Categoria: cronaca

‘The Last Letter From Your Lover’ Review: Shailene Woodley Has an Affair to Remember, Felicity Jones Gets One to Forget

‘the-last-letter-from-your-lover’-review:-shailene-woodley-has-an-affair-to-remember,-felicity-jones-gets-one-to-forget

The past isn’t just a different country, but a different movie entirely, in “The Last Letter From Your Lover,” a lushly mounted pair of love stories — one present, one past — that are faintly enmeshed but almost entirely disparate in tone, style and emotional impression. In the first, Shailene Woodley and Callum Turner fall […]

I prossimi 10 anni segneranno il destino dei coralli

i-prossimi-10-anni-segneranno-il-destino-dei-coralli
(foto:Francesco Ungaro on Unsplash)

Ultima chiamata per i coralli. Servono azioni urgenti per cambiare il destino delle barriere coralline: dal collasso a un lento recupero. È con queste parole che un team di esperti in materia ha formalizzato un appello per la salute dei coralli. Lo ha fatto in un documento sostenuto da diverse associazioni e fondazioni ambientaliste presentato all’International coral reef symposium, riconoscendo l’immenso patrimonio naturalistico, ma anche l’indotto economico e sociale collegato alla salute dei coralli, la maggior parte dei quali si trova in paesi a basso reddito.

Si stima che il valore dei corali, o meglio delle barriere coralline, si aggiri intorno ai 10mila miliardi di dollari l’anno, scrivono gli autori. Un valore che tiene conto di tutto quello che si muove intorno alle barriere coralline: il turismo sì, ma anche il ruolo di protezione costiera (una barriera corallina in salute può aiutare a contrastare l’energia e l’altezza delle onde, spiegano gli esperti), le attività di pesca correlate e l’estrazione di sostanze utili in ambito medico. Ma tutto questo – insieme al non trascurabile valore in termini di biodiversità e bellezza naturale offerto dai corali – rischia di perdersi se non si interviene ora.

“Le proiezioni ci dicono che fino al 30% delle barriere coralline continueranno ad esistere in questo secolo se limitiamo il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius. Ma se vogliamo limitare il riscaldamento a 1,5°C, dobbiamo farlo oraha commentato Andréa Grottoli della Ohio State University, tra gli autori del documento –. Le evidenze scientifiche i modelli mostrano che ci rimangono solo pochi anni per ridurre le emissioni di anidride carbonica che ci portano su quella strada. Deve succedere in questo decennio o non centreremo l’obiettivo”.

Non a caso il sottotitolo del paper parla di una sfida decennale (quella per ricostruire le barriere coralline), e serve come strumento aggiuntivo per i lavori della Cop 26 (la conferenza delle Nazioni Unite sul clima, in programma tra fine ottobre e inizio novembre a Glasgow) e della Cop 15 (sulla biodiversità).

Le richieste degli esperti partono dalla considerazione che non sia stato solo il cambiamento climatico a danneggiare negli ultimi anni le barriere coralline (con l’acidificazione degli oceani e l’aumento delle temperature), ma anche le attività di overfishing e l’inquinamento, ha spiegato Nancy Knowlton dello Smithsonian Institution National Museum of Natural History, prima autrice del report. È per questo che il recupero dei coralli non potrà solo dipendere da adeguate politiche di riduzione delle emissioni e/o attività di cattura e sequestro del carbonio, ma anche in interventi locali per aumentare la protezione e la gestione delle barriere coralline, nonché in attività di rirpristino attivo, si legge nel documento.

Politiche per le quali servono obiettivi ambiziosi, risorse, innovazione e azioni coordinate a diversi livelli, internazionale e locale, dicono gli esperti: “Le azioni devono essere prese ora per rallentare e invertire il cambiamento climatico, migliorare le condizioni locali dei reef, avviare il recupero attraverso attività di ripristino e accelerare l’innovazione verso l’adattamento…non c’è tempo da perdere”.

.

The post I prossimi 10 anni segneranno il destino dei coralli appeared first on Wired.

Georgina Rodriguez si abbandona al piacere con Ronaldo: dolcezza infinita

georgina-rodriguez-si-abbandona-al-piacere-con-ronaldo:-dolcezza-infinita

georgina-rodriguez-si-abbandona-al-piacere-con-ronaldo:-dolcezza-infinita

La showgirl ha postato alcune foto di famiglia direttamente dal suo yacht ormeggiato a Mallorca. Curiosi di vedere cosa le piace mangiare?

Georgina Rodríguez cena dessert Ronaldo foto
Georgina Rodríguez (Screen Instagram)

La showgirl che nei giorni scorsi è stata protagonista a Cannes sul red carpet del film “France” del regista Bruno Dumont con Blanche Gardin, Emanuele Arioli e Benjamin Biolay.

In quell’occasione Georgina Rodriguez ha incantato i fan con spacchi da urlo ed un vestito bianco super attillato che non lasciava immaginare nulla del suo fisico perfetto e tonico.

Dopo Cannes però con la sua famiglia è volata subito a Mallorca dove si sta godendo le vacanze a bordo del lussuoso yacht. Si tratta di un Azimut Grande 27 Metri realizzato dal cantiere di Viareggio del Gruppo Azimut|Benetti completamente rifinito in fibra di carbonio.

Georgina Rodriguez svela la sua tentazione di gola: che goduria

La ragazza è una delle donne più invidiate al mondo per la sua bellissima relazione con il calciatore portoghese.

Georgina Rodríguez cena dessert Ronaldo foto
Georgina Rodríguez (Foto Instagram)

In vacanza con loro c’è anche la figlia Alana Martina Dos Santos Aveiro con cui si stanno godendo dei divertenti momenti insieme come vediamo dalle ultime foto postate proprio da Georgina.

Potrebbe interessarti anche –> Benedetta Rossi la somiglianza con il marito è assurda: cos’hanno in comune

La modella svela come a tutta la famiglia piaccia mangiare la pizza a cena, e come non manchino mai i dolci per terminare il pasto. Nella foto campeggia infatti un piatto con un tortino al cioccolato dal cuore morbido con una pallina di gelato alla panna e fragole.

Anche la bellissima modella dunque ama abbandonarsi ai piaceri della gola, un modo dolce per concludere la giornata accanto al suo amore. Terminano poi la serata con una bella tisana calda per digerire e rilassarsi prima della buonanotte. Il carosello di scatti ottiene in poche ore oltre 1,8 milioni di like.

Nicolò Zaniolo e Sara Scaperrotta sono genitori, è nato il figlio Tommaso

nicolo-zaniolo-e-sara-scaperrotta-sono-genitori,-e-nato-il-figlio-tommaso


È nato a Roma il figlio di Sara Scaperrotta e Nicolò Zaniolo. Il calciatore della Roma è stato esentato dall’allenamento mattutino e si è recato a fare visita al figlio e alla madre del bambino, con il quale ha avuto una storia d’amore che si è chiusa diversi mesi fa. “Non mi sentivo pronto”, aveva detto il calciatore assumendosi tutte le responsabilità di padre. A pochi giorni dal parto lo sfogo di Scaperrotta: “Io lasciata sola”.
Continua a leggere