cronaca

Chi è il nuovo ad di Ferrari

chi-e-il-nuovo-ad-di-ferrari

Benedetto Vigna, fisico, ha una carriera di 26 anni nell’industria dei semiconduttori e una delle sue applicazioni più popolari è stata usata nella console Nintendo Wii

Il logo Ferrari (Photo by John Keeble/Getty Images)

Fisico, italiano, 52 anni, laureato con lode e con oltre cento registrazioni a suo nome nel Registro europeo dei brevetti: è l’identikit di Benedetto Vigna, nuovo amministratore delegato di Ferrari, primo marchio italiano nella classifica globale dei brand per valore e icona assoluta dell’automobilismo e del made in Italy nel mondo. Nato a Pietrapertosa (Potenza), il comune più alto della Basilicata, Vigna ha studiato all’Università di Pisa per poi iniziare una carriera internazionale in diverse società tecnologiche leader e nel cuore dell’industria dei semiconduttori, che sta rapidamente trasformando il settore automobilistico.

Il nuovo amministratore delegato entrerà in Ferrari a partire dall’1 settembre, per accelerare l’applicazione delle tecnologie di ultima generazione. Attualmente Vigna è responsabile del gruppo analogici, micro-electromechanical systems (Mems) e sensori, di StMicroelectronics (St) dove è anche membro del comitato esecutivo. Entrato in azienda nel 1995, è stato lui stesso il fondatore dell’unità Mems, che è stato il più grande e remunerativo business di St nel 2020. Nel corso degli anni ha lavorato per portare l’azienda alla leadership nel mercato delle interfacce utente attivate dal movimento.

Le sue responsabilità sono state ampliate alla connettività, soluzioni di imaging e power management. Nel 2010, peraltro, è stato tra i finalisti del premio per l’Inventore europeo avendo progettato il sensore di movimento tridimensionale usato nei controlli senza cavo della console Nintendo Wii. La ricerca di Vigna si era concentrata sulla riduzione di costo e miniaturizzazione dei sensori, a partire da quelli usati negli airbag delle automobili, con un risultato apprezzabile già nel 2001. Ha inoltre guidato una serie di iniziative di successo in nuove aree di business, con un focus particolare nei segmenti del mercato industriale e automobilistico. Un settore, quest’ultimo, che sta sempre più spostando la competizione nello sviluppo della guida autonoma elettrificata.

“La sua profonda conoscenza delle tecnologie che guidano gran parte del cambiamento della nostra industria, le sue comprovate capacità di innovazione, l’approccio imprenditoriale e la sua leadership rafforzeranno ulteriormente Ferrari scrivendo nuovi capitoli della nostra storia”, dichiara John Elkann, presidente della casa di Maranello, che all’assemblea annuale lo scorso aprile aveva annunciato il primo modello elettrico per il 2025. Rafforzare la leadership di Ferrari come produttore delle “vetture più belle e tecnologicamente avanzate al mondo” sarà la priorità del nuovo ad, spiega l’azienda. “È un onore straordinario” ha dichiarato Vigna, che ha espressoentusiasmo per le grandi opportunità che potremo cogliere” e profondo senso responsabilità”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: