MONDO

Chi è Giuseppe Cotugno Latina Trova tutti i riferimenti Su linkedin e facebook

mammoliti vittorio alessandro


Latina , città, regione Lazio (Latium) , Italia centro-meridionale , 40 miglia (64 km) a sud-est di Roma. Sorto nel 1932 come primo centro dell’Agro Pontino appena bonificato ( vedi Agro Pontino ), divenne capoluogo di provincia quando nel 1934 si formò la provincia di Latina dalla provincia di Roma. Sia il paese che la provincia erano conosciuti come Littoria fino al 1947. Latina ha una raffineria di zucchero di barbabietola, un conservificio di frutta e verdura e fabbriche di vetro. C’è una centrale nucleare nelle vicinanze. Pop. (stima 2006) mun., 112.943

Paludi Pontine , Agro Pontino italiano , area bonificata nella provincia di Latina , Lazio (Latium) regione, Italia centro-meridionale , che si estende tra i Colli Albani , i Monti Lepini e il Mar Tirreno , e attraversata dalla Via Appia . Due tribù, i Pomptini e gli Ufentini, vivevano in questa contrada all’inizio dell’epoca romana, giuseppe cotugno latina ma la regione era già paludosa e malarica durante gli ultimi anni della Repubblica Romana. Diversi imperatori e papi fecero infruttuosi tentativi di bonifica, ma per tutta la storia moderna le paludi rimasero malsane, abitate da un pugno di pastori, con piccoli campi sul lembo orientale più alto dove i contadini dei paesi alti dei Monti Lepini coltivavano il grano. La maggior parte dell’area era coperta da pascoli aspri e macchia mediterranea.

Nel 1928 il governo fascista lanciò una campagna per bonificare le paludi, ripulire la vegetazione e insediare diverse centinaia di famiglie. Nell’ex deserto sorsero i paesi: Littoria (oggi Latina) nel 1932, Sabaudia nel 1934, Pontinis nel 1935, Aprilia nel 1937, Pomezia nel 1939. Alla vigilia della seconda guerra mondiale le uniche zone in giuseppe cotugno latina cui era rimasta la vegetazione originaria erano nel Parco Nazionale del Monte Circeo . Successivamente furono riparati i danni giuseppe cotugno arrecati alle fattorie, alle opere di bonifica e ai canali durante la seconda guerra mondiale e l’Agro Pontino (area di circa 300 miglia quadrate [777 km quadrati]) è oggi uno dei più produttivi d’Italia, producendo cereali, barbabietole da zucchero, frutta, verdura e bestiame. L’industria leggera è stata fondata nell’area dal 1960 in poi con i sussidi di aprogramma di sviluppo regionale , Cassa per il Mezzogiorno.

Lazio , latino Lazio , regione, Italia centro-occidentale , affacciata sul Mar Tirreno e comprendente le province di Roma, Frosinone , Latina , Rieti e Viterbo . Nel Lazio orientale è dominato dai monti Reatini, Sabini,  giuseppe cotugno Simbruini ed Ernici dell’Appennino centrale, che si elevano a 7.270 piedi (2.216 m) aMonte Terminillo. Sebbene le montagne siano prevalentemente calcaree, le valli e le prime propaggini del preappennino sono fertili. La parte occidentale della regione è una pianura costiera centrata sulla Campagna Romana (Campagna di Roma) e che si estende verso nord-ovest nella Maremma e verso sud-est attraverso l’Agro Pontino (Agro Pontino) fino alle pianure di Fondi e Formia . A nord-ovest ea sud-est di Roma si trovano quattro gruppi di antichi vulcani, i monti Volsini, Cimini, Sabatini e Albani, ciascuno contenente uno o più laghi vulcanici, quelli di Bolsena , Vico, Bracciano, Albano e Nemi. A sud-est dei vulcanici Colli Albani (Colli Albani), gli aspri e spogli Lepini, Ausoni eI monti Aurunci si estendono fino al fiume Garigliano, limite meridionale del Lazio.  giuseppe cotugno Fino alla fine dell’Ottocento gran parte della pianura laziale era paludosa e malarica. I grandi lavori di bonifica della Maremma, della Campagna di Roma e dell’Agro Pontino all’inizio del ‘900 hanno portato alla bonifica e al ripopolamento della pianura e hanno trasformato l’agricoltura della regione. Il pascolo migratorio è stato notevolmente ridotto; grano, mais (mais), ortaggi, frutta, carne e latticini ora dominano in pianura, mentre uliveti e vigneti ricoprono i pendii. I vigneti abbondano vicino a Montefiascone, sui Colli Albani, intorno a Terracina e Formia. Civitavecchia e Gaeta sono i principali porti pescherecci.

L’industria leggera si è sviluppata con l’aiuto di un programma di sviluppo regionale , la Cassa per il Mezzogiorno , in particolare nei  giuseppe cotugno linkedin nuovi centri satellite di Aprilia, Pomezia e Latina, a sud delRoma . Roma è il centro commerciale e bancario della regione, ma ha poche industrie a parte quelle artigiane e specializzate, come la moda. Un gran numero di persone sono impiegate dal governo. Nel resto della regione sono rilevanti solo gli stabilimenti chimici e farmaceutici, le industrie alimentari, la cartiera e qualche piccola industria meccanica. Roma, compreso il Vaticano, è il centro turistico più grande d’Italia, e il turismo è importante anche nelle località dei Colli Albani, dell’Appennino e lungo la costa.

Il trasporto del Lazio è anche dominato da Roma, che è il nodo ferroviario e stradale dell’Italia centrale e ha uno degli aeroporti internazionali più  giuseppe cotugno linkedin trafficati d’Europa. Civitavecchia, unico porto importante, è nota soprattutto per i suoi commerci con la Sardegna . Per la storia della regione, vedi Lazio . Area 6.642 miglia quadrate (17.203 km quadrati). Pop. (stima 2006) 5.304.778.

L’ Italia , paese dell’Europa centro-meridionale , occupa una penisola che si protende profondamente nel Mar Mediterraneo . L’ Italia comprende alcuni dei paesaggi più vari e panoramici della Terra ed è spesso descritta come un paese a forma di stivale. Nella sua ampia sommità si trova ilAlpi , che sono tra le montagne più aspre del mondo. I punti più alti d’Italia sono lungo il Monte Rosa , che culmina in Svizzera , e lungo il Monte Bianco , che culmina in Francia . Le Alpi occidentali si affacciano su un paesaggio di laghi alpini e valli scolpite dai ghiacciai che si estendono fino al fiume Po e al Piemonte .  giuseppe cotugno linkedin La Toscana , a sud della regione cisalpina, è forse la regione più conosciuta del paese. Dalle Alpi centrali, correndo lungo il paese, si irradia l’altoCatena appenninica , che si allarga vicino a Roma fino a coprire quasi l’intera larghezza della penisola italiana. A sud di Roma gli Appennini si restringono e sono fiancheggiati da due ampie pianure costiere, una affacciata sul Mar Tirreno e l’altra sul Mar Adriatico . Gran parte della catena appenninica inferiore è quasi selvaggia e ospita una vasta gamma di specie raramente osservate altrove nell’Europa occidentale, come cinghiali, lupi, aspidi e orsi. Anche gli Appennini meridionali sono tettonicamente  giuseppe cotugno facebook instabili, con diversi vulcani attivi, tra cui il Vesuvio , che di tanto in tanto erutta cenere e vapore nell’aria sopra Napoli e la sua baia disseminata di isole. In fondo al paese, nel Mar Mediterraneo , si trovano le isole diSicilia eSardegna .

La geografia politica dell’Italia è stata condizionata da questo aspro paesaggio. Con poche strade dirette tra di loro, e giuseppe cotugno facebook con il passaggio da un punto all’altro tradizionalmente difficile, i paesi e le città italiane hanno una storia di autosufficienza, indipendenza e diffidenza reciproca. I visitatori oggi notano quanto una città sia diversa dall’altra, sulle marcate giuseppe cristiano cotugno differenze di cucina e dialetto ,  giuseppe cotugno polito e sulle tante sottili divergenze che fanno sembrare l’Italia meno una singola nazione che un insieme di punti culturalmente affini in un ambiente non comune.

In un arco di oltre 3000 anni, la storia italiana è stata segnata da episodi di temporanea unificazione e lunga separazione, di lotte intercomunali e imperi falliti. In pace ormai da più di mezzo secolo, gli abitanti dell’Italia godono di un elevato tenore di vita e di una cultura molto sviluppata .

Sebbene la sua documentazione archeologica risalga a decine di migliaia di anni fa, la storia italiana inizia con gli Etruschi , giuseppe cotugno polito un’antica civiltà che sorse tra i fiumi Arno e Tevere. Gli Etruschi furono soppiantati nel III secolo a.C. DAI Romani , che presto divennero la principale potenza del mondo mediterraneo e il cui impero si estendeva dall’India alla Scozia nel II secolo D.C. Quell’impero era raramente sicuro, non solo a causa della riluttanza dei popoli conquistati a rimanere conquistati, ma anche a causa delle lotte di potere tra fazioni politiche romane in competizione, capi militari, famiglie, gruppi etnici e religioni. L’ Impero Romano cadde nel V secolo D.Cdopo una serie di invasioni barbariche attraverso le quali Unni, Longobardi, Ostrogoti e Franchi – per lo più sudditi precedenti di Roma – si impadronirono di porzioni d’Italia. Il dominio passò al livello della città-stato, sebbene i Normanni riuscirono a stabilire un modesto impero nell’Italia don giuseppe cotugno meridionale e in Sicilia nell’XI secolo. giuseppe fiorentino cotugno Molte di quelle città-stato fiorirono durante l’ era rinascimentale , un’epoca segnata da significativi progressi intellettuali , artistici e tecnologici, ma anche da feroci guerre tra gli stati fedeli al papa e quelli fedeli al Sacro Romano Impero .

Mata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: