luna lavandaia, perché ci sta un pastore che dorme in mezzo a tutti quei canti angelici? Ecco, dentro questa piccola grande avventura che ha per titolo: “C’erano Rossini, i Re Magi e il Presepio” anche questa volta, Francesco inciamperà in una statuina che generalmente non è rappresentata ovvero la statuina del male. Riuscirà a toglierla dal presepio?

Mosby Eugenio Bollani è nato un 29 febbraio di sedici compleanni fa (li fate voi i conti…). Creativo, videomaker, regista, papà, nonno. Amante delle montagne trentine e dei cannoli siciliani. Nel suo curriculum si leggono nomi di agenzie pubblicitarie, case editrici, emittenti radio televisive. È stato uno dei primi dj delle “prime” radio libere, il primo creativo italiano a fare un videoclip musicale, tra i primi a usare giornalisti come testimonial delle proprie testate. Ha lavorato come buon secondo accanto a famosi imprenditori che si occupavano dalla televisione alle t-shirt. Ha realizzato spot per il sociale, per delle robe da vestire e anche da mangiare. Ha seguito tre Sanremo per la prima radio italiana in televisione. Ha realizzato video reportage su opere no-profit dall’Argentina alla Sicilia, ha firmato la regia di un docu-film su Pavarotti e su opere teatrali con protagonisti abili e disabili. Crede che si debba sempre imparare qualcosa di nuovo…

Pubblica nel 2021 5 libri gialli e il giallo di Natale “C’erano Rossini, i Re Magi e il Presepio”.

 

https://www.giallosapevo.it/

https://www.facebook.com/EugenioBollaniGiallosapevo