53 Search Results for: ANDREA RICCA

Nuovi film di fantascienza e avventura gratis online.

Il cinema italiano indipendente che si esprime oltre i confini nazionali ricevendo apprezzamenti dalla stampa internazionale.

Tra le tante proposte audiovisive di cui il pubblico può usufruire oggi, tra cinema in sala, film sulle piattaforme di streaming ed internet, è ora disponibile gratuitamente online la nuova raccolta di oltre venti film di fantascienza, avventura, horror e fantasy, con effetti speciali in computer grafica 3D, che ha già superato i 40 milioni di visualizzazioni online, ottenendo recensioni dalla stampa internazionale e la selezione in numerosi Festivals in Italia e all’estero.

Gli appassionati di film di fantascienza, horror, fantasy e d’avventura, possono godersi questi mini-film della durata massima che va dai 5 ai 10 minuti, su qualsiasi dispositivo, dal tablet al cellulare, adatti ad una rapida fruizione sul web.
Si può visionare l’intera collezione in poco più di un’ora, o semplicemente guardare un mini film quando si ha qualche minuto libero.

Pieni di emozione, questi film si affidano all’azione, all’emozione e talvolta all’umorismo per raccontare storie di eventi fantastici che sconvolgono la tranquillità della gente comune costretta a combattere per la propria vita.

Realizzati con attori ripresi dal vero che interagiscono con creature generate al computer, i film sono ispirati alla fantascienza e all’horror sia classici che moderni, ed a registi come Spielberg, Zemeckis, Roger Corman, George Lucas ecc. Un cinema indipendente che si esprime oltre i confini nazionali.

Tra i film più apprezzati dal pubblico ricordiamo “Spider Danger”, che racconta di un ragno diventato gigante dopo la caduta di un meteorite, con oltre 8 milioni di visualizzazioni, e “Aliens Night” sul tema dei rapimenti alieni, con 9 milioni di visualizzazioni.

Tutti i film possono essere visti sul Sito Web Ufficiale:

http://www.andrearicca.it I film hanno superato i 40 milioni di visualizzazioni online e hanno ricevuto recensioni dalla stampa internazionale (gli italiani Ciak, Il Mattino, Cineblog, Film TV, Nocturno, Fantascienza, Ivid, VideoMakers, Tutto Digitale, Horror Magazine, Fantasy Magazine, Taxi Drivers, Mucchio Selvaggio, News Cinema, Mondo Spettacolo ecc. e gli esteri Starburst Magazine, Rue Morgue Magazine, Scream Horror Magazine, Dread Central, Gruesome Magazine, Horror Movies Ca, Gorezone, Horror Society, Bloody Disgusting, Famous Monsters of Filmland, Sfx Magazine, L’Ecran Fantastique ecc.)
A questi si aggiungono gli apprezzamenti della storica casa di produzione “Hammer Film” e i complimenti della leggenda degli effetti speciali Tom Savini e del regista Wes Craven. Recentemente i video sono stati apprezzati anche ad alcune personalità del cinema come ad esempio Carlo Verdone, Ricky Tognazzi, Giulio Base, Marco Risi, Gianmarco Tognazzi, Manetti Bros e tanti altri.

Uno dei film più apprezzati si intitola: “ALIENS NIGHT” e racconta di un’astronave aliena che arriva sulla terra nei pressi della casa dove vive una giovane biologa. Dalla nave spaziale scendono dei piccoli alieni grigi che entrano in casa sua, una vera e propria invasione aliena! Questi classici alieni dalla testa grande vogliono rapirla ma la ragazza, dopo un primo momento di spavento, decide di reagire e combattere per la propria vita. Cosa succederà? Sicuramente c’è qualche tocco di umorismo ma soprattutto un’inaspettata sorpresa nel finale!

Il secondo film più visto dal pubblico si intitola: “SPIDER DANGER”. A causa della caduta di un meteorite un piccolo ragno tenuto in una teca da un collezionista diventa gigante ed incomincia a dare la caccia al suo padrone. La casa è piena di ragnatele e di uova di ragno che si schiuderanno dando vita ad un invasione di aracnidi!

Per chi ama il paranormale invece troviamo: “THE AMULET OF FEAR”, un omaggio all’ horror nello stile di Stephen King. In una vecchia casa una giovane ragazza ritrova un antico amuleto che ha la proprietà magica di rendere reali le paure di chi lo possiede e quando la ragazza incomincia a leggere un libro horror di Stephen King intitolato: “La creatura” quest’ultima prende vita e comincia a dargli la caccia. Il pericolo è imminente e neanche i colpi di pistola riescono a fermare la mostruosa creatura (completamente realizzata al computer in grafica 3D) per questo la protagonista dovrà ricorrere a tutto il proprio ingegno per averla vinta sulla sua nemesi. Tra brividi e azione.

CLICCARE QUI SOTTO PER LEGGERE DEGLI ARTICOLI RECENTI

Mini film artigianali horror e di fantascienza gratis on line

“Questi film rappresentano qualcosa di insolito nel panorama del cinema italiano per la tematica di fantascienza e per il grande utilizzo della computer grafica oltre ad essere un notevole risultato per il cinema di genere che esce dai confini nazionali. Un caso unico non solo nell’universo web ma nel cinema italiano. Storie fantastiche di pochi minuti con la perfezione di mini-film. Meraviglia, avventura, emozione si mescolano alla realtà quotidiana.”
CIAK MAGAZINE

“Con milioni di visualizzazioni on-line, decine di film all’attivo ed una passione per il cinema, il salernitano Andrea Ricca, regista di film fantascientifici e thriller, è diventato una star del web. I suoi short-film, pellicole brevi ma di grande impatto hanno conquistato gli spettatori di internet e le riviste internazionali, dando la possibilità a giovani attori di muovere i primi passi nel cinema. Ricca, che ha iniziato nel 1998, ha visto arrivare i grandi numeri che lo stanno portando a farsi conoscere il tutto il mondo.
IL MATTINO

“Andrea Ricca ed i suoi alieni fantascientifici sono un vero e proprio fenomeno.
Un grande risultato per il cinema italiano che inizia ad uscire dai confini nazionali.”
FANTASCIENZA COM

“Prodotti rari nel panorama del cinema breve italiano, per via del massiccio utilizzo della computer grafica, seppur nella cornice di limitate risorse economiche”.
CINEBLOG

“Andrea Ricca, con una mini troupe salernitana, ha fatto un delizioso corto. Vorrei congratularmi con lui e tutti i suoi collaboratori per l’idea originale e il contenuto “altamente civico” che ha. Sembra un thriller…per poi mandare invece un messaggio poetico ed etico molto efficace. Bravo! e Bravi!”
CARLO VERDONE

“Con racconti di alieni e avventure da brivido, in un panorama di sole commedie e drammi,
aspettiamo di vedere Ricca al più presto al cinema.”
NEWS CINEMA

“Avventura ed ironia, ed un’ottima computer grafica”
NOCTURNO CINEMA

“C’è un’energia e un esuberanza nel film da cui è impossibile non essere coinvolti”.
STARBURST MAGAZINE

“Pieno di emozione e azione, puoi davvero goderti questi mini-film”.
RUE MORGUE MAGAZINE

“I film sono molto suggestivi e presentano mostri CGI impressionanti.”
SCREAM HORROR MAGAZINE

“Se ami questi film tanto quanto noi sostieni il regista Andrea Ricca”
HORROR MOVIES CA

 

CLICCARE SULL’IMMAGINE QUI SOTTO PER ACCEDERE DIRETTAMENTE ALLA PAGINA DEI FILM.

Di seguito maggiori informazioni sul regista.

Andrea Ricca, laureato in Sociologia e specializzato in grafica 3D, ha esordito nel 1998.

Attualmente lavora come designer 3D, editor e fotografo. Ha inoltre collaborato ad alcuni film per il Giffoni Film Festival. Nel 2012 ha pubblicato il libro: “EFFETTI SPECIALI LOW BUDGET” disponibile in tutte le librerie per Dino Audino Editore.

Andrea Ricca è un regista con una forte etica del fai-da-te. Ha realizzato circa 20 film dal 1998, spesso concentrandosi sul tema delle creature mostruose che si rifanno ai classici mostri giganti o ai film di invasione aliena che molti fan dei film horror e di fantascienza hanno a cuore. Pubblica i suoi video affinché gli spettatori possano guardarli gratuitamente sul suo sito Web e su YouTube, dove ha riscontrato un notevole successo. La sceneggiatura, le riprese, il montaggio, la modellazione e l’animazione 3D, il compositing e la post-produzione sono stati tutti realizzati dal regista stesso.
Si tratta di lavori realizzati con tanta passione e impegno e senza mezzi economici, che hanno l’unico scopo di intrattenere ed emozionare per pochi minuti gli spettatori del web.

Infine i lavori di Andrea Ricca sono stati citati in due tesi di laurea sul cinema con relatori Roy Menarini e Gian Battista Canova.

Al via alla 14ª edizione degli Internazionali di Tennis Città di Todi

Todi, 3 luglio 2022 – La 14ª edizione degli Internazionali di Tennis Città di Todi | Sidernestor Tennis Cup ha preso il via con le qualificazioni. Sui campi in terra rossa del Tennis Club Todi 1971 si sono disputati dodici incontri validi per il primo turno del tabellone cadetto del Challenger organizzato da MEF Tennis Events. La giornata ha registrato tante vittorie azzurre, saranno diversi i ragazzi della truppa tricolore che lunedì 4 luglio si giocheranno un posto in main draw. Le prime sfide del tabellone principale coincideranno proprio con la conclusione delle qualificazioni, subito big match nella sessione serale con il derby tra Luciano Darderi e Gian Marco Moroni.
Un anno dopo la prima volta: l’ascesa di Maestrelli – Inizia senza intoppi l’avventura di Francesco Maestrelli che supera il classe 2006 Diego Fornaci con lo score di 6-1 6-1: “Ho giocato una buona partita. Il mio avversario è molto giovane e alla prima esperienza quindi ha pagato lo scotto, ma io ho colto l’occasione per provare cose che dovrei provare ad aggiungere al mio gioco. Il mio fisico ha retto bene al caldo ed è un buon segnale in vista della partita contro Giorgio Ricca che non sarà facile, lui è un giocatore atipico che può crearmi difficoltà. L’anno scorso qui ho giocato come wild card, quest’anno sono entrato con la mia classifica ed è segno che sto facendo bene, voglio continuare così. Per certi versi questo è il torneo che mi ha lanciato”, conclude il classe 2002 attuale numero 382 ATP. Oltre al citato Giorgio Ricca, che si è aggiudicato per 6-3 6-4 il derby contro Luca Potenza. Vittorie azzurre per Samuel Vincent Ruggeri e Giovanni Fonio, che hanno battuto rispettivamente Manuel Mazza (6-1 6-2) e Mohamed Safwat (6-0 6-1). Sconfitte invece le wild card Niccolò Ciavarella e Alessio De Bernardis, che si sono arrese lottando contro Billy Harris e Pedro Boscardin Diaz. La giornata si è chiusa con la vittoria di Bernard Tomic, l’ex numero 17 del mondo ha sconfitto con il punteggio di 7-6(6) 6-4 il rumeno Sebastian Gima
Sorteggiato il tabellone principale – L’argentino Pedro Cachin guida il seeding degli Internazionali di Tennis Città di Todi ed esordirà contro lo slovacco Lukas Klein. Nella parte bassa del tabellone è invece Flavio Cobolli la seconda testa di serie, per il romano al debutto ci sarà l’impegno contro l’ostico Andrea Collarini. Sorteggiati due derby italiani, Gian Marco Moroni e Luciano Darderi saranno protagonisti della sessione serale di lunedì 4 luglio, mentre il finalista del 2021 Federico Gaio inizierà contro la wild card Matteo Gigante. Reduce dal doppio oro ai Giochi del Mediterrano di Orano (Algeria), Francesco Passaro inizierà la sua campagna contro un qualificato. A chiudere gli impegni della truppa tricolore le sfide di Matteo Arnaldi e Mattia Bellucci contro Jelle Sels e Daniel Masur.
I risultati di domenica 3 luglio
Primo turno qualificazioni
Billy Harris (1) b. Niccolò Ciavarella (WC) 6-4 6-3
Bernard Tomic (12) b. Sebastian Gima 7-6(6) 6-4
Pedro Boscardin Diaz (2) b. Alessio De Bernardis (WC) 6-4 6-4
Giovanni Fonio (8) b. Mohamed Safwat 6-0 6-1
Oleg Prihodko (3) b. Alexandr Cozbinov 6-7(0) 7-6(5) 6-1
Remy Bertola b. Elliot Benchetrit (9) 6-2 3-6 7-6(4)
Francesco Maestrelli (4) b. Diego Fornaci (WC) 6-1 6-1
Samuel Vincent Ruggeri (5) b. Manuel Mazza (Alt) 6-1 6-2
Joris De Loore (7) b. Marcello Serafini 6-4 6-3
Andrey Chepelev (6) b. Alexandru Jecan (Alt) 6-3 6-2
Christian Langmo (10) b. Andrea Militi Ribaldi (WC) 7-6(2) 6-4

Paolo Battaglia La Terra Borgese: «Osservazione di psiche e techne nella mostra Ex Voto | Artisti per Rosalia» a Palermo

critico-d-arte-paolo-battaglia-la-terra-borgese

Paolo Battaglia La Terra Borgese: «Osservazione di psiche e techne nella mostra Ex Voto | Artisti per Rosalia» a Palermo

 

PALERMO | Spiccano le opere di Ghislain Mayaud, Momò Calascibetta e Guglielmo Manenti a Palazzo Costantino e Palazzo Di Napoli: è la sintesi del critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese dopo essersi recato a visitare l’esposizione durante il suo allestimento. Conclude il Critico: a Palermo una profonda osservazione di psiche e techne, quella della mostra Ex Voto|Artisti per Rosalia: un florilegio egregiamente curato da Andrea Guastella.

critico-d-arte-paolo-battaglia-la-terra-borgeseNei due palazzi ai Quattro Canti di proprietà di Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona, dal 13 al 24 Luglio la partecipativa di 87 artisti in 12 percorsi costituisce l’omaggio alla città di Palermo e alla sua patrona con Le Vie dei Tesori.

Rivela l’obbligo dell’arte quale strumento di sintonia e di ossequio per l’ecologia oltre che di segnalazione contro ogni abbandono o incuria.

Quale sia il filo logico delle opere di quasi cento artisti uniti lo abbiamo chiesto a Paolo Battaglia La Terra Borgese, ed ecco la risposta: «La fonte di questi studi è naturalmente costituita in gran parte dalle confessioni degli stessi artisti, ed è comune a molti di essi lavorare per molto tempo alla ricerca di una felice intuizione che rischiari, nella necessità che un meccanismo psichico si organizzi e riesca, alla fine, a produrre un risultato positivo unico, partecipativamente, e dunque in maniera ricca e colta secondo il tema trattato».

Ex voto. Artisti per Rosalia è organizzata nei giorni del Festino dalla Fondazione Le Vie dei Tesori.

Inaugurazione: mercoledì 13 luglio alle 16
Orari: dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 21.
Il 13 luglio apertura fino a mezzanotte; il 14 luglio dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20,30
Ingresso: via Maqueda 217 | Palermo
Coupon 3 euro sul sito www.leviedeitesori.com

“Generazione Skip” è il nuovo singolo degli Alterpop

È in radio e in digitale “Generazione Skip” il nuovo singolo degli Alterpop  (distr. Artist First) e fuori il video.

Generazione Skip” parla di NOI, NOI esseri umani, ed è un’introspezione cosciente, serena e autoironica, su quello che siamo, che siamo diventati e che stiamo diventando, mediante la nostra continua evoluzione. Fotografa la nostra vita quotidiana ad “alta velocità”, il nostro bisogno compulsivo di andare sempre “oltre” (skip/skippare) spinti dalla necessità, spesso comune, di colmare anche solo momentaneamente quel vuoto, che spesso non sappiamo neanche da dove nasce e che cosa è… ma che vorremmo comprendere, per ottenere le giuste risposte, per focalizzare meglio i nostri obiettivi e di conseguenza trovare infine la nostra “ragion di vivere”, come dice il finale della canzone, usando un tono volutamente “pseudo dantesco”.

Voler qualcosa che non sai cos’è, che riempia il vuoto il vuoto che c’è,

che non duri un momento e ci aiuti a capire perché?!… Questo mal di vivere!”

Qui il videohttps://youtu.be/k_fOUXfXwc8

Alterpop è una Band nata intorno alle figure di Valerio Zelli e Mario Manzani, fondatori e portavoce della stessa, coadiuvati in studio da Andrea Corsellini e Massimo Fantoni e nei live da una cerchia di musicisti che ruotano intorno alla Band. Zelli e Manzani, oltre ad avere una storia personale ricca di esperienze e collaborazioni nel mondo della musica, negli anni ’90 avevano condiviso, con altri musicisti, la pubblicazione di tre album, negli O.R.O., prendendo parte a innumerevoli eventi, tra i quali tre partecipazioni al Festival di Sanremo e a molti live e tour. Partendo da queste premesse e focalizzato il nuovo obbiettivo comune, iniziano a scrivere e registrano idee. Da questa sinergia, esce musica energica, con un linguaggio personale ma condivisibile, e con tanta orecchiabilità, brani inediti con uno stile unico e allo stesso tempo ricco di contaminazioni, come se il tutto fosse una sorta di “alterazione pop”. Dà quindi naturale e spontaneo chiamare la Band ALTERPOP. È il 2022 il progetto prende forma e parte con il primo inedito pubblicato il 6 maggio È Solo Un Attimo. Il 24 giugno un altro brano molto attuale e deciso “Generazione Skip”.

 

Gli Alterpop li trovi su:

Website | Instagram | Facebook | Twitter

 

Tennistavolo, la Top Spin Messina saluta e ringrazia Andrea Landrieu: termina l’avventura del francese con la squadra siciliana

tennistavolo,-la-top-spin-messina-saluta-e-ringrazia-andrea-landrieu:-termina-l’avventura-del-francese-con-la-squadra-siciliana

Andrea Landrieu Top Spin MessinaFoto di Paolo Giorgio

Tennistavolo, con la finale di Coppa Italia si è conclusa l’esperienza del pongista francese con la maglia della Top Spin Messina

Di seguito il comunicato con cui la Top Spin Messina saluta e ringrazia il pongista francese Andrea Landrieu.

“La Top Spin Messina Fontalba, in tutte le sue componenti, a partire dal presidente Giuseppe Quartuccio, vuole rivolgere i più sentiti ringraziamenti a Andrea Landrieu per l’impegno profuso nel corso di questa stagione ed augura all’atleta le migliori fortune, umane e professionali. Con la finale di Coppa Italia si è infatti conclusa l’esperienza a Messina del pongista francese. Torna in patria, dove giocherà nel prossimo campionato. Oltre a garantire un rendimento di altissimo profilo, Landrieu si è distinto per grandi valori morali, mostrando professionalità, umiltà, spirito di sacrificio e dedizione alla causa, doti assolutamente non comuni”.

“Sotto l’aspetto tecnico è cresciuto settimana dopo settimana e, anche al di fuori dal campo, ha conquistato tutti per garbo e stile. Impegnato per la prima volta lontano dal proprio Paese, il venticinquenne transalpino ha studiato per presentarsi sin da subito in un ottimo italiano. Si è innamorato della nostra terra, di luoghi, usanze e tradizioni e, indossando con orgoglio questa maglia, ha portato in alto i colori della città di Messina e dell’intera Sicilia. Insieme ai compagni, guidati dall’allenatore Wang Hong Liang, dal vice Marcello Puglisi e dallo staff, si è aggiudicato la Supercoppa, chiudendo al secondo posto sia in campionato che in Coppa Italia e centrando un prestigioso podio in Europe Cup, all’esordio assoluto della Top Spin sul palcoscenico continentale. Tra la regular season di Serie A1 e i playoff, in un percorso di squadra da imbattuti in cui è mancata soltanto la “ciliegina” del titolo, ha collezionato a livello personale ben 16 vittorie in 18 partite giocate. Numeri importantissimi, da atleta destinato a una lucente carriera ricca di successi. Non è stato facile separarsi, ma il nome di Andrea Landrieu resterà legato in maniera indelebile alla famiglia della Top Spin Messina Fontalba. Faremo sempre il tifo per te. Grazie Andrea e che sia solo un arrivederci…”


Isola dei Famosi, prendono il primo volo disponibile per incitarli: vittoria scontata?

isola-dei-famosi,-prendono-il-primo-volo-disponibile-per-incitarli:-vittoria-scontata?

Mancano pochi giorni alla finale dell’Isola dei Famosi che si prospetta ricca di sorprese, soprattutto per Ignazio Moser e Andrea Cerioli.

L'Isola dei Famosi
L’Isola dei Famosi (Screen Mediaset Play)

Tutto è pronto per la finalissima che si svolgerà lunedì 7 giugno decretando il vincitore della quindicesima edizione dell’Isola dei Famosi. A contendersi il podio Valentina Persia, Beatrice Marchetti, Ignazio Moser, Andrea Cerioli e solo uno tra Awed e Matteo Diamante, attualmente al televoto.

In vista della serata conclusiva il programma pensato di dare la possibilità ai naufraghi in gara di vivere in diretta delle emozioni inaspettate mai finora mostrate nella storia della trasmissione. Capiamo cosa accadrà lunedì secondo le prime anticipazioni trapelate dai media.

Cecilia Rodriguez e Arianna Cirrincione sbarcano in Honduras

Sarà una puntata finale decisamente inaspettata e ricca di sorprese sia per pubblico a casa ma anche per gli ultimi naufraghi rimasti in gara nel reality.

Il programma ha infatti organizzato per loro una sorpresa pazzesca, ovvero nel corso della puntata finale riceveranno alcune visite da parte dei loro cari. Il portale Fanpage ha fatto trapelare nelle ultime ore che per Ignazio Moser e Andrea Cerioli sembrerebbe ci saranno presenti le loro due fidanzate influencer già partite per l’Honduras ieri senza rivelare nulla a nessuno.

Cecilia Rodriguez e Arianna Cirrincione dopo aver supportato i compagni per settimane dalla studio di Canale 5 sono pronte per correre loro incontro per la sfida più grande. Però non saranno le sole a sbarcare sull’Isola, grandi colpi di scena ci saranno anche per gli altri naufraghi all’appello.

LEGGI ANCHE –> Carlo Cracco, la tragedia della pandemia: “Ho perso tante persone”

LEGGI ANCHE –> Digital Art, le sue opere valgono una fortuna: è il nuovo trend

La decisione è avvenuta in quanto per la prima volta nella storia del reality i concorrenti non potranno entrare in studio per la proclamazione tanto attesa ma resteranno a Cayo Paloma.

Le restrizioni legate alla pandemia e l’obbligo di quarantena di ritorno dall’estero hanno stravolto i piani che però con questa magnifica sorpresa hanno preso una piaga decisamente romantica.

L’Isola dei Famosi, Andrea Cerioli: spunta il commento di un’ex naufraga, “Maleducato odioso”

l’isola-dei-famosi,-andrea-cerioli:-spunta-il-commento-di-un’ex-naufraga,-“maleducato-odioso”

L'Isola dei Famosi Andrea Cerioli

Ex naufraga commenta Andrea Cerioli sulla pagina ufficiale de L’Isola dei Famosi: “Maleducato”, la risposta di Arianna non si fa attendere. Puntata ricca di colpi di scena e anche di brutte notizie quella di ieri sera a L’Isola dei Famosi. Purtroppo durante la serata l’uscita dal gioco di Brando Giorgi è stata confermata come annunciato […]

L’articolo L’Isola dei Famosi, Andrea Cerioli: spunta il commento di un’ex naufraga, “Maleducato odioso” è apparso nella sua versione originale sul sito SoloGossip.it.

L’Isola dei Famosi, Andrea Cerioli non si trattiene: ‘Non sono adatto a questo tipo di reality’, lo sfogo in diretta

l’isola-dei-famosi,-andrea-cerioli-non-si-trattiene:-‘non-sono-adatto-a-questo-tipo-di-reality’,-lo-sfogo-in-diretta

L'Isola dei Famosi Andrea sfogo

Nel corso della sesta puntata de L’Isola dei Famosi, Andrea Cerioli si è lasciato andare ad uno sfogo in diretta: cos’è successo.  La sesta puntata de L’Isola dei Famosi è andata in onda ieri, Giovedì 2 Aprile. E, come al solito, è stata letteralmente imperdibile. Ricca di colpi di scena, scontri in diretta e tantissime […]

L’articolo L’Isola dei Famosi, Andrea Cerioli non si trattiene: ‘Non sono adatto a questo tipo di reality’, lo sfogo in diretta è apparso nella sua versione originale sul sito SoloGossip.it.

Isola dei Famosi 2021, Elettra Lamborghini una furia contro Gilles Rocca “Non mi …”

isola-dei-famosi-2021,-elettra-lamborghini-una-furia-contro-gilles-rocca-“non-mi-…”

Elettra Lamborghini, come tutti sappiamo, è una delle opinioniste de L’isola dei famosi 2021. Ha iniziato questa avventura un po’ in ritardo per essere stata purtroppo contagiata dal covid-19 a pochi giorni dall’inizio del reality. Ad ogni modo, una volta sconfitto il covid, Elettra si è unita al resto del cast ed ai suoi colleghi Tommaso Zorzi e Iva Zanicchi.  In ogni puntata del reality, che ricordiamo va in onda ogni lunedìe giovedì, Elettra ha dimostrato di avere un carattere piuttosto esuberante, ma di essere anche molto schietta e sincera oltre che simpaticissima. Chi la conosce sa bene che Elettra non le manda di certo a dire, e di conseguenza il ruolo che le è stato dato le calza a pennello.

Elettra Lamborghini contro Gilles Rocca

In attesa della nuova puntata che andrà in onda proprio questa sera lunedì 12 aprile, sembra che nelle scorse ore la ricca ereditiera si sia raccontata su Telepiù, commentando anche i vari commenti. Pare che si sia soffermata proprio su Gillies Rocca. Nei confronti di questo naufrago, sembra che Elettra abbia alcune perplessità e parecchi dubbi.  “Non mi piacciono per niente certi modi arroganti”, queste le sue parole.

La ricca ereditiera commenta i modi arroganti del naufrago

 Nello specifico Elettra pare che si sia riferita ad un episodio avvenuto tra Gilles e Miryes Stabile, ovvero quando il naufrago si è rivolto alla donna dicendole “Ma come ti chiami?”.  Commentando ancora questo episodio, la ricca ereditiera avrebbe ancora aggiunto “Mi è sembrata una mancanza di rispetto. Perché aveva un tono di superiorità poco simpatico”. A quanto pare però il naufrago non è l’unico di questa edizione dell’Isola dei Famosi a essere oggetto di critica di Elettra Lamborghini. Nel corso dell’intervista infatti la ricca ereditiera sembra abbia avuto anche qualcosa da ridire su vera Gemma, che come tutti sappiamo, è stata eliminata e si trova su Parasite Island. 

L’opionista contro Vera Gemma e Andrea Cerioli, ma chi salva?

“A pelle mi è sembrata molto dura nel carattere, troppo”, avrebbe detto l’opinionista parlando della naufraga. Poi la critica su Andrea Cerioli, l’ex tronista di Uomini e Donne. Ma per Elettra, si salva qualcuno in questa edizione? Sicuramente si, ed è Drusilla. “E’ un tesoro con la sua timidezza”, ha dichiarato Elettra.  Al termine dell’intervista, Elettra sembra avere anche espresso qualche parola sui suoi compagni di avventura ovvero Tommaso Zorzi e Iva Zanicchi esprimendo nei loro confronti delle bellissime parole.” Con loro mi sento a casa”, avrebbe detto la Lamborghini.

Li Somari e l’obiettivo di valorizzare la cucina locale e la città di Tivoli grazie ad una nuova proposta culinaria

Sono ancora aperte come un tempo le osterie di fuori porta” – citava Francesco Guccini nella sua “Canzone delle osterie di fuori porta”.

Di recentissima apertura, Li Somari è l’ambizioso progetto del suo fondatore Andrea La Caita (socio e fondatore di Acquolina* – Acquaroof Terrazza Molinari – Velo – Alto – Regina Elena di Pescara) che, in seguito all’esperienza con il suo ristorante Vesta a Tivoli– unico ristorante nella storia locale ad aver ottenuto Una Stella Michelin nel 2009 – ha voluto rimettersi in gioco con l’obiettivo di valorizzare nuovamente la cucina locale e la città di Tivoli grazie ad una nuova proposta culinaria.

Situato nel centro di Tivoli, Li Somari coniuga alla perfezione tradizionalità e innovazione con l’obiettivo di preservare al meglio la cultura del territorio laziale e al contempo valorizzarla grazie alla proposta innovativa dello chef Adriano Baldassarre.

Una proposta di cucina prevalentemente laziale, seppur rivisitata in chiave innovativa: un racconto dei tanti territori che nel corso della storia l’hanno resa culla di differenti culture gastronomiche – Maremmane, abruzzesi, campane, ebraiche e romane – da sempre simbiotiche. Una proposta nuova, dunque, per chi dalla città vuole sperimentare una cucina regionale autentica e al contempo ricca di innovazione e stili culinari che si incontrano alla perfezione.

Situata nel cuore di Tivoli, nella parte superiore del locale al suo posto, in passato, si trovava la storica insegna di “Alfredo alla scaletta” prima e “La Belle Epoque” dopo. Nella parte inferiore invece, in una delle stalle più antiche della città, c’erano “li somari”, in dialetto Tiburtino. Da qui la scelta di preservare la storicità del locale scegliendo un nome che ne rifletta a pieno la tradizione legata all’uso originario della struttura ma che richiami anche la rinomata cocciutaggine di questi animali, forza motrice del progetto di Andrea La Caita. Il ritorno al paese, Tivoli, per scommettere di nuovo e caparbiamente su un progetto lontano dal successo garantito della città.

Un format legato strettamente all’Executive Chef Adriano Baldassarre, chef pluristellato, che meglio di tutti conosce la cucina laziale grazie alle sue origini Laziali di Zagarolo. La sua proposta ha un focus ben preciso fatto di studio e rielaborazione del territorio in grado di esaltarne sapori e profumi.

La nostra è una cucina giornaliera, pensata quotidianamente per garantire la freschezza delle materie prime portate in tavola così da garantirne la qualità. Un concetto di cucina fortemente incentrato sul rispetto del prodotto grazie alla scelta stagionale e legata all’utilizzo della totalità del prodotto, servendolo in più lavorazioni così da evitare sprechi” spiega l’Executive Chef Adriano Baldassarre. Tra i signature gastronomici proposti dallo chef Baldassarre troviamo:

Cacio di capra di Vicovaro con miele millefiori, Cacio sulla piastra, Gnocco di patate ripieno di pollo alla cacciatora, Raviolo ripieno di coda alla vaccinara Polpetta di coda alla vaccinara e Treccia di pajata di vitella. Patata di Avezzano in due cotture (alla cenere e fritta) e il Cappuccino di baccalà in versione tiburtina.

In carta sarà sempre disponibile un piatto come omaggio allo Chef di Acquolina, Alessandro Narducci, scomparso prematuramente.

Lo Chef propone anche tre menu degustazioni fino ad arrivare a un percorso che rispecchia in toto la sua cifra stilistica:

  • Pane ai 5 cereali con Humus di Lupini, olive e olio locale;

  • Carpaccio di trota, Acqua di pomodoro e lamponi;

  • Agnello tonnato;

  • Baccalà mantecato e patate con tartufo e crostino con burro al prezzemolo;

  • Polpetta di coda e sedano; Fettuccine burro, parmigiano, limone e maggiorana;

  • Gnocchi di patate ripieni di pollo alla cacciatora, cipollotto e intingolo;

  • Coniglio alla cacciatora e senape di Meaux; Millefoglie di lingue di gatto, crema e caramello salato, Biscotteria della casa e Caffè.

La trattoria ha 28 coperti a piano inferiore con una sala privé; al piano superiore lo Chef’s table con 5 coperti, cucina a vista e una sala che entro dicembre 2022 ospiterà la pasticceria, un suggestivo camino del ‘500 e altri 30 coperti. La carta dei vini, con oltre 500 referenze, rispecchia in toto il concept della cucina con una proposta di circa 90 etichette solo laziali, appartenenti a cantine di nicchia e ricercate. Toscana e Abruzzo spiccano tra le regioni vinicole di riferimento, in linea con la cucina figlia di culture e terre limitrofe. I vini laziali vengono accuratamente selezionati dall’esperto del territorio Giulio Ficorella, proprietario di un’enoteca ad Olevano Romano, che cura anche la parte gastronomica locale. Manuel Mingoni, con un’esperienza da calciatore professionista, è il sommelier della struttura e si occupa della scelta di tutti gli altri vini.

Sostenibilità e valorizzazione delle piccole realtà locali, a partire dalle aziende vinicole locali di Piero Riccardi e Lorella Reale, Damiano Ciolli, Carlo Noro, per citare alcuni dei nomi menzionati in una delle due carte dei vini – “Lazio e le chicche fuori dal Lazio” – curata da Li Somari e sempre disponibile. La seconda – l’Italia e il resto del mondo – nasce invece dalla collaborazione con l’Enoteca Gaudì e per questo non sempre fruibile.

Una cucina giornaliera e stagionale per garantire materie prime freschissime e che omaggia e promuove l’inclusività e la diversità, a partire dal personale. Ad affiancare Chef Baldassarre in cucina troviamo infatti Rahman Hifjur e Deluwar Talukdar come maitre di sala, entrambi originari del Bangladesh.

Rahman e Deluwar sono due ragazzi ambiziosi a cui ho voluto dare un ruolo di rilievo nella mia insegna. Precisi, puntuali e fortemente legati al progetto, sono ormai un punto di riferimento della squadra. Rispondono a pieno ai miei valori di inclusività e opportunità e rappresentano dunque un valore aggiunto per l’azienda, insieme al resto dello staff” – spiega il titolare Andrea La Caita.

Una squadra più che una brigata: Alessio Pasquini, in quanto fautore della cucina circolare, rivalorizza le parti povere (quinto quarto) rendendole protagoniste. Completa il gruppo il sous chef ed economo Ernesto Toma, la responsabile dell’accoglienza Isabella Tardani e il più giovane del gruppo Antonio Spizzuoco, chef de pass.

Seleziono personalmente e accuratamente i piccoli fornitori locali, artigianali, che producono materie prime seguendo la stagionalità del prodotto. L’idea è quella di avviare delle vere e proprie collaborazioni a lungo termine con le realtà laziali di nicchia per la produzione di olio, confetture, salse di pomodoro e altro realizzati ad hoc per noi. Un modo per valorizzare le piccole realtà sostenibili anche attraverso uno shop targato Li Somari” dice Andrea La Caita.

La scelta ecologica si evince anche dal locale realizzato interamente con materiale di recupero: pavimenti, tavoli, sedie e addirittura posate e bicchieri in argento, alcune delle quali realizzate dall’artigiano Gianni Lopez ideatore dell’insegna de Li Somari che accoglie i clienti all’entrata della struttura.

Un progetto, quello di Andrea La Caita, che coinvolgerà anche importanti chef stellati come Alessandro Ferracci, figlio di Anna Dente (cuoca riconosciuta come l’ambasciatrice della cucina romana nel mondo), Daniele Lippi e Davide Pezzuto, per cominciare. L’idea è far realizzare ad ognuno di loro un piatto da mettere in carta e che omaggi la cucina tradizionale del territorio in stile Li Somari; un modo per far confluire le eccellenze limitrofe a Tivoli, una sorta di ponte della cultura laziale. Una cucina territoriale caratterizzata da una riscoperta di sapori antichi, riproposti in combinazioni dal gusto innovativo in un locale accogliente ed eco-friendly, all’interno di un contesto di inclusione e diversità culturale – questa la proposta de Li Somari.

CONTATTI

Vicolo dell’Erbe, 7 – Tivoli

Sempre aperto pranzo e cena (martedì chiuso a pranzo e cena, mercoledì chiuso a pranzo)

info@lisomari.it

tel. 0774282499

Sito web: https://www.lisomari.com/

Instagram: https://www.instagram.com/lisomaritivoli