Author: Paolo Guzzanti

Bomba Carrisi, il Prete di Albano confessa: “Ama ancora Romina e lascerà Loredana. Ecco perché sta ancora con lei”

bomba-carrisi,-il-prete-di-albano-confessa:-“ama-ancora-romina-e-lascera-loredana.-ecco-perche-sta-ancora-con-lei”

“AlBano e Romina saranno presto di nuovo come marito e moglie, quella con la Lecciso è stata  una scappatella, lo dico con cognizione di causa, anche se non posso rivelare le mie fonti”: lo dice  il sacerdote siciliano don Santino Spartà, detto “il prete dei vip dello spettacolo” in quanto  assiste spiritualmente e  pastoralmente molti personaggi del mondo dello spettacolo e  nella tv è di casa, in una intervista rilasciata a lafedequotidiana.it

Don Santino, che effetto le fa essere chiamato il prete dei vip nella chiesa umile di  Papa Francesco?

” Dei vip lo dice lei e i suoi colleghi. Mi chiamano in questo modo e  non ci posso far nulla. Io sono  un sacerdote e basta, svolgo il mio apostolato anche nel mondo dello spettacolo e cerco di evangelizzare nel miglior modo possibile. Non so se ci riesco, ci provo”.

Secondo lei esiste un reale afflato religioso nei vip e nei personaggi di spettacolo che conosce?

” Anche se la cosa vi sembrerà strana, rispondo di sì. Lo dico per cognizione diretta e non per sentito dire. Io con loro parlo, discuto e sotto la scorza di persone apparentemente ridanciane  si cela un animo molto credente e  alla ricerca di Dio. Talvolta per il loro mestiere e  gli impegni non hanno la possibilità di essere dei buoni praticanti, ma in coscienza il quadro non è  male. Prenda AlBano. Ultimamente ha fatto una intervista sul Papa che ho trovato di ampio respiro, roba da teologo o quasi”.

LEGGI ANCHE—> Bomba Albano E Loredana, dopo 20 anni la separazione. Un fulmine a ciel sereno. Albano distrutto: “Colpa di Loredana”

AlBano?

” Certo, lo valuto un personaggio dotato di enorme spiritualità e profondità. Anzi le dico che presto tornerà con Romina”.

In senso  artistico, come sodalizio?

” No. Intendo dire che saranno di nuovo come marito e moglie, quella con la Lecciso la possiamo definire una scappatella. Il  vincolo contratto con Romina è valido a tutti gli effetti  non si è mai rotto e i due presto torneranno a vivere assieme come marito e moglie, nella vita e non solo sul palcoscenico. Non posso rivelare la mia fonte, ma accadrà presto”.

Le piace Papa Francesco?

” Certamente sì. E’ un vero uomo di Dio che prova a mettere a posto le cose nella Chiesa, secondo i criteri del Vangelo ed è fedele ad esso. Magari sono gli altri che si discostano dal Vangelo, anche qualche prete o vescovo”.

LEGGI ANCHE—> Bufera Romina Power, la confessione choc: “Albano è con me che vuole stare, ma può lasciare Loredana. Ecco perché”

Le piace la Tv di oggi?

” La trovo spesso raffazzonata, e persino superficiale e parzialmente volgare. Per questo ho deciso di evitare”.

Il suo programma di intrattenimento preferito?

” La vita in diretta, che affronta bene i problemi della attualità”.

Che pensa di Barbara D’Urso?

“Non vedo i suoi programmi.”

LEGGI ANCHE—> Putiferio a Cellino, Romina furiosa picchia Loredana Lecciso, poi sbotta con l’ex marito: “Tienila a bada”. Il racconto choc

Commentate con noi le puntate sul gruppo ufficiale di Uomini e Donne di Maria de Filippi e seguici su Google News.

albano romina loredana
albano romina loredana

L’articolo Bomba Carrisi, il Prete di Albano confessa: “Ama ancora Romina e lascerà Loredana. Ecco perché sta ancora con lei” proviene da Più Donna – Notizie di Gossip, Spettacolo, Moda e Attualità.

Heather Rae Young Shares Throwback Pic of ‘Sweet Love’ Tarek on His B-day

heather-rae-young-shares-throwback-pic-of-‘sweet-love’-tarek-on-his-b-day

Finding The One! Tarek El Moussa and Heather Rae Young’s whirlwind love story is too cute for words.

The twosome first crossed paths on the 4th of July in 2019 when they were boating with mutual friends in Newport Beach, California. Later that month, El Moussa and Young were seen getting cozy on a boat in Redondo Beach, California.

The Flip or Flop star went on to confirm their relationship that August via Instagram. At the time, he shared a photo of the duo alongside a sweet message about how he was able to find happiness in love.

“I’ll be honest and say I never thought I would meet someone special in my life after the last three years. Then … out of the blue @heatherraeyoung walked into my life,” he explained. “The first time I saw her smile she ‘did that thing to my tummy’ and I knew right away I needed to get to know her …  so I asked her out!! She said yes 😎 .”

El Moussa continued, “In life, you can’t predict the future! I couldn’t predict [my] divorce! I couldn’t predict two cancers! I couldn’t predict my back injury! You just never know what tomorrow brings. I just want to let the world know I met someone special that makes me want to be a better man.”

Their relationship continued to progress relatively quickly. Later that August, Young revealed exclusively to Us Weekly that she believed El Moussa could be The One.

“We are just really, really happy,” she told Us at the time. “He has all the qualities that I would want in someone. I think we just need to spend more time together before we can make that decision.”

The pair then spent the holidays together and moved in together in early 2020. After celebrating their one-year anniversary, El Moussa asked the Selling Sunset star to marry him. “The Future Mrs. Tarek El Moussa!!!!” the real estate agent wrote via Instagram, sharing a photo from the moment he proposed.

On Young’s “Flashbacks With Jessica Hall and Heather Young” podcast, she revealed that the engagement wasn’t a total shock. “I knew it was gonna come eventually because we talked about marriage,” she shared. “We looked at rings like three months in. Nothing serious, but we went and looked.”

El Moussa was previously married to Christina Anstead from 2009 to 2018. Together, they share daughter Taylor and son Brayden.

Scroll down to see how El Moussa and Young’s romance has flourished.

Belen Rodriguez non si accontenta, lo rifarà subito dopo la gravidanza: la conferma

belen-rodriguez-non-si-accontenta,-lo-rifara-subito-dopo-la-gravidanza:-la-conferma

Si sa già cosa farà Belen Rodriguez dopo la nascita della bambina che porta in grembo, e che è prevista per la prima parte di luglio.

Manca pochissimo al parto, con Belen Rodriguez che non sta nella pelle. Tra pochi giorni lei potrà stringere tra le sue braccia la piccola Luna Maria.

Belen Rodriguez
Belen Rodriguez Foto da Instagram

Lei ed Antonino Spinalbese sono raggianti e carichi per questa nuova avventura della loro vita. E la bambina è già predestinata a diventare una stella dei social.

Presumibilmente ci saranno tanti scatti che i genitori entusiasti pubblicheranno su Instagram. Con Belen Rodriguez che tornerà a destreggiarsi tra pannolini e notti insonni.

Una felicissima pena che lei ha già sperimentato nel 2013 con la nascita di Santiago, il figlio avuto ai tempi da Stefano De Martino.

Ma tutto questo pregiudicherà la presenza di Belen Rodriguez in televisione? A fornire una risposta è proprio lei in persona.

Leggi anche –> Diletta Leotta lo fa ogni mattina. Svelato il suo segreto: “Appena sveglia..”

Cosa farà lei dopo la nascita della figlia

Di recente la 36enne originaria dell’Argentina ha dichiarato che, nel corso della sua prima gravidanza, scelse di lavorare fino anche all’ottavo mese di gravidanza. Questo per non perdere delle opportunità professionali che magari non si sarebbero più riproposte.

E pure dopo la nascita di Santiago, Belen portò con sé il piccolo, ovunque. Così poté nutrirlo ed accudire a lui tra una pausa e l’altra, senza avvalersi di alcuna bambinaia.

Anche stavolta sarà così, al punto che sembra certezza la partecipazione di lei a due eventi televisivi. Rivedremo ancora la Rodriguez a “Tu si que vales”, assieme a Martin Castrogiovanni ed Alessio Sakara.

Leggi anche –> Can Yaman nei guai seri. Il gesto che l’ha condotto in Tribunale: cosa non sapete sull’attore

Ed il palinsesto le lascia libero anche uno spazio per un altro programma, presumibilmente su Italia 1. Potrebbe trattarsi di una nuova edizione di “Colorado”. Oppure essere una trasmissione del tutto nuova. Staremo a vedere.

Nel frattempo le attenzioni di lei e del “papà in pectore” Antonino Spinalbese sono tutte rivolte ai prossimi giorni. La nascita di Luna Maria è prevista per i primi giorni di luglio.

Messina: paura sull’A18, auto in fiamme all’altezza della galleria Boccetta [FOTO]

messina:-paura-sull’a18,-auto-in-fiamme-all’altezza-della-galleria-boccetta-[foto]

I Vigili del fuoco del Distaccamento Nord del Comando di Messina sono intervenuti per un incendio di un’autovettura in transito sulla autostrada A18 all’altezza della galleria del viadotto Boccetta

Oggi intorno alle ore 18.30 i Vigili del fuoco del Distaccamento Nord del Comando di Messina sono intervenuti per un incendio di un’autovettura in transito sulla autostrada A18 all’altezza della galleria del viadotto Boccetta (Messina), direzione Catania. Si constatava immediatamente che l’automobile era dotata di impianto GPL. La squadra, giunta tempestivamente sul posto, con Autopompa serbatoio e pick-up con modulo antincendio, è riuscita a spegnere il rogo. Dopo aver messo in sicurezza e bonificato l’area coinvolta i Vigili del fuoco hanno fatto rientro in sede.


Una nuova popolazione di Homo rimette in discussione la storia dei Neanderthal

una-nuova-popolazione-di-homo-rimette-in-discussione-la-storia-dei-neanderthal

Qualche resto fossile di una popolazione umana ancora sconosciuta punta a riconsiderare la nascita e l’evoluzione tipicamente europea dei Neanderthal. I dettagli in due paper su Science

(Foto: Yossi Zaidner)

La scoperta di nuovi fossili dalle sembianze umane pone sempre le stesse domande: a chi appartenevano? Chi rappresentavano quelle ossa? Che posto ha nella complessa storia umana? Le risposte, spesso, sono sfumate, e provvisorie, in attesa dell’arrivo di nuove scoperte, ma fondamentali per riuscire ad avere uno sguardo più completo sulla nostra storia. È successo lo stesso con la scoperta, ancora, di alcuni fossili che arrivano da Israele, appartenenti a una popolazione ribattezzata Homo di Nesher Ramla, dall’omonimo sito degli scavi nel centro del paese. Hanno tra i 140 mila e i 120 mila anni, e tutte le analisi condotte finora, comprese quelle dell’ambiente in cui vivevano (inteso come manufatti umani e restii animali) suggeriscono che questa popolazione dai tratti un po’ Neanderthal e un po’ di antichi individui del genere Homo, possa essere stata chiave nella storia del nostro passato mescolato, anche in virtù della sua geografia. E che porta a guardare in modo diverso soprattutto alla storia dei Neanderthal. Così suggerisconoo gli autori dietro alla scoperta nelle presentazioni ufficiali sulle pagine di Science, guidata da un team della Tel Aviv University e della Hebrew University of Jerusalem, cui hanno contribuito anche i ricercatori della Sapienza Università di Roma e del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze.

homo
I resti della popolazione Homo di Nesher Ramla (Foto: Avi Levin and Ilan Theiler, Sackler Faculty of Medicine, Tel Aviv University)

I fossili rinvenuti non sono che poche ossa appartenenti a due diversi individui: parti di un cranio, una mandibola quasi completa con qualche dente, non lontani da strumenti in pietra e resti di animali come cavalli e daini che hanno aiutato i ricercatori a posizionare la scoperta, evolutivamente parlando. E che pare stravolgere, almeno per ora, la storia dei cugini Neanderthal, come ha spiegato Israel Hershkovitz della Tel Aviv University, primo autore del paper: “Prima di queste scoperte, la maggior parte dei ricercatori credeva che i Neanderthal fossero una storia europea, con piccoli gruppi di i Neanderthal forzati a migrare verso sud per scappare dai ghiacciai in espansione, con alcuni che arrivarono nelle terre di Israele circa 70 mila anni fa. I fossili di Nesher Ramla ci portano a rivedere questa teoria, suggerendo che gli antenati dei Neanderthal europei vivevano nel Levante già 400 mila anni fa, e migrarono ripetutamente verso ovest in Europa e vero est in Asia. Di fatto, le nostre scoperte implicano che i famosi Neanderthal dell’Europa occidentale solo sono dei resti di una popolazione più grandi che visse qui nel Levante e non viceversa”.

Non solo, ma abbracciare questa va visione sull’origine e sull’evoluzione dei Neanderthal, aiuterebbe anche a spiegare il flusso genico dei sapiens in questa specie, ha aggiunto Hila May sempre dalla Tel Aviv University, che ha preso parte alla ricerca. Infatti è probabile che quella di Nesher Ramla fosse la popolazione arcaica immaginata da alcuni che si mescolò con i sapiens circa 200 mila anni fa. Anche le testimonianze culturali e tecnologiche, come una spiccata similitudine nel modo di lavorare le pietre di Homo sapiens, suggeriscono una vicinanza e un’interazione di queste popolazioni del Pleistocene Medio con i nostri antenati, si legge nel paper che fa coppia su Science con la presentazione della popolazione di Nesher Ramla.

homo
I resti fossili  della nuova popolazione di Homo sono stati rinvenuti insieme a fossili animali e alcuni artefatti umani (Foto: Yossi Zaidner)

“È questa la conferma che le popolazioni umane del Pleistocene Medio sono andate incontro a fenomeni evolutivi ‘a mosaico’, che hanno fatto emergere le caratteristiche tipiche dei Neanderthal, come anche quelle di noi Homo sapiens– ha aggiunto Giorgio Manzi, paleoantropologo della Sapienza Università di Roma, tra gli autori del paper – È ciò che osserviamo anche in Italia con lo scheletro della grotta di Lamalunga, vicino Altamura, nel quale tutte le analisi che abbiamo potuto condurre finora mostrano un sorta di blend evolutivo”.

Cannes 2021 Jury Features Five Women, Including Maggie Gyllenhaal and Mélanie Laurent

cannes-2021-jury-features-five-women,-including-maggie-gyllenhaal-and-melanie-laurent

The Cannes Film Festival has unveiled the jury for the competition, which will be powered by a majority of women, including American actor-filmmaker Maggie Gyllenhaal, French actor-helmer Mélanie Laurent, French-Senegalese actor-director Mati Diop, Austrian director Jessica Hausner and cult French singer Mylene Farmer.

Spike Lee will presider over the jury which will also include French actor Tahar Rahim, Brazilian helmer Kleber Mendonça Filho and South Korean actor Song Kang-ho. It’s a history-making jury, with a first-time Black president and a ratio of five women to three men.

Gyllenhaal, who just made her directorial feature debut with “The Lost Daughter,” is best known for her roles in “Donnie Darko,” “Secretary,” and Christopher Nolan’s “The Dark Knight.” She earned her first Oscar nomination with “Crazy Heart” and won a Golden Globe for her performance in the miniseries “The Honourable Woman.” She went on to produce and star in the HBO series “The Deuce” and the thriller “The Kindergarten Teacher.”

As an actor, Laurent has worked Quentin Tarantino (“Inglorious Basterds”), Mike Mills, Denis Villeneuve, Angelina Jolie and most recently Alexandre Aja. She’s also a well-established filmmaker, who made her feature debut with “The Adopted,” and followed with “Breathe” which premiered at Cannes’ Critics’ Week. She went on to make her English-language filmmaking debut with “Galveston,” and recently shot “Le Bal des folles,” adapted from Victoria Mas’ short story.

Diop made her feature debut with “Atlantics” which competed at Cannes in 2019 and won the Grand Prize. It went to be shortlisted in the Oscars’ international film race. She received the Lincoln Center of New York’s Martin E. Segal – Emerging Artist Award. As an actress, Diop has appeared in Claire Denis’s “35 Shots of Rum,” among others.

Farmer is a French music icon whose career spans 35 years. Farmer’s visually bold shows underscore her love for cinema. Over the years, she has enlisted high-profile artists and filmmakers, such as Jean-Baptiste Mondino, Peter Lindbergh, Herb Ritts and Abel Ferrara, to direct the music videos of her cult songs, notably “Libertine”, “Sans contrefaçon”, “California”, “L’Âme-Stram-Gram” and “Pourvu qu’elles soient douces.” Farmer also starred in Pascal Laugier’s movie “Ghostland” in 2018.

Hausner made her feature debut with “Lourdes” which was selected at Venice and won the FIPRESCI Prize, and the European Film Award for best actress for Sylvie Testud. She made her sophomore outing with “Amour” which played in Un Certain Regard. Her fifth film, “Little Joe,” competed at Cannes in 2019 and won the best actress for Emily Beecham.

Mendonca Filho, meanwhile, made his feature debut with “Neighboring Sounds” played at Rotterdam and was Brazil’s candidate in the international film race at the Oscars. His 2019 film “Bacurau,” which was co-directed by Juliano Dornelles, competed at Cannes and won the Jury Prize.

Rahim, who recently a BAFTA and Golden Globe nominations for his performance in Kevin Macdonald’s “The Mauritanian” and earned critical acclaim with his work on “The Looming Tower” and “The Serpent,” broke through the international scene with his performance in Jacques Audiard’s “A Prophet.” Rahim returned to Cannes’s competition with Asghar Farhadi’s “The Past.” He will soon be starring in Rebecca Miller’s “She Came to Me.”

Kang-Ho is the South Korean star of Bong Joon-ho’s Oscar-winning “Parasite.” The movie won the Palme d’or at Cannes in 2019 and went on to win four Oscars. Kang-Ho has so far starred in more than 40 films, including “Memories of Murder,” “The Host,” and “Snowpiercer.” He recently finished filming “Emergency Declaration” by Han Jae-rim, and “Broker” by Hirokazu Kore-eda.

optional screen reader

Gli Stati Uniti hanno bloccato siti web accusati di fare disinformazione pro-Iran

gli-stati-uniti-hanno-bloccato-siti-web-accusati-di-fare-disinformazione-pro-iran

I domini sequestrati sono di proprietà americana ma erano usati da media iraniani, secondo gli Usa in violazione delle sanzioni verso Teheran

Usa siti Iran
(foto: Afp via Getty Images)

Gli Stati Uniti hanno sospeso l’accesso a decine di domini web legati all’Iran, bloccando così molti siti di notizie accusati di diffondere disinformazione online. A renderlo noto è stato martedì il dipartimento di Giustizia Usa con una nota. “Nel rispetto di direttive di tribunale, gli Stati Uniti hanno sequestrato 33 siti web utilizzati dall’Iranian Islamic Radio and Television Union (Irtvu) e tre siti web gestiti da Kata’ib Hezballah (Kh), in violazione delle sanzioni statunitensi”, ha spiegato il dipartimento di Giustizia americano nella sua dichiarazione. “Elementi del governo iraniano, sotto la copertura di organi di stampa, hanno preso di mira gli Stati Uniti per minare i processi democratici statunitensi”, continua la nota.

L’Iranian Islamic Radio and Television Union, era stata segnalata dal governo degli Stati Uniti lo scorso ottobre per i suoi presunti tentativi di influenzare le elezioni americane diffondendo notizie false. Kata’ib Hezbollah, un gruppo paramilitare iracheno che sostiene l’Iran, era stato inserito dagli Usa nella lista delle organizzazioni terroristiche dieci anni fa.

Risulta irraggiungibile anche il sito di Press tv, l’emittente iraniana statale in lingua inglese. Agli utenti che provano a collegarsi a questo, come ad altri siti, appare una scritta che recita che “Il dominio presstv.com è stato sequestrato dal governo degli Stati Uniti in conformità con un mandato di sequestro ai sensi del 18 USC […] come parte di un’azione delle forze dell’ordine da parte dell’Fbi”. I domini appartengono a società americane ma, secondo il dipartimento di Giustizia, i media stranieri non avrebbero avuto le licenze necessarie per utilizzarli.

Usa siti Iran
(foto: screen da Press tv)

Un funzionario iraniano alle Nazioni Unite ha definito “illegale” il sequestro americano di domini iraniani negli Stati Uniti. Contattato dall’agenzia di stampa iraniana Irna, il funzionario ha denunciato l’iniziativa come una “limitazione della libertà di espressione”.

Non è la prima volta che gli Stati Uniti hanno sequestrato nomi di dominio di siti che accusano di diffondere disinformazione. Lo scorso ottobre, il Dipartimento di Giustizia ha annunciato la rimozione di quasi 100 siti web collegati alla potente Guardia rivoluzionaria iraniana.

Le relazioni tra Iran e Stati Uniti si sono deteriorate negli anni scorsi dopo il ritiro del presidente Donald Trump dall’accordo nucleare di Teheran e l’imposizione al paese di pesanti sanzioni economiche. Il blocco di questi siti arriva pochi giorni dopo l’elezione a presidente dell’Iran del magistrato ultraconservatore Ebrahim Raisi, noto per la sua ostilità nei confronti dell’occidente.

John Malkovich, Lilly Krug Star in Action Thriller ‘Shattered,’ First Look Revealed

john-malkovich,-lilly-krug-star-in-action-thriller-‘shattered,’-first-look-revealed

John Malkovich and Lilly Krug will star in upcoming action-thriller “Shattered,” directed by Luis Prieto (“White Lines”).

Krug (“Swing”) plays a con-artist, Cameron Monaghan (“Shameless”) as the millionaire who falls in love with her and Malkovich (“The New Pope”) a creepy landlord whose curiosity overwhelms him. Frank Grillo (“The Hitman’s Wife’s Bodyguard”) plays Krug’s character’s violent, manipulative stepfather. The cast also includes Sasha Luss (“Valerian and the City of a Thousand Planets”), Ash Santos (“Joe Bell”) and Ridley Bateman (“Shelter In Place”).

The film, written by David Loughery (“The Intruder”) and produced by Silver Reel and Construction Film, has just wrapped in Montana, with much of the action taking place in the luxury surrounds of a mansion in the exclusive Big Sky ski resort. The project is now in post-production, with expected completion in fall 2021.

Claudia Bluemhuber (“The Wife”) is producing alongside Veronica Ferres of Construction Film, with Malkovich and Prieto also producing. Barry Brooker and Stan Wertlieb are executive producers alongside Christian Mercuri, Roman Viaris, Gary Leff, Gero Bauknecht, Gerd Schepers, Florian Dargel, Alexander Jooss and Mike Leahy.

Grindstone Entertainment Group, a Lionsgate company, will distribute the film domestically in the U.S. and Blue Box International, a division of Capstone Group, is handling international sales.

Malkovich said: “The opportunity to come on board as a producer alongside Veronica, Claudia and Luis was not to be missed, and I’m so happy to have been able to support an emerging talent as exciting as Lilly in her first leading role. Working with Luis was an absolute pleasure; he’s a filmmaker with true independent spirit and the footage looks like a modern-day ‘Misery’ meeting ‘A Simple Favor.’”

Prieto added: “From the moment I read the script, I loved the creative challenges and opportunities that ‘Shattered’ presented. To take the audience on the journey from a romance film at the start to an all-out thriller by the story’s conclusion, was a big attraction for me, and when talent of the level of John and Frank came in to support Lilly and Cameron, I knew we could have a special movie.”

optional screen reader

Gilles Rocca, paura nella notte: “Stavamo per morire per colpa di questo tipo qu a”

gilles-rocca,-paura-nella-notte:-“stavamo-per-morire-per-colpa-di-questo-tipo-qu	a”
Gilles Rocca
Gilles Rocca

Gilles Rocca svela che stava rischiando di morire

Dopo essere tornato in Italia terminando la sua avventura a l’Isola dei Famosi, Gilles Rocca è particolarmente attivo sul suo account Instagram. Sul noto social, infatti, l’attore romano condivide attimi di vita quotidiana.

Recentemente l’ex naufrago ha fatto sapere ai follower di aver fatto una vacanza in Versilia in compagnia di amici divertendosi moltissimo. Ma ad un certo punto, a tarda notte il ragazzo ha condiviso una clip sulle Stories nella quale dice che stava seriamente rischiando di morire. Vogliamo dire che stavamo per morire grazie a questo tipo qua?”, ha fatto sapere Rocca dando la colpa ad un suo amico in particolare. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa è accaduto nelle ultime ore.

L’ex naufrago romano su Instagram svela cosa è accaduto

Su Instagram, Gilles Rocca ha confessato a tutti coloro che lo seguono che stava seriamente rischiando la vita per colpa di una disattenzione di un suo amico. Inoltre, ha approfittato della situazione per spiegare ai follower cosa è accaduto realmente quella nottata. In prati, l’attore e regista romano ha fatto presente che quello che era alla guida ha imboccato l’autostrada in contromano.

“Sapete perché stavamo per morire? Questo tipo qua ha preso l’autostrada contromano…”, ha detto l’ex naufrago de L’Isola dei Famosi 15. Per fortuna è andata bene ai ragazzi, ma questo gesto sconsiderato poteva costargli caro a loro e agli altri automobilisti.

L’amico ironizza su Instagram, gli utenti arrabbiati

Sempre nella medesima Storia su Instagram, il caro amico di Gilles Rocca ha provato ad smorzare ironizzando su quanto accaduto in autostrada. Nello specifico, il ragazzo ha detto che sa fare bene prendere le autostrade in contromano: “Una cosa so fare…Prendere le autostrade in contromano e l’ho fatto…”.

Immediatamente dopo, l’ex naufrago del reality show di Canale 5 col sorriso stampato in viso ha asserito: “Una notte da leoni all’Autogrill…”. Ovviamente non sono mancate le polemiche da parte del popolo del web perché i diretti interessati hanno continuato a scherzare su una vicenda molto grave e che poteva provocare una serie di incidenti stradali.

Roberta Mercurio è diventata mamma: è nata la sua bambina

roberta-mercurio-e-diventata-mamma:-e-nata-la-sua-bambina

Roberta Mercurio è diventata mamma. Nella giornata di martedì 22 giugno, l’ex protagonista di Temptation Island ha dato alla luce la sua prima figlia, dopo un lungo travaglio e 41 settimane di gestazione, nelle quali ha aspettato che arrivasse il momento tanto atteso. A monitorare l’andamento delle ore precedenti al parto c’è stato il suo compagno, Luca Caldirola, sempre al suo fianco e pronto ad aggiornare i fan sulle possibili novità.

È nata la piccola

Su Instagram, infatti, è proprio il calciatore del Benevento a rivelare che la compagna nel pomeriggio di ieri aveva iniziato la preparazione al parto: “Robi è in travaglio da un paio d’ore, si sta preparando…Qui sta ridendo e scherzando, ma credetemi che si fa fatica! Lei è fortissima”. A distanza di qualche ora arriva, poi, l’annuncio da parte della neo mamma che, pubblicando uno scatto insieme al suo Luca, a pochi minuti dal parto scrive: “Grazie a tutti per l’amore e per l’affetto che ci state dimostrando. Siamo tornati in camera da pochissimo. Domani saremo con voi”. Un modo, quindi, per rassicurare i più di 300mila followers che finalmente la sua piccola è nata, aspettando di poterla mostrare appena sarà possibile.

L’annuncio della gravidanza

Roberta Mercurio ha condiviso sui social vari momenti della sua gravidanza, dalla notizia che sarebbe diventata mamma lo scorso dicembre, fino a qualche giorno prima del parto, dove si è lasciata andare a qualche riflessione nostalgica guardando la foto di una delle prime ecografie. L’influencer scrive su Instagram: “Sei stata tanto desiderata e adesso non vediamo l’ora di conoscerti, non vediamo l’ora di vedere quel visino paffuto e quei piedini con con cui spesso mi prendi a calci. È vero il nostro percorso è stato un po’ tortuoso, spesso non siamo state in forma ed eravamo un po’ giù di morale, ma è vero poi tutto passa. […] Io e il tuo papà sappiamo che il vero viaggio deve ancora iniziare”.