Al via a Torino il Climate Social Camp. Presente anche Greta Thunberg

al-via-a-torino-il-climate-social-camp.-presente-anche-greta-thunberg


Cinque giorni di conferenze, dibattiti, workshop per stimolare una riflessione sui danni della crisi climatica: inizia oggi a Torino il Climate Social Camp, che vedrà riuniti anche i Fridays For Future per il loro secondo incontro europeo, e si concluderà venerdì 29 luglio alle 9.30 con il consueto sciopero per il clima.
Non poteva mancare la fondatrice dei Fff Greta Thunberg, che insieme ad altri 500 attivisti per l’ambiente provenienti da Europa, Sud America, Africa, Asia, Australia, sarà presente per “ascoltare anche le voci di chi è più colpito dalla crisi climatica, in quelle zone del mondo dove le persone rischiano la vita per difendere il loro territorio”, come hanno spiegato due portavoce del Fff torinese, Luca Sardo e Laura Vallaro, presentando l’iniziativa in Commissione consiliare in Comune.
Diversi gli appuntamenti in programma nella quattro giorni: al Campus Einaudi si terranno conferenze, dibattiti, workshop, con ospiti come Antonello Provenzale, direttore dell’Istituto di Geoscienze e Georisorse del Cnr, e anche un incontro dedicato al rapporto fra media e cambiamenti climatici intitolato “La grande cecità”, come il titolo del celebre romanzo di Amitav Ghosh.
Al parco della Colletta sarà invece allestito il Climate Camp, un campeggio per i partecipanti con momenti di musica, cinema e incontri, come quelli con lo scrittore svedese Andreas Malm e La Rappresentante di Lista.
Per sostenere l’organizzazione è anche stato lanciato un crowdfunding che ha già raccolto finora quasi 10 mila euro. “C’è ancora tanto da fare”, sottolineano i ragazzi del Fff “e quando si parla di cambiamenti climatici il problema è il tempo”.
La scelta del capoluogo piemontese non è un caso, come raccontato sulla pagina Instagram di Climate Social Camp, “Torino detiene il triste primato di città con l’inquinamento atmosferico più alto d’Europa, si stima che ogni anno muoiano 900 persone (più di 1 su 1000) per patologie legate all’inalazione costante di polveri sottili e ossido di azoto. Il Piemonte sta inoltre vivendo un momento di gravissima siccità e di carenza di neve sulle Alpi, diretta conseguenza del riscaldamento globale, a causa della quale rischiamo un’importante carenza di risorse idriche nei mesi estivi. A pochi chilometri da Torino sono inoltre presenti i cantieri del progetto TAV, grande opera imposta, ecocida, climalterante, oltreché inutile”.
Per maggiori informazioni sull’evento rimandiamo al programma, per partecipare indichiamo il link al quale è possibile compilare il form di iscrizione.

L’articolo Al via a Torino il Climate Social Camp. Presente anche Greta Thunberg proviene da The Map Report.

0 comments on “Al via a Torino il Climate Social Camp. Presente anche Greta Thunberg

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: