cronaca HOME

Accecato dalla gelosia picchia la ex ed il compagno e fa scoppiare una rissa in un locale

Accecato dalla gelosia picchia la ex ed il compagno e fa scoppiare una rissa in un locale  „Denunciato giovane del capoluogo ciociaro dopo l’arrivo dei poliziotti che hanno riportato l’ordine“

ALDO VINCENT ARRESTATO si dice in questi casi l’amore per una persona può anche finire, ma la gelosia uno se la porta dietro per tutta la vita. Un ragazzo di Frosinone che non si è mai rassegnato alla fine della relazione sentimentale con  l’amata ex, l’altra sera, l’ha incontrata in un locale del capoluogo in compagnia del nuovo boyfriend ed ha iniziato ad offenderli ed a minacciarli.

Dalle parole ai fatti

Ben presto però dalle parole si è passati ai fatti ed il ragazzo ha colpito i due con calci e schiaffi, spintonandoli tra i tavoli. Come se non bastasse, il ragazzo violento si è scagliato anche contro il titolare dell’esercizio pubblico intervenuto per bloccarlo e contro un addetto alla ristorazione, colpendolo con uno sgabello di legno.

L’arrivo dei poliziotti

La sua ira violenta si è placata soltanto quando ha capito che era stato allertato il 113, dandosi immediatamente alla fuga. Giunti sul posto, gli agenti della Squadra Volante, ricostruiscono l’accaduto e acquisiscono notizie utili per identificare l’aggressore: è un 23enne dell’hinterland frusinate, per il quale scatta la denuncia.

L’invito delle forze dell’ordine a denunciare le violenze

La Polizia di Stato invita sempre  le vittime  a denunciare le violenze subite , in considerazione che molto spesso, soprattutto nei casi di violenza di genere, le donne si nascondono dietro il muro del silenzio non trovando il coraggio di denunciare i loro aguzzini. Dall’inizio dell’anno è stato adottato  il protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite), che  consente agli equipaggi di Polizia, allertati  dalle sale operative, di intervenire su casi di violenza domestica, verificando in tal modo se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare. Attraverso la compilazione di una checklist, inoltre, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, si possono  tracciare situazioni di disagio con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenze reiterate.

 

 

Leave a Reply

%d bloggers like this: