news

Barbara d’Urso, il piano B si chiama Rai: “P.S. Berlusconi aborre la sua tv”

barbara-d’urso,-il-piano-b-si-chiama-rai:-“ps.-berlusconi-aborre-la-sua-tv”

Televisione

Dagospia traccia il quadro di quel che sta succedendo a Mediaset: il futuro della conduttrice campana continua a tenere banco

Pubblicato su

Il futuro di Barbara d’Urso a Mediaset è uno degli argomenti televisivi più dibattuti del momento. Dopo la chiusura anticipata di Live, pare che ai piani alti dell’azienda ci sia parecchio fermento. A tracciare un quadro di quello che starebbe accadendo è stato Dagospia, che ha ragionato non solo sulla conduttrice campana ma anche su Mauro Crippa, ossia il numero uno di Videonews (la testata giornalistica sotto cui stanno gli show d’ursiani).

Prima questione, la più importante: gli ascolti fatti registrare da Barbara negli ultimi mesi non sono più quelli di un tempo. E non solo quelli di Live (battuto regolarmente da Rai Uno, ma pure da Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio su Rai Tre); infatti anche Pomeriggio Cinque e Domenica Live sono assai lontani dallo share e dagli ascolti degli antichi fasti.

A ciò si aggiunge che i temi e la tv d’ursiana produrrebbero dei mal di pancia negli stessi vertici di Mediaset. Insomma, l’impressione è che finché c’erano i risultati si chiudeva un occhio su determinati colpi di ‘trash’. Adesso che invece si ‘zoppica’ sul fronte auditel, qualcuno ha iniziato a storcere il naso. E quel qualcuno non sarebbe proprio una persona da nulla. Si tratterebbe di Pier Silvio Berlusconi in persona.

Dagospia assicura che la “decisione di chiudere la sua devota Barbarella è firmata dallo stesso Pier Silvio” e che “Crippa è andato a bussare dal suo mentore, l’unico che ha l’autorevolezza di poter contraddire il figlio di Silvio”. Il mentore citato altri non è che Fedele Confalonieri che però, questa volta,  al “boss di Videonews”, ossia Crippa, ha replicato con un secco: “No, grazie, non mi interesso più di Mediaset”. Insomma, Crippa avrebbe cercato aiuto in Confalonieri, ma non avrebbe trovato alcuna sponda.

Il portale di Roberto D’Agostino aggiunge altro pepe alla vicenda, affermando che “Pier Silvio aborre la televisione trash-endente della d’Urso (“Basta sesso o chiudo Domenica live”), ma anche il patriarca di Arcore non ama Crippa, reo di aver ceduto troppi spazi di Videonews (Porro, Del Debbio, Mario Giordano, Paolo Liguori) alla Lega e a Fratelli d’Italia, confinando gli esponenti di Forza Italia nel Tg5, dove Mimum è costretto a farlo”.

In cotanto can can, in cui si intrecciano tv, politica e intrattenimento, ci sono le trasmissioni d’ursiane, che di recente hanno ripreso a trattare ampiamente il fronte politico, legato indissolubilmente al tema Covid. Trasmissioni che pare non siano più così salde come un tempo.

Ecco perché a Cologno sono pochi coloro che scommettono sul futuro di Mauro Crippa e i suoi prodi destrorsi”, aggiunge Dagospia che poi sgancia la bomba: “Tant’è che Barbarella D’Urso – una che ha avuto l’ardire di scippare un ospite al “Verissimo” della “Piersilvia” Toffanin – sta cercando di intavolare una trattativa con Viale Mazzini…”. Prossimamente vedremo Barbara da mamma Rai? Chissà… Dopotutto le vie della tv sono infinite.

0 comments on “Barbara d’Urso, il piano B si chiama Rai: “P.S. Berlusconi aborre la sua tv”

Leave a Reply

%d bloggers like this: