attualità Personal Trainer

Bromelina: cos’è e quali sono le sue proprietà.

Mi chiamo Federica Favale: Personal Trainer, Coach Online, FitModel, Titolare e Responsabile Commerciale dell’azienda AF Nutrition ( http://www.afnutrition.it ) , Blogger ( https://federicanuovo.blogspot.com/ ) e Mamma. Email: federica.favale79@libero.it  INSTAGRAM: ( federica_af_nutrition) https://www.instagram.com/federica_af_nutrition/?hl=it    FACEBOOK: ( Federica Favale)  https://www.facebook.com/federica.favale.71/

La BROMELINA è una sostanza che si ricava dalla polpa e dal gambo dell’ananas, una pianta della famiglia delle BROMELIACEE,originaria dell’America Meridionale. Bromelina è un termine generico che si riferisce a due enzimi PROTEOLITICI, cioè in grado di degradare le proteine in aminoacidi. Sono due enzimi,appunto, uno si ricava dalla polpa e uno dal gambo e la quantità maggiore di enzima è contenuta proprio nel gambo. La Bromelina viene venduta sia come farmaco che come integratore sotto forma di capsule,compresse, polveri,pomate e creme. La bromelina fu isolata chimicamente alla fine dell’800 e introdotta come principio terapeutico nel 1957. Negli anni gli studi su questa sostanza sono molto aumentati mettendone in luce le svariate proprietà e i possibili impieghi.

PROPRIETA’ DELLA BROMELINA:

ATTIVITA’ DIGESTIVA:facilita i processi digestivi soprattutto delle proteine(attività proteolitica) anche in associazione a papaina e/o tripsina per contrastare i disturbi legati ad una digestione troppo lenta in particolar modo dopo un pasto ricco di proteine e in casi di carenza enzimatica.

ATTIVITA’ ANTICOAGULANTE, FIBRINOLITICA, ANTIEDEMATOSA E ANTIFIAMMATORIA: alcuni studi dimostrano che la B. è ingrado di influenzare la coagulazione del sangue degradando la fibrina e quindi dissolvendo il coagulo. Facilita,inoltre, il drenaggio dei liquidi diminuendo la stasi venosa. Viene altresì impiegata nella cura di trombofebliti anche prima e dopo interventi di asportazione di vene varicose. Dal 1964 viene anche impiegata per la cura dell’osteoartrite. E’ utile nel promuovere la guarigione di piccole lesioni muscolari e nel diminuire i tempi di guarigione e il dolore post operatorio.

TRATTAMENTO DELLA DISMENORREA: è stata utilizzata con successo nel trattamento della dismenorrea(mestruazioni dolorose) per un probabile effetto rilassante sulla muscolatura liscia.

CONTRIBUTO ALLE TERAPIE ANTIBIOTICHE:la B. può migliorare l’assorbimento di alcuni antibiotici potenziandone l’effetto. Il suo utilizzo si è dimostrato efficace nelle cura di polmoniti,bronchiti,pielonefriti e infezioni cutanee da staffilococco.

USO TOPICO PER FERITE ED USTIONI: favorisce la riduzione del dolore nelle ferite e ustioni.

TRAUMI SPORTIVI: anche in ambito sportivo vengono sfruttate le proprietà antinfiammatorie e antiedemigene della bromelina.Uno studio del 1960 riguardante i pugili dimostrò come un’integrazione con questa sostanza accelerò la guarigione da ecchimosi e tumefazioni. Inoltre è indicata nel trattamento di vari traumi sportivi come contusioni, stiramenti,contratture e strappi.Sembra anche efficace nel migliorare la funzionalità muscolare dopo attività fisica intensa.

CELLULITE E SOVRAPPESO:la bromelina viene utilizzata anche per il trattamento della cellulite caratterizzata da ristagno di liquidi,infiammazione e depositi di grasso sottocutaneo che presenta il caratteristico aspetto a buccia d’arancia. La bromelina grazie alle sue capacità antinfiammatorie,di drenaggio dei liquidi e di normalizzazione del tessuto cutaneo e sottocutaneo può contribuire alla cura e alla prevenzione di questo inestetismo. Viene consigliata anche ai soggetti in sovrappeso, soprattutto quando la ritenzione idrica rappresenta la causa dell’aumento corporeo.

CONTROINDICAZIONI:

Le persone allergiche all’ananas dovrebbero evitare integratori che contengono il gambo dell’ananas o la bromelina. E’ sconsigliata anche in presenza di ulcera gastrica o duodenale. Inoltre l’assunzione di bromelina in caso di terapie che incidono sulla fluidità del sangue va valutata con consulto medico.

QUANDO ASSUMERE LA BROMELINA: 

Per sfruttare al meglio la sua attività antinfiammatoria va assunta lontano dai pasti.

Come enzima digestivo va assunta dopo i pasti.

In quanto enzima , la concentrazione di bromelina viene espressa in unità enzimatiche, che indicano la capacità dell’enzima di digerire una determinata quantità di proteine. Non è semplice, però, stabilire il dosaggio efficace di bromelina perchè variando le unità enzimatiche varia anche l’attività della bromelina. Normalmente i dosaggi tipici variano tra i 250 e 500 mg 3 volte al giorno.

Leave a Reply

%d bloggers like this: