MONDO

Bitcoin ed Ethereum in calo del 50% sul massimo storico. Cosa sta succedendo nel mercato crypto

bitcoin-ed-ethereum-in-calo-del-50%-sul-massimo-storico.-cosa-sta-succedendo-nel-mercato-crypto


Le due maggiori criptovalute seguono flussi di scambio diversi ma ugualmente ribassisti. Trend prezzo BTC ed ETH resta ancora in discesa?

Dopo aver passato le ultime 5 settimane seguendo un trend ribassista, le due maggiori criptovalute per capitalizzazione di mercato, Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH), raggiungono ora una riduzione di valore del 50% circa rispetto al massimo storico registrato a fine 2021.

Prezzo BTC in calo di oltre il 50% sul record storico

Tanto BTC quanto ETH sono sempre più lontani dall’All Time High ma continuano ad essere di gran lunga le due maggiori crypto. BTC domina con una quota del 41,8% del mercato, ed una capitalizzazione di 628 miliardi di dollari. Il prezzo di BTC si attesta al momento poco al di sotto dei 33.000 dollari, un livello che non si vedeva dal mese di luglio 2021.

Complessivamente il Bitcoin ha registrato un calo di valore del 51,98% rispetto al massimo storico registrato a novembre 2021, quando aveva raggiunto i 68.789 dollari.

Prezzo ETH dimezzato rispetto al massimo storico

Destino sostanzialmente identico quello della seconda crypto per capitalizzazione di mercato. Infatti Anche per ETH attualmente si registra un calo di prezzo che vede il valore più che dimezzato rispetto al massimo storico registrato a fine 2021.

Ricordiamo che attualmente ETH ricopre una posizione dominante sul mercato delle valute virtuali, con una quota del 19,2% circa, ed una capitalizzazione di mercato che si aggira intorno ai 289 miliardi di dollari.

Tuttavia anche il prezzo di ETH sta precipitando ed è ormai sceso sotto quota 2.400 dollari perdendo così il -50,8% del valore dal suo massimo storico di 4.891,70 dollari registrato il 16 novembre 2021.

Prezzo BTC in calo, quali sono le ragioni e quali le prospettive nel medio termine

In parte i recenti movimenti dei prezzi di Bitcoin dipendono dai suoi afflussi e deflussi sugli scambi. Maggiori afflussi indicano in genere che si sta per entrare in un mercato ribassista in quanto gli investitori sono portati a spostare le proprie partecipazioni sugli scambi per vendere per stablecoin fiat o ancorate a fiat.

Quando assistiamo a maggiori deflussi invece può significare che si sta per entrare in un mercato rialzista, dove gli investitori spostano le proprie partecipazioni in cosiddetti “cold storage wallets” dove generalmente le risorse divengono depositi a lungo temine.

Stando ai dati di Glassnode il calo di valore di BTC degli ultimi 7 giorni dipende anche ai volumi netti di trasferimento verso vari scambi. Il 6 maggio c’è stato un afflusso netto di circa 12.246 Bitcoin per circa 402 milioni di dollari al prezzo di oggi.

ETH continua a scendere, cosa sta succedendo e cosa dobbiamo aspettarci

Per quanto riguarda in particolare ETH, i volumi netti di trasferimento di questo mese indicano che la maggior parte degli investitori ha deciso di spostare le proprie partecipazioni fuori dagli scambi, cosa che generalmente viene vista come un segnale rialzista per un asset.

Il fatto che invece il trend risulti ribassista fa pensare che il calo dei prezzi di ETH, accompagnato da ampi deflussi dagli scambi, sia legato ad altre forze in gioco.

Viene da pensare che i possessori di Ethereum potrebbero ritirare dagli exchange le proprie coin inattive per scopi di staking in considerazione della fusione della rete prevista per il terzo trimestre 2022.

È anche possibile che gli investitori stiano scaricando le proprie partecipazioni in Ethereum su vari exchange decentralizzati (DEX) all’interno del mondo della DeFi (Finanza Decentralizzata) che sfugge alla lente di Glassnode.

Se ad esempio andiamo a confrontare il volume delle transazioni per Ethereum su Coinbase e il più grande exchange decentralizzato di DeFi Uniswap, notiamo un volume di scambi di 1,63 miliardi di dollari nelle ultime 24 ore per quest’ultimo, mentre per il primo siamo poco oltre i 500 milioni di dollari.

Se non in scambi decentralizzati, le quantità di ETH che stanno lasciando gli exchange potrebbero essere utilizzate in protocolli di prestito, per coniare stablecoin o per altre attività DeFi che non si concretizzano con la vendita dell’asset. Un’attività di DeFi che, tuttavia, non riguarda evidentemente Bitcoin.

Per entrare nel mercato delle criptovalute e scoprire quali vantaggi offre, affidati a broker esperti con eToro. Clicca qui per aprire un conto demo e ricevi 100 mila dollari virtuali per iniziare senza correre rischi.

L’articolo Bitcoin ed Ethereum in calo del 50% sul massimo storico. Cosa sta succedendo nel mercato crypto proviene da ValuteVirtuali.com.

0 comments on “Bitcoin ed Ethereum in calo del 50% sul massimo storico. Cosa sta succedendo nel mercato crypto

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: