Categoria: MESSINA

Basket, Serie B: Fidelia Torrenova Fa Sua Anche Gara 2 Di Playout, Battuta La Robur 61-58

Basket, Serie B: anche gara 2 è della Fidelia Torrenova, che batte Robur 61-58Due su due per la Fidelia Torrenova, che in Gara-2 dei Playout del Girone B del campionato di Serie B ha nuovamente la meglio sulla Coelsanus Varese per 61-58. Una gara giocata ad alti ritmi, soprattutto nel primo tempo, che ha visto la squadra di coach Bartocci toccare il +11, 49-38, per poi essere ripresa ed agganciata dalla Robur. Nel finale poi a deciderla sono Bolletta ed i liberi di Guerra e Di Viccaro. Una vittoria pesante, che porta la Fidelia sul 2-0 a favore nella serie.

Fidelia Torrenova – Coelsanus Varese 61-58 (25-25, 41-38, 54-45)

Fidelia Torrenova: Perin 14 (2/5, 2/4), Gloria 10 (5/7), Bolletta 8 (2/3, 0/2), Lasagni 8 (1/2, 2/2), Di Viccaro 7 (1/2, 1/6), Guerra 7 (3/5), Ferrarotto 5 (1/2, 1/2), Galipò 2 (1/3, 0/4), Klanskis (0/2, 0/2), Mazzullo, Saccone ne. Coach: Bartocci.

Coelsanus Varese: Gergati 15 (3/7, 1/7), Maruca 13 (2/5, 1/4), Albique 11 (4/6, 0/1), Trentini 8 (1/5, 2/4), Boev 5 (2/3), Corno 4 (2/3, 0/5), Dalcò 2 (1/2, 0/1), Sorrentino (0/1 da 3), Veronesi ne, Macchi ne, Antonelli ne.

Gli ospiti partono meglio andando sul +6 (11-5), Torrenova però si scuote e guidata da Guerra e Perin trova il vantaggio sul 17-15. Varese risponde coi i canestri di Maruca, poi Lasagni e Perin siglano la parità a quota 25, con cui si chiude il primo quarto. Una tripla di Lasagni apre il secondo quarto, alla quale rispondono prontamenti Trentini e Gergati per nuovo vantaggio ospite. Di Viccaro sblocca Torrenova da oltr’arco seguito dall’ennesimo canestro di Lasagni per il +6 locale, poi Gergati e Maruca e accorciano al 41-38 di fine primo tempo. Torrenova rientra sul parquet con uno spirito diverso, giocando una difesa molto solida e riuscendo ad andare a segno con continuità grazie a Bolletta, Gloria e Perin che firmano un parziale di 9-0. La tripla di Trentini interrompe l’ottimo momento dei padroni di casa, permettendo a Varese di tornare sotto le 10 lunghezze di svantaggio, ma 5 punti consecutivi di Ferrarotto issano i padroni di casa sul +9 (54-45). Non è finita però, perché Torrenova si blocca e Varese torna a contatto piano piano sul 56-56 con tre liberi di Gergati. La Robur però non fa i conti con l’energia e la voglia della Cestistica, che con Guerra, il rimbalzo d’attacco con canestro di Bolletta ed i liberi di Di Viccaro porta a casa il match.

Ufficio Stampa Fidelia Torrenova


Messina: Torna L’appuntamento Annuale #bastaplastica

Torna l’appuntamento annuale con la giornata di volontariato dedicata alla pulizia delle nostre spiagge, giunta al terzo anno, inserito nella campagna #bastaplasticaTorna l’appuntamento annuale con la giornata di volontariato dedicata alla pulizia delle nostre spiagge, giunta al terzo anno, inserito nella campagna #bastaplastica. “Sei un privato cittadino o fai parte di un associazione? Contattaci e organizza anche tu la giornata di pulizia nel tuo paese. Nelle scorse due edizioni abbiamo pulito tantissime spiagge in tutta la Sicilia e raccolto centinaia di sacchi pieni di ogni tipo ti rifiuto”, scrivono gli organizzatori.

Cosa è #bastaplastica?

#bastaplastica è la campagna di sensibilizzazione, contro l’utilizzo della plastica monouso, lanciata dal movimento cinquesei nel 2019.

Nei numerosi incontri e assemblee che si sono tenute a Terme Vigliatore, abbiamo discusso dei problemi del nostro territorio siciliano, e delle possibili soluzioni. Nel 2019 sono stati contattati più di 50 comuni Siciliani, invitandoli a deliberare sul divieto di vendita della plastica monouso nei locali.


Messina: Misure Di Sostegno Socio-Economiche Da Covid-19, Proroga Scadenza Tari 2021

L’Amministrazione comunale di Messina ha prorogato i termini di scadenza della TARI 2021L’Amministrazione comunale di Messina, nell’ambito del complessivo programma delle misure di sostegno all’emergenza Covid-19 a favore delle famiglie e delle imprese del tessuto sociale ed imprenditoriale della città, con delibera di Giunta Municipale n. 255 del 14.05.2021, ha prorogato i termini di scadenza della TARI 2021. Le scadenze, secondo le seguenti date: prima rata entro il 31 luglio 2021; seconda rata 30 ottobre 2021; e la rata di saldo entro il 31 gennaio 2022. Il Dipartimento Servizi Tributari sta già provvedendo alla emissione degli avvisi di pagamento con le nuove scadenze.


Messina, L’Uil Scrive Al Prefetto Di Reggio Calabria Sulle Difficoltà Di Vaccinazione Dei Lavoratori Marittimi In Servizio Presso Aziende Di Navigazione Siciliani

Messina, l’Uil scrive al Prefetto di Reggio Calabria: “la piattaforma informatica della Regione Calabria non riconosce i lavoratori marittimi che, come noto, sono assistiti dal SASN e non dal SSN”Di seguito la lettera integrale dell’Uil di Messina al Prefetto di Reggio Calabria:

La UIL Messina desidera evidenziare alla S.V. Ill.ma la grave problematica che investe numerosi lavoratori marittimi calabresi (reggini in particolare) in servizio presso aziende di navigazione e vettori siciliani, i quali non riescono ad effettuare la prenotazione per eseguire la vaccinazione contro il Covid-19. Infatti, a tutt’oggi, la piattaforma informatica della Regione Calabria non riconosce i lavoratori marittimi che, come noto, sono assistiti dal SASN e non dal SSN. Tutto ciò avviene nonostante, nei giorni scorsi, il Ministero della Salute, dopo molte sollecitazioni e a seguito di una serie di incontri ufficiali, ha comunicato alle Regioni le modalità operative per consentire l’inserimento dei suddetti lavoratori nel database della piattaforma. Si tratta, fra l’altro, di lavoratori che, sin dall’esplosione della pandemia, hanno svolto quotidianamente un servizio essenziale per garantire la mobilità delle persone e delle cose nei nostri territori.   Pertanto, alla luce del pesante disagio che investe questi lavoratori reggini dipendenti di aziende siciliane, la scrivente Organizzazione Sindacale chiede un suo autorevole intervento al fine di risolvere la problematica che tanta apprensione sta causando nelle maestranze coinvolte.

Il Segretario Generale

Ivan Tripodi


Ponte Sullo Stretto, Galluzzo: “altro Che Cattedrale Nel Deserto, A Messina Si Concentrerebbero Flussi Commerciali E Turistici”

Il deputato regionale all’Ars Pino Galluzzo sottolinea l’importanza del Ponte sullo Stretto di MessinaL’onorevole Pino Galluzzo, deputato regionale all’Ars e presidente dell’intergruppo Continuità territoriale, Ponte e infrastrutture si batte per la realizzazione dell’opera per collegare Calabria e Sicilia. In un’intervista pubblicata sulle colonne odierne della Gazzetta del Sud ha spiegato l’importanza del Ponte sullo Stretto di Messina e spera che non venga perso altro tempo con inutili dibattiti ideologici: “corriamo il rischio di ricevere un sì azzoppato, ma confidiamo nel Governo Draghi e nell’azione che i governatori Musumeci e Spirlì stanno portando sino in fondo”. “Io credo che non ci sia altro da fare se non ripartire da quel momento in cui tutto fu “sospeso” – prosegue Galluzzo – , cioè dai cantieri che erano stati avviati prima che il Governo Monti bloccasse tutto. C’era stata una gara, erano stati avviati i lavori a Cannitello, qui a Messina si erano fatti i carotaggi, tutte le indagini propedeutiche all’apertura del cantiere, era pronto il piano degli espropri. Altro che nuovi studi di fattibilità. Si aggiorni l’unico progetto esistente e si parta, visto che la commissione di esperti ha ribadito che il ponte va fatto”.

Il deputato regionale di Diventerà Bellissima ha poi ribadito: “la Sicilia può diventare la piattaforma logistica del Mediterraneo. Noi non vogliamo più che ricadano sulle nostre spalle i costi dell’insularità, che lo studio commissionato dal vicepresidente Armao calcola in 6 miliardi di euro annui. Con qui soldi vogliamo fare il ponte. Ancora oggi sento parlare dell’inutilità del ponte, ma sono discorsi privi di senso. Al momento l’area dello Stretto è totalmente esclusa dal traffico merci, se si eccettua quella parte residua che serve solo i mercati della Campania e della Puglia? Sappiamo cosa significa l’alta capacità ferroviaria? Così come si straparla di Alta velocità e non la si collega all’unica opera che la renderebbe possibile, cioè il Ponte sullo Stretto. E a chi dice che prima bisogna fare il tracciato dell’Alta velocità, poi casomai il collegamento stabile, io rispondo che è esattamente il contrario: prima bisogna fare il Ponte, perché altrimenti non esiste Alta velocità, è solo una truffa”. Galluzzo infine conclude: “i benefici sarebbero enormi per Messina-Milazzo, per Augusta, per Gioia Tauro. Altro che cattedrale nel deserto, nessuno potrà più baypassare Messina, sarà la “capitale del Ponte”, richiamerà anche flussi turistici in grado di cambiare le sorti dei nostri territori”.


Sicilia, Armao: “insularità è Una Tassa Occulta, Ogni Anno Ci Costa Quanto La Costruzione Del Ponte Sullo Stretto”

“Insularità è una tassa occulta, ogni anno ci costa quanto la costruzione del Ponte sullo Stretto”, le parole di Gaetano Armao, vicepresidente della Regione Sicilia“Nel 75esimo anniversario dell’Autonomia siciliana abbiamo pubblicato il rapporto definitivo sulla “Stima sui costi dell’insularità per la Sicilia”, per sottolineare quanto ancora attuali siano le esigenze di riscatto dei siciliani a fondamento dell’autonomia regionale e lo abbiamo trasmesso al Ministero delle Regioni ed alla Commissione paritetica che dovrà adesso avvalendosi degli studi e delle analisi di amministrazioni ed enti statali e di quelli elaborati dalla medesima Regione, elaborare: “stime economiche e finanziarie sulla condizione di insularità della medesima Regione” (l. 30 dicembre 2020, n. 178, art.. 1, comma 690)”. E’ quanto afferma il vicepresidente della Regione Sicilia, Gaetano Armao. “E questo attribuisce allo studio una diversa prospettiva trasformandolo in uno strumento di negoziazione tra Governo centrale e Regione. Il costo annuo derivante dall’insularità é confermato ad oltre 6 miliardi € e corrisponde, quindi, ad una sorta di tassa occulta pari a circa 1.200 euro per ogni siciliano, aggravando significativamente l’economia di persone, famiglie, imprese. E questi costi equivalgono a quelli della realizzazione del Ponte sullo Stretto (uno l’anno) o alla perdita di PIL determinata nel 2020 dalla Pandemia da Covid-19”, conclude Armao.

Clicca qui per il rapporto definitivo sulla “Stima sui costi dell’insularità per la Sicilia”


Coronavirus, I DATI Di Oggi In Sicilia: 3 morti, 786 guariti e 405 nuovi casi Positivi. Il BOLLETTINO Ufficiale

Coronavirus, il bollettino della Regione Sicilia di oggi 16 Maggio: il numero dei tamponi effettuati, dei ricoveri, dei contagi e dei guaritiOggi, 16 Maggio, in Sicilia ci sono stati 3 morti, 786 guariti e 405 nuovi casi positivi al Coronavirus su 19.189 persone sottoposte a tampone. Nelle ultime 24 ore in Sicilia è risultato positivo il 2,1% dei soggetti sottoposti a test.

Il numero dei casi in Sicilia dall’inizio della pandemia è di 220.055 persone su 1.633.067 soggetti sottoposti a test. La percentuale dei positivi sui controllati è del 13,47%. In Sicilia sono state sottoposte a tampone 7,4 persone per ogni positivo. 

Il bilancio aggiornato ad oggi in Sicilia è di:220.055 casi totali

5.663 morti197.233 guariti 17.159 attualmente positivi812 (-21) ricoverati in ospedale (4,73%)118 (+4) ricoverati in terapia intensiva (0,68%)16.229 (-337) in isolamento domiciliare (94,58%)Ecco il grafico con l’andamento dei nuovi casi di contagio giornaliero in Sicilia: