attualità

( VIDEO) Amedeo Nicolazzi: Il nuovo filmato arriva in un momento di disaggio che la popolazione cittadina sta’ subendo



Dopo settimane di silenzio, è ritornato su Facebook per parlare direttamente alla popolazione che nel giugno del 2018 l’ha eletto per la seconda volta consecutiva a guida di Petilia Policastro, Amedeo Nicolazzi. Il nuovo filmato arriva in un momento di disaggio che la popolazione cittadina sta’ subendo a causa dei lavori sull’ Acquedotto cittadino che la ditta Kronos sta’ realizzando sulla vasca in località Marrata con i quali, a detta dei tecnici, si risolveranno completamente i problemi dell’ approvvigionamento dell’ acqua potabile nelle case della cittadina dell’alto Marchesato crotonese. Oltre alle royaltes di 70000 euro all’anno, l’intervento sull’ Acquedotto a cura della Kronos è la contro parte con cui la società veneta ripaga la città di Petilia per l’autorizzazione ad utilizzare le acque del fiume Soleo incanalate nell’ Acquedotto “Michael Angelo Tavernese”. Capita così che, a detta del sindaco Nicolazzi, il gioco vale abbondantemente la candela e la richiesta rivolta alla popolazione è quella di pazientare.

“I problemi idrici – chiedeva negli scorsi giorni la minoranza di Petilia Policastro in un volantino distribuito anche nei social – non dovevano essere risolti con le tanto gettonate centraline idroelettriche? Il Sindaco aveva promesso ad Ottobre che avrebbe risolto il problema in soli 3 mesi, è passato un anno e ancora si registrano problemi. Crediamo che sia arrivato il momento di smetterla di raccontare barzellette e di iniziare ad amministrare la cosa pubblica con serietà e trasparenza. Se poi non ne avete voglia o, cosa ancor più grave, non ne avete la possibilità – questa la proposta dei Consiglieri di “Più Petilia” – perché vocati per natura ad altro, allora vi chiediamo di dimettervi e di lasciare spazio ad una squadra che è pronta ad impegnarsi molto più per Petilia dell’attuale Sindaco e della sua squadra”. “Evidentemente – questa la risposta di Amedeo Nicolazzi a Vincenzo Calaminici, Carmelo Garofalo e Simone Saporito – non sapete quanto tempo ci voglia e quante difficoltà si incontrano nella realizzazione dei lavori necessari ad offrire un servizio degno di questo nome alla popolazione di Petilia Policastro”. Contestualmente, con un comunicato stampa, lo stesso Amedeo Nicolazzi si è rivolto al presidente facente funzioni della Provincia crotonese Giuseppe Dell’Aquila relativamente da richiesta dello stesso della dotazione di una di una seconda ambulanza che aumenterà i servizi del distretto sanitario di Cirò Marina. La nuova autombulanza per Cirò Marina, ammette il sindaco di Petilia Policastro Amedeo Nicolazzi, rappresenta “una conquista importante per una parte del nostro territorio, che però non può non evidenziare che ancora siamo relegati ad estrema periferia. A questo rammarico si aggiunge – scrive Amedeo Nicolazzi – il mio profondo rammarico unito ad una sorta di sconcerto poiché guarda caso il facente funzione, occupandosi solo del suo territorio, lo fa in piena campagna elettorale, usando tale contesto, per mera propaganda elettorale anche grazie all’apporto dei vertici Asp che invece, da oltre un mese non rispondono al sottoscritto per le problematiche di politica sanitaria esistenti nel territorio di Petilia Policastro”.

“Per questo – aggiunge Amedeo Nicolazzi – inoltrerò questa mia missiva alla Prefettura, ai vertici dell’ Asp, al Presidente della Regione Jole Santelli e al Direttore del dipartimento “Salute” della regione Calabria, affinché si impegnino sin da ora a voler dotare il Marchesato crotonese e la Struttura di Campizzi di una seconda ambulanza, necessaria alla salvaguardia della salute dei cittadini del nostro territorio, così come farò presente le mie rimostranze nei confronti dei vertici Asp che continuano ad evitare di affrontare problematiche primordiali che riguardano la salute di tutti i cittadini, occupandosi di favorire politicamente alcuni territori e penalizzando altri”. Francesco Rizza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: