Autore: Matteo De Luca

Belen raddoppia: due programmi in tv dopo la nascita della figlia

belen-raddoppia:-due-programmi-in-tv-dopo-la-nascita-della-figlia

Gossip

La Rodriguez non ha alcuna intenzione di fermarsi dopo l’arrivo della piccola Luna Marie

Pubblicato su

Manca ormai poco al parto di Belen Rodriguez. La secondogenita Luna Marie dovrebbe nascere tra la fine di giugno e i primi giorni di luglio. Una grande emozione per la soubrette argentina, già mamma di Santiago avuto otto anni fa dal rapporto ormai concluso con Stefano De Martino. Nonostante la seconda maternità la sud americana non intende fermarsi e la sua agenda è già fitta di impegni per i prossimi mesi.

Belen Rodriguez è stata infatti confermata al timone di Tu si que vales insieme ad Alessio Sakara e Martin Castrogiovanni. Le registrazioni del programma prodotto da Maria De Filippi dovrebbero iniziare tra la fine di luglio e agosto, proprio poche settimane dopo il parto di Belencita. Ma non è finita qui perché nel futuro della Rodriguez c’è anche una nuova trasmissione…

Stando a quanto riporta il settimanale Vero oltre a Tu si que vales Belen Rodriguez è in lizza per guidare un nuovo format in onda su Italia Uno. Secondo alcune insistenti voci raccolte a Mediaset la nuova sfida tv dell’argentina sarà un contenitore dedicato alle donne e alle mamme lavoratrici. Un tema molto caro a Belù, che ha due figli e non ha mai messo da parte la sua carriera.

Belen e il significato del nome Luna Marie

Come spiegato a Canzone Segreta di Serena Rossi, è stato Santiago a scegliere il nome della figlia di Belen Rodriguez e Antonino Spinalbese.  Nessuna gelosia da parte del bambino, come ha chiarito mamma Belen. La Rodriguez ha poi voluto aggiungere il nome Marie a Luna per dare un “tocco poetico” alla sua bambina in arrivo.

Una decisione che è piaciuta ad Antonino Spinalbese, che condivide con Belen Rodriguez gli stessi valori e gli stessi obiettivi. Nonostante la differenza d’età – lei 36 anni, lui 26 – Belen e Antonino sono molto complici e affiatati.

L’hair stylist con la passione per la fotografia e il disegno ha immediatamente conquistato pure il resto della famiglia Rodriguez, che l’ha accolto a braccia aperte. Cecilia, sorella di Belen, non ha nascosto di provare molta simpatia per il nuovo cognato, con il quale è entrata subito in sintonia.

Ha un malore mentre distribuisce volantini, nulla da fare per lui: una tragedia assurda

ha-un-malore-mentre-distribuisce-volantini,-nulla-da-fare-per-lui:-una-tragedia-assurda

L’uomo era impegnato nel centro storico di Galatina quando è stato colto da un malore provocato dalle alte temperature, comunità sotto choc.

Ondata di caldo

Il caldo intenso degli ultimi giorni sta avendo degli esiti sulla salute umana anche molto gravi. Un uomo di 35 anni è morto mercoledì scorso nel centro di Galatina, Lecce, mentre stava distribuendo dei volantini per conto di un’azienda pubblicitaria della zona.

La vittima si chiamava Antonio Valente ed era originario di Miggiano, frazione di Tricase. Nulla da fare per lui, colpito da un attacco cardiaco dovuto all’insolazione è morto sul colpo. I sanitari giunti subito sul posto non hanno potuto fare nulla per lui, il decesso è sopraggiunto dopo l’arrivo in ospedale.

Il malore in strada e poi il trasferimento in ospedale

La tragedia si è consumata a Galatina, dove il 35enne stava lavorando quando si è sentito male.

Antonio Valente
Antonio Valente (Foto Facebook)

Antonio Valente ha accusato un malore mentre copriva la zona del centro storico per un’azienda pubblicitaria. Secondo le prime testimonianze sembra che proprio Antonio abbia chiesto aiuto a dei passanti del centro, poi il trasporto d’urgenza in ospedale.

Il secondo passaggio nella struttura di Casarano è stato necessario viste le sue condizioni apparse subito molto gravi. La morte è sopraggiunta però poche ore dopo per arresto cardiaco.

LEGGI ANCHE –> Strage a Miami, crolla edificio di 12 piani: tante le vittime | VIDEO

LEGGI ANCHE –> Covid, l’uomo con il tempo di malattia più lungo di sempre: che record!

La comunità è incredula per quanto accaduto, i funerali sono previsti per oggi pomeriggio nella chiesa parrocchiale dove Antonio viveva con la famiglia.

Contrariamente sul ragazzo non è stata svolta l’autopsia, fin da subito è stata accertata la morte per un colpo di calore sopraggiunto ed una forte disidratazione.

La tragedia non è la sola in Puglia, già pochi giorni prima era morto un bracciante nel brindisino impegnato nella raccolta agricola. Questi era stato colto da un infarto mentre rincasava in bicicletta.

Il sensore che si mette sulla scarpa e corregge la postura dei runner

il-sensore-che-si-mette-sulla-scarpa-e-corregge-la-postura-dei-runner

iKinesis è in grado di ottimizzare e correggere i movimenti dei podisti in tempo reale, così da risolvere fastidi e migliorare le prestazioni

Un sensore che potrebbe cambiare la vita degli sportivi, perché in grado di prevenire gli infortuni e migliorare le prestazioni. Non è il primo a promettere una così alta ambizione, ma iKinesis deve essere considerato da podisti, professionisti e amatoriali, poiché si affida a una intelligenza artificiale per monitorare, ottimizzare e correggere i movimenti in tempo reale durante la corsa. L’obiettivo è rendere l’attività meno traumatica e più efficiente, intervenendo sulla postura, grazie a un piccolo dispositivo da fissare sulla scarpa che archivia dati sull’applicazione dedicata per smartphone e smartwatch.

Le informazioni sono accompagnate da consigli ed esercizi basati sull’analisi dei punti forti e quelli da rinforzare: dalla cadenza alla lunghezza del passo e tempo di volo. Con l’analisi dei gesti restituita in formato 3D, sarà più semplice e rapido riconoscere problematiche e, dietro consulto medico, intervenire nel modo più accurato. Buono anche per consentire una corsa senza pesi e fastidi, poiché registra e analizza i movimenti senza dover portarsi dietro orologio o telefono, iKinesis è stato ideato dal fisioterapista francese Frédéric Vieilledent – già fondatore della startup Sóma – e si può prenotare qui al costo di 155 euro, con spese di spedizione incluse e consegne previste a partire dal prossimo ottobre.

I supermercati “nascosti” uccideranno quelli tradizionali?

i-supermercati-“nascosti”-uccideranno-quelli-tradizionali?

Blok e Gorillas sono startup che puntano sui dark store, negozi invisibili di vicinato che consegnano la spesa a domicilio in 10 minuti. Sono il futuro?

Carrello della spesa (Getty Images)
Carrello della spesa (Getty Images)

Una porta anonima in una traversa di via Savona, distretto alla moda di Milano. In un centinaio di metri quadri senza affaccio sulla strada c’è il magazzino di Blok. Spesa in dieci minuti a casa agli stessi prezzi del retail: questa la proposta della startup fondata da Hunab Moreno e Vishal Verma in Spagna, arrivata a Milano a maggio. Qualche giorno dopo è stata la volta di Gorillas, fresca di un finanziamento da 290 milioni di dollari. Stesso modello. “L’idea di fondo è avere accesso in tempo reale a beni di prima necessità tramite app – dice a Wired Alessandro Colella, country manager di Gorillas -. Oggi per ordinare la spesa online bisogna scegliere slot a 48 ore di distanza e organizzare la giornata attorno a quello. Noi proviamo a fare una cosa diversa“.

Le corsie di Blok ricordano quelle dei piccoli alimentari di paese. Sugli scaffali solo prodotti essenziali. Assortimento che varia a seconda dei residenti del quartiere. Ci sono altri player in arrivo: Getir e Dija, tra gli altri. L’unica costante è la promessa: consegne rapidissime, stessi prezzi del negozio.

Quando arriva un ordine su Blok, si illumina lo schermo piazzato su un totem in bella vista. Imagazzinieri si trasformano in rider in sella a biciclette elettriche. “Sono tutti assunti”, dice l’amministratore delegato Hunab Moreno. L’idea, racconta, risale all’inizio di gennaio, poco più di sei mesi fa. I primi finanziamenti (round pre-seed) sono arrivati dopo 30 giorni. “La cifra raccolta per il momento non la dichiariamo” dice l’imprenditore, esperienze internazionali in grandi attori del food delivery.

L’ha annunciata, invece la tedesca Gorillas: 290 milioni di dollari che portano l’azienda a una valutazione di oltre un miliardo, abbastanza per guadagnarsi lo status di unicorno. A fondarla un anno fa l’imprenditore turco Kagan Sümer.

L'interno del dark store di Blok
L’interno del dark store di Blok

Una nuova filiera del commercio

Le basi paiono esserci. Le dark kitchen – ristoranti che cucinano solo per l’asporto – hanno già avuto un discreto successo.  Ma per Jat Sahi, consulente specializzato di Fujitsu intervistato da Business Insider, i supermercati nascosti non funzioneranno altrettanto bene: “I prodotti alimentari sono facilmente comparabili; mentre i pasti cucinati da un ristorante non lo sono”. Senza citare l’incognita legata alla fine del lockdown. Non tutti, però, sono d’accordo. E l’analogia con la grande distribuzione organizzata (gdo) può essere un punto di partenza per tentare di capire se cambieremo davvero modo di fare la spesa. La gdo non ha grossi margini di guadagno. Il sistema, così come è disegnato, potrebbe essere insostenibile.

Il modello economico oggi non è sempre il punto di partenza della creazione di impresa. Ce ne sono alcuni che, pur essendo in perdita, trovano il riscontro di mercato e di una comunità finanziaria che li sostiene”, dice Enrico Capoferri, trent’anni nella grande distribuzione e poi il salto nell’imprenditoria con Erbert. Metà supermercato, metà ristorante, la costante è la selezione maniacale delle materie prime, fatte a monte sulla base di una filosofia: chi viene deve poter “fare la spesa ad occhi chiusi”.

Amazon, prosegue Capoferri, “ha lavorato per tantissimi anni in perdita, portando avanti investimenti estremamente rilevanti nella logistica, per poi cominciare a rosicchiare quote di mercato e creare la possibilità di una redditività”. Tra acquisizioni (come Whole Foods), prodotti a marchio proprio e una strategia di servizi cloud sempre più centrale, il rivenditore di libri il cui business plan l’ingegner Jeff Bezos scrisse in macchina a metà anni Novanta si è trasformata nel colosso che conosciamo.

Memore di questo precedente, “la finanza oggi può arrivare a concedere cinque-sette anni – osserva Capoferri -.  Se si ragionasse in termini di mero conto economico, un distributore dovrebbe dire che, semplicemente, non può funzionare. Ma se fossi uno degli attori storici della gdo starei attento: davanti a questo fermento di innovazione e innovatori, penso a Cortilia, Everli e a chi consegna in dieci minuti, è possibile che ci troviamo di fronte a una svolta. Soprattutto se il cliente si rivolge a brand noti: la Nutella è sempre la Nutella, da chiunque la si compri. E quindi il consumatore guarda sempre più alla dimensione del servizio”.

Supermercato
Foto: pixabay.com

Destrutturare il processo di approvvigionamento

La lettura teorica prova a fornirla Giacomo Pastore, ad di Fresco Frigo. L’azienda produce distributori automatici intelligenti che posiziona in luoghi strategici, grandi uffici, palestre e condomini. La selezione dei prodotti è basata sul fresco, ma non solo: ogni smart freezer collegato al cloud, assicura Pastore, rileva i dati di passaggio e persino quelli meteo e li trasmette a un algoritmo, che su queste basi decide il riempimento con cadenza settimanale grazie ad accordi con produttori locali: più gelati se fa caldo, più comfort food se il tempo non è clemente ed è meglio portarsi dietro l’ombrello.

Si sta destrutturando uno dei processi più consolidati dell’esistenza, il processo di approvvigionamento chiosa il manager -, quello per cui andiamo a fare la spesa recandoci in un posto preciso. Oggi siamo noi a portare la spesa dal cliente.  Il fenomeno dei dark store è questo”. Certo, non mancano i problemi. I costi fissi, come quelli sul lavoro anche per questioni di reputazione, restano. “Oggi un barattolo di pomodori bei dark store si paga la stessa cifra che al supermercato. Ma quando le richieste aumenteranno, anche il prezzo crescerà. Lo stesso tesso trend lo abbiamo osservato nella delivery: gratis all’inizio, oggi spesso i ristoranti hanno due listini differenti”, prosegue Pastore.

supermercato

Solo dieci minuti?

Ordinare i biscotti per colazione quando suona la sveglia è meraviglioso. Ma potrebbe non realizzarsi sempre la promessa dei 10 minuti. Luigi Strino, fondatore Pony U, azienda italiana che si occupa di delivery, tuttavia non si preoccupa: “Nessuno si sognerebbe di protestare se il corriere arrivasse dopo quindici o venti. Il compromesso è accettabile. Anche perché il modello della grande distribuzione ecommerce oggi è la consegna in tre giorni”.

Inoltre, aggiunge, “la gran parte dei prodotti non è urgente. Se i dark store hanno il pregio di consegnare la merce subito, in futuro il prezzo per questo lusso potrebbe essere la disponibilità a pagare un prezzo più alto”.

Di fronte a questo scenario la gdo non può dormire sonni tranquilli. E sebbene anche i dark store debbano far fronte al costo degli affitti, possono accontentarsi di aree di minor passaggio (e più convenienti). La selezione fa il resto, riducendo gli spazi. Un accurato lavoro di analisi delle referenze, condotte con tecnologie oggi alla portata di molti, consente di puntare su ciò che viene effettivamente comprato, stringendo anche accordi con produttori iperlocali che conoscono i trend.

A dispetto di questa agilità, la gdo sembra un pachiderma, sottolinea Capoferri: “Se si ha un’organizzazione basata sui volumi e una presenza fisica molto importante, qualsiasi modifica è rilevante e sconquassa il modello consolidato. Forse i discount soffriranno meno perché sono improntati all’efficienza, ma per il resto tutti gli attori si trovano sulla stessa barca”. Carrefour sta provando a trasformarsi in Francia, investendo su aziende di piatti pronti e mense. La partita è aperta.

Jennifer Aniston svela finalmente quali sono i rapporti con Brad Pitt

jennifer-aniston-svela-finalmente-quali-sono-i-rapporti-con-brad-pitt

Amicizia o ritorno di fiamma? Ormai da anni si parla del rapporto tra Brad Pitt e Jennifer Aniston, che da tempo sono ufficialmente single dopo i rispettivi divorzi da Angelina Jolie e Justin Theroux. A chiarire qual è l’attuale legame tra i due, sposati dal 2000 al 2005 (lui la lasciò per Angelina), è stata proprio la Aniston in un’intervista rilasciata il 23 giugno nel programma The Howard Stern Show.

Jennifer Aniston e Brad Pitt sono amici

L’attrice è stata ospite con le amiche Lisa Kudrow e Courteney Cox, le co-protagoniste di Friends con cui recentemente c’è stata una reunion dedicata alla serie. Immancabile la domanda su Pitt, che a settembre 2020 la Aniston ha incontrato “virtualmente”: entrambi, con altri colleghi, sono stati protagonisti di una lettura live della sceneggiatura del film Fuori di testa. “È stato assolutamente divertente“, ha spiegato Jennifer, svelando una volta per tutte il suo attuale rapporto con l’ex: “Brad e io siamo amici, abbiamo un legame di amicizia“. Insomma, i rancori per il tradimento subito sono ormai un ricordo lontano, ma al contempo non si parla di un possibile riavvicinamento sentimentale.

Ci parliamo, e non c’è niente di strano, tranne per tutti quelli che hanno visto il live e probabilmente volevano o presumevano che ci fosse qualcosa di strano. Ci siamo divertiti, ed è stato per una grande causa, CORE [l’organizzazione no profit di assistenza alla comunità di Sean Penn].

Jennifer Aniston è single

Al momento l’attrice è libera. Alla domanda se si sposerà di nuovo, la 52enne non è così convinta, come ha spiegato a People: “Oh Dio, non lo so. Non è nei miei programmi. Sono interessato a trovare un partner fantastico e vivere una vita piacevole e divertirci insieme. Questo è tutto ciò che dovremmo sperare. Non deve essere qualcosa scolpito sulla pietra nei documenti legali“. Non è interessata a utilizzare app per incontri:

Assolutamente no. Mi limiterò a seguire le normali modalità di appuntamento. Voglio che qualcuno mi chieda di uscire, è il modo che preferisco.

Le recenti reunion di Jennifer Aniston e Brad Pitt

La reunion in video dei “Bennifer”, non se ne abbiano a male se li chiamiamo ancora così, è stata la conferma che tra i due hanno superato definitivamente i trascorsi burrascosi risalenti a ormai oltre 15 anni fa, quando Pitt conobbe la Jolie sul set di Mr e Mrs Smith e decretò la fine di una delle coppie più amate di Hollywood, per iniziare una relazione ancora più chiacchierata. Brad e Jennifer si erano peraltro già rivisti pubblicamente ai Sag Awards 2020, con un incontro con baci e abbracci che aveva fatto il giro del mondo. La Aniston ha definitivamente perdonato l’ex marito e non a caso, alla reunion di Friends, ha raccontato come il suo momento preferito della serie sia proprio quello in cui ha recitato con Pitt. A questo punto, rivederli di nuovo in coppia è così impossibile?

Emanuela Tittocchia, confessione privata: “Ho nascosto un amore tormentato”

emanuela-tittocchia,-confessione-privata:-“ho-nascosto-un-amore-tormentato”

Scritto da , il Giugno 23, 2021 , in Gossip

foto Emanuela Tittocchia Isola dei Famosi

Emanuela Tittocchia innamorata di un uomo misterioso: “Pensavo fosse la persona giusta”

Emanuela Tittocchia è stata una delle protagoniste dell’ultima edizione dell’Isola dei Famosi. Nonostante la sua partecipazione al reality di Ilary Blasi, la showgirl ha custodito un segreto che non ha mai rivelato davanti alle telecamere. A quanto pare la Tittocchia avrebbe nascosto per diverso tempo una storia d’amore tormentata. A rivelarlo è la stessa showgirl ai microfoni di RTL 102.5 News, durante Trends&Celebrities: “Ho frequentato un ragazzo di cui ero molto innamorata due anni fa…Pensavo fosse la persona giusta”. Emanuela Tittocchia rivela di aver sofferto molto per la fine di questa relazione, che anche se breve ha lasciato delle ferite profonde, ma non è tutto. La showgirl ammette di aver nascosto a tutti questa storia d’amore per rispettare la privacy di quest’uomo misterioso: “Non si tratta di una persona del mondo dello spettacolo. Voglio mantenere la privacy, con lui è stato un amore tormentato”.

Emanuela Tittocchia svela di aver vissuto un amore segreto: “È stata una storia complicatissima”

Emanuela Tittocchia racconta per la prima volta ai microfoni di RTL 102.5 News di aver avuto una storia d’amore molto tormentata. “È stata una storia complicatissima”, ammette la showgirl, rivelando di aver sofferto molto il fatto di non poter condividere questo aspetto della sua vita privata. Emanuela Tittocchia, che di recente ha parlato di Rosaria Cannavò, non si sbilancia sull’identità di questo uomo misterioso, con cui a quanto pare sarebbe ancora in contatto. Ciò che però afferma Emanuela, è di averci messo molto tempo a metabolizzare la delusione per la fine di questo amore che anche se durato poco, è stato talmente profondo da farle pensare di aver trovato la persona adatta a lei.

Emanuela Tittocchia sulla fine della sua relazione: “Ho sofferto come una matta”

Emanuela Tittocchia non nasconde la difficoltà provata nel momento in cui si è resa conto che la sua storia d’amore non avrebbe avuto un futuro. L’ex naufraga dell’Isola dei Famosi, spiega di aver dato più di una possibilità all’amore per quest’uomo misterioso, ma che a causa di forti differenze caratteriali, entrambi non sono riusciti a dare una svolta al loro rapporto. “Ho sofferto come una matta”, confessa Emanuela Tittocchia, che ad oggi svela di continuare a sentire l’uomo di cui è stata innamorata, ma solo per motivi di lavoro. Sarà davvero così?

Luca Laurenti, perché ha lasciato la tv? Il motivo dell’abbandono

luca-laurenti,-perche-ha-lasciato-la-tv?-il-motivo-dell’abbandono

Rivelate a distanza di tempo, le ragioni del periodo di lontananza dal piccolo schermo.

Paolo Bonolis e Luca Laurenti sono una coppia artistica da più di trent’anni e ci hanno regalato tante risate e anche momenti di riflessione.

Laurenti ha accompagnato il conduttore in tantissime trasmissioni e hanno raggiunto con successo la nona stagione alla conduzione di Avanti un Altro e della sua versione serale.

Luca Laurenti, perchè ha lasciato la tv? Il motivo dell'abbandono
Paolo Bonolis e Luca Laurenti (Screenshot Instagram)

Il Maestro, ovvero Laurenti, appellativo conquistato grazie al talento nel cantare e suonare il pianoforte, ha accompagnato proprio come musicista il conduttore in varie trasmissioni e quiz televisivi.

Tra i tanti ricordiamo Tira e Molla, Chi ha incastrato Peter Pan?, Ciao Darwin, Il gatto e la volpe o il telegiornale satirico di Canale 5, Striscia la Notizia.

Luca Laurenti, le motivazioni della sua assenza in televisione

Il musicista e presentatore è un personaggio pubblico che ha scelto di rimanere lontano dai social, una caratteristica atipica oggi ma assolutamente normale secondo gli amici di Laurenti. Infatti il maestro è una persona molto schiva e riservata.

Da quanto riportato nel corso di una diretta Instagram da Marco Salvati, amico e autore di Avanti un Altro, in compagnia di Paolo Bonolis, l’autore ha affermato che Laurenti conduce una vita solitaria, in un’ambiente meditativo.

Salvati ha infatti dichiarato:

Un po’ come gli indigeni della foresta, che hanno paura che gli rubino l’anima”.

LEGGI ANCHE–> Luca Laurenti confessa il dramma della malattia: Bonolis l’ha salvato così

Nella diretta è intervenuto anche Bonolis che ha ironizzato sul fatto che probabilmente Laurenti non è nemmeno a conoscenza dell’emergenza sanitaria da Covid, affermando:

LEGGI ANCHE–> Carlo Conti e Paolo Bonolis umiliati da Pippo Baudo: cosa c’è di vero sotto

È isolato all’interno della sua abitazione non avendo nessun contatto con l’esterno”.

Inoltre Bonolis ha rivelato che quando i due non sono impegnati da registrazioni o progetti lavorativi, non si sentono al telefono perché Luca è fatto così. Intanto il programma condotto dal duo, Avanti un Altro continua a riscuotere un grande successo anche in replica.

Andrea Cerioli, il retroscena: in passato sarebbe stato corteggiato da una donna del Trono over (FOTO)

andrea-cerioli,-il-retroscena:-in-passato-sarebbe-stato-corteggiato-da-una-donna-del-trono-over-(foto)
Andrea Cerioli
Andrea Cerioli

Andrea Cerioli corteggiato da una dama del Trono over? Il rumor

Non tutti ricordano che Andrea Cerioli in passato oltre ad aver partecipato al Grande Fratello ha ricoperto il ruolo di tronista per ben due volte. Durante la sua prima partecipazione a Uomini e Donne avvenuta nel 2014., il ragazzo bolognese sarebbe stato corteggiato da una dama del Trono over. Almeno è quanto è stato riportato dal noto portale web Bigodino.it.

Infatti, in un articolo si legge: “Andrea Cerioli, nel corso della sua prima esperienza nel dating show di Maria de Filippi era stato corteggiato da una dama ancora presente nel programma. Nella scorsa edizione aveva fatto parlare di sé per la conoscenza che aveva iniziato con il partenopeo Armando Incarnato. Di chi si tratta? Della bellissima Brunilde Habibi. La dama non è affatto un nuovo arrivo nel programma di Maria de Filippi, dato che già nel 2014 aveva preso parte al programma. In quell’occasione Brunilde aveva vestito i panni di corteggiatrice del trono classico: uno dei tronisti era Andrea Cerioli, mentre l’altro era Jonas Berami“.

Brunilde, ex dama del Trono over di U&D

Quella riportata dal sito Bigodino sembra essere una verità a metà. Infatti, l’ex dama Brunilde Habidi che oggi ha 33 anni, nel 2014 ha partecipato davvero a Uomini e Donne, ma non è mai apparsa come corteggiatrice del duo di tronisti composto da Andrea Cerioli e l’attore spagnolo de Il Segreto, Jonas Berami.

Infatti, quest’ultimi erano seduti sul trono a settembre del 2014. Pare che si tratta di quella di Luca Viganò e Marco Fantini, che hanno rivestito il ruolo di tronisti nella primavera del 2014, prima delle ferie estive. (Continua dopo al foto)

Brunilde, ex dama del Trono over di Uomini e Donne
Brunilde, ex dama del Trono over di Uomini e Donne

Roberto Ciufoli lancia una frecciata ad Andrea Cerioli

Recentemente l’ex naufrago Roberto Ciufoli è tornato a parlare della sua esperienza a L’Isola dei Famosi 2021. Tuttavia, il giornalista gli ha chiesto se un giorno farà prima o poi il Grane Fratello Vip.

Il comico ha detto mai nella vita e poi ha colto l’occasione per lanciare una frecciata velenosa al vincitore Awed e all’ex tronista Andrea Cerioli. “E’ un po’ la piega che ha preso anche l’Isola, tutto sommato ha trionfato l’idea di aver portato il divano in riva al mare. Andrea e Awed, con tutto il rispetto, hanno fatto il Grande Fratello e non l’Isola”, ha asserito l’attore.

Italia Sì non dimezza e anticipa, Marco Liorni promosso: out la Balivo

italia-si-non-dimezza-e-anticipa,-marco-liorni-promosso:-out-la-balivo

Televisione

Le prime indiscrezioni sulla nuova stagione televisiva di Rai Uno: il palinsesto del sabato pomeriggio e i nuovi orari

Pubblicato su

Italia Sì di Marco Liorni confermato per la prossima stagione e con delle novità. Si è parlato nelle scorse settimane di un possibile dimezzamento di orario del programma, ma non è accaduto. In attesa della presentazione dei palinsesti autunnali di casa Rai, sono iniziate a trapelare le prime indiscrezioni. Come rivelato da Davide Maggio, anzi, il programma pare abbia ricevuto una sorta di promozione. Marco Liorni andrà in onda in un orario diverso e il programma sarà potenziato, ha aggiunto BubinoBlog. Insomma, pare siano giornate molto intense per chi lavora alla trasmissione del sabato pomeriggio di Rai Uno.

C’è quindi un nuovo orario di Italia Sì: andrà in onda alle 14 alle 16,40. Dopo Liorni andranno in onda Linea Bianca e Linea Blu, che si alterneranno nel corso della stagione, e alle 18 ci sarà spazio per A Sua Immagine. Per Italia Sì sono state confermate le due ore e mezza circa di trasmissione, nessun dimezzamento e nessuna cancellazione di rubriche all’interno del programma. Questo è quanto trapelato al momento dalle notizie in rete. Ma perché si era parlato di una possibile riduzione di orario di Italia Sì?

Sebbene i rumors siano stati diversi, i siti più informati hanno continuato a smentire il ridimensionamento di Liorni a favore di altri programmi. Nello specifico il conduttore sarebbe dovuto andare in onda per meno tempo per lasciare spazio a Caterina Balivo nel sabato pomeriggio di Rai Uno. Ebbene, non succederà. Sul perché non sia stato affidato un programma alla conduttrice, che si è presa una pausa dopo Vieni da Me, le idee non sembrano molto chiare.

Da una parte c’è chi pensa ci sia lo zampino di Lucio Presta, agente di Liorni ed ex agente della Balivo. Tra Caterina e Lucio i rapporti non si sarebbero conclusi benissimo e per questo l’agente avrebbe fatto modo e maniera di non farle avere spazio. Soprattutto perché questo avrebbe fatto sì che venisse ridotto lo spazio del suo assistito Liorni. Voci di corridoio che però non mettono d’accordo tutti, perché c’è anche chi crede che Presta non abbia nulla a che fare con tutto ciò. Questa tesi è supportata da un’altra novità in casa Rai, ovvero un programma per Simona Ventura e Paola Perego, che andrà in onda nel mattino di Rai Due. La riflessione insomma è la seguente: se l’agente avesse davvero tutto questo potere, perché le due conduttrici – la Perego è sua moglie – non sono riuscite ad avere di meglio?

Amazon: le offerte più strane e particolari per il Prime Day 2021

amazon:-le-offerte-piu-strane-e-particolari-per-il-prime-day-2021

Dai porta AirPods a forma di Godzilla alle videocamere lancia crocchette per cani fino a sex-toy a forma di pinguino

amazon prime day 2021 offerte strane
(Foto: Taochen)

Tutti i prodotti sono selezionati in piena autonomia editoriale.

Se acquisti uno di questi prodotti, potremmo ricevere una commissione.

Quali sono i prodotti più strani e particolari che si possono trovare in offerta in occasione del Prime Day 2021? La due giorni di promozione non è solo dedicata ai migliori prodotti tech – inclusi quelli di casa e quelli Apple – ma può regalare sorprendenti idee regalo per sé o per gli amici, ne abbiamo scelte sette.

Termometro smart per carne

meater plus
(Foto: Meater)

Estate tempo di grigliate, con lo speciale e utile termometro smart Meater Plus è possibile misurare con precisione la temperatura in cottura e inviare i dati a smartphone Android o iPhone. Si trova in sconto del 30% a 83,30 euro.

Guanto del Potere Articolato

(Foto: Hasbro)

Dall’universo cinematografico Marvel sbarca su Amazon in offerta il meraviglioso Guanto del Potere Articolato del capitolo Avengers: Endgame con le sei Gemme dell’Infinito che si illuminano quando lo si indossa. Per il Prime Day scende di prezzo a 83,99 euro (-30%).

Il porta AirPods a forma di Godzilla

taochen
(Foto: Taochen)

Tra i gadget più smarriti di sempre, gli AirPods hanno bisogno della giusta protezione, quella che solo Godzilla può offrire: direttamente dal catalogo Taochen, ecco un case in silicone morbido a forma del mostrone giapponese. In realtà è una “custodia della custodia” visto che ospita direttamente quella ufficiale di Apple. Si trova in promozione a 8,79 euro (-20%); allo stesso prezzo c’è anche la custodia a forma del rivale King Kong.

Rasoio elettrico a forma di pallone da calcio

BESTBOMG
(Foto: BESTBOMG)

La società Bestbomg mette la firma su uno speciale rasoio elettrico a forma di pallone per una comoda (?) impugnatura. Si ricarica via usb e include testine intercambiabili per radere, regolare e sistemare barba, basette e peli del naso, una spazzola e altri accessori. Si porta a casa con 16,90 euro (-30%). Qui la nostra selezione dei migliori rasoi elettrici.

La DeLorean di Playmobil

(Foto: Playmobil)

Vi avevamo parlato dello speciale set Playmobil con la DeLorean dedicato a Ritorno al Futuro; al Prime Day 2021 si mette in sconto a 44 euro (-20%). A proposito di set in edizione speciale, da non perdere quello Lego con il set del bar di Friends a 55,99 euro (-20%).

Videocamera per cani con lancia crocchette

Furbo
(Foto: Furbo)

Furbo è una videocamera hd senza fili pensata non solo per tenere sotto controllo l’attività degli amici a quattro zampe da remoto, ma anche per intrattenerli con un sistema che lancia crocchette. Ci sono anche un microfono e un altoparlante per “dialogare” a distanza. È in promozione a 139 euro (-30%).

Il mini sex-toy a forma di pinguino

Satisfyer Pro Penguin
(Foto: Satisfyer)

Infine, un sex toy tech pensato per il pubblico femminile. Il ben noto Satisfyer Pro è un piccolo gadget impermeabile progettato ad hoc per il piacere femminile che qui si presenta in una veste molto simpatica a con i colori di un pinguino ed è chiamata appunto Penguin. Costa 22,49 euro in sconto del 42%, ecco una carrellata di altri sex toy tecnologici.