attualità

Batosta Tim, Vodafone e Wind: Arriva la tassa di gennaio da 40 euro e ve la scalano dal conto. Cosa fare subito per averla

batosta-tim,-vodafone-e-wind:-arriva-la-tassa-di-gennaio-da-40-euro-e-ve-la-scalano-dal-conto.-cosa-fare-subito-per-averla

Batosta per chi ha Wind, Tim e Vodafone: Arriva la tassa da 40 e ve la scalano dal conto. Cosa fare ora per non pagarla. Le rimodulazioni tariffarie degli operatori telefonici hanno fatto lievitare i costi della telefonia mobile. In media, quindi, secondo quanto emerge dal nuovo Osservatorio di Sos Tariffe.it, il costo di un’offerta mobile negli ultimi due anni (quindi dal 2018) è cresciuto di oltre 43 euro. Ecco i dettagli. State attenti insomma se avete uno stesso operatore da più di due anni e non lo avete mai cambiato. Ecco la “tassa” nascosta” di cui non vi accorgete.

Lo studio di Sos Tariffe.it su alcune delle principali offerte per smartphone tra cui Vodafone e Tim

Sos Tariffe.it ha analizzato di recente l’effetto che hanno avuto le rimodulazioni sui costi delle offerte mobile nel nostro paese ( tim, Vodafone e Wind) . Ebbene, le variazioni contrattuali mensili impostata dai vari gestori sono cresciute del 7,5% negli ultimi due anni. Nel dettaglio emerge che i canoni delle offerte telefoniche sono stati nel 2018 oggetto di una variazione mensile di +1,74 euro e di +1,87 euro del 2019.

Purtroppo questa delle rimodulazioni è una pratica osservata da quasi tutti gli operatori del nostro paese ( Tim, Vodafone, Wind etc) ad esclusione (fino ad oggi) di quelli low cost come Kena Mobile Ho.Mobile e Iliad. Lo studio effettuato ha preso in esame alcune delle principali promozioni per smartphone presenti sul mercato di telefonia della penisola ed attivate nel 2018.

LEGGI ANCHE—> Batosta per chi ha una Postepay. Poste italiane annuncia la nuova tassa e ve la scalano dal conto. Ecco perché e cosa fare

È stato poi valutato l’impatto sul canone mensile degli aumenti tariffari comunicati dai diversi operatori. Ebbene il risultato è che vi è stato un aumento di 20,88 euro nel 2018 e di 22,44 euro nel 2019. Ciò significa che gli utenti che sono rimasti con la medesima tariffa dal 2018 ad oggi hanno subito non un rincaro ma più rincari che, tradotto, significa un aumento sostanzioso dell’offerta. Insomma i clienti Tim, Vodafone e Wind si trovano oggi a pagare più di 40 euro in più all’anno.

La soluzione? Quella di cambiare operatore telefonico ( anche tra Tim, Vodafone o wind ma cambiandolo) controllando le diverse offerte proposte che in questo periodo sono davvero ultra competitive. Chi passa ad un altro operatore, infatti, può anche riuscire ad attivare una super promozione a 5,99 euro al mese con tanti giga byte di internet in 4G nonché minuti e messaggi illimitati. Se c’è tale possibilità, allora perché non cambiare? Gli operatori telefonici italiani sono davvero tanti per cui scegliere quello che più soddisfa le proprie esigenze è davvero difficile. Ecco allora le migliori offerte telefoniche di Settembre 2020 con minuti, messaggi e gigabyte per navigare in internet alla velocità del 4G. Vediamo quelle di Tim

LEGGI ANCHE—> Stangata Bancomat, Cosa fare subito per non perdere soldi ad ogni prelievo. “E’ un furto”

Continua a leggere altre notizie su Piudonna.it e dal tuo cellulare su FacebookInstagram e Google News.

L’articolo Batosta Tim, Vodafone e Wind: Arriva la tassa di gennaio da 40 euro e ve la scalano dal conto. Cosa fare subito per averla proviene da Più Donna – Notizie di gossip, spettacolo, moda e attualità.

0 comments on “Batosta Tim, Vodafone e Wind: Arriva la tassa di gennaio da 40 euro e ve la scalano dal conto. Cosa fare subito per averla

Leave a Reply

%d bloggers like this: