Dopo aver raccontato il suo passato d’affetta da disturbi alimentari nel libro dal titolo “InFame” Ambra Angiolini è stata eletta come testimonial della proposta di legge finalizzata a tutelare tutti coloro, in particolare le donne, colpite da questo malessere che non a caso è considerato la seconda causa di morte femminile. Ambra conosce bene la bulimia, nel suo romanzo ha raccontato tutto ciò che ha provato e vissuto da malata ma soprattutto ha rivelato che ad aiutarla sono stati i figli.

Ambra-Angiolini-solonotizie24

Ambra Angiolini in Parlamento: atto di coraggio e responsabilità

L’attrice in queste ore è arrivata in Parlamento per presiedere insieme a  la vicepresidente della commissione Sanità e Politiche sociali di Regione Lombardia, Simona Tironi, le ministre per gli Affari regionali e per le Pari opportunità Mariastella Gelmini e Elena Bonetti alla conferenza stampa indetta proprio per parlare dell’opportunità di fare qualcosa per affrontare questa grave patologia. La legge prende come modello i provvedimenti posti in Lombardia dove c’è già una massima attenzione sui fatti legati ai disturbi alimentari.

La stessa Gelmini si è detta entusiasta dell’iniziativa che sosterrà in modo palese e determinato, certa che l’esempio lombardo vada esteso a tutta l’Italia: “E’ importante trasformare questa bella pagina Lombarda in un modello nazionale sarà inoltre mia cura sottoporre questo modello anche alle altre regioni.” La ministra pone l’attenzione la tutela della salute non è legata solo al Covid, molte altre patologie in questi mesi sono state trascurate e meritano la dovuta attenzione.

Ambra Angiolini fonte Instagram

Leggi anche —->Ambra Angiolini , la tutina bianca fa impazzire il web | Scatto super e trasparenze

Ambra Angiolini: “Racconto la mia esperienza di malata”

Elena Bonetti ci tiene poi a porre l’accento su quanto sia importante la presenza di Ambra Angiolini per attenzionare l’opinione pubblica e non solo su un tema così delicato. Per la ministra l’ex ragazza di Non è la Rai ha agito in modo coraggioso nel rivelare il suo passato da ex malata di disturbi alimentari.

Leggi anche —->Ambra ieri e oggi, com’era e com’è l’ex ragazza di Non è la Rai: il cambiamento

La stessa Ambra ci tiene a ribadire che la sua presenza è solo indicativa e d’esempio per chi sta vivendo questo particolare malessere: “Racconto la mia esperienza di ragazzina malata perchè questo sono stata. Non era un capriccio ma una malattia. Per questo per me sarebbe un sogno poter festeggiare una legge come questa in Italia”.