Category: Cinema

Anteprima “Titane” al Napoli Film Festival

La 22esima edizione si terrà dal 22 al 26 settembre 2021 all’Istituto Francese

Tra gli ospiti il regista polacco Jerzy Skolimowski, il regista francese Stéphane Brizé con “Un autre monde” in Concorso a Venezia 78 e l’attrice Sabina Guzzanti

Discusso, controverso ma anche amato e vincente. Arriva in anteprima al Napoli Film Festival la Palma d’oro di Cannes 2021 “Titane”, scritto e diretto da Julia Ducournau. Il film verrà proiettato il 23 settembre alle ore 20,30 nella Sala Dumas l’Istituto Francese di Napoli (via Crispi 86), e sarà nelle sale italiane dal 1 ottobre.

L’opera racconta la storia di Vincent (Vincent Lindon), un pompiere che vive da 10 anni nella disperazione, a causa della scomparsa del figlio. Quando un ragazzo con il volto ferito afferma ai doganieri dell’aeroporto di essere Adrien Legrand, il figlio scomparso di Vincent, l’uomo tira finalmente un sospiro di sollievo. L’incubo in cui ha vissuto nell’ultimo decennio sembra aver trovato una fine. Senza alcun dubbio, Vincent porta il giovane a casa con sé. Nel frattempo il paese è afflitto da una serie di omicidi poco chiari, tutti perpetrati dallo stesso assassino. Mentre si cerca di capire chi sia l’omicida, Alexia (Agathe Rousselle), una modella che si esibisce in balletti durante i motor show e con un hobby fuori dal normale, sembra proprio essere la prossima protagonista della cronaca nera, che invade i notiziari con i volti delle vittime del misterioso assassino.

La ventiduesima edizione del Festival, che si terrà dal 22 al 26 settembre con la direzione artistica di Mario Violini in collaborazione con Giuseppe Borrone, verrà inaugurata dalla proiezione di “Un autre monde” con Vincent Lindon e Sandrine Kiberlain, alla presenza del regista Stéphane Brizé, in concorso all’ultima Mostra di Venezia, serata realizzata in collaborazione con “Venezia a Napoli – il cinema esteso”.

In collaborazione con la Cineteca di Bologna, venerdì 24 settembre alle ore 20,30, verrà proiettata in anteprima la versione restaurata in 4K del capolavoro – manifesto della Nouvelle Vague, “A bout de Souffle” di Jean-Luc Godard, con il compianto Jean-Paul Belmondo e Jean Seberg.

Completano le anteprime internazionali, il film argentino “Piazzolla, la rivoluzione del tango”, di Daniel Rosenfeld (25 settembre ore 20,30) e “Madre”, di Rodrigo Sorogoyen, Premio migliore attrice alla Mostra del Cinema di Venezia 2019 (23 settembre ore 18,30).

Tra gli ospiti più attesi Jerzy Skolimowski, a cui viene dedicata una retrospettiva di tre film: “Il vergine”, Orso d’oro a Berlino nel 1967 (25 settembre ore 14,30), “Essential killing” (26 settembre ore 16,30) e l’inedito “11 minuti” (25 settembre ore 18,30). Il grande regista polacco racconterà la sua idea di cinema, in un incontro con il pubblico napoletano in programma sabato 25 settembre, alle ore 11,30.

Evento di chiusura al termine della premiazione dei vincitori del Concorso dei corti sarà sempre un film francese in anteprima, “Sotto le stelle di Parigi”, di Claus Drexel con Catherine Frot che racconta di un incontro indelebile tra una senzatetto e un bambino extracomunitario che si è perso nelle strade di Parigi (26 settembre ore 18,30), e la proiezione del documentario “Spin Time – Che fatica la democrazia” presentato dall’autrice Sabina Guzzanti (26 settembre ore 20,30) su un palazzo occupato che si è trasformato in un incredibile esperimento sociale e culturale. Serata realizzata in collaborazione con “Venezia a Napoli – il cinema esteso”

Tra le altre proiezioni in programma, in collaborazione con il Comicon, Festival Internazionale della Cultura Pop, sarà presentato il film “Metamoebius” di Damian Pettigrew (22 settembre), l’ante prima assoluta del documentario “Terra viva” diretto da Nilo Sciarrone (24 settembre ore 18,30), una storia on the road con Luigi Libra, in giro per la Campania, alla ricerca dell’ispirazione per il nuovo album omonimo, e il film di animazione “Josep” realizzato dal disegnatore e regista francese Aurel, dedicato alla memoria di Josep Bartoli, fuggito dalla Spagna all’epoca del franchismo. (25 settembre ore 10 – proiezione riservata alle scuole).

Ingresso per ciascuna proiezione 7€.

Venti le opere in concorso nella sezione SchermoNapoli Corti realizzate da giovani autori campani o realizzati nel territorio della regione. Tra i cortometraggi selezionati molti gli attori noti tra cui Rosaria De Cicco, Andy Luotto, Ludovica Nasti, Gigi Savoia, Antonella Stefanucci e tanti altri. La giuria, composta dal giornalista Antonio Fiore, dalla filmaker Maria Di Razza e dal regista Francesco Prisco, assegnerà il Vesuvio Award al regista del miglior corto e una targa per la migliore interpretazione maschile e femminile. Le opere in concorso, riunite in gruppi di 5, verranno proiettate dalle 16,30 nella Sala Dumas dell’Istituto Francese di Napoli dal mercoledì al sabato (ingresso 5€).

Per informazioni, prenotazioni biglietti e programma completo www.napolifilmfestival.com oppure è possibile inviare una email a info@napolifilmfestival.com.

Organizzato nel rispetto delle normative vigenti per il contrasto al Covid, il Napoli Film Festival è realizzato in partnership con Institut Français, Istituto Polacco in Roma, Grand Hotel Parker’s, Open Art – Creative Graphic Design School, Venezia a Napoli – il cinema esteso 2021 e con il patrocinio di Eunic Naples, Instituto Cervantes Nápoles, Goethe Institut, Consolato Onorario della Repubblica di Polonia – Regione Campania.

Antonella Arduini: a settembre vi aspetto tutti a Teatro

Il suo curriculum lavorativo va dal teatro alla fiction al doppiaggio ed è nota a molti in virtù della sua partecipazione su Rai 1 in una puntata speciale del programma condotto dal giornalista Livio Leonardi,  “Paesi che vai” – Speciale Raffaello, in cui presta il volto a La Fornarina.

A fine agosto l’abbiamo incontrata su un evento di rilevanza internazionale – Gli Open D’Italia – e ne abbiamo approfittato per scambiare due chiacchiere e ricevere qualche anticipazione sui suoi progetti imminenti. Stiamo parlando dell’attrice Antonella Arduini….

Come mai a questo evento oggi, di quale kermesse si tratta?

Gli Open D’Italia, una bellissima manifestazione sportiva afferente il golf e un’occasione perfetta per contatti e pubbliche relazioni.

Quali sono i prossimi spettacoli che hai in programma?

La Fornarina di Porta Settimiana dal 28 al 30 settembre al Teatro Tordinona per il Festival Shegge d’autore 2021 e La Lupa a dicembre al teatro Portaportese.

Due parole sul tuo lavoro  “Palla di Pelo”…
Palla di Pelo è pronto, si tratta di un bellissimo cortometraggio e si parla anche di realizzarne un progetto cinematografico…Non posso dirvi di più per il momento.

Area Stile incanta tutti ed è protagonista al Lido di Venezia con celebrities e sponsor

Area Stile, dopo Sanremo ed il grande concerto di Bocelli, è presente al lido di Venezia per la decima volta in occasione della Mostra del Cinema. Ha inaugurato la Mostra con un super red carpet d’autore con Alice Astori e Asya Ranica, emergenti nel mondo del fashion style.

In Area Stile beauty convergono attori, registi, cantanti e blogger per parlare di festival e scambiarsi idee lavorative inerenti al mondo del fashion e del cinema. 

Marco Lanfranchi, il direttore artistico di Area Stile, è il fautore di questo format veramente esclusivo che mette a disposizione del festival.

In laguna si stanno svolgendo sessioni di make-up e preparazioni dei vari look del festival tutto in concomitanza con le presentazioni dei film in concorso. Si tratta di una bellissima occasione per i vari brand che accompagnano area stile beauty.

Il 4 settembre ha fatto il red carpet Jessica Brugali la star italiana di TikTok che ha superato i 4.6 milioni di followers.

Per citare altri nomi di bellezze sul tappeto rosso, non possiamo non fare il nome di Melania Ferraro, di Giulia Mancuso e di Shari Fontani ma soprattutto dobbiamo dirvi che due giorni fa sono sbarcati al lido tre artisti unici: Alessio Bernabei e Mattia Briga con Arianna Montefiori.

Racconta Marco “Il contenitore dei servizi è molto ampio. Come main sponsor abbiamo iniziato un percorso che ci accompagnerà nei grandi eventi con il brand Eau De Milano https://eaudemilano.it/. Il marchio di profumeria 100% made in Italy dedicato a tutti coloro che, nel mondo, apprezzano lo stile unico e contemporaneo e che condividono uno stesso desiderio di esclusività da sempre legato alla scintillante immagine della città meneghina. La parte food è seguita del brand Zushi Japanese Restaurants, un marchio affermato nella ristorazione giapponese.Caffe Ravasio, storico brand bergamasco, profuma quotidianamente i palati degli ospiti della nostra area con i chicchi pregiati. La parte fashion è diretta dal nostro responsabile MaxEnio, prestigioso Salone che ha sede nella Capitale, e sarà supportata dal noto brand Schwarzopf Professional. La storia parla da sola: prodotti specifici per capelli che hanno supportato da più di 100 anni tutti i migliori Hair Stylist. Gli outifit dei talent sono a cura di vari brand di abbigliamento i quali danno il loro supporto in questo settore. Da Kigili per l’uomo sino ad Anna Re’ per la donna. La famosa scuola di moda Luisa Scivales veste le modelle sul carpet.Il reparto trucco è gestito da Enif Academy di Napoli, un team qualificato ed un brand emergente per dare così il giusto premio ai giovani make up Artist che partecipano a numerosi corsi di formazione; la make up room è coordinata dalla nostra Make up Artist internazionale Marisol Campos a tutti nota per la gestione dei talent della musica e del cinema”.

La forza di area stile sta nel miscelare nel modo giusto le forze in campo.

Numerose le celebrities che visitano Area Stile e accedono ai servizi d’autore; blogger, modelle, attori e cantanti sono protagonisti dei numerosi red carpet coordinati da Marco Lanfranchi e Roberta Nardi. Non mancano le sorprese con ospiti d’onore.

Dichiara Marco Lanfranchi “Ci sono tutti i presupposti per un grande risultato, è una manifestazione sicuramente meravigliosa. Oltre ai personaggi sotto i riflettori non posso non menzionare due preziose figure professionali. Il nostro ufficio stampa Roberta Nardi che coordina in loco la comunicazione a 360 gradi. E la nostra project manager Sara Bolzano la quale organizza tutte le giornate lavorative dei vari reparti e si occupa di gestire i social aziendali”.

Vivi il backstage dei grandi eventi.

Segui Area stile sui social per restare sempre aggiornato.

Grande successo per la presentazione di Come un Gatto in Tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto all’Uci di Parco Leonardo

Grande successo per la presentazione di domenica del film commedia Come un Gatto in Tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto all’Uci di Parco Leonardo.

Molta felicità da parte del pubblico nel vedere arrivare Paola Cortellesi ed il regista Riccardo Milani accolti dal padrone di casa Edoardo Francesco Caltagirone.

L’attrice prima di entrare in sala si è concessa a saluti, foto ed autografi con i fan tutti emozionatissimi di poter nuovamente rivedere la loro attrice preferita in persona.

Paola si è soffermata anche ad asciugare le lacrime ad una piccola fan che le porgeva il suo diario per un autografo e le ha detto “dai non fare cosi che io sono più emozionata di te!”

In effetti trovandosi la sala cinematografica piena, al microfono ha confessato di rivivere questo evento come un nuovo inizio. “L’emozione è la stessa che avevo quando ho calcato i primi passi sul palco”, “vi ringrazio tutti di essere qui oggi questo è un segnale importante, è la voglia di voler tornare a stare insieme nelle abitudini che una volta davamo per scontate, voglia di tornare a vivere nella normalità.” Un messaggio importante per il rilancio del cinema che ha molto sofferto in questo periodo. A dare ancor più importanza al messaggio è stato il gesto spontaneo, fatto dall’attrice ed il regista che si sono avvicinati al pubblico in sala per una foto con “ola” tutti insieme.

Entusiasti anche i colleghi Vip presenti invitati da Antonio Flamini e Marzia Caltagirone, ecco arrivare l’attrice Nadia Rinaldi, sempre più in forma con mise rochettara , una super sexy Ariadna Romero accompagnata dal manager Alex Pacifico, l’attrice Lucia Stara, il tenebroso attore dai profondi occhi blu Cristiano D’Altiero, gli attori Valter D’Errico e Bruno Bilotta, l’attrice Erika Marconi, Maria Grazia Nazzari, Marika Coco, Giada Benedetti , la pallavolista Alessandra Camarda l’agente Paolo Fidemi, Sabina Russillo , l’imprenditore Emidio Pacini ed il conduttore radiofonico sportivo Emanuele Giorgini.

“COME UN GATTO IN TANGENZIALE – RITORNO A COCCIA DI MORTO ” all’Uci Cinemas di Parco Leonardo

L’Uci Cinemas di  Parco Leonardo inaugura il ritorno al cinema con cast 2021 all’insegna di una nuova presentazione cinematografica.

Domenica, 5 Settembre alle ore 18:30, ad accogliere Paola Cortellesi ed il regista Riccardo Milani sarà il padrone di casa Edoardo Francesco Caltagirone insieme alla vice direttrice Uci di Parco Leonardo Manuela Calcutto.

Per la gioia dei tanti fan, in sicurezza e con le mascherine di protezione , sarà finalmente nuovamente possibile incontrare dal vivo Paola Cortellesi.

Centralini in tilt per il centro commerciale Leonardo di Fiumicino, non appena lanciata la notizia dell’arrivo del cast del film commedia.

Molti i colleghi Vip invitati da Marzia Caltagirone e Antonio Flamini che non perderanno l’occasione per salutare gli amici interpreti del film.

Poltrone prenotate in sala per:

Gli attori Valter D’Errico e Bruno Bilotta, l’attore e conduttore radiofonico Cristiano D’Alterio, le attrici Carolina Rey, Alessandra Russillo, Nadia Rinaldi, Lucia Stara, Erika Marconi, Maria Grazia Nazzari, Marika Coco, Giada Benedetti, la conduttrice Monica Leofreddi i produttori Roberto Cipullo e Mario Pezzi, la modella Maria De Sousa il conduttore radiofonico sportivo Emanuele Giorgini, la pallavolista Alessandra Camarda l’agente Paolo Fidemi, l’attrice e showgirl Nathaly Caldonazzo, l’agente Alex Pacifico insieme all’attrice Ariadna Romero e Fabiola Sciabbarrasi.

AIG Women’s Open: trionfa Anna Nordqvist

European Tour, Johannes Veerman trova il primo successo

Sul percorso del Carnoustie Golf Links, in Scozia, la svedese conquista il suo terzo titolo Major della carriera davanti alla connazionale Madalene Sagstrom, all’inglese Georgia Hall e alla statunitense Lizette Salas

In Repubblica Ceca l’americano vince il D+D Real Czech Masters, Nino Bertasio 29/o

Anna Nordqvist trionfa sul percorso del Carnoustie Golf Links (Par 72), ad Angus, in Scozia e conquista l’ultimo Major della stagione femminile. La svedese si aggiudica il titolo grazie ad un punteggio di 276 (71 71 65 69, -12) colpi davanti ad un terzetto formato dalla connazionale Madalene Sagstrom, dall’inglese Georgia Hall e dalla statunitense Lizette Salas, seconde a pari merito con 277 (-11).

Per Anna Nordqvist si tratta del terzo titolo Major della carriera dopo la vittoria del KPMG Women’s PGA Championship nel 2009 e dell’Amundi Evian Championship nel 2017. Si tratta del nono successo in carriera sul LPGA Tour per la 34enne nativa di Eskilstuna, che attualmente vive a Phoenix, in Arizona, negli Stati Uniti d’America. Grazie a questo successo Anna Nordqvist conquista 650 punti nella Race to the CME Globe e sale dal 57/o al 20/o posto in classifica.

Giulia Molinaro, unica italiana in gara, non è riuscita a lasciare il segno e la sua gara è terminata dopo 36 buche. La veneta non ha superato il taglio e si è piazzata 126/a con un punteggio di 152 (78 74, +8).

EUROTOUR, PRIMO SUCCESSO PER VEERMAN – Johannes Veerman vince il D+D Real Czech Masters, torneo dell’European Tour che si è disputato sul percorso dell’Albatross Golf Resort (Par 72), a Praga in Repubblica Ceca. Il 29enne statunitense si aggiudica la settima edizione della competizione con un punteggio di 273 (71 66 68 68, -15) colpi davanti al connazionale Sean Crocker e al finlandese Tapio Pulkkanen, secondi con 275 (-13). Quest’ultimo ha gettato alle ortiche la possibilità di vincere il torneo o quantomeno di giocarsi il titolo ai play-off facendo registrare un bogey e un doppio bogey nelle ultime due buche.

Tra gli italiani in gara il migliore è stato Nino Bertasio, che grazie ad un ultimo giro bogey free condito da 6 birdie è riuscito a risalire 30 posizioni e a piazzarsi 29/o con uno score di 283 (71 71 75 66, -5). Renato Paratore chiude 50/o con 288 (74 68 73 73, Par), mentre Andrea Pavan, vincitore di questo torneo nel 2018 e 3/o classificato nel 2019, è 70/o con un totale di 296 (74 66 77 79, +8). Si chiude dopo 36 buche il torneo di Aron Zemmer, 74/o con 145 (72 73, +1).

Con questo successo, Johannes Veerman incassa un assegno da 149.920 euro su un montepremi complessivo di 1.000.000, per il californiano classe 1992 si tratta del primo successo in carriera sull’European Tour.

PSFF 2021, proclamati i finalisti della quinta edizione

Annunciati sulle piattaforme social e sul sito FilmFreeWay i 23 lavori in finale alla prossima edizione del festival del corto

Battipaglia, 22 Agosto 2021 – Saranno ventitre i cortometraggi che saranno proiettati durante le tre serate finali del Picentia Short Film Festival, dall’10 al 12 settembre. Il bando, aperto dal 15 novembre 2020 al 17 luglio 2021, ha visto la partecipazione totale al concorso di oltre 900 lavori, provenienti da 61 paesi diversi, distribuiti tra Europa, Asia, Americhe e Oceania.

I cortometraggi selezionati per la sezione Horror&Thriller sono: “For Sale”, regia di Francesco Gabriele (ITA, 2020, 15′); “Ride with the guilt”, regia di Dario Bocchini (ENG/ITA, 2020, 10′);

“Sleep Now”, regia di Pål Gustaven (NOW, 2020, 7′).

I lavori finalisti della sezione Docs&Discovery, sono: “Eporedia”, regia di Andrea Lazzari (ITA, 2020, 10′); “Paesaggi del cibo”, regia di Michele Trentini e Andrea Colbacchini (ITA, 2021, 30′); “Mimmo”, regia di Matthew Bell (ENG/ITA, 2021, 43′); “Alberi cittadini”, regia di Lorenzo Follari (ITA, 2020, 20′).

Ad aver avuto accesso in finale, per la sezione Drama&Social: “Alla fine della nuvola”, regia di Federica Biondi (ITA, 2020, 15′); “A moment of magic”, regia di Andrea Casadio (USA/ITA, 2021, 20′); “Il pesciolino d’oro”, regia di Teodoro De Monticelli (ITA, 2020, 14′); “Ecce Mater”, regia di Valentina Tomada (ITA, 2020, 15′); “Il nostro nome è Anna”, regia di Mattia Mura Vannuzzi (ITA, 2020, 20′).

Per la sezione Comedy&Comic sono stati selezionati: “Io sono Dio – I Am God”, regia di Riccardo Stopponi (ITA, 2021, 7′); “Quarantena, vita da pupazzi”, regia di Luigi Rotondo (ITA, 2020, 5′); “Sunshine”, regia di Martino (ITA, 2020, 7′); “Fase 3”, regia di Omar Nedjari (ITA, 2020, 20′);

“La triste vita del mago”, regia di Francesco D’Antonio (ITA, 2020, 14′).

Per la sezione Green&Nature: “Uno dopo l’altro”, regia di Valerio Gnesini (ITA, 2020, 10′);

“Stop!”, regia di Salvatore Fazio (ITA, 2020, 15′).

Infine la selezione Music&Videos vede finalista e vincitore “Back to us” di Mahmood, regia di Antonio Benedetto (ITA, 2020, 7′).

Sarà assegnato ai cortometraggi in concorso un premio a serata per ciascuna categoria di concorso, conferito dalla Giuria Tecnica, composta da esperti del settore cinematografico, oltre varie menzioni assegnate rispettivamente dalla Giuria Stampa e dai partner di Vitruvio Entertainment con il Premio Picentia – Vitruvio e da quelli del comparto media. La Giuria Tecnica, che comporrà in parte anche il parterre degli ospiti, sarà annunciata a breve sui canali social e sul sito del Festival.

Tanta soddisfazione per la direzione artistica del PSFF, che ha visto partecipare un numero davvero cospicuo di lavori nonostante il calo fisiologico dovuto al Covid-19 che ha rallentato notevolmente la produzione e la distribuzione cinematografica indipendente. “La qualità e la quantità dei cortometraggi giunti alla quinta edizione, nonostante la situazione di complessità generale, è pienamente soddisfacente e anzi va oltre i numeri che ci si aspettava – ha dichiarato il direttore artistico dell’evento Luca Capacchione – La squadra di preselezione ha svolto un grande lavoro, compresso in poco più di un mese ma che ha dato frutti notevoli e che siamo sicuri saranno pienamente apprezzati dal pubblico e dalle giurie che ad horas cominceranno a vagliare i finalisti per assegnare i rispettivi premi”.

Altra importante menzione di questa edizione sarà il Premio “PSFF Lustrum”, che sarà assegnato al cortometraggio che in questi cinque anni si è distinto tra tutti i finalisti. Il lavoro ora passa alle giurie che, in questo avvicinamento alla data di apertura, lavoreranno alacremente per decretare tutti i vincitori. Nei prossimi giorni saranno anche annunciati gli ospiti che calcheranno il red carpet nel cuore di Piazza Aldo Moro a Battipaglia.

Festival di Venezia: l’artigianato di lusso protagonista in passerella con Marianna Bonavolontà

Giornalista, imprenditrice, Consulente d’immagine, Style Coach e membro dell’ Accademia Italiana Galateo. Si occupa di moda, lifestyle. Stiamo parlando di Marianna Bonavolontà fondatrice di Chic Advisor ® – la guida dell’artigianato di lusso – che di recente avete visto alla conduzione del Tg su Trsp, canale 15 in Molise e 17 in Abruzzo.

Collabora con diverse testate, tra cui il magazine online Hermes Magazine, La Gazzetta dello Spettacolo, il settimanale Nuovo ed il periodico cartaceo Lacerba. Attualmente sta lavorando in qualità di autrice su alcuni programmi in uscita e si sta già preparando alla prossima “tappa” della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Sarà in Laguna dal 2 all’11 settembre e possiamo anticiparvi che per lei il red carpet sarà doppio; il suo invito in passerella interesserà infatti due serate, quella del 2 settembre e quella del 4 settembre.

Marianna ci svela che sarà ospite poi il 5 settembre ad un importante evento all’Hilton, dove sarà presente anche la contessa Donà Delle Rose della fondazione Donà delle Rose. L’organizzazione è di The Chic and Cool e Marianna è altresì membro della giuria ufficiale in riferimento ai film.

Marianna è reduce dallo spettacolo di Stefano De MartinoBiagio Izzo e Paolantoni, durante la tappa abruzzese dove è intervenuta nella conduzione stessa ad inizio spettacolo e poi si è occupata delle interviste. La Bonavolontà ricordiamo che lavora con i Vip e li intervista di frequente. Degna di menzione, per esempio, è la recente intervista al campione olimpionico Marco Di Costanzo.

Tornando alla passerella più ambita d’Italia, quest’anno sono in molti a domandarsi quali abiti vestirà Marianna Bonavolontà e quali gioielli avrà scelto di indossare. Il messaggio che verrà lanciato da lei sarà di grande importanza e avrà riguardo ad un tema d’attualità ma ancora non possiamo anticiparvi nulla. Marianna ci tiene ad “andare oltre” la semplice sfilata, come negli anni precedenti.

Vi invitiamo a seguire il suo blog mariannabonavolonta.com

Cristian Nardi Regista Sceneggiatore di IMAGERY il Kolossal Italiano troppo bello per essere girato

Cosi come riportato da giornali di mezzo mondo tra cui la nostra agenzia ufficiale stampa italiana  ANSAIMAGERY il è il Kolossal Tratto dallo sceneggiatore abruzzese Cristian Nardi Mai realizzato, ma quali sono i motivi? prima di rispondere a questo quesito facciamo un passo indietro. Che cose IMAGERY di cosa parla il film per essere cosi importante? al momento l’unica trama ufficiale esistente è la seguente:

SINOSSI IMAGERY Toby è un professionista, il miglioro esperto in materia artistica. Comprendere l’autenticità di un’opera grazie al suo capacità è ciò che lo distingue. Ma un forte desiderio lo porta a diventare schiavo delle sue stesse ambizioni al punto da crearsi un’ulteriore identità: quella di trafficante. Un collezionista miliardario Wissental, ossessionato dall’arte, viene a conoscenza in maniera alquanto strana dell’organizzazione, ricattandolo di uno scandalo senza precedenti. Toby per porre riparo si vede costretto a cedere ad una ricerca di un dipinto che stava portando l’uomo sull’orlo di un fallimento finanziario. L’impresa si presenta sin dall’inizio molto complessa essendo che il luogo della ricerca dell’opera è la mente umana.

il cast della complessissima Fabula e intreccio che vedeva tra i protagonisti attori di grosso calibro come: Bret Roberts, e l’ide di un cameo Robert De Niro, tra cui Ben Barnes che tutti  ricordano nel film il ritratto di Dorian Gray, infine si parlava anche di Ian McKellen e molto altri. Ma malgrado IMAGERY è una pellicola con ottimi requisiti dopo cinque anni il film non riesce a trovare una casa di produzione disposta a produrre quella che: a parere dei pochi fortunati che hanno avuto l’occasione di leggere lo script, viene definito una pellicola cinematografica  paragonabile ad INCEPTION il capolavoro del regista britannico Christopher Nolan  

Pur parlando di immaginazione la pellicola che contata oltre 140 minuti di durata si scontra con la realtà, come quello del BUDGET, in effetti IMAGERY per essere realizzato occorrono bel oltre 7 milioni di euro, un problema non da poco considerando che in Italia non ci sono produttori cinematografici capace di sopportare un rischio cosi esponenziale. Ma a complicare la cosa è il regista che in questa IMAGERY si tratta di un’opera prima, un motivo che FA  inorridire anche i più grandi manager della Creative Artists Agency | CAA  quindi qui la questione si fa delicata, nel senso se facciamo i conti della serva INCEPTION   è stato distribuito in circa 6700 sale cinematografiche, di cui 197 di tipo IMAX. Il giorno d’apertura ha avuto un incasso di 21,7 milioni di dollari. Il film si è rivelato un grande successo nelle sale, poiché ha raggiunto un incasso di 292576195 $ solo negli Stati Uniti e 825532764 $ complessivi in tutto il mondo.

Allora quando vale IMAGERY? in una delle prima interviste sulla RAI regionale  il regista Cristian Nardi dichiarò di aver ricevuto offerte da un produttore spagnolo di oltre un milione di euro per la cessione totale dei diritto d’autore,  ma da non dimenticare che stiamo pur sempre parlando di un opera prima qui…  si ritiene che il costo di una sceneggiatura definitiva, in linea con i parametri di mercato, possa rientrare in una forbice, fra autori meno e più affermati, che va dai 20.000,00 ai 200.000,00 euro per sceneggiature realizzate a più mani o 150.000,00 euro nel caso di singolo. Mentre per quel che riguarda i registi, si prevede per una corretta valutazione di costo un massimale di 250.000,00 euro circa. A tal proposito si precisa che la predetta previsione è comunque da riferire ai registi di film, con uscita in sala, che abbiano ottenuto un incasso complessivo (sala, tv, home video, ecc. ecc.) di almeno 1.000.000,00 euro. Tutti gli altri autori sono valutabili per un costo massimo di 90.000,00 euro.

Quindi se lo sconosciuto spagnolo avrebbe offerto oltre un milione per la sceneggiatura quale potrebbe essere il vero potenziale di questo film? IMAGERY è una sceneggiatura impossibile da realizzare perché il mondo non è ancora pronto nel comprendere un’opera cosi grande.

Attualità :

Nel 2021 si ricomincia di nuova a parlare film Genere azione, fantascienza, thriller, avventura, dove le cose si stanno evolvendo e molto finanziatori guardano  IMAGERY come una risorsa economica per la TV e il cinema. Ma il vero motivo per cui IMAGERY non è stato mai girato è che il regista impone delle condizioni contrattuali molto semplici; ciò lui deve essere l’unico a poterlo giare.

 

Paco De Rosa nel cast di “#Vita”: la serie regina del web approdata da poco in TV

La serie sarà presto trasmessa anche su una player on-demand internazionale

L’attore interpreta due personaggi: lo sbalestrato Karate Kid e suo fratello gemello Pako

La serie ha avuto la prima messa in onda, sull’emittente campana Canale 8

Paco De Rosa tra i protagonisti della serie #Vita, che dopo l’enorme successo riscosso sul web è approdata in TV su Canale8.

Un periodo d’oro per il giovane attore partenopeo, reduce dal successo internazionale del film: “Ed è subito sera”, film che racconta, in chiave romanzata, le ultime settimane di vita di Dario Scherillo, vittima innocente di camorra.

L’interpretazione del “cattivo” all’interno di quest’ultimo lungometraggio gli è valsa la statuettadel Vegas Movie Awards™ (VMA) come miglior attore.

L’artista partenopeo, dopo aver vinto il premio come miglior attore drammatico al Best Actor Awords di New York, dopo aver ottenuto il premio come migliore attore al Los Angeles Film Awards (LAFA), dopo aver vinto l’Actor Award di Los Angeles come miglior attore drammatico e dopo aver portato a casa anche continua inarrestabile la sua ascesa artistica.

“In questa serie interpreto due fratelli gemelli: Karate Kid, ragazzo sbalestrato dalle precarie basi culturali e Pako, un ragazzo con sindrome di Tourette ricco di autoironia – racconta l’attore – per Karate Kid mi sono ispirato a “Braccio di Ferro”, personaggio che interpretavo nello show andato in onda su Rai 2, “Fatti Unici”.

Pako, invece, è frutto di uno studio personale che ho condotto sulla sindrome, sicuramente complessa e difficile da gestire, ma anche caratterizzante e non per forza invalidante. Ho fatto in modo che la sindrome per questo personaggio rappresentasse soprattutto un notevole veicolo di autoironia e forza interna, capace di fargli vedere la vita sempre dal punto di vista positivo. Due ruoli comici ma molto caratteristici – conclude poi – e per nulla banali, e che ho amato subito! E, soprattutto, due personaggi per i quali è difficile non fare il tifo!”

La serie negli scorsi mesi ha ottenuto consensi e milioni di visualizzazioni conquistando numerosi premi, tra cui un riconoscimento in Brasile per il My Movies Award, oltre a giungere tra i finalisti del Digital Media Fest nella sezione Comedy.

La seriesta già registrando notevoli ascolti anche in TV, confermandosi prodotto di qualità Made in Naples.

Ideata da Ciro Ceruti, la sit-com è prodotta da Genesi Production con Canale 8 e presto sarà trasmessa anche da un noto player on-demand internazionale.

Tra le novità di questa nuova edizione, la firma alla regia di Claudio Insegno e l’ingresso nel cast di grandi artisti del calibro di Sandra Milo, Gianfranco D’Angelo, Milena Miconi. Completano il cast il noto attore partenopeo Ernesto Lama che sarà coprotagonista con Ceruti e Insegno, Simona Ceruti e Simone Gallo.

Guest Star di questa stagione: Veronica Maya, Paolo Caiazzo e Ciro Villano.