Alessia Pifferi, Cosa ha scritto prima di uccidere sua figlia Diana. Trovati i messaggi incriminatori. “La odiava”

alessia-pifferi,-cosa-ha-scritto-prima-di-uccidere-sua-figlia-diana-trovati-i-messaggi-incriminatori.-“la-odiava”


Nuovi risvolti nel caso di Alessia Pifferi, che prima di lasciare sua figlia Diana morire l’ha considerata un peso. Sono queste le parole che si trovano nei messaggi Whatsapp della donna, più intenta a cercare di conquistare il suo nuovo compagno che a crescere sua figlia stessa. Una storia che ha fermato l’Italia intera. Dopo mesi dal parto la giovane ha deciso di non prendersi cura della creatura appena nata. Durante i primi mesi di vita siamo totalmente incapaci di badare a noi stessi. E’ questo, forse, a creare il legame più forte tra una madre e il suo bambino: la totale dipendenza l’uno dall’altra.

Mangiare, dormire, ogni azione quotidiana viene monitorata attentamente da mamme entusiaste di aver dato alla luce la vita. Che in seguito al parto dimenticano spesso la loro stessa quotidianità per dedicarsi completamente al nuovo importante incarico che il destino ha riservato per loro. Un compito che le donne affrontano dall’alba dei tempi, pur la consapevolezza che è il loro ruolo di mamme del mondo a determinare anche la loro debolezza nella società. Non è stato così per Alessia Pifferi, che al contrario di quello che accade solitamente, non ha sentito il cuore scoppiare di gioia alla vista della sua Diana.

Al contrario, Alessia Pifferi probabilmente non ha provato nulla per quella piccola che lei stessa aveva messo al mondo. Anzi, l’ha considerata un vero e proprio peso. E’ questo quello che si legge nei suoi messaggi personali. Ed è questo quello che si percepisce guardando al tragico epilogo di queste triste storia. Dopo aver partorito prematuramente in casa, la giovane donna non ha sentito alcun tipo di legame con sua figlia. Tutti i suoi sentimenti, infatti, erano già rivolti verso un uomo, il suo fidanzato, forse contrario a questa gravidanza. E’ stato questo che l’ha portata, con tutta probabilità, a ignorare Diana e rincorrere il suo amore.

leggi anche: Colpo grosso Rai, Arrivano Elisa Isoardi, Alessia Marcuzzi e Caterina Balivo. Ecco chi sostituiscono da settembre, Fan sotto choc

Secondo gli esperti, Alessia Pifferi soffre di una ‘evidente instabilità affettiva recentemente manifestata in una sorta di dipendenza psicologica dall’attuale compagno, che l’ha indotta ad anteporre la possibilità di mantenere una relazione con lui anche a costo di infliggere enormi sofferenze’. Nella persecuzione di questo obiettivo, la donna ha completamente dimenticato sua figlia, fino a indurre la sua morte.

La piccola infatti è deceduta a diciotto mesi dopo essere stata abbandonata per una settimana nella casa di Ponte Lambro a Milano. Un periodo lunghissimo per una bimba di quella età. Non è bastato il tempo trascorso insieme a creare un legame tra Alessia Pifferi e Diana. Forse la donna non ha pensato alle conseguenze catastrofiche del suo comportamento. A quanto pare, lei voleva semplicemente sentirsi libera per qualche giorno dalla responsabilità di essere una ragazza madre.

Sicuramente un compito difficile nella società di oggi, ancor più se l’uomo che ami non accetta la presenza di tua figlia. A quel punto, la piccola potrebbe diventare esclusivamente un impedimento per una giovane alla disperata ricerca dell’amore. Un ‘peso’ di cui adesso si è liberata definitivamente. Per continuare ad avere news su Uomini e Donne, gossip, ricette e tanto altro, seguiteci anche sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM 

alessia-pifferi-1920

Alessia Pifferi, Cosa ha scritto prima di uccidere sua figlia Diana. Trovati i messaggi incriminatori. “La odiava” scritto su Più Donna da Maria Costanzo.

0 comments on “Alessia Pifferi, Cosa ha scritto prima di uccidere sua figlia Diana. Trovati i messaggi incriminatori. “La odiava”

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: