australia:-35-casi-confermati-su-48-segnalazioni-di-coaguli-di-sangue-legati-al-vaccino-astrazeneca

Australia: 35 casi confermati su 48 segnalazioni di coaguli di sangue legati al vaccino AstraZeneca

Usa il pulsante altro per altre funzioni di condivisione

    Leggimi questo articolo

    Un secondo australiano è morto dopo aver sofferto di coaguli di sangue direttamente collegati al vaccino AstraZeneca COVID-19 .

    L’amministrazione dei beni terapeutici, che sta supervisionando l’implementazione del vaccino, ha confermato giovedì la morte della donna. Era una 52enne residente nel New South Wales.

    Il TGA ha confermato che era una delle quattro segnalazioni di coaguli di sangue e piastrine basse valutate come trombosi confermata con sindrome da trombocitopenia nell’ultima settimana.

    “Questo caso si è presentato come una forma grave di questa sindrome, con un coagulo di sangue nel cervello, noto come trombosi del seno venoso cerebrale”, ha affermato il TGA. “Prendiamo le nostre più sincere condoglianze alla sua famiglia”.

    Ci sono stati anche quattro nuovi casi di TTS classificati come “probabili”.

    Porta il totale delle segnalazioni australiane di casi valutati come TTS legati al vaccino AstraZeneca a 48 – essendo 35 confermati e 13 probabili.

    Di questi, 31 sono stati dimessi dall’ospedale e si stanno riprendendo, 15 rimangono in ospedale, di cui uno in terapia intensiva, e due sono morti.

    Una donna di 48 anni è morta ad aprile dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca, sempre nel Nuovo Galles del Sud.

    Il vaccino AstraZeneca è attualmente raccomandato solo per gli australiani di età superiore ai 50 anni a causa del rischio di coaguli di sangue.

    %d bloggers like this: