abbiamo-provato-a-capire-che-cosa-interessa-di-piu-sui-social-i-cittadini-di-milano-in-vista-delle-amministrative

Abbiamo provato a capire che cosa interessa di più sui social i cittadini di Milano in vista delle amministrative

Il Duomo di Milano (Pixabay)
Il Duomo di Milano (Pixabay)

Le iniziative culturali e il decoro della città. Sono questi i temi che, sui social network, suscitano maggiore interesse tra gli elettori milanesi. Che invece sembrano poco interessati alle questioni ambientali. Dopo quella dedicata alla Roma, la seconda puntata dell’analisi condotta da Wired e DeRev sui temi più seguiti su Facebook e Twitter nelle città che andranno al voto il 3 e 4 ottobre fa tappa a Milano.

L’analisi

A raccogliere i dati in esclusiva per Wired per le cinque principali città italiane che andranno al voto il 3 e 4 ottobre, ossia Milano, Torino, Bologna e Napoli, oltre a Roma, è stata DeRev, azienda che si occupa di servizi e strategie digitali. Obiettivo di questa analisi è quello di provare a capire, da un’angolazione non convenzionale, quali siano i temi che stanno più a cuore agli elettori e quanto corrispondano agli argomenti dibattuti dai candidati sindaci.

Il team di analisti, guidato dal digital strategist Claudio Calveri, ha considerato i primi 300 articoli per numero di interazioni pubblicati tra il 1 aprile ed il 13 luglio dedicati a ciascuna delle città chiamate al voto. Ovviamente, prendendo in esame i dati di alcuni social network e di un periodo prestabilito (peraltro dominato, almeno all’inizio, dalla crisi pandemica), questa ricerca offre una visione parziale degli argomenti dibattuti.

Secondo il Digital 2021 report di We are social e Hootsuite, a gennaio 2021 erano 31 milioni gli italiani iscritti a Facebook e 2,8 quelli con un profilo Twitter. Ovvero, rispettivamente, la metà e un ventesimo dell’intera popolazione.

E non può essere definitiva, anche perché le campagne elettorali sono sempre pronte a colpi di scena. Tuttavia consente di guardare da un’altra prospettiva i temi che muovono di più una fetta di potenziali elettori (quelli che hanno profili su Facebook e Twitter) e su un canale che, spesso come in campagna elettorale, fa leva sul fattore emozionale.

Inoltre, gli analisti di DeRev hanno selezionato un bacino di notizie, inerenti il territorio, in modo che l’interesse specifico degli utenti potesse disegnare una comunità legata allo stesso, ricostruendone il senso del dibattito, e senza raccogliere dati personali. Non è stato possibile isolare le reazioni delle sole persone che risiedono nelle città considerate.

Questo per vari motivi: ragioni di privacy, perché le piattaforme consentono di non indicare questo dato, di non renderlo pubblico o di selezionarne uno che non necessariamente corrisponde a quello reale. Per ovviare a questo limite, si è scelto di concentrare l’analisi su articoli di notizie locali, che interessano e generano reazioni nelle singole comunità.

Cultura, decoro, lavoro

Fatto 100 il numero di interazioni dell’area tematica che ha registrato maggiore interesse, Wired ha calcolato la forza con cui le altre sono in grado attirare l’interesse dei lettori-elettori. Il risultato è riassunto nell’infografica qui sotto.

Come si vede, il tema che maggiormente genera interesse è quello che riguarda la cultura. Forse non il primo elemento che l’immaginario comune associa al capoluogo lombardo. Il secondo tema più sentito è quello relativo al decoro, ovvero a notizie che abbiano a che fare con il rispetto delle regole e la convivenza civile. Il terzo è invece la politica, cappello che racchiude le questioni relative a personaggi politici e iniziative sul territorio. Un risultato sul quale può aver inciso il lungo dibattito interno al centrodestra rispetto alla scelta del candidato sindaco.

Dibattito che si è concluso con la scelta di contrapporre al sindaco uscente Beppe Sala (centrosinistra) il pediatra Luca Bernardo, mentre il Movimento 5 Stelle ha scelto, nelle ultime settimane, di candidare Layla Pavone. E questo solo per citare i candidati che fanno capo alle principali forze politiche.

Guardando ai temi, i due che non hanno ricevuto alcune interazione sono l’ambiente e l’identità. Stupisce il primo, specie in una città che da anni fa i conti con le problematiche legate all’inquinamento dell’aria. Meno il secondo, in una realtà in cui il 18,4% della popolazione ha origini straniere, contro una media nazionale dell’8,5% (dati Istat 2020).

La campagna elettorale

In tutto questo la campagna elettorale ha vissuto un momento di unità da parte di tutte le forze politiche nel portare solidarietà agli attivisti del M5S aggrediti domenica 29 agosto da alcuni manifestanti no green pass.

Ma in generale, al momento, la marcia di avvicinamento alle urne si sta concentrando su quella che con una sintesi giornalistica si potrebbe definire “politica politicante”. Ovvero sul fatto che i leader della Lega e di Forza Italia, rispettivamente Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, per la prima volta da anni abbiano scelto di non candidarsi al consiglio comunale. Oppure su quanti saranno e dove si terranno i confronti tra i candidati sindaco.

Una tendenza che trova un parziale riscontro nell’analisi condotta sui social, con la politica al terzo posto delle aree di interesse di chi segue la campagna elettorale milanese. Questa è la seconda puntata di una serie che ha già toccato Roma. Le prossime tappe saranno Torino, Napoli e Bologna.

The post Abbiamo provato a capire che cosa interessa di più sui social i cittadini di Milano in vista delle amministrative appeared first on Wired.

%d bloggers like this: