Autore: Leonardo Berneri

‘Mary J. Blige’s My Life’ Film Review: Landmark R&B Album Gets a Documentary Spotlight

‘mary-j.-blige’s-my-life’-film-review:-landmark-r&b-album-gets-a-documentary-spotlight

Mary J. Blige’s 1992 debut, “What’s the 411?,” was an instant smash that established the young Yonkers singer as a multiplatinum hitmaker, a fashion icon, and the prototype for what an R&B star could look and sound like in the hip-hop era. But it wasn’t until her second album, 1994’s “My Life,” that the Blige most of us are familiar with – the heart-on-a-sleeve singer-songwriter unafraid to mine her own considerable trauma through music – truly began to take shape.

Tracing that album’s dark genesis, exploring its legacy with fans, and featuring brief (perhaps too brief) performance clips from a pair of 2019 concerts Blige staged to celebrate its 25th anniversary, Vanessa Roth’s “Mary J. Blige’s My Life” has no shortage of cooperation from the subject herself (also an executive producer). But there’s a valedictory glossiness to the film that sometimes underserves the warts-and-all power of the work in question – as a fan-centric retrospective, it hits plenty of the right notes; but as a chance to more thoroughly explore a complicated, still-influential landmark, it never digs quite deeply enough.

Blige’s place in early ‘90s pop culture was unique at the time, and only seems more so in retrospect. Eschewing the part of the starmaking process that had often seen female R&B singers airbrushed of their more distinctive attributes, Blige brought a thoroughly modern authenticity to her persona from the start, even if much of that initial image was styled by the very young A&R Sean “Diddy” Combs, who plucked her from record label purgatory and helped shepherd her into a very different type of star. But what was perhaps most remarkable about her early career was the quickness with which she began to take control of her own narrative on her sophomore release, writing her own lyrics and using her own life as source material.

Illustrated through vintage photographs and artful animated sequences, Roth takes us through Blige’s rocky journey to “My Life,” from her rough childhood in Yonkers’ Schlobohm housing project, where she remembers regularly witnessing violence against women, including her mother; to her oft-recounted first meeting with Uptown Records founder Andre Harrell on the strength of an Anita Baker cover she recorded in a mall; to her own disorienting ascent to multiplatinum stardom, which brought with it struggles with substance abuse, depression, and a toxic relationship with Jodeci star K-Ci. By the time she got around to making her second album, Blige was, as she says, “all fucked up,” and poured that desperation into her studio work. Roth’s camera catches Blige’s emotional reunions with “My Life” producer Chucky Thompson and collaborator Big Bub, who recall songwriting and recording dates that often functioned like therapy sessions.

But considering the distinctiveness of “My Life,” and the vast cast of principals assembled here, one can’t help but wish the film delved a little deeper into the actual process of making it. Footage from the studio is sparsely deployed, and plenty of questions are left unexplored. Was there pushback from the label or radio programmers when they heard the album? (Blige’s contemporaries in the rock world – from Kurt Cobain to Chris Cornell – had plenty of room to exorcise their personal demons through song, but that space wasn’t always so easily granted to Black artists, particularly female ones.) How hard did she have to fight to make it? How did she find her voice as a songwriter and lyricist, and how did “My Life” inform her future work, such as 2005’s equally personal “The Breakthrough”? In one of the more arresting sequences of the film, Blige watches an old video of herself shutting down a tactlessly pushy TV interviewer from around the time of the album’s release, and notes of her young self, “I’m very protective of that girl.” Whether she means this as a message to the filmmakers is hard to say.

Throughout the film a cast of admirers and former collaborators – from Taraji P. Henson and Tyler Perry to Method Man and Alicia Keys – appear to sing Blige’s praises, as does the late Harrell, seen delivering a heartfelt birthday toast to his greatest discovery. But perhaps the most obvious testament to the album’s legacy here is seen in encounters with fans, several of whom don’t hesitate to tearfully tell Blige how her music saved their lives in the span of a seconds-long meet-and-greet. Blige doesn’t always appear to know exactly how to react, and that’s understandable. As purgative as making “My Life” may have been, and as humbling as this sort of appreciation must be, the toll of acting as a conduit for so much pain – not just her own, but also that of the legions of fans who see her as a kindred spirit – is surely considerable. As much as Blige can often appear to be an open vein of sincerity, she also seems to know exactly where to draw barriers, and that applies to this film as well. After all, it’s her life, not ours.

optional screen reader

Come richiedere online la correzione dei dati all’anagrafe

come-richiedere-online-la-correzione-dei-dati-all’anagrafe

Sul portale di Anpr è disponibile il servizio “Rettifica dati”, attraverso il quale sarà possibile verificare la propria scheda anagrafica e chiederne eventuali correzioni da remoto

Un passo alla volta l’epoca delle code agli sportelli e delle interminabili ore nei labirinti della pubblica amministrazione sta per finire. Da giovedì 24 giugno sono attive le nuove funzioni digitali dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr). Dopo la prima fase di sperimentazione, le cittadine e i cittadini registrati potranno chiedere online la correzione dei dati anagrafici, senza recarsi agli uffici comunali. Sul portale di Anpr è disponibile il servizio di rettifica dati, attraverso il quale sarà possibile verificare la propria scheda anagrafica e chiederne eventuali correzioni, comodamente da remoto. Sono 7.594 i comuni registrati nella banca dati dell’Anpr e ne mancano solo 242 per completare tutto il territorio nazionale.

Come accedere al servizio di rettifica

All’interno del sito dell’Anpr (www.anpr.interno.it), cittadine e cittadini potranno accedere alla propria area riservata utilizzando la Carta di identità elettronica (Cie), la Carta nazionale dei servizi (Cns) o le credenziali del Sistema pubblico di identità digitale (Spid).

Dopo l’autenticazione si può procedere alla registrazione dei propri dati nel profilo utente, cioè numero di cellulare e indirizzo postale. A quel punto è possibile usufruire dei servizi che sono offerti all’interno dell’area riservata: visualizzare la scheda anagrafica, scaricare le autocertificazioni, controllare le proprie pratiche e richiedere la correzione di eventuali dati registrati in maniera scorretta. In futuro, si potranno anche ottenere certificati e comunicare il proprio cambio di residenza.

Se il proprio comune di residenza ha già attivato la funzione di richiesta di rettifica, l’utente visualizzerà l’icona di rettifica dati nella propria pagina iniziale. I dati di cui è possibile chiedere la correzione sono segnalati dalla voce “Modifica” con la quale si potrà procedere nella pratica. È possibile anche allegare, se fosse necessario, la documentazione giustificativa a supporto della modifica, che sarà conservata da Anpr solo fino al completamento della richiesta e poi trasferita al comune di residenza.

Virologo di Bill Gates col vaccino anti covid distruggiamo il sistema immunitario delle persone

virologo-di-bill-gates-col-vaccino-anti-covid-distruggiamo-il-sistema-immunitario-delle-persone
_rxuuid 1 year The main purpose of this cookie is targeting, advertesing and effective marketing. This cookie is used to set a unique ID to the visitors, which allow third party advertisers to target the visitors with relevant advertisement up to 1 year. ab 1 year This domain of this cookie is owned by agkn. The cookie is used for targeting and advertising purposes. am-uid 2 years This cookie is set by Admixer. The cookie is used to collect visitor behaviour from mutiple websites for serving them with relevant ads based on their preference. anj 3 months No description available. APIDTS 1 day This cookie is set by the provider Yahoo.com. This coookie is used to collect data on visitor preference and behaviour on website inorder to serve them with relevant content and advertisement. audience 1 year The domain of this cookie is owned by Spotxchange. This cookie is used for targeting and advertising. B 1 year This Cookie is used by Yahoo to provide ads, contents or analytics. CMID 1 year The cookie is set by CasaleMedia. The cookie is used to collect information about the usage behavior for targeted advertising. CMPRO 3 months This cookie is set by Casalemedia and is used for targeted advertisement purposes. CMPS 3 months This cookie is set by Casalemedia and is used for targeted advertisement purposes. CMRUM3 1 year This cookie is set by Casalemedia and is used for targeted advertisement purposes. CMST 1 day The cookie is set by CasaleMedia. The cookie is used to collect information about the usage behavior for targeted advertising. data-bs 1 year This cookie is provided by media.net. This cookie is used for targeting and advertising purposes. DSID 1 hour This cookie is setup by doubleclick.net. This cookie is used by Google to make advertising more engaging to users and are stored under doubleclick.net. It contains an encrypted unique ID. Gtest 1 year 1 month This cookie is used for collecting user behaviour and action on the website to optimize the website. It also helps Google Ads and Google Analytics to compile visitor information for marketing purposes. HAPLB5S This cookie is set by the provider Sonobi. This cookie is used to track the visitors on multiple webiste to serve them with relevant ads. i 1 year The purpose of the cookie is not known yet. id 1 year 1 month The main purpose of this cookie is targeting and advertising. It is used to create a profile of the user’s interest and to show relevant ads on their site. This Cookie is set by DoubleClick which is owned by Google. IDE 1 year 24 days Used by Google DoubleClick and stores information about how the user uses the website and any other advertisement before visiting the website. This is used to present users with ads that are relevant to them according to the user profile. IDSYNC 1 year This cookie is used for advertising purposes. KADUSERCOOKIE 3 months The cookie is set by pubmatic.com for identifying the visitors’ website or device from which they visit PubMatic’s partners’ website. KTPCACOOKIE 1 day This cookie is set by pubmatic.com for the purpose of checking if third-party cookies are enabled on the user’s website. lidid 2 years This cookie is used to collect data on user behaviour and interaction to make advertisement on the website more relevant. ljt_reader 1 year This is a Lijit Advertising Platform cookie. The cookie is used for recognizing the browser or device when users return to their site or one of their partner’s site. MarketGidStorage session This cookie is used to set an unique ID for the visitor which helps third-party advertisers to target the visitors with relevant advertisements. This facility is provided by the third party advertising hubs which provide real time bidding for the advertisers. mc 1 year 1 month This cookie is associated with Quantserve to track anonymously how a user interact with the website. mdata 1 year 1 month The domain of this cookie is owned by Media Innovation group. This cookie registers a unique ID used to identify a visitor on their revisit inorder to serve them targeted ads. muidn 16 years 7 months This cookie is used to set an unique ID for the visitor. This helps third party advertisers to serve the visitor with relevant advertisement. NID 6 months This cookie is used to a profile based on user’s interest and display personalized ads to the users. oo 5 years 5 days This cookie is set by the provider AddThis. This cookie is used for targeted advertising. It helps in knowing about the users that visit their webpages. ouuid 1 year This cookie is used to store the unique visitor ID which helps in identifying the user on their revisit, to serve retargeted ads to the visitor. ouuid_lu 1 year This cookie is used for serving the retargeted ads to the users. This cookie is used in association with the cookie “ouuid”. ov 1 year 1 month This cookie is set by the provider mookie1.com. This cookie is used for serving the user with relevant content and advertisement. PUBMDCID 3 months This cookie is set by pubmatic.com. The cookie stores an ID that is used to display ads on the users’ browser. pxrc 2 months The purpose of the cookie is to identify a visitor to serve relevant advertisement. remixlang 1 year 3 days 15 hours This cookie is set by the provider vk.com. This cookie is used for advertising purposes. rlas3 1 year The cookie is set by rlcdn.com. The cookie is used to serve relevant ads to the visitor as well as limit the time the visitor sees an and also measure the effectiveness of the campaign. stx_user_id 1 year The domain of this cookie is owned by the Sharethrough. This cookie is used for advertising services. TDCPM 1 year The cookie is set by CloudFlare service to store a unique ID to identify a returning users device which then is used for targeted advertising. TDID 1 year The cookie is set by CloudFlare service to store a unique ID to identify a returning users device which then is used for targeted advertising. test_cookie 15 minutes This cookie is set by doubleclick.net. The purpose of the cookie is to determine if the user’s browser supports cookies. tuuid 1 year This cookie is set by .bidswitch.net. The cookies stores a unique ID for the purpose of the determining what adverts the users have seen if you have visited any of the advertisers website. The information is used for determining when and how often users will see a certain banner. tuuid_lu 1 year This cookie is set by .bidswitch.net. The cookies stores a unique ID for the purpose of the determining what adverts the users have seen if you have visited any of the advertisers website. The information is used for determining when and how often users will see a certain banner. uid 2 months This cookie is used to measure the number and behavior of the visitors to the website anonymously. The data includes the number of visits, average duration of the visit on the website, pages visited, etc. for the purpose of better understanding user preferences for targeted advertisments. uids 2 months This cookie is set by Prebid Server. The cookies contains information that allows Prebid servers to distinguish between browsers and mobile devices. This information is then used to select advertisements delivered by the platform and measure the performance of the advretisement and attribute their payments. um 3 months Set by addthis.com.(Purpose not known) umeh 3 months The main purpose of this cookie is marketing. It is used to keep track of the users on multiple website inorder to show relevant advertisement based on the user behaviour. uuid 3 months To optimize ad relevance by collecting visitor data from multiple websites such as what pages have been loaded. uuid2 3 months This cookies is set by AppNexus. The cookies stores information that helps in distinguishing between devices and browsers. This information us used to select advertisements served by the platform and assess the performance of the advertisement and attribute payment for those advertisements. VISITOR_INFO1_LIVE 5 months 27 days This cookie is set by Youtube. Used to track the information of the embedded YouTube videos on a website.

Domenico Berardi e la fidanzata Francesca Fantuzzi, l’amore nato su Facebook e il figlio Nicolò

domenico-berardi-e-la-fidanzata-francesca-fantuzzi,-l’amore-nato-su-facebook-e-il-figlio-nicolo

L’attaccante della Nazionale di calcio dell’Italia Domenico Berardi e Francesca Fantuzzi sono fidanzati da quasi nove anni e a dicembre dello scorso anno sono diventati genitori di Nicolò. Il campione sogna per il figlio un futuro nel mondo del pallone e su Instagram, dove spesso condivide foto con il bambino, scrive: “Se puoi sognarlo, puoi farlo. Ricordalo sempre piccolo mio“. Per lui spera in un futuro da giocatore e non vede l’ora di potergli insegnare a giocare a calcio. Attualmente l’attaccante è brillantemente impegnato a Euro 2020, dove è tra i 26 giocatori che vestono la maglia della Nazionale.

La storia d’amore tra Domenico Berardi e Francesca Fantuzzi

Domenico e Francesca hanno intrapreso la loro relazione nel 2012 e vivono a Modena. Come ha raccontato al settimanale Sportweek, Francesca, appassionata di sport, ha visto per la prima volta Berardi mentre era in campo con la Primavera del Sassuolo. Dopo averlo rintracciato su Facebook, ha deciso di fare il primo passo scrivendogli per il suo compleanno. Il rapporto è cresciuto nel tempo e ben presto sono diventati una coppia, uniti dalle stesse passioni (sport e cucina). Descritta dal compagno come una ragazza dolce, simpatica e a tratti permalosa, nell’intervista alla Gazzetta dello Sport Francesca ha raccontato che grazie alla quarantena, “quasi per gioco“, lei e Berardi hanno iniziato ad allenarsi insieme.

Francesca Fantuzzi: “Non volevo un fidanzato sportivo..e invece”

La moglie del campione di origini calabresi è cresciuta in una famiglia molto unita e sportiva. Da ragazza non voleva un fidanzato sportivo e infatti al quotidiano milanese ha raccontato:

Sono cresciuta facendo sport, per me è stato sempre tutto naturale. I miei genitori erano sportivi. Mio padre guardava di tutto in televisione, ero satura, per questo dicevo a me stessa che non avrei mai voluto un marito sportivo. E invece lo sport è una delle cose che ci unisce.

L’attaccante della Nazionale e Francesca infatti sono inseparabili, sempre insieme e pronti a ricongiungersi, appena gli è possibile. La loro vita e il loro amore va a gonfie vele, anche perché i due sono sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda condividendo insieme la passione per lo sport e il buon cibo.

La gioia della coppia è il figlio Nicolò

Nel luglio 2020, Francesca ha annunciato su Instagram di essere incinta, pubblicando un breve video con l’esito del test di gravidanza. Nicolò nato a dicembre 2020 è la gioia di Berardi che stando a quando riferisce la moglie nell’intervista alla Gazzetta: “Non vede l’ora di metterlo in campo“. In un post pubblicato lo scorso Capodanno, il campione ha scritto: “Io saluto il 2020 ringraziandolo del più bel regalo della mia vita“.

Per Fantuzzi la gravidanza ha significato mettere peso, alla Gazzetta ha detto: “Nicolò ha cinque mesi, me lo sto godendo tantissimo, non sto facendo sport o dieta in questo momento. Mi godo anche il mio fisico da mamma. Non ho mai ricercato la perfezione fisica, ma praticavo sport per la mia salute mentale, per scaricarmi. Non ne faccio una malattia, sono felice di come sono anche perché se sono così è anche grazie a lui“.

Domenico Berardi, dal Sassuolo alla Nazionale 

Domenico Berardi ha 26 anni e in un’intervista rilasciata al Sassuolo Calcio ha parlato della sua esperienza nella squadra che gli ha portato il successo: “Quando mi hanno chiamato per il primo ritiro al Sassuolo ero giù in Calabria. Sono arrivato che ero un ragazzo timido e parlavo poco. Non mi aspettavo tutto ciò“. Eppure la promessa del Sassuolo, di strada ne ha fatta da quel 2012 ed attualmente è impegnato con la Nazionale di Mancini a Euro 2020. Riconoscente verso la squadra dice di essere migliorato grazie “ai compagni più grandi” e perché Roberto Mancini non gli ha mai messo pressione, lasciando giocare e “sbagliare” i calciatori.

Francesca Fantuzzi influencer e aspirante sportiva

Francesca Fantuzzi ha 26 anni ed è originaria di Sassuolo, dove è cresciuta e ha studiato. Per amore ha deciso di andare a vivere in una casa sulle colline di Modena, dove abita ancora oggi. La giovane Francesca Fantuzzi è una mamma aspirante influencer. Seguita da oltre 15mila follower, alla Gazzetta dello Sport confessa: “Ho una pagina Instagram di fitness dove a livello amatoriale mostro i miei esercizi, magari un domani prenderò una laurea e diventerà un lavoro. Mi piace vedere gli effetti che fa la palestra sulle persone, quindi chissà”.

Francesca Fioretti vuole innamorarsi ancora: “Non cercherò Davide in altri”

francesca-fioretti-vuole-innamorarsi-ancora:-“non-cerchero-davide-in-altri”

Gossip

Il dolore per la perdita di Astori non svanirà mai, ma oggi è pronta per un nuovo amore: le confessioni dell’attrice

Pubblicato su

Francesca Fioretti si è raccontata in una intervista profonda e intima a Mow, parlando del suo libro Io sono più amore e della possibilità di innamorarsi ancora. Non poteva mancare il ricordo di Davide Astori, il papà della sua bambina scomparso prematuramente prima di una partita di calcio. Il giocatore della Fiorentina è rimasto nei cuori di tutti gli appassionati di calcio e dei tifosi viola, Francesca avverte ancora forte il dolore della sua perdita ma è un dolore che ha cambiato colore nel tempo. Lo ha confermato anche in questa nuova intervista, parlando del suo rapporto con gli uomini oggi.

La Fioretti ha spiegato che gli uomini si approcciano con più delicatezza conoscendo la sua storia, ma i casi umani non mancano mai. Di sicuro chi deciderà di stare al suo fianco dovrà farlo con la consapevolezza di cosa lei e sua figlia hanno sulle spalle: “Accogli me, accogli Vittoria e accogli pure il nostro dolore”, ha detto. Ciò non vuol dire che amerà meno, perché la forza dell’amore, ha spiegato, è più forte del dolore. In futuro si vede accanto a una persona coraggiosa, perché Francesca Fioretti ha voglia di innamorarsi ancora:

“Dopo tre anni ho imparato a convivere con questa storia, la mia paura più grande era non riuscirmi a godermi le cose. Vorrei ancora sorprendermi, innamorarmi, emozionarmi ancora, vorrei ancora essere felice”

Sua figlia Vittoria le chiede un fratellino o una sorellina, ma anche perché non c’è un uomo che vuole sposarla. In tre anni ha avuto delle frequentazioni, ma di una cosa è certa: il suo futuro compagno non somiglierà a Davide. Su questo è stata chiara:

“La persona che mi attirerà in futuro non sarà mai simile a Davide, lui aveva un carattere particolare, ci compensavamo, gli aspetti di Davide non li cercherò in altri. In altri troverò qualcosa che lui non aveva. L’amore per Davide non finirà mai, ma con il tempo si trasforma e non vuol dire che non mi innamorerò più. In questa cosa ci credo fortemente”

Francesca Fioretti ricorda Davide Astori: l’ultimo saluto e il primo incontro

Nel corso dell’intervista, Francesca Fioretti ha raccontato l’ultimo ricordo di Davide Astori. Ha ricordato quindi l’ultima volta che lui l’ha salutata prima di partire per la partita a Udine. Le ha detto che sarebbe tornato presto, non fermandosi a dormire fuori casa anche dopo la trasferta e lei era felicissima di questo. Di quei momenti ricorda proprio tutto: “Mi ricordo tutto, come era vestito e il bacio che mi ha dato, ma è una cosa mia e sono gelosa dei miei ricordi”. Certi dettagli preferisce che rimangano in famiglia, che appartengano solo a lei e a sua figlia.

A proposito del loro primo incontro, invece, ha raccontato che si sono conosciuti in discoteca a Milano per il compleanno di un amico in comune. Entrambi si sentivano un pesce fuor d’acqua però, perché ascoltavano musica diversa. Francesca è andata al bancone del bar e Davide l’ha seguita, le ha chiesto del viaggio in Vietnam fatto con Pechino Express perché ci sarebbe voluto andare anche lui. Hanno iniziato a parlare quella sera senza mai smettere. Per un momento dopo questo primo incontro lei ha avuto dei dubbi, aveva chiamato Davide per dirgli di non volerlo vedere mai più. Ma alla fine si sono ritrovati e hanno vissuto uno splendido amore.

Gerry Scotti conduttore di Scene da un Matrimonio? La sua risposta

gerry-scotti-conduttore-di-scene-da-un-matrimonio?-la-sua-risposta

Televisione

Ieri si è diffusa la voce secondo cui l’amatissimo presentatore sarebbe pronto a riportare in tv un cult Mediaset: lui, però, smentisce

Pubblicato su

La notizia è di ieri: Gerry Scotti condurrà Scene da un Matrimonio? Non ha fatto neanche in tempo a diffondersi per bene in rete che è arrivata la smentita. A lanciare l’indiscrezione ieri è stato Davide Maggio, che però non ha dato per certo la cosa. In realtà si è parlato di una valutazione in corso, di Mediaset che ci starebbe pensando. Della possibilità che accada, non che è certo che accadrà. Insomma, come spesso succede in questi casi, sono solamente delle indiscrezioni che spesso giungono dai corridoi degli uffici in cui se ne discute e che sono ancora in corso di valutazione. E forse proprio perché nulla è certo e nulla è ufficiale spesso i diretti interessati intervengono per smentire.

Lo ha fatto anche Gerry Scotti, amatissimo conduttore di Canale 5 che è stato dato come padrone di casa della domenica sera della rete ammiraglia Mediaset. Una scelta che in realtà sarebbe più che convincente, Gerry è un volto famigliare per il pubblico e piace molto agli italiani. Il suo essere di famiglia è l’ingrediente vincente, che ha saputo costruirsi nel tempo grazie alla persona che ha sempre dimostrato di essere. E poi è divertente, sensibile e per qualcuno anche tenero. Così lo ha definito un giovanissimo cantante di Amici che ha ammesso di sperare di incontrare proprio lui. Non un cantante di alto rango, ma Gerry Scotti.

Insomma, Gerry è uno di famiglia, per l’appunto, e ritrovarselo al proprio matrimonio per il programma storico Mediaset sarebbe piaciuto a tante coppie. Questo è poco ma sicuro. Purtroppo però per il momento è arrivata la smentita. Come riportato da BubinoBlog, infatti, Scotti ha commentato la notizia di Scene da un Matrimonio così: “Non credo proprio…”, questa la risposta data a TvLandia su Instagram. Zio Gerry ha spento ogni speranza di vederlo in questo programma, tuttavia si sa da un po’ di tempo che c’è una novità in arrivo per lui.

Gerry Scotti sarà impegnato con Caduta Libera, Tu Sì Que Vales, Striscia la Notizia e poi aveva annunciato una piccola novità. Dunque le ipotesi sono due: prenderà la domenica sera ma non con Scene da un Matrimonio oppure Mediaset non ne ha ancora discusso con lui. L’indiscrezione potrebbe essere stata intercettata prima che il tutto si concretizzasse, perché no?

“Tori Spelling e Dean McDermott stanno per separarsi”: ecco perché

“tori-spelling-e-dean-mcdermott-stanno-per-separarsi”:-ecco-perche

Tori Spelling, l’indimenticabile Donna di Beverly Hills 90210, ha ammesso ad alcune fonti vicine a Us Weekly di dormire in camere separate con suo marito, Dean McDermott. La coppia avrebbe ormai problemi da anni e il fatto di dormire in camere separate è un segnale chiaro che l’amore è ormai giunto al termine.

Il gossip su Tori Spelling e Dean McDermott

Tori Spelling, 48 anni, Dean McDermott, 54, si sono sposati nel 2006 e hanno avuto cinque figli in tutto: Liam, 14, Stella, 13, Hattie, 9, Finn, 8 e Beau, 4 anni. Le cose tra loro stanno andando davvero molto male. Si allungherebbe quindi la lista di coppie famose destinate purtroppo a scoppiare:“Tori e Dean hanno grossi problemi da oltre un anno ormai. Il fatto che Tori abbia ammesso di dormire in letti separati è molto significativo, non lo farebbe a meno che le cose non andassero diversamente tra loro.”, dice la fonte a Us Weekly.

La confessione di Tori Spelling

Nel corso del Jeff Lewis Live, trasmissione radiofonica in on da su SiriusXm, Tori Spelling non si è tirata indietro e ha di fatto alimentato tutte le ipotesi e le speculazioni sulla coppia: “In questo momento, i miei bambini e i miei cani dormono nel mio letto. Da quando se ne è andato – questo non va bene, ragazzi – ma da quando se n’è andato è stato via per sei mesi di riprese in un altro paese, sono rimasti tutti con me. Quindi al momento ne ho ancora quattro in camera da letto con me che devono ancora tornare nelle loro stanze, sì”. Tori Spelling si riferiva al fatto che suo marito era lontano per girare in un altro Paese, quindi sarebbe abituata a stare da sola. Tori Spelling avrebbe poi smesso di indossare la sua fede nuziale da marzo 2021 e questo non ha fatto altro che aumentare le supposizioni di un possibile addio. I due attori non hanno ancora commentato ufficialmente tutte le supposizioni su di loro.

Bollettino del 22 giugno: i dati dell’epidemia di oggi in Italia

bollettino-del-22-giugno:-i-dati-dell’epidemia-di-oggi-in-italia

Il Ministero della Salute, oggi martedì 22 giugno, ha reso noto il bollettino della pandemia da Covid in Italia.

bollettino 22 giugno epidemia oggi
(Getty Images)

In attesa del bollettino del Ministero della Salute, ecco i dati sull’epidemia della giornata di ieri lunedì 21 giugno diffusi tramite la relativa tabella sanitaria. I contagi complessivi dall’inizio dell’emergenza è salito a 4.253.460 casi. Il numero degli attualmente positivi è 76.853. Il numero dei guariti è giunto a 4.049.316. I decessi, invece, hanno raggiunto le 127.291 unità. Il numero di persone ricoverate nelle terapie intensive è in calo: 385 in totale.

Ministero della Salute: i dati del Covid in Italia nella giornata di lunedì 21 giugno

bollettino 22 giugno epidemia oggi
(Getty Images)

Il Ministero della Salute nella giornata di ieri ha reso noti i dati sulla pandemia da Covid-19 in Italia. Il numero dei contagi complessivi è salito a 4.253.460 con un incremento di 495 casi. Di questi 76.853 sono gli attualmente positivi, ossia 10.853 in calo rispetto a domenica. Il numero dei pazienti in terapia intensiva invece è pari 385 (-4), mentre quello dei guariti è salito a 4.049.316 (+11.320). Infine, nel bollettino, si evince che i decessi hanno subito un incremento di 21 morti portando il bilancio a 127.291.

LEGGI ANCHE —> Ovetti Kinder, vietata la vendita in alcuni luoghi: la motivazione è assurda

Bollettino Protezione Civile, l’aggiornamento sui numeri del Coronavirus di domenica 20 giugno

Come di consueto il Ministero della Salute nella giornata di domenica ha riportato i dati sull’epidemia da Covid-19 in Italia. Salito il numero dei casi di contagio nel nostro Paese per un totale di 4.252.976. Di questi attualmente positivi erano 87.710.

LEGGI ANCHE —> Amazon, come ottenere lo sconto al Prime Day: che bella notizia per gli utenti

Diminuiscono i ricoveri nelle terapie intensive: 389 in totale. Il numero dei guariti era giunto a 4.037.996. Infine cresceva ancora il bilancio dei decessi per un totale di 127.270 vittime. A breve il bollettino di oggi con i dati aggiornati sull’epidemia da Coronavirus in Italia.

Aned rinnova l’impegno per un mondo senza dialisi. Al via l’assemblea generale dell’associazione

aned-rinnova-l’impegno-per-un-mondo-senza-dialisi.-al-via-l’assemblea-generale-dell’associazione

Domenica 20 giugno i soci di Aned Onlus si sono riuniti in videoconferenza per eleggere i membri del direttivo nazionale e i revisori dei conti.

Presenti anche il Direttore del Centro nazionale Trapianti, Massimo Cardillo e la Consigliera della Società italiana di Nefrologia, Marcora Mandreoli.

Milano, 21 giugno 2021–Dopo un anno e mezzo di pandemia, le condizioni di vita di 90mila trapiantati e dializzati italiani si sono complicate. Le iniziali difficoltà ad accedere in sicurezza ai centri dialisi hanno lasciato spazio a quelle attuali, legate alla scarsa efficacia dei vaccini a stimolare la risposta di sistemi immunitari indeboliti dai farmaci anti rigetto. Problemi contingenti, che si sommano a quelli strutturali legati ai trasporti, al lavoro e alle donazioni di organi.

Nel complesso, tuttavia, anche durante la crisi scatenata dal Covid, il sistema di assistenza alle persone più fragili ha retto bene. Ed è proprio da qui, dalla ottima performance garantita da Aned Onlus negli ultimi 14 mesi, che sono partiti i lavori della 49esima Assemblea generale dell’Associazione Nazionale Emodializzati, Dialisi e Trapianto.

“In questo ultimo anno e mezzo – sottolinea il presidente nazionale Giuseppe Vanacore – Aned si è battuta per tutelare i diritti delle persone più fragili, troppo spesso lasciate ai margini da una politica miope e confusa. Abbiamo ottenuto risultati importanti, primo tra tutti il diritto ad essere esentati dal lavoro durante i mesi in cui i contagi galoppavano maggiormente, senza per questo vedere intaccato il periodo di comporto. Il fronte attuale di ANED è naturalmente quello dei vaccini anti Covid-19: abbiamo chiesto al Ministro della Salute che vengano garantiti test gratuiti ai soggetti immunodepressi sottoposti alla vaccinazione, per monitorarne l’efficacia e la risposta immunitaria.

Ma da soli non avremmo potuto fare molto: è stato essenziale il contributo e la collaborazione degli altri attori del settore sanitario e associativo. Una sinergia che siamo felici di replicare in sede alla nostra assemblea, con la presenza della Società italiana di Nefrologia e del Centro nazionale trapianti. Siamo onorati di poter ospitare la Dottoressa Marcora Mandreoli e il Direttore Cardillo alla nostra assemblea, unitamente al Direttore del Comitato Scientifico di ANED, il Dottor Antonio Santoro. Se vogliamo raggiungere l’obiettivo di un mondo senza dialisi serve il contributo di tutti”.

Durante l’assemblea sono stati eletti i nuovi membri del Consiglio Direttivo: Patrizia Babini, Panico Carolina, Rosa Colagiacomo, Carlo Alberto Garavaldi, Vincenzo Irace, Margherita Mazzantini, Emilio Mercanti, Pasquale Scarmozzino, Anna Viola.

Ultimi articoli pubblicati

Roberto Da Crema, il Baffo oggi: cosa fa e perché vive a Lampedusa

roberto-da-crema,-il-baffo-oggi:-cosa-fa-e-perche-vive-a-lampedusa

News

Che fine ha fatto il re delle televendite? Da tempo è lontano dalla tv ma continua a vendere per divertimento

Pubblicato su

Passano gli anni ma vendere resta una missione per Roberto Da Crema. L’ex re delle televendite, conosciuto ai più con il nome di Baffo, ha raccontato al settimanale Nuovo Tv cosa fa oggi per vivere. Il 68enne vende il pesce a Lampedusa una volta a settimana. Da Crema si è trasferito da qualche tempo sull’isola siciliana. Qui va a pesca tutte le mattina alle 6, anche con il vento e la pioggia. Una grande passione che accompagna ormai da anni.

Alla rivista edita da Cairo Editore Roberto Da Crema ha rivelato:

“Quando i pescatori hanno visto la mia grande passione hanno cominciato a invitarmi sui loro pescherecci. E adesso, ogni tanto, vendo il pesce dietro al banco del mercato. Lo faccio per puro divertimento”

Quanto guadagna Roberto Da Crema con la sua attività da pescatore? Nulla, l’ex re delle televendite regala i pesci alla pescheria e loro in cambio confidano all’ex conduttore i punti strategici dove andare a pescare con la sua barchetta.

Il Baffo ha spiegato che si diverte molto a vendere e che non può proprio farne a meno nonostante non sia più il giovanotto di un tempo. In più la pescheria del mercato gli ricorda molto le prime vendite che faceva sulle pedane nei supermercati quando era poco più che un adolescente.

Se per il pescato non guadagna nulla, come si mantiene oggi Roberto Da Crema? L’uomo ha un’azienda a Milano che si occupa di stock e cambio merci. Attualmente è gestita dai figli del Baffo, Morris e Valentina.

La famiglia Da Crema ha quattro punti vendita con ottanta dipendenti. “Adesso anche io sono un loro dipendente, per cui mi danno il mio stipendio”, ha fatto sapere il Baffo, che si divide dunque tra due lavori completamente diversi.

E la vita privata? Da 45 anni Roberto Da Crema è sposato con la moglie Raffaella, la donna della sua vita. La coppia ha avuto due figli e diversi nipotini.

Il Baffo ha confidato di aver avuto molti flirt con donne del mondo dello spettacolo prima di conoscere Raffaella ma per galanteria ha preferito non svelare i nomi delle fortunate.

Roberto Da Crema tornerà mai in tv? Al diretto interessato non dispiacerebbe partecipare all’Isola dei Famosi, dove potrebbe mettere in campo le sue abilità da pescatore. Negli ultimi anni ha fatto qualche incursione nel salotto di Barbara d’Urso.