Categoria: roma

Il primo ciak di “Kill me baby” regia di Fabio Sieni e Carlo Andrea Maucci

Abbiamo preparato a lungo questo progetto e siamo entusiasti di cominciare. La troupe è prontissima e ogni professionista ha una solida esperienza nel mondo del set. Hanno dichiarato i registi Carlo Andrea Maucci e Fabio SieniTra i precedenti progetti che abbiamo sviluppato di recente c’è Taras con una sceneggiatura attualmente in produzione presso Pharos Film Company oltre ad essere vincitrice del contributo dell’Apulia development film found del 2020 – Racconta Fabio.
Aggiunge Carlo “A Cuba ho realizzato il mio primo cortometraggio da Regista dal titolo Dos Mundos e un altro cortometraggio come sceneggiatore, Paralysis, – che porta la firma alla regia del mio  collega e amico Fabio Sieni”. “Il corto” – precisa Carlo – “ha ottenuto ben cinque selezioni ed un premio come miglior produzione“. 
 
Il nuovo set è una produzione congiunta di Stefano Iacobelli Area Stile, la protagonista femminile è l’affascinante Elena Izzo (“da piccola” nelle vesti della bambina di anni 8, Eva Teodori), quello maschile è Nicola Pecci, noto attore pratese con una lunga esperienza fra cinema e teatro, diplomato presso la “Bottega teatrale” di Vittorio Gassman. 
Sulla trama non ci è permesso spoilerare ancora nulla ma possiamo svelarvi la location da sogno del set: il favoloso Salone della Capitale Max Enio Hair Style.
Direttore di produzione Giovanni Paganini, aiuto regia Luigi Nappa, operatore Carlo Piersanti, all’edizione Valentina Calabrese; responsabile scenografia Marco Blumetti con l’assistente Martina Fanfarillo. Al suono Massimo Falconi e per il reparto costumi Evelin Pettigli (con l’assistente Giada Di Vecchio). Lucia Balsano di Enif Academy per il trucco. Un plauso all’english coach Patrizio Mancini ed alla fotografa di scena Francesca Bianchini. 

Ravenna, bimbi maltrattati all’asilo: Ringraziamenti all’ Avv. Valerio Tallini per l’ottimo lavoro

avv valerio tallini

Lo riporta il ilfattoquotidiano.it Secondo le indagini dei carabinieri, i maltrattamenti sono andati avanti dal 2006 al 2010: nel 2018 due delle ex maestre sono state condannate in via definitiva rispettivamente a 3 anni e a un anno e 6 mesi; la terza intanto aveva già patteggiato un anno e 8 mesi. Ora il Tribunale ha condannato con sentenza civile le tre ex maestre al pagamento di 70 mila euro all’amministrazione comunale: “Danno d’immagine”

Prima di tutto la sofferenza inferta a famiglie e bambini. Poi, il danno d’immagine al Comune. Questo l’epilogo della brutta storia di maltrattamenti all’asilo: il Tribunale di Ravenna ha condannato con sentenza civile le tre ex maestre al pagamento di 70 mila euro all’amministrazione comunale. Le ex insegnanti sono ritenute responsabili di maltrattamenti verso diversi bambini avvenuti all’asilo comunale Mazzanti. Si tratta dell’allora coordinatrice e di due educatrici ausiliarie, condannate a rimborsare all’amministrazione locale 30mila euro per il danno non patrimoniale e altri 40mila per quello patrimoniale. “È stato riconosciuto il danno d’immagine per una vicenda che ha screditato la reputazione di un servizio pubblico e di un’intera comunità educante”, ha commentato la sindaca di Conselice (Ravenna), Paola Pula. “Ringrazio la segretaria comunale avvocato Margherita Morelli e l’avvocato avv valerio tallini  per l’ottimo lavoro svolto – ha proseguito la prima cittadina – Archiviamo definitivamente una vicenda che ha causato anni di sofferenza, prima di tutto ai bimbi coinvolti e alle loro famiglie. Le somme incassate saranno destinate a un progetto per l’educazione all’aria aperta attraverso la progettazione ad hoc dei cortili delle scuole, a partire dai nidi e dalle scuole dell’infanzia”.

Secondo le indagini dei carabinieri, i maltrattamenti sono andati avanti dal 2006 al 2010: nel 2018 due delle ex maestre sono state condannate in via definitiva rispettivamente a 3 anni e a un anno e 6 mesi; la terza intanto aveva già patteggiato un anno e 8 mesi. Nel fascicolo penale compariva una quarta educatrice già referente per il Comune di Conselice e cioè non dipendente di una cooperativa di Faenza, al contrario delle sue colleghe. Per lei l’accusa era di avere taciuto situazioni che conosceva. In appello, la contestazione di maltrattamenti su bambini per omissione era stata però derubricata in omessa denuncia: da un anno di carcere la donna era passata a una multa di 300 euro. In seguito al solo ricorso dei genitori di un bambino – e dunque valido per le sole statuizioni civili – la Cassazione aveva deciso che in effetti andava vagliata in apposito giudizio civile la eventuale posizione di garanzia dell’imputata. L’inchiesta sul Mazzanti era scattata da una denuncia presentata da un’ex dipendente dell’asilo e da un’ausiliare ancora in servizio. Il 7 dicembre 2010 c’era pure stato un esposto dell’allora sindaco, il defunto Maurizio Filipucci. Le accuse più pesanti era state formulate per l’allora coordinatrice: tirate per i capelli, schiaffoni, insulti, urla, trascinamenti per un braccio e per i piedi. Tra i capi d’imputazione, figuravano anche bambini costretti a ingoiare il cibo rigurgitato, chiusi in bagno o nel ripostiglio dei detersivi, lasciati nudi sul pavimento o incustoditi nei lettini o ancora con la testa infilata dentro al water.

Aquae! World Water Day a Roma 2022, l’evento per la valorizzazione dell’acqua

Conclusa a Roma la giornata sulla valorizzazione dell’acqua e dei suoi usi in ogni ambito, con particolare attenzione al nuovissimo Rapporto ONU dedicato alle acque sotterranee.
Analisi, proposte e iniziative per sensibilizzare soprattutto i giovani a vivere il futuro nel rispetto delle risorse idriche.

 

Si è svolto a Roma, presso lo Spazio 900, il grande evento dedicato alla valorizzazione dell’Acqua in occasione del World Water Day 2022. Alla base dell’iniziativa AQUAE!, promossa dall’Università di Roma Foro Italico e dalla Società Italiana di Igiene e organizzata da Galatea Comunicazione di Manuela Trombetta. In apertura dell’evento sono pervenuti i saluti istituzionali dell’on. Sandra Zampa, Consulente del Ministero della Salute, del sottosegretario di Stato al Ministero dell’istruzione on. Rossano Sasso e del Segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura, L’Università e la Ricerca Scientifica, le Politiche Giovanili della Repubblica di San Marino on. Andrea Belluzzi.

Diretta Facebook di AQUAE

Un’iniziativa volta ad approfondire e divulgare i punti focali del nuovo Rapporto mondiale delle Nazioni Unite sullo sviluppo delle risorse idriche, che quest’anno mette in evidenza le proprietà e le funzioni delle acque sotterranee, ponendo l’attenzione sul ruolo, sulle sfide e sulle opportunità specifiche che esse presentano nel contesto della gestione e della governance delle risorse idriche a livello mondiale.

 

Molti gli interventi legati ai settori differenziati e specifici per ogni attività, dallo sport all’alimentazione, dall’inquinamento farmacologico alla funzionalità delle cure termali, mirati ad un processo di sensibilizzazione destinato ad ogni generazione, con uno sguardo particolare rivolto agli studenti della scuola primaria, che riceveranno presto nei loro istituti i Quaderni FairPlay4U, manuali sul corretto uso dell’acqua.

Un evento di edu-tainment, coordinato per la sua parte istituzionale in mattinata dalla giornalista ANSA Maria Emilia Bonaccorso e nel pomeriggio, nella parte performativa di arte, musica e sport dal conduttore RAI Savino Zaba, durante il quale sono emersi anche numerosi spunti propositivi utili a stimolare consapevolezza nello sfruttamento e acquisizione quotidiana di questa indispensabile risorsa.

“Il tema dell’UNESCO 2022 è dedicato alle invisibili acque sotterranee e la nostra sfida era quella dar loro visibilità non con un convegno tradizionale, ma adattando il format “talkshow” – ha commentato il Prof. Vincenzo Romano Spica, promotore dell’evento – Le autorità ed i ricercatori intervenuti da prestigiosi enti, l’hanno accettata, riassumendo i loro dati e conoscenze in un linguaggio immediato, destinato ai giovani. Il ritmo scorrevole e lo stile agile, quasi quello di sms e whattsapp! Il contesto multidisciplinare e armonico: dalla geologia alla medicina, dagli sport acquatici all’architettura ed alla musica per interpretare l’acqua e provocare riflessioni.

Sembra le “invisibili” sorgenti sotterranee citate nel rapporto UNESCO siano diventate più “visibili” e soprattutto abbiano acceso l’attenzione anche delle scuole e delle nuove generazioni. Non è un semplice punto di arrivo, anzi l’inizio di un percorso che ha innescato una serie di iniziative a cascata, coinvolgendo scuole e università, centri di ricerca e aziende, artisti e scienziati. L’acqua ha questo potere di attrarre tutti in una dimensione globale, ed unirci nelle diversità: questo è un vero risultato”.

Nella corposa documentazione presentata sull’argomento “acqua”, è da menzionare in primis il rapporto redatto dal Laboratorio di Epidemiologia e Biotecnologie dell’Università degli Studi di Roma «Foro Italico» e commentato dalla dott.ssa Federica Valeriani ha evidenziato l’attuale livello di Sostenibilità delle acque per gli usi ricreativi legati ai diversi campi di Benessere, Sport e Terme e le precauzioni che è opportuno prendere, nella misura in cui “Sostenibilità” non significa qualcosa dipendente da fattori economici ma qualcosa di trasferibile al futuro.

Grazie al lavoro compiuto dalla Scuola di Specializzazione in Igiene della Sapienza (Direttore Prof. Corrado De Vito), sono state illustrate documentazioni sulle componenti chimiche e sui principi attivi presenti in ogni acqua, da quelle oligominerali alle acque termali (video QUI) e sui rischi dell’assorbimento, quando beviamo acqua, di una microquantità dei farmaci espulsi in fiumi e mari (video QUI).

Alessandro Coletta, Direttore COSMO Sky-Med dell’Agenzia Spaziale Italiana, ha delineato il ruolo dei satelliti nella specifica osservazione sulla terra, mettendo a fuoco il grado di analisi tecnologica sia sulle superfici che nel sottosuolo, esame di rilievo anche per verificare lo stato di inquinamento nelle acque sotterranee derivato dall’assorbimento delle microplastiche. E proprio alle caratteristiche e alla funzione delle risorse idriche sotterranee ha dedicato un lungo intervento Elisabetta Preziosi, ricercatrice del CNR.

Tra gli interventi propositivi hanno destato particolare interesse la notizia della donazione della nave da ricerca Falkor di 82,9 metri al Consiglio Nazionale delle Ricerche da parte dello Schmidt Ocean Institute, annunciata dal Direttore Dipartimento Terra Ambiente del CNR Fabio Trincardi, che permetterà così al Centro di ampliare la flotta delle sue navi da ricerca e portare avanti l’eredità della Falkor nella conduzione della ricerca marina. La nave sarà ribattezzata Gaia Blu.

Altra news rilevante, soprattutto per la città di Roma, è la creazione di un percorso culturale attraverso le fontane e le fonti nascoste di Roma, essendo l’acqua da sempre strettamente legata allo sviluppo urbanistico della Capitale: il progetto è stato lanciato e descritto dall’on. Federico Mollicone, Fondatore ICAS, Intergruppo parlamentare Cultura, Arte, Sport. Come ha lui stesso asserito “L’acqua è un bene comune che deve essere tutelata e valorizzata anche a livello culturale. Per questo nasce l’idea di nuovo circuito crossmediale “Roma Regina Acquarum” che faccia conoscere percorsi e itinerari di fontane storiche, distributori di acqua per contenitori riutilizzabili e fontanelle.

L’itinerario dovrebbe prevedere delle paline segnaletiche crossmediali e geolocalizzate che aiuteranno il visitatore nel percorso, una app e un sito. Sarebbe sicuramente un modo innovativo di apprezzare quanto la nostra città sia unica nel suo immenso patrimonio archeologico e artistico. L’acqua di Roma e per Roma all’insegna anche di una vera ecosostenibilità e innovazione. Circuiti questi che con accordi tra gestori e amministrazioni si potrebbero realizzare in tutte le città”. 

“Sull’idroelettrico, l’attuale scenario legislativo introdotto col DL Concorrenza rischia di vedere sottratto il nostro vantaggio competitivo nazionale e, su questo, presenteremo atti specifici come già fatto con una PDL a prima firma del collega Zucconi – ha continuato Mollicone – L’idroelettrico è una fonte energetica rinnovabile, quindi coerente con il percorso di transizione ecologica. Inoltre, a differenza delle rinnovabili dalla produzione intermittente come l’eolico e il solare, l’idroelettrico è modulabile e può garantire dei livelli di stoccaggio attraverso i pompaggi, andando così a migliorare la stabilità della rete elettrica. 

L’attuale disciplina legislativa italiana nel settore dell’idroelettrico mette a rischio il controllo di asset strategici per la sicurezza del sistema energetico e per l’autonomia energetica nazionale, consentendo la partecipazione alle nuove gare di società estere con un conseguente indebolimento della posizione competitiva del sistema industriale italiano. Il parco idroelettrico italiano ha prodotto il 18% della generazione nazionale di elettricità, e oltre il 40% della produzione rinnovabile.”

Acqua e fertilità è stato l’argomento su cui si è concentrato l’intervento di Eleonora Porcu, Componente CSS, Docente Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche, Università Bologna, che ha analizzato il ruolo dell’acqua in gravidanza, l’impatto del suo inquinamento, attraverso gli “interferenti endocrini” (EDC) in maniera differente sulla fertilità maschile e femminile, e la crioconservazione e l’impatto che modifiche cellulari provocano sulle cellule del corpo umano.

Gli aspetti legali e la messa in sicurezza delle risorse idriche del Distretto Appennino Meridionale sono state messe in evidenza da Vera Corbelli attraverso lo specifico “Piano di gestione”, che costituisce un punto essenziale di riferimento per l’Unione europea per le verifiche sul governo del bene Acqua posto in essere dallo Stato italiano.

Sempre nell’ambito delle normative, sono state presentate da Emanuele Ferretti le principali norme che regolano le piscine con nuovi spunti rispetto alla precedente legge del 2003.

Gli istituti scolastici, destinatari in particolare di questa iniziativa con il ruolo di futuri messaggeri del rispetto dell’acqua e dell’uso che ne si farà, sono stati anche parte attiva: in particolare, gli studenti dell’Istituto alberghiero Gioberti hanno presentato un video sul riciclo dell’acqua a fini alimentari (visibile QUI) che ha efficacemente sintetizzato per immagini il doppio uso che si potrebbe fare di un’acqua bollita nel consumo di diverse sostanze e in un ricettario vegetariano ad hoc.

Significativo il contributo degli atleti, molti dei quali campioni di nuoto, pattinaggio artistico e pallanuoto: tra questi Elena Bertocchi campionessa europea tuffi della Nazionale Italiana, Monica Boggioni campionessa mondiale nuoto paralimpico della Nazionale Italiana (emozionante il suo racconto sulla funzione liberatoria dell’acqua come espressione dei movimenti di chi è immobilizzato), Giuditta Galardi, Domitilla Picozzi e Chiara Tabani atlete pallanuoto femminile serie A1 SIS Roma e Roberta Rodeghiero Pattinatrice su ghiaccio Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare che, in un videomessaggio, ha ricordato l’indispensabile considerazione del ghiaccio, ai fini delle varie tipologie performative, in base alla temperatura e consistenza.

Numerosi anche gli artisti presenti per celebrare il loro tributo all’acqua; tra questi il comico televisivo Massimo Bagnato, in un monologo sull’acqua, e il Mural Artist di fama internazionale Federico Massa aka Iena Cruz che si cimenterà presto a Roma in una nuova “provocazione” a tema per la quale è stata lanciata una campagna di raccolta fondi. Sempre in merito all’arte figurativa, il critico d’arte Roberto Litta ha guidato invece gli studenti alla lettura dell’opera d’arte, prendendo come fonte di ispirazione il quadro a tema acquatico “L’inizio” dell’artista Emilio Ferretti.

PROGRAMMA 2022

Brillanti e suggestive, del tutto originali, le performance di  Andrea Casta, violinista compositore specializzato in “immersioni” tra immagini e musica proiettate verso il futuro, e  Philip Abussi, artista e compositore di sonorizzazioni a tema, recente produttore del brano Acqua della compositrice, autrice e performer Alessia Cotta Ramusino, Ambasciatrice UNICEF, presente con Women Of Change Italia, associazione dedita alla sensibilizzazione sugli obiettivi dell’Agenda 2030.

L’intero evento è visionabile in forma integrale sui canali ufficiali (sito e pagina FB) di Galatea Comunicazione.

AQUAE! World Water Day 2022 è un evento promosso dall’Università di Roma Foro Italico e dalla Società Italiana di Igiene con il patrocinio di UNESCO, Istituto Superiore di Sanità, CNR, ISPRA, Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale, INAIL, Agenzia Spaziale Italiana, FNOMCeO, Enpab, Federterme, Forst, FIN.

L’evento è stato realizzato da Galatea Comunicazione grazie al contributo non condizionante di Merck Serono, UnipolSai Assicurazioni, Indexx; partner istituzionale: Istituto di Credito sportivo; media partner: Elisir Salute, Woman of Change Italia, Gli Argonauti e partner tecnico: Mokamusic.

A Natale la Charity Dinner “Noi Siamo Bambini” premia la Clean System di Luisa Magnante

“Le Salon de la Mode” trionfa con ‘Noi Siamo Bambini’ un Galà Charity Dinner a favore della Onlus Peter Pan, domenica 19 Dicembre 2021, che in questa occasione apre un nuovo scenario all’insegna della solidarietà a Palazzo Ferrajoli.

La cena di Gala organizzata in modo impeccabile da Gabriella Chiarappa, ha riscontrato un grande successo, portando un messaggio di solidarietà, con ospiti provenienti da varie città italiane e non solo. Tra i momenti più significativi della serata i ringraziamenti del presidente della onlus Roberto Mainiero, che hanno in modo evidente commosso tutti i presenti.

da sinistra Gabriella Chiarappa, Marco Giordano, Cristina Marques, Daniela Caon, Luisa Magnante, Eleonora Lastrucci e il presidente della Onlus Peter Pan Roberto Mainiero.

Un’occasione unica inoltre che ha premiato 25 anni di attività dell’azienda italiana in forte espansione la Clean System di Luisa Magnante. Un’ azienda che si occupa di sanificazione ambientale e che nel corso degli anni si è sempre più evoluta, ottenendo tutte le certificazioni vigenti ed instaurando rapporti con un numero crescente di realtà aziendali, enti pubblici e privati.

Clean System è sicuramente una realtà che guarda il futuro con la stessa passione che ha contraddistinto la sua esperienza sul campo negli ultimi vent’anni, nell’intento di continuare a proporre soluzioni su misura all’insegna dell’innovazione e di alti standard qualitativi.

A consegnare il Premio all’imprenditrice  il noto attore  Pino Ammendola. Una Charity Dinner che ha accolto ospiti internazionali tra cui il celebre attore Franco Nero, il noto jazzista Lino Patruno, l’etoile Giuseppe Picone, l’attore Maximillian Nisi e tanti altri.  

Un viaggio indimenticabile tra cultura e solidarietà in sinergia con l’indiscutibile eleganza di Eleonora Lastrucci, che per l’occasione ha vestito le più ambite donne della serata: Maria Letizia Gorga, Roberta Ammendola, Cinzia Pennesi, Alessandra Canale, Anna Tedesco

Una magia che si è prolungata con le abili performance del giovane illusionista Leonardo Panetti, vincitore dell’International Brotherhood of Magician.

Tutto immerso in una ineguagliabile atmosfera con le magiche note del duo jazz Mario Donatone e Angelo Cascarano con la partecipazione straordinaria della cantante Italia Vogna. 

Roma, Maritato(Lega): “In coppia con Matone per giustizia e sociale”

“Questa mattina, nella sede del partito in via delle Botteghe Oscure, ho finalmente siglato il mio impegno per Roma, che mi vede candidato alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre nella lista della Lega per Salvini premier, insieme al magistrato Simonetta Matone, capolista al cui grande prestigio mi auguro di poter contribuire”.

Lo dichiara Michel Maritato, in ballo per la conquista di un seggio nell’Aula Giulio Cesare, che spiega il motivo della sua scelta: “In una città che deve essere rilanciata e che deve riconquistare il ruolo di primo piano che le compete nel panorama internazionale, non poteva esistere opzione diversa. La Lega non ha mai governato la Capitale ma in molte realtà del Nord Italia, ha dato prova di ottima amministrazione e di lungimirante visione politica, al fianco delle più importanti forze produttive e imprenditoriali del Paese”.

Il candidato si sofferma poi sulla realtà romana: “Il tandem con la dottoressa Simonetta Matone – chiarisce – a lungo impegnata nel sociale, al fianco delle famiglie più fragili e al cospetto delle vicende più delicate, è la conferma di quella che, in caso di auspicata elezione in Campidoglio, sarà una delle mie principali attenzioni: l’aiuto ai fragili, alle famiglie in difficoltà, ai soggetti bisognosi di ascolto.

In una città afflitta da insipienza, incuria, approssimazione, a cui si sommano i devastanti effetti della pandemia, non possiamo restare estranei alla necessità di giustizia per tutti e alle risposte ai bisogni sociali primari della collettività”.

Tor Vergata: Un Questionario Di Gradimento Preso Da Un Hotel Per Valutare Le Competenze Degli Infermieri

Un questionario di gradimento rivolto ai pazienti ricoverati presso i reparti della Fondazione Policlinico Tor Vergata ha lasciato indignati moltissimi infermieri italiani.

Il documento, realizzato dal Direttore DIPS e avvallato da un consigliere dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma, presenta delle domande rivolte all’utente/paziente che sembrano davvero tratte dai questionari presentati ai clienti di un albergo alla fine di una settimana di vacanza.

I criteri utilizzati per valutare la produttività degli infermieri difatti sarebbero difatti la gentilezza, la disponibilità ad andare a trovare i pazienti o semplicemente se questi professionisti si recassero spontaneamente nelle camere di degenza semplicemente per un saluto o per chiedere se il degente avesse bisogno di qualcosa.

Ed è così che colui che dovrebbe essere per legge un professionista intellettuale viene valutato con alcuni criteri di efficenza degni del miglior maggiordomo o cameriere ai piani.

Il sindacato Coina ha subito inviato una missiva contestando l’utilizzo di tale strumento, poiché considerato improprio al fine della valutazione dell’operato di professionisti sanitari.

“In primo luogo per la natura delle domande in esso contenute che vertono non su criteri obiettivi di professionalità e competenza ma su argomenti che poco o nulla hanno a che fare con la qualifica di Infermiere.

In secondo luogo tale questionario si inserisce in un contesto di evidente carenza di personale all’interno dei reparti e servizi del Policlinico e ciò, ovviamente, va a detrimento dell’assistenza e della cura del malato, il quale si troverà a giudicare l’operato del professionista senza conoscere quali siano i carichi di lavoro e le dinamiche di reparto nelle quali, spesso, gli infermieri sono costretti ad espletare mansioni inferiori proprio per la cronica carenza di personale di supporto.

Inoltre, delle 23 domande che compongono il questionario 22 riguardano gli Infermieri una i Medici e nessuna le eventuali mancanze dell’organizzazione aziendale o dell’U.O. Non pensabile utilizzare come strumento, al fine di valutare la produttività di un ospedale, chiedere se:

– gli infermieri si sono presentati, mostrandosi cortesi e disponibili;

– si sono mostrati cortesi, gentili e pazienti nei miei confronti;

– all’inizio del proprio turno di lavoro, mi venivano a salutare;

– mi venivano a trovare anche se non chiamati;

– anche nei momenti più faticosi, hanno “trovato tempo” per me;

– hanno svolto le attività assistenziali con particolare attenzione;

– hanno preservato la mia privacy durante le manovre assistenziali;

– si sono costantemente preoccupati che non avessi bisogno di nulla.

Nello specifico il questionario pone quesiti che nulla hanno a che vedere con la professionalità del personale infermieristico, ma sembrerebbero essere prese dai questionari di gradimento distribuiti alle reception degli alberghi per conoscere lo stato di soggiorno.

Tali modalità di valutazioni, oltre ad essere offensive per la figura infermieristica, la quale continua ad essere vista alla stregua di una dama di compagnia all’interno della propria U.O., risultano esserne fortemente discriminanti, poiché sembrerebbe esserel’unica figura tenuta a comportamenti che nulla hanno a che vedere con la professionalità, ma più relativi a semplice educazione e buon senso ai quali tutti gli operatori sanitari dovrebbero essere tenuti, sempre se i carichi di lavoro lo permettono.

Per questi motivi non consideriamo possibile pensare di valutare la produttività dell’infermiere da un eventuale saluto che questo fa al paziente ad inizio turno, o se in corso ad urgenze o criticità si preoccupi di andare a trovare il paziente al di fuori delle attività programmate.

Appare evidente che il questionario non può essere utilizzato come strumento al fine della valutazione della produttività anzi, si dovrebbe applicare quanto indicato dal D.Lgs 150/2009 e dalle successive Linee Guida emanata dal Dipartimento della Funzione Pubblica (DFP), Dipartimento al quale sono attribuite le funzioni di indirizzo, coordinamento e monitoraggio in materia di ciclo della performance, avvalendosi del supporto tecnico e metodologico della Commissione Tecnica per la Performance (CTP) di cui all’articolo 4 del DPR n. 105 del 2016.”

Ci auguriamo che tale mostruosità venga immediatamente abrogata e sostituita con uno strumento di valutazione più idoneo.

Dott. Simone Gussoni

LEAM  FESTEGGIA I 70 ANNI CON IL RESTYLING DEL BUILDING UOMO

 

L’opening dei 600 metri quadri dedicati al menswear, segue quello del palazzo donna e completa l’importante percorso di rinnovamento intrapreso dalla nota insegna romana di luxury multibrand, fondata nel 1950 Il concept inedito, firmato dall’architetto Marco Costanzi, mixa innovazione, heritage e sostenibilità, creando un trait d’union tra i due building. In primo piano un lussureggiante giardino interno che omaggia il nostro pianeta e lo spazio “Club” dedicato a progetti speciali e alle collaborazioni con artisti, brand e creativi

Leam, il più storico luxury multibrand di Roma, conclude l’imponente opera di restyling iniziata con la ristrutturazione del palazzo donna di 600 metri quadrati nel 2019. Riapre infatti con un’immagine del tutto rinnovata anche il mega store dedicato all’uomo di 600 metri quadrati e, grazie a una spettacolare scala, crea un trait d’union tra i due edifici adiacenti.

“Il risultato dell’impegnativo percorso progettuale è la manifestazione fisica della cultura e delle origini di Leam. Un concetto  di store che mancava a Roma. Non ci poteva essere modo migliore per festeggiare il traguardo dei nostri 70 anni, da quando mio papà Lello Amati ha fondato, nel 1950, il primo punto vendita di abbigliamento maschile, proprio al 26 di via Appia Nuova” ha spiegato Gianni Amati, alla guida di Leam.

“Di strada, da allora, ne abbiamo fatta: dalla prima vetrina siamo passati alle attuali dieci, cinque piani di vendita con una superficie complessiva  di 2.000 metri quadrati,  considerando  anche gli spazi dell’e-commerce,  che ci permette  di raggiungere  i nostri clienti ovunque.  E di strada  contiamo  di farne  ancora,  grazie  a questo  importante  restyling  che sancisce  il debutto  ufficiale  della  terza generazione  Leam: mio figlio Edoardo e mia nipote Ludovica, che rappresentano  la forza e la dinamicità  di un’azienda  in costante evoluzione” ha precisato Gianni Amati.

 

Il restyling di Leam parte dalla storia, con una operazione  di archeologia:  si è iniziato scavando fino alla terra cruda per rivelare lo scheletro  post-bellico  del negozio  e, quindi, tradurlo  in una struttura  inedita,  in grado di fondere  bellezza,  heritage,  innovazione  e sostenibilità. L’obiettivo è garantire alla clientela un’esperienza unica di moda e lusso, di ricerca e selezione, di accoglienza e benessere, ancor prima che d’acquisto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’ambizioso progetto rappresenta  un  ritorno  al passato anche per  l’architetto Marco  Costanzi che, in questo nuovo lavoro, rilegge gli autori preferiti della Minimal Art americana degli anni ’60 e ’70: Carl Andre, Michael Heizer e Richard Serra. Le loro influenze sono evidenti nei materiali, nelle strutture e nella ricerca dell’equilibrio perfetto tra forma e funzione, raggiunto per sottrazione.

“Il negozio si articola in due ambienti distinti collegati da una galleria espositiva. Il rigore formale e la luce naturale rendono la nuova galleria un vero e proprio teatro contemporaneo nel quale perdersi e farsi trasportare. Il massiccio utilizzo di cemento e specchi anticipa nei colori e nei materiali l’estetica del progetto e accompagna il cliente verso la nuova area di vendita, caratterizzata dal lussureggiante giardino di piante tropicali creato al centro dello spazio” ha raccontato Marco Costanzi.

 

Nella nuova area di vendita, pareti in getto cementizio e marmi preziosi si alternano a materiali di uso più comune come il legno di compensato marino, il cristallo trasparente, la terra e la vegetazione, omaggio contemporaneo all’opera dell’artista americano Walter de Maria. Sul fondo una grande installazione  di vetro sembra estrudersi dalla parete in cemento, diventando superficie di esposizione. Blocchi di marmo e supporti in ferro delineano il perimetro, facendo emergere i prodotti.

 

Infine, tutto da scoprire – grazie a un secondo collegamento in ferro nero – un altro spazio affacciato sul corso principale e aperto sulla galleria interna: il “Club” dedicato ai progetti speciali e alle collaborazioni  con artisti, brand e creativi in ogni disciplina.  Superfici in argento, espositori in vetroresina, specchi e cemento caratterizzano l’ambiente con influenze giapponesi.  Di grande impatto visivo, una scultorea scala in ferro e vetro, che sembra letteralmente sospesa, conduce al piano superiore, collegando così i due building e tutte le aree di vendita.

 

 

 

Nuovo record di contagi quotidiani da coronavirus negli Stati Uniti, 68.428 nelle ultime 24 ore

STATI UNITI – Nuovo record di contagi quotidiani da coronavirus negli Stati Uniti, 68.428 nelle ultime 24 ore. I decessi sono stati invece 974. Il totale sale rispettivamente a 3.560.364 e 138.201. Lo rende noto l’università americana Johns Hopkins. Le crociere sono sospese sino al 30 settembre in Usa. Lo hanno deciso i Centers for disease control and prevention (Cdc), l’agenzia sanitaria federale che protegge la salute. Il sito dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie Usa (Cdc) – punto di raccolta e diffusione delle informazioni sull’ andamento della pandemia da Covid-19 – non ha piu’ i dati provenienti dagli ospedali dell’ Unione sui nuovi casi che hanno richiesto il ricovero. Niente cifre sulle ospedalizzazioni, sulla disponibilita’ di letti nei vari reparti, sulla fornitura di respiratori artificiali, maschere o materiali protettivi per il personale sanitario e i malati stessi.

CINA – La Cina ha un nuovo focolaio di Covid-19 a Urumqi, capoluogo dello Xinjiang con 3,5 milioni di abitanti, ora sotto restrizioni di contenimento. La commissione sanitaria locale aveva accertato ieri un contagio domestico, il primo dopo 149 giorni, ai quali se ne sono aggiunti oggi altri 5, ha riferito l’agenzia Xinhua. Altri 8 asintomatici sono stati trovati, per 11 totali. Le persone sotto osservazione sono 135. I voli su Urumqi sono stati drasticamente tagliati e nella città sono stati fermati l’unica linea della metro e i servizi di autobus.

SPAGNA – Le autorità in Catalogna adottano nuove misure restrittive per parte della regione, compresa Barcellona, chiedendo ai residenti della città di “restare a casa” dopo un aumento nei nuovi casi di coronavirus. L’indicazione è di “evitare le riunioni sociali, le uscite notturne e le attività culturali”. Si proibiscono, tra l’altro, gli assembramenti di più di 10 persone sia un pubblico che in privato.

GRAN BRETAGNA – Le autorità locali nel Regno Unito avranno da domani la facoltà di indire lockdown e adottare misure restrittive nelle loro aree di competenza, ciò consentirà di “agire più velocemente” dove necessario per intervenire sulla diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato il primo ministro britannico Boris Johnson. “Avranno la facoltà di chiudere specifici luoghi pubblici e cancellare eventi”, ha spiegato Johnson, aggiungendo tuttavia che tali interventi potrebbero non essere sufficienti e per questo la prossima settimana verranno annunciati ulteriori strumenti del governo centrale per agire a livello locale. Il primo ministroha sottolineato che l’auspicio è di un ritorno ad una “significativa” normalità nel Regno Unito alla metà di novembre, con le rimanenti restrizioni dovute alla pandemia da coronavirus da sollevare “possibilmente per Natale”. Johnson ha spiegato che il piano resta condizionato, ma che il Paese può vincere questa “lunga battaglia” contro il virus, annunciando in una conferenza stampa a Downing Street una nuova tornata di riaperture a partire dal primo agosto, tra cui i luoghi di svago come sale da bowling e per il pattinaggio oltre ai saloni di di bellezza. Restano invece chiusi i club notturni, ma riprendono le performance live al chiuso e in parte gli eventi sportivi. Verranno inoltre consentite le celebrazioni di matrimoni con la partecipazione di 30 persone al massimo.

BELGIO – La media giornaliera delle nuove infezioni da Covid-19 in Belgio è aumentata del 32% nel periodo dal 7 al 13 luglio rispetto alla settimana precedente, per raggiungere 114,7 persone infettate al giorno. Lo hanno reso noto oggi le autorità sanitarie locali (Sfp Public Health e Sciensano), precisa l’agenzia di stampa Belga. L’aumento è osservato nella maggior parte delle province, in particolare quelle con grandi città e colpisce ogni fascia d’età. Tuttavia, il numero dei decessi continua a diminuire, con un calo del 45%. In media, 1,7 persone hanno perso la vita a causa del coronavirus tra il 7 e il 13 luglio. La settimana precedente, questa cifra era 3.1. In totale, il Belgio deplora 9.795 morti per Covid-19. Il tasso di riproduzione del coronavirus è aumentato a 1,033 in Belgio. Ciò significa che un paziente medio Covid-19 infetta leggermente più di una nuova persona. Èla prima volta che questo tasso è aumentato sopra l’1 dal 4 aprile, durante il picco epidemiologico quando era a 1,06.

INDIA – L’India ha superato oggi il milione di casi segnalati di coronavirus, secondo i dati delle autorità locali. Terza nazione al mondo per numero di contagi dopo gli Stati Uniti e il Brasile, il gigante asiatico conta 25.602 morti per 1.003.832 casi confermati dall’inizio della pandemia, secondo i dati ufficiali pubblicati stamani dal ministero della Salute indiano. La seconda nazione più popolosa del pianeta ha registrato quasi 35.000 casi e 700 decessi aggiuntivi attribuiti al coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo il rapporto ufficiale.

RUSSIA – In Russia sono stati superati i 12.000 decessi provocati dal nuovo coronavirus. Stando ai dati ufficiali, 186 persone sono morte a causa del Covid-19 nelle ultime 24 ore, facendo salire a 12.123 il totale delle vittime accertate della malattia dall’inizio dell’epidemia.I nuovi casi registrati sono 6.406 nel corso dell’ultima giornata e il totale dei contagi è di 759.203, il quarto al mondo in termini assoluti. I guariti sono 7.681 nelle ultime 24 ore e 539.373 in tutto.

IRAN – Salgono a 269.440 i casi di Covid-19 in Iran, con 2.379 contagi registrati nelle ultime 24 ore. Le nuove vittime sono 183, per un totale di 13.791 decessi confermati dall’inizio della pandemia. I ricoverati in terapia intensiva aumentano a 3.509, mentre i pazienti guariti crescono a 232.873. I test complessivi effettuati sono 2.098.985. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano la portavoce del ministero della Salute iraniano Sima Lari.

CISGIORDANIA – Una chiusura totale è stata imposta in Cisgiordania da ieri sera fino a domenica mattina nel tentativo di limitare una forte ondata di contagi. Lo ha stabilito il premier dell’Anp Mohammad Shtayeh. Di conseguenza tutte le attività sono state sospese, con una deroga particolare per fornai e farmacie. Bloccati inoltre i transiti fra le diverse province. Il governo ha minacciato pene severe nei confronti di eventuali trasgressori.Intanto restano allarmanti le cifre aggiornate fornite dal ministero della sanità. In 30 giorni i casi positivi di coronavirus si sono decuplicati e hanno raggiunto la cifra di 8616: 7340 in Cisgiordania, 72 a Gaza, 1204 a Gerusalemme est. In Cisgiordania la zona più colpita è la città di Hebron, seguita dal campo profughi di Jelazun, presso Ramallah. I decessi sono saliti a 54. Le persone infette dal virus sono adesso oltre settemila.

UCRAINA – Sono 809 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Ucraina nelle ultime 24 ore, un dato in leggero calo rispetto agli 848 nuovi casi annunciati ieri: lo fa sapere il ministero della Salute ucraino precisando che il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia è così salito a 57.264. Le vittime del nuovo coronavirus nella repubblica ex sovietica, stando ai dati ufficiali, sono 11 nel corso dell’ultima giornata e 1.456 in tutto

Mafia, arrestato boss del trapanese e avviso di garanzia a ex deputato regionale

carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, stanno eseguendo 4 misure cautelari e una interdittiva in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Palermo nei confronti degli affiliati alle famiglie mafiose di Castellammare del Golfo e Paceco. Tra gli arrestati “il reggente, Mariano Asaro, soprannominato ‘il dentista’ e già condannato per associazione mafiosa – spiegano gli inquirenti – e Carmelo Salerno, considerato il capomafia di Paceco, già detenuto dal giorno del suo arresto nell’operazione dei carabinieri Scrigno del marzo del 2019”.

 I reati contestati sono quelli di associazione di tipo mafioso e fittizia intestazione di società aggravati dal metodo mafioso. Asaro “con l’ausilio di Salerno ed altri indagati creava una società intestata a prestanomi per la gestione di un ambulatorio odontoiatrico a Paceco – dicono i carabinieri – Grazie all’intervento dell’ex deputato regionale Paolo Ruggirello lo studio odontoiatrico doveva essere convenzionato con la mutua”.

Per Ruggirello è scattato un nuovo avviso di garanzia. L’ex deputato regionale siciliano del Pd, arrestato nell’ambito di un’altra indagine antimafia del trapanese, si trova ai domiciliari.

I carabinieri stanno inoltre perquisendo l’abitazione e l’ufficio del sindaco del comune di Paceco, Giuseppe Scarcella, che è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Il primo cittadino è stato destinatario di invito a rendere interrogatorio innanzi all’Autorità Giudiziaria ed informazione di garanzia.

SONO GIA’ 21 I PASSEGGERI POSITIVI IN VOLO SPECIALE DA DACCA (BANGLADESH), UNA BOMBA VIRALE  DISINNESCATA

 

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha ordinato la sospensione dei voli in arrivo dal Bangladesh a seguito del numero significativo di casi positivi al Covid-19 riscontrati sull’ultimo volo arrivato ieri a Roma.In accordo con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, è stata disposta una sospensione valida per una settimana durante la quale si lavorerà a nuove misure cautelative per gli arrivi extra Schengen ed extra Ue.

“Non sono ancora terminate le operazioni di laboratorio dei test, ma sono già saliti a 21 i passeggeri del volo speciale autorizzato dall’ENAC diretto da Dacca (Bangladesh) atterrato ieri nel pomeriggio all’aeroporto di Fiumicino risultati positivi al tampone. Una vera e propria ‘bomba’ virale che abbiamo disinnescato con tempestività attraverso l’ordinanza del Presidente Zingaretti. A seguito dell’ordinanza regionale tutti i passeggeri del volo infatti sono stati sottoposti al test sierologico, al test molecolare e all’isolamento. E’ la conferma che non ci sono le condizioni di sicurezza da quella provenienza e bene la sospensione dei voli, ma bisogna valutare attentamente le misure da adottare. Se non avessimo messo in piedi una imponente macchina dei controlli questi passeggeri molto probabilmente sarebbero stati a loro volta un vettore di trasmissione del virus presso le loro comunità a cui abbiamo chiesto la massima collaborazione, innanzitutto nel loro interesse, per mettersi a disposizione delle autorità sanitarie al fine di eseguire i test per coloro che nell’ultimo mese sono rientrati dal loro Paese di origine o hanno avuto contatti diretti con persone rientrate. Si è tenuto proprio stamani un incontro della Asl Roma 2 con alcuni rappresentanti delle comunità del Bangladesh a Roma che hanno dato la massima disponibilità. Ho avvisato il Prefetto di Roma per chiedere una collaborazione affinché vi sia il rispetto delle prescrizioni di isolamento”.  Lo dichiara il Responsabile dell’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio, Alessio D’Amato.