Batosta per chi ha una Postepay: conti scalati o azzerati. Controllate subito e cosa fare per evitarlo

batosta-per-chi-ha-una-postepay:-conti-scalati-o-azzerati.-controllate-subito-e-cosa-fare-per-evitarlo


Batosta per chi ha una Postepay: conti scalati o azzerati. Controllate subito e cosa fare per evitarlo scritto su Più Donna da Imma Bartolo.

A quanto pare i titolari di conti Postepay non possono stare tranquilli. Circola una voce secondo cui ci sarebbero in giro molti truffatori pronti a rubare i soldi, lasciando in conto completamente vuoto. Nell’era della tecnologia avanzata, impossessarsi delle credenziali e dei conti altrui è diventato sempre più semplice. I mezzi a disposizione dei truffatori e degli hacker sono ormai innumerevoli. Non siamo più al sicuro. È bene controllare il più possibile le proprio carte.

I nuovi bersagli degli hacker e dei truffatori tecnologici sono i titolari di carte postepay  e gli utenti di Poste Italiane. Ma come agiscono questi truffatori? Il loro modus operandi prevede l’invio di un messaggio all’utente, in cui si notifica che il suo conto Postepay è stato bloccato. Aprendo il messaggio, in automatico scatta il pericolo e la possibilità da parte loro di rubare il vostro denaro. Parliamo di Phishing, che è in effetti una tipologia di truffa realizzata proprio su internet. Con l’inganno, si convincono le vittime a fornire informazioni personali. Questo tipo di reato va segnalato alla polizia postale.

La Postepay è una delle carte più utilizzate e diffuse in Italia, ecco perché questi truffatori hanno deciso di prenderla di mira. Le possibilità di riuscire a prosciugare un conto sono più elevate che mai, considerando il numero degli utenti. In genere, è la posta elettronica, insieme alle e-mail, ad essere il mezzo più efficace dei truffatori. Inviano infatti una mail molto credibile in cui segnalano un problema che può essere risolto cliccando su un link. Il link rimanderà poi ad una pagina in cui inserire dati sensibili personali. Una volta confermati i dati, il danno sarà però irreversibile.

leggi anche: Batosta clienti Poste Italiane. Addio Postepay: Dal 30 giugno non sarà più possibile usufruirne. Le novità

Per quanto il mittente apparente della mail sia Poste Italiane, è bene controllare sempre bene l’e-mail effettiva. In quel caso, sarà immediatamente visibile quanto si tratti un’associazione ingannevole. Tramite queste e-mail quindi cercheranno di entrare in possesso di tutte le vostre credenziali per poi prosciugare, a vostro nome, il vostro stesso conto. Tutti gli utenti di Postepay sono quindi tenuti a prestare particolare attenzioni a messaggi del genere. In caso di incertezza, è sempre bene rivolgersi direttamente al punto postale più vicino.

In genere il messaggio che arriva ai possessori di una carta Postepay, avverte che le funzioni del conto sono state disabilitate e che per riattivarle è necessario compilare un questionario con i propri dati. Per poter evitare questo tipo di truffa, bisogna tenere in conto che Poste Italiane non vi comunicherà mai qualcosa del genere tramite e-mail e che non chiederà mai i vostri dati online. Bisogna quindi cestinare i messaggi senza nemmeno aprirli. Così facendo, ridurrete qualsiasi tipo di rischio di frode. Continua a seguirci sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM 

postepay
postepay

Batosta per chi ha una Postepay: conti scalati o azzerati. Controllate subito e cosa fare per evitarlo scritto su Più Donna da Imma Bartolo.

0 comments on “Batosta per chi ha una Postepay: conti scalati o azzerati. Controllate subito e cosa fare per evitarlo

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: