BOZZA COMUNICATO AGGIORNATA ORE 11.40 del 23.05.2017

Frosinone / PREMIO ROBERTO COCCO PER LA SICUREZZA E L’EDUCAZIONE STRADALE, organizzato dalla sede locale dell’AIFVS-onlus / Venerdì 26 maggio 2017 le “gare” finali e le premiazioni / Villa Comunale, ore 9.00 gare, ore 11.00 premiazioni / Comunicato del 23.05.2017

Foto delle premiazioni degli anni immediatamente precedenti:
– 29 maggio 2015, https://goo.gl/4wgzR2;
– 27 maggio 2016, https://goo.gl/VzahNq.

Venerdì 26 maggio 2017 avranno luogo le fasi conclusive del PREMIO ROBERTO COCCO PER LA SICUREZZA E L’EDUCAZIONE STRADALE, nato all’inizio dell’anno scolastico 2004-2005 per volontà dei parenti e degli amici del giovane Roberto Cocco, perito in un incidente stradale il 20 febbraio 2004.

Dopo quella prima esperienza, ogni anno, senza soluzione di continuità, il progetto è stato sottoposto, con sempre maggior successo, all’attenzione degli studenti della provincia di Frosinone, arrivando, con l’anno scolastico 2016-2017, alla sua tredicesima edizione.

Avendo costituito, nel 2005, gli organizzatori del Premio una sede locale dell’Associazione italiana familiari e vittime della strada onlus (AIFVS), da quell’anno il progetto si è svolto sotto l’egida di quell’organizzazione.

Nel settembre del 2014 è stata costituita l’Associazione Roberto Cocco per la sicurezza stradale onlus (www.robertococco.it), aderente all’AUFV (Associazione unitaria familiari e vittime – http://www.aufv.it) e membro della Consulta per la sicurezza stradale del Comune di Roma.

Cardine del progetto il “campionato” sul codice della strada, con “gare” fra le diverse classi (quinte elementari e seconde medie), svolte utilizzando i quiz ufficiali del Ministero dell’interno (https://goo.gl/WugdD9).

Coinvolti ben sei Comuni (Alatri, Ceccano, Collepardo, Ferentino, Frosinone, Fumone), dieci istituti comprensivi e cinque polizie locali, che hanno tenuto negli istituti del proprio comune incontri con i docenti e gli studenti, incentrati sui principi basilari di una corretta circolazione stradale.

Dopo che, nelle settimane scorse, si sono svolti “gironi” all’interno di ogni plesso, le classi meglio classificate di ogni plesso si “scontreranno” fra di loro (le quinte con le quinte, le seconde con le seconde), nella prima mattinata di venerdì 27 maggio, presso la Villa Comunale di Frosinone.

La premiazione è prevista per le ore 11.00.
Per intrattenere il pubblico, sarà presente la banda musicale del secondo istituto comprensivo di Ferentino.

Per le classi meglio classificate sono previsti, come premio, biglietti per il cinema NESTOR e buoni per il McDONALD.
Biglietti per il cinema verranno altresì consegnati a tutti i bambini e gli studenti che vorranno partecipare al progetto con disegni e testi.
Così come, per i docenti che vorranno “gareggiare” sui quiz per la patente, sono previsti, come premi, un viaggio per due persone in una località italiana ed un’iscrizione gratuita all’ACI.

Classi ammesse alla prova finale:

Istituto comprensivo primo Alatri
– IIB scuola media “Dante Alighieri”;
– VA primaria “Lisi”;
– VA primaria “Monte San Marino”.

I.C. Alatri secondo
– IIC scuola media “Sacchetti Sassetti”;
– VA primaria “Fiura”;
– VA primaria “Fontana Scurano”;
– VA primaria “Collelavena”;
– VA primaria Collepardo.

I.C. “Egnazio Danti” Alatri
– IIC media “Egnazio Danti”;
– VC primaria “Felice Cataldi”;
– VA primaria “Mole Bisleti”.

SECONDO COMPRENSIVO Ceccano
– IIC e IID media;
– VA primaria “Borgo Berardi”;
– VA primaria “San Francesco”;
– VC primaria “Passo del Cardinale”.

Istituto comprensivo primo Ferentino
– IIA media Fumone;
– VA primaria Fumone;
– VB primaria CAPOLUOGO “Paolini”;
– VA primaria Pasciano;
– VA primaria “Cameracanne”;
– VA primaria “Salvatori” Colle Silvi;
– VA primaria “S. Cola”.

ISTITUTO COMPRENSIVO 2 Ferentino
– IIG e seconda I media “Giorgi”;
– VB primaria “Giovanni Paolo II” (Torre Noverana);
– VB primaria “Don Guanella”.

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO Frosinone
– IIB media “Aldo Moro”;
– VB primaria “Aldo Moro”;
– VC primaria “De Matthaeis”;
– VA primaria “De Carolis”.

SECONDO COMPRENSIVO Frosinone
– IIB e IIH media “Pietrobono”;
– VB primaria “Giuseppe Verdi”;
– VA primaria “Rinascita”;
– VA primaria “Giovanni XXIII”.

Comprensivo FROSINONE 3
– IIC e IIE media “Ricciotti”;
– VA primaria “Dante Alighieri;
– VA primaria “Tiravanti”;
– VB primaria “Ignazio De Luca”.

Istituto comprensivo quarto Frosinone
– II mista media “Campo Coni”;
– VA primaria “Cavoni”;
– VB primaria “Maiuri”.

Comunicato del 23 maggio 2017
Claudio Martino

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Protected: Bozza 18 maggio 2017

This content is password protected. To view it please enter your password below:

Password:  

Posted in Uncategorized

letteraaparlamentari

img_0883

img_0077

Image | Posted on  by | Leave a comment

Protected: bozza 22 gennaio 2017

This content is password protected. To view it please enter your password below:

Password:  

Posted in Uncategorized

Protected: bozza 21 gennaio 2017

This content is password protected. To view it please enter your password below:

Password:  

Posted in Uncategorized

rinvio a giudizio

img_0515

img_0516

img_0517

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Programma convegno AUFV 15.12.2016 (aggiornamento ore 11.00 del 10.12.2016)

http://www.aufv.it

ROMA, ‪giovedì 15 dicembre 2016‬

CONVEGNO
L’”omicidio stradale” solo un primo passo! Non più morti sulle strade: educare e prevenire, nel ricordo delle vittime / Il ruolo delle associazioni e dei movimenti nel contrasto alla strage stradale

Camera dei deputati
Auletta dei gruppi parlamentari, via di Campo Marzio n.74, ore 9-16

Ore 9 – accoglienza e registrazione dei partecipanti

Ore 9.30 – presentazione di Claudio MARTINO, presidente AUFV-onlus

Ore 9.40- interventi del relatori:

Dr.ssa Luisa BIANCHI, presidente IV sezione penale Corte di Cassazione

Dott. Tommaso PICAZIO, presidente della prima sezione penale della corte d’appello di Roma (delegato dal dott. Luciano PANZANI, presidente della corte d’appello di Roma)

Dott. Roberto CUCCHIARI, procuratore aggiunto presso il tribunale di Roma (delegato dal dott. Giuseppe PIGNATONE, procuratore della Repubblica di Roma)

Sen. Riccardo NENCINI, viceministro dei Trasporti

Dott. Giandomenico PROTOSPATARO, Servizio polizia stradale (in rappresentanza del dott. Franco GABRIELLI, direttore generale pubblica sicurezza)

On. Michele META, presidente della Commissione Trasporti della Camera dei deputati

Sen. Giuseppe CUCCA, relatore al Senato della Repubblica sulla proposta di legge istitutiva dell’”omicidio stradale”

On. Paolo GANDOLFI, relatore alla Camera dei deputati sulla proposta di legge istitutiva dell’”omicidio stradale”

On. Emiliano MINNUCCI, primo proponente alla Camera dei deputati della “Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada”

On. Alessia MORANI, membro della Commissione Giustizia della Camera dei deputati

On. Alessia ROTTA, membro della Commissione Lavoro della Camera dei deputati

Alberto PALLOTTI, presidente AIFVS-onlus

Dott. Loreno BITTARELLI, presidente della cooperativa 3570, di URI e URITAXI

Dott. Alfredo GIORDANI, rete #Vivinstrada

Ing. Paolo LALLI: “L’omicidio stradale dal punto di vista del tecnico ricostruttore della dinamica del sinistro”

Verrà proiettato un breve videomessaggio di Christine JANS, organizzatrice del convegno di associazioni francesi ed europee svoltosi a Moulins (Francia) il 29 ottobre 2016 (https://goo.gl/2DmL5I)

Dopo gli interventi del relatori, pausa di 20 minuti

Interventi del pubblico

Ore 16.00: conclusione

Per gli uomini sono obbligatorie giacca e cravatta.
Chi desidera partecipare è pregato di inviare un’email a claumartino1952@hotmail.com, indicando nome, cognome, luogo e data di nascita.

Posted in Uncategorized | Leave a comment

BOZZA NON CORRETTA

BOZZA NON CORRETTA

Lunedì 22 febbraio 2016 / Manifestazione davanti al tribunale di Avellino per chiedere il massimo dell’impegno a difesa delle vittime della strada e dei loro familiari / Appello di Giuseppe Bruno, presidente dell’associazione “Vittime della strada A16 – Uniti per la vita”

I familiari e vittime dell’”incidente” nel quale, il 28 luglio 2013, sull’A16, hanno perso la vita ben 40 persone e diverse altre sono rimaste gravemente ferite (http://goo.gl/zPA6gp), da quel giorno sono impegnati in una durissima lotta contro una delle più ricche e potenti aziende italiane: Autostrade per l’Italia S.p.A.

Appare sempre più evidente che, al di là dei motivi per i quali il bus ha sbandato, se il guardrail non fosse stato reso inefficace da anni di mancata manutenzione, il bus non sarebbe precipitato dal viadotto Acqualonga.

Come ha scritto uno degli avvocati difensori delle vittime e dei loro familiari, “gli errori di progettazione e la mancata manutenzione rendevano del tutto inefficaci le barriere che avrebbero dovuto invece rappresentare un sistema di sicurezza idoneo a tutelare gli utenti delle autostrade” (http://goo.gl/U1vLfj).

Dopo ben due anni dal tragico evento, finalmente, il 16 luglio 2015, è iniziato il processo penale contro i responsabili, individuati nel proprietario del bus, in due dipendenti della Motorizzazione (autori di una falsa revisione) e – soprattutto – nei tecnici di Autostrade per l’Italia che avrebbero dovuto mantenere in perfetta efficienza il tratto autostradale incriminato.

Esiste il pericolo reale, data la potenza dei mezzi di cui Autostrade per l’Italia e la sua assicurazione dispongono, di una dilatazione nei tempi del procedimento, allo scopo di farlo naufragare nella prescrizione.

Per chiedere a tutte le istituzioni, in primis la magistratura, il massimo dell’impegno a difesa delle vittime della strada e dei loro familiari, abbiamo deciso, in occasione della prossima udienza, che si terrà nella mattinata del 22 febbraio 2016, di svolgere una manifestazione davanti al tribunale di Avellino.

Facciamo appello, a tutte le associazioni ed a tutti i comuni cittadini che hanno a cuore la giustizia, di venire quella mattina ad Avellino, per manifestare la loro solidarietà.

La nostra non è una battaglia finalizzata a sostenere le sole ragioni delle vittime dell’A16, ma quelle di tutte le vittime della strada e dei loro familiari.

Far approvare delle leggi importanti, come quella sull’”omicidio stradale” non basta, se poi non siamo capaci di ottenere la loro più scrupolosa applicazione!

26 gennaio 2016

Giuseppe Bruno, presidente dell’associazione “Vittime della strada A16 – Uniti per la vita”

Posted in Uncategorized | Leave a comment

image

Image | Posted on  by | Leave a comment

oooo

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Lettera aperta di Teresa ASTONE, responsabile di sede dell’AIFVS, ai Comuni di Ogliastro e Prignano: statua di Padre Pio? Perché? / gennaio 2016

Lettera aperta di Teresa ASTONE, responsabile di sede dell’AIFVS, ai Comuni di Ogliastro e Prignano: statua di Padre Pio? Perché? / gennaio 2016

“Crisi”: quante volte abbiamo sentito ripetere questa parola negli ultimi anni?

Eppure sembra che, quando c’è da sperperare il denaro pubblico, ecco che la suddetta va a farsi benedire.

È fresca la notizia dell’approvazione del protocollo d’intesa tra i Comuni di Ogliastro Cilento e Prignano Cilento (ambedue provincia di Salerno) per la realizzazione di un luogo di culto dedicato a Padre Pio.

L’aspetto sicuramente più bizzarro della vicenda, nella sua totale assurdità, risiede nell’ammontare della somma erogata e nelle proporzioni che tale – imponente – costruzione assumerà: stiamo parlando di una statua di 70 metri di altezza del costo di 150.000.000 €.

Quale contestualizzazione, quale ritorno e quale impatto può avere una simile struttura in un centro abitato che conta appena duemila anime? Da dove provengono i fondi previsti dalla delibera e chi sarà a gestirli? Quale l’organo preposto al controllo ed alla gestione dei lavori e successivamente del sito?

Queste sono solo alcune delle domande irrisolte che la sottoscritta Teresa ASTONE, responsabile dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS) di Salerno, pone a chi ha avanzato, e poi approvato, una proposta così folle nei suoi connotati.

Quando poi si legge nella nota “che tale idea ha trovato favore popolare ingenerando legittime aspettative per la concreta realizzazione dell’intero progetto”, ecco che un misto tra sorrisi amari e rassegnazione fa da contorno a tanta, troppa indignazione.

Quand’è stata convocata una riunione per avere un riscontro della cittadinanza? Quando la popolazione si è mostrata favorevole all’installazione di questa statua?

Al contrario, un popolo con criterio, senso di responsabilità e munito di intelletto avrebbe ben rivendicato l’utilizzo di questi fondi per opere di un’urgenza “appena” più marcata.

Basti pensare alla situazione a dir poco indecente delle nostre strade, alla sicurezza dei cittadini, messa continuamente a repentaglio dalla noncuranza e dall’approssimazione di una classe politica sempre meno attenta alle reali esigenze.

Vi era in progetto anche un monumento per le vittime della strada nel Cilento per ricordare le nostre vittime e neanche quello si è mai realizzato. Troppo facile manifestare il proprio cordoglio quando è troppo tardi…

Quanti lampioni con 150 milioni di euro? Quante strade potrebbero essere messe a norma? Quante zone 30 nelle aree urbane? E soprattutto, quante vite potrebbero essere salvate adoperando un po’ di buon senso?

Credo che Padre Pio abbia a cuore la vita umana prima di ogni altra cosa, ancor prima di un freddo e gelido monumento in sua memoria.

http://www.cilentolive.com/agropoli/l-aifvs-scrive-ai-comuni-di-ogliastro-e-prignano-statua-di-padre-pio-perche/

Posted in Uncategorized | Leave a comment

bozza 7 gennaio 2016

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Leave a Reply

%d bloggers like this: