biden-e-putin-hanno-discusso-di-come-contenere-le-guerre-informatiche

Biden e Putin hanno discusso di come contenere le guerre informatiche

La cybersecurity al centro del primo confronto tra il presidente degli Stati Uniti e il suo omologo russo dopo i casi SolarWinds e Colonial Pipeline

Joe Biden e Vladimir Putin a Ginevra (Foto: Peter Klaunzer/Getty Images)

Stati Uniti e Russia si sono dichiarate disponibili ad avviare un percorso di consultazioni sulla sicurezza informatica, che porti a obblighi comuni e a limitare gli attacchi. La cybersecurity è stata una delle principali questioni discusse tra il presidente statunitense Joe Biden e il suo omologo russo Vladimir Putin, durante il loro primo vertice faccia a faccia tenutosi a Ginevra il 16 giugno. Dopo tre ore di colloquio i leader sembrano essersi accordati sull’affrontare la questione con l’aiuto di esperti del settore e con un approccio pragmatico e non ideologico.

Dopo il massiccio attacco informatico del 2020 alla statunitense SolarWinds, che produce software per gestire reti e infrastrutture informatiche, e il recente blocco dell’importante gasdotto della Colonial Pipeline, Biden si è presentato al tavolo di confronto con una proposta molto chiara: creare una lista di infrastrutture “off-limits” per gli attacchi informatici. Secondo quanto riportato da Reuters, il leader statunitense avrebbe fatto riferimento a 16 diversi tipi di infrastrutture – come quelle energetiche, sanitarie o delle telecomunicazioni – ritenute critiche dal Dipartimento per la sicurezza nazionale. L’obiettivo sarebbe quello di contenere gli attacchi con conseguenze più devastanti, mantenendo una certa tolleranza rispetto alle operazioni di spionaggio digitale convenzionali.

Almeno pubblicamente, Putin è rimasto più vago: “Per quanto riguarda la sicurezza informatica” ha detto durante la sua conferenza stampa, tenuta prima di quella di Biden. “Abbiamo concordato nel dare inizio a delle consultazioni sul tema, che credo sia estremamente importante. Ovviamente, entrambe le parti devono assicurare di assumersi certe responsabilità”, ha aggiunto.

Durante le due conferenze stampa, entrambi i leader hanno lanciato accuse reciproche rispetto agli attacchi informatici che hanno colpito Stati Uniti e Russia. Infatti, secondo quanto dichiarato da Putin, la Russia avrebbe subito 45 attacchi informatici nell’ultimo anno riconducibili a una matrice statunitense, contro i 10 notificati dagli Stati Uniti. Biden ha ribadito di essere pronto a prendere contromisure, se gli attacchi informatici connessi alla Russia non dovessero interrompersi.

%d bloggers like this: