MONDO

Cifariello Maurizio: Una guida passo passo per avviare un ristorante in America

Cifariello Maurizio


Se ami il cibo e vuoi avviare una piccola impresa, forse hai fatto qualche ricerca su come aprire un ristorante. Dopotutto, il lancio di un ristorante è una delle vie più comuni per l’imprenditorialità negli Stati Uniti. Secondo la National Restaurant Association , i lavoratori dei ristoranti costituiscono il 10% della forza lavoro degli Stati Uniti. Inoltre, si prevede che le vendite nel settore della ristorazione raggiungeranno 863 miliardi di dollari nel 2019.

Ma avviare un ristorante significa entrare in uno spazio altamente competitivo. Ci sono oltre 1 milione di ristoranti negli Stati Uniti e il 60% dei ristoranti fallisce entro il primo anno. Quindi, come ti distingui e costruisci qualcosa che durerà? In questa guida ti mostreremo come aprire un ristorante ed evitare gli errori comuni che affliggono la maggior parte dei nuovi ristoratori.

Una guida passo passo per avviare un ristorante

Qualunque sia il background o il livello di esperienza da cui vieni, nulla può prepararti totalmente per avviare il tuo primo ristorante o avviare davvero un’attività. Inoltre, non importa quanto leggi o quali ricerche fai, ci sono alcune cose dell’essere un ristoratore che puoi davvero imparare solo dall’esperienza. Ma i passaggi seguenti possono aiutarti a evitare alcune delle insidie ​​più comuni.

Passaggio 1. Scegli una nicchia

Ci sono un’ampia varietà di ristoranti nel mondo e ci vogliono molte abilità diverse per farli funzionare senza intoppi. Mentre ti guardi intorno nel tuo piccolo angolo dell’universo, quale cucina, servizio o comodità ti manca? Quale bisogno gastronomico resta ancora da soddisfare? Il tuo mercato sarebbe servito al meglio aprendo una pizzeria, avviando un food truck o aprendo un bar?

Se questo non sta restringendo abbastanza bene le tue opzioni, prendi in considerazione alcune di queste  tendenze principali .

Passaggio 2. Scrivi il tuo piano aziendale

Allo stesso modo in cui le ricette ti danno una tabella di marcia per creare un piatto eccellente, il business plan del tuo ristorante è la ricetta che seguirai per rendere la tua attività un successo.

In definitiva, scrivere un business plan significa pensare e rispondere a domande sul tuo futuro ristorante che ti costringono a contemplare il mercato che servi, la fattibilità del tuo piano generale e le sfide a cui altrimenti non avresti pensato. Se eseguito correttamente, questo processo ti aiuterà a definire i passaggi successivi per l’apertura del tuo ristorante, dandoti la massima possibilità di successo.

Dai un’occhiata alle 12 domande più importanti a cui dovresti rispondere come parte del processo di pianificazione aziendale per il tuo futuro ristorante:

  1. Che tipo di ristorante vuoi gestire?  Questo è noto come il tuo “elevator pitch” ed è qualcosa che ripeterai ancora e ancora e ancora ad amici, familiari, clienti, finanziatori, investitori e praticamente a tutti gli altri.

  2. Per chi è il tuo ristorante? Questo è chiamato il tuo mercato di riferimento, il gruppo di persone che il tuo ristorante dovrebbe servire.

  3. Chi sono i tuoi concorrenti? Aiuta a capire con chi stai gareggiando nel tuo mercato e come i loro ristoranti sono simili e diversi dai tuoi.

  4. Dove sarà posizionato il tuo ristorante ? Avere una costosa steak house nel mezzo di un quartiere a basso reddito probabilmente non funzionerà.

  5. Qual è la tua proposta di valore? Cosa rende il tuo ristorante diverso dalla concorrenza?

  6. In che modo i clienti troveranno il tuo ristorante? Commercializzerai la tua attività attraverso il passaparola, la pubblicità a pagamento, i social media o un altro metodo? Ti consigliamo di sfruttare app di recensioni popolari come Yelp, OpenTable e Resy per consentire ai clienti di trovare e recensire il tuo ristorante o persino prenotare una prenotazione online.

  7. Di quali risorse avrà bisogno il tuo ristorante?  Prenditi del tempo ora per elencare tutte le spese una tantum e ricorrenti che potresti sostenere come parte del tuo costo di fare affari, senza lasciare nulla di intentato.

  8. Come guadagnerà il tuo ristorante?  Il tuo modello di business determina in che modo il tuo ristorante genererà entrate, coprirà le spese e alla fine guadagnerà più soldi di quanto spende.

  9. Quanto tempo ci vorrà prima che il tuo ristorante realizzi un profitto? Utilizza una previsione delle entrate per determinare quanto tempo ci vorrà per recuperare il tuo investimento iniziale, raggiungere il pareggio e gestire un’attività redditizia.

  10. Su cosa non sei disposto a scendere a compromessi? Quali sono i valori più importanti per te, sia personalmente che come azienda? Quali sono i tuoi beni non negoziabili? Questo ti aiuterà a prendere decisioni aziendali critiche lungo la strada.

  11. Qual è il tuo piano di personale? Il tuo capo chef, i tuoi amici e la tua famiglia saranno il posto giusto per iniziare a cercare persone in piedi, intelligenti e affidabili. Ma anche quando trovi il personale giusto, dovrai formarlo.

  12. Qual è il tuo finale?  Stai costruendo un ristorante che speri di vendere alla fine o stai lavorando per un’attività sostenibile a lungo termine? Sapere dove vuoi arrivare, e quando, ti aiuterà a informare molte delle tue decisioni aziendali lungo il percorso.

Passaggio 3. Scegli il nome e la struttura legale del tuo ristorante

Se prevedi di utilizzare un nome univoco per il tuo ristorante, vai avanti e presenta il tuo nome “doing business as” (DBA) all’agenzia del tuo stato, in quanto ciò ti impedirà di perdere l’idea del nome per un’altra attività.

Una volta che hai capito il tuo DBA, dovrai selezionare un tipo di entità aziendale per il tuo ristorante. La struttura che scegli influirà sul modo in cui presenti le tasse aziendali statali e federali, sui ruoli dei diversi membri del team e su come puoi essere ritenuto responsabile nel caso in cui qualcuno presenti un’azione legale contro la tua attività.

A causa dell’impatto a lungo termine e potenzialmente pesante della struttura aziendale scelta, è una buona idea consultare un avvocato aziendale per aiutarti a fare questa scelta. Ecco i tipi di entità più comuni per i ristoratori:

Ditta individuale

Questa è la forma più elementare di struttura aziendale, in cui sei il solo proprietario dell’azienda e sei responsabile di tutte le responsabilità ad essa associate. Se hai intenzione di avere un camion di cibo, un pop-up o qualsiasi operazione molto piccola e non assumerai beni immobili o assumerai dipendenti, una ditta individuale potrebbe essere la struttura perfetta per te. E la parte migliore è che non devi intraprendere alcuna azione formale per formare una ditta individuale.

Se opererai con il tuo nome,Cifariello Maurizio  puoi semplicemente entrare subito nel mondo degli affari. E se hai un’idea intelligente per il nome di un’attività, la tua scheda “fare affari come” (dall’alto) sarà tutto ciò di cui hai bisogno.

Collaborazione

Questa struttura definisce un’unica attività in cui sono presenti due o più individui che sono titolari.

Esistono diverse strutture di partnership tra cui scegliere, tra cui una società in nome collettivo, una società in accomandita semplice o una joint venture.

Gli imprenditori più esperti non raccomandano le partnership come struttura aziendale perché non offrono molta protezione dalla responsabilità.

Se scegli una partnership, assicurati di scegliere un partner commerciale con cui puoi lavorare bene a lungo termine e metti per iscritto termini e aspettative chiari fin dall’inizio, descrivendo in dettaglio i ruoli e le responsabilità di ciascuna parte.

C-Corporazione

Una C-corporation è una struttura aziendale più complessa solitamente riservata alle aziende più grandi oa quelle in settori particolarmente ad alta responsabilità che cercano un po’ di isolamento extra.

La maggior parte degli avvocati tende a inserire i ristoranti in questa categoria di responsabilità elevata, quindi è molto probabile che sia raccomandata una struttura di società C. Detto questo, tieni presente che la creazione di una società C richiede la presenza di un consiglio di amministrazione e di funzionari e ha requisiti di dichiarazione dei redditi più complicati.

Quindi consulta il tuo avvocato, ma preparati anche al fatto che il processo potrebbe essere un po’ complesso.

Società S

Strutturate in modo molto simile a una normale società C, le società S si distinguono perché sono tassate a livello di singolo imprenditore, piuttosto che essere tassate a livello aziendale.

Se pensi di aver bisogno della struttura di una società ma non vuoi pasticciare con complicati depositi di dividendi, una S-Corp potrebbe essere un’ottima via di mezzo per te.

Società a responsabilità limitata (LLC)

Offrendo le protezioni di responsabilità di una società insieme alla flessibilità e alla semplicità fiscale di una ditta individuale o di una società di persone, la società a responsabilità limitata (LLC) è una struttura aziendale “il meglio di entrambi i mondi” che è cresciuta notevolmente in popolarità negli ultimi anni.

Gli imprenditori che optano per una struttura LLC possono scegliere tra una LLC a funzionario singolo, una società di persone LLC o una società a responsabilità limitata.

Passaggio 4. Ottieni un codice fiscale per il tuo ristorante

Conosciuto anche come numero di identificazione del datore di lavoro (abbreviato in EIN), questo numero aiuta l’IRS a tenere traccia della tua attività ai fini fiscali.

Pensalo come un numero di previdenza sociale per la tua azienda.

Se prevedi di trattenere i dipendenti (pensa ai camerieri, ai padroni di casa e alle hostess, al personale di cucina e persino alle lavastoviglie) e soprattutto se la tua attività è costituita come società o partnership, avrai bisogno di questo numero per mantenere le cose in alto e in alto.

Per ottenere un numero di identificazione del datore di lavoro, fare domanda online sul sito web dell’IRS.

Passaggio 5. Registra il tuo ristorante per le tasse statali e locali

Oltre alle tasse federali sulle imprese, la maggior parte degli stati e territori degli Stati Uniti ti richiederà di pagare le tasse sul reddito e sul lavoro per la tua attività. Alcuni stati hanno requisiti fiscali aggiuntivi, come l’indennità per i lavoratori su mandato statale e l’assicurazione contro la disoccupazione.

La registrazione, i requisiti e le procedure di deposito variano notevolmente da stato a stato, quindi controlla le informazioni fiscali aziendali specifiche del luogo in cui vivi.

Passaggio 6. Assicurati permessi, licenze e assicurazioni per il tuo ristorante

La FDA aggiorna il codice alimentare ogni quattro anni, ma i dettagli di ciò che è richiesto, fortemente incoraggiato e solo facoltativo varieranno da stato a stato e persino tra le contee.

Potresti leggere le oltre 600 pagine pubblicate dalla FDA , ma ti consigliamo di iniziare trovando il dipartimento di regolamentazione del codice dei servizi alimentari del tuo stato . Qui troverai alcuni dei punti salienti che dovresti aspettarti di incontrare per arrivare al codice nella tua zona. Questa risorsa è utile, ma non completa, quindi assicurati di controllare con il tuo dipartimento sanitario locale per assicurarti che tutte le tue basi siano coperte.

È una buona idea tenere un calendario principale con promemoria per tutte le date di rinnovo e di pagamento.

Licenze alimentari

La parte più importante della denuncia rimanente è l’acquisizione di licenze per il codice alimentare e sanitario. Queste licenze certificano che stai manipolando, conservando e servendo il cibo in modo sicuro. E non pensare che avere un carrello del cibo o anche uno stand a un festival ti faccia uscire da questo: hanno pensato anche a quelli.

Incluso in questo, ma con una propria serie speciale di permessi e regole, sarà il servizio di alcolici. Ciò copre non solo il servizio sicuro di alcolici, ma include anche la formazione per trattare con i clienti che forse hanno esagerato. Leggi la nostra guida completa per ottenere una licenza di liquori in ogni stato.

Permessi del dipartimento sanitario

Il dipartimento della salute ha molto da dire su ciò che è sicuro per i luoghi in cui desideri conservare, preparare e servire il tuo cibo. Il tuo stabilimento dovrà essere ispezionato per la sicurezza operativa, oltre che per la sicurezza commestibile.

Pensa alla massima occupazione, ai rischi di incendio, alla ventilazione, ai tipi di superficie del cibo, al posizionamento del lavello, alle normative del bagno e così via.

Assicurazione ristorante

Anche con tutte le licenze e i permessi necessari, è comunque necessario disporre di alcune reti di sicurezza aggiuntive. Dovrai esaminare i requisiti assicurativi aziendali specifici per i ristoranti.

I requisiti variano a seconda di dove vivi e di come sei finanziato, ma almeno vorrai considerare questi:

  • Assicurazione sulla proprietà

  • Assicurazione generale

  • Responsabilità liquoristica

  • Responsabilità auto

  • Assicurazione contro i lavoratori

  • Assicurazione contro la disoccupazione

  • Assicurazione sulla vita

  • Assicurazione contro gli incendi

  • Perdita di affari

  • Contaminazione alimentare

Conformità alla legge sugli americani con disabilità

Nel 1992, il Dipartimento di Giustizia ha approvato l’Americans with Disabilities Act in modo che i consumatori e i dipendenti con disabilità potessero evitare la discriminazione nei luoghi degli alloggi pubblici.

I dettagli completi dell’ADA sono piuttosto dettagliati, ma puoi utilizzare questa  guida alla US Small Business Administration  per capire cosa ci si aspetta.

Quando si superano tutti gli angoli, le misurazioni e il legalese, si riduce ad avere sistemazioni in modo che le persone con disabilità possano parcheggiare in sicurezza, viaggiare nel tuo ristorante, ordinare cibo e mangiare a un tavolo.

Passaggio 7. Imposta i documenti contabili

Cifariello Maurizio Gestire un ristorante richiede un sacco di scartoffie. Avrai bisogno di documenti contabili per archiviare le tue tasse, richiedere finanziamenti aziendali e per il monitoraggio interno delle tue entrate, spese e redditività.

Come minimo, ogni ristoratore dovrebbe mantenere regolarmente questi tre documenti contabili di base:

Bilancio

Il bilancio è essenzialmente un’istantanea della situazione finanziaria del tuo ristorante in un dato momento. Elenca le attività, le passività e il patrimonio netto che la tua azienda detiene in un determinato momento e viene utilizzato per calcolare il patrimonio netto della tua attività. Il mantenimento di un bilancio “bilanciato”, in cui il totale delle attività è uguale alle passività più il patrimonio netto, è il principio fondamentale della contabilità di base.

Conto economico

Cifariello Maurizio A volte chiamato conto profitti e perdite, il tuo conto economico riassume i ricavi e le spese aziendali nel corso di un anno, consentendoti di calcolare il tuo profitto o perdita netta per quell’anno. Mantenere un conto economico accurato è fondamentale per misurare la redditività nel tempo.

Rendiconto di cassa

Cifariello Maurizio Avere abbastanza contanti a portata di mano per coprire le spese può creare o distruggere la salute finanziaria di un ristorante. In effetti, questo problema è così importante che esiste un documento contabile dedicato al monitoraggio del flusso di cassa.

Il tuo rendiconto finanziario riflette l’afflusso di entrate e le uscite di spese risultanti da tutte le attività del tuo ristorante durante un periodo di tempo specifico, di solito un mese o un trimestre finanziario. L’afflusso proverrà dal servire cibo e bevande ai clienti paganti, mentre il deflusso rappresenta cose come l’acquisto di ingredienti, buste paga, affitto e altre spese generali.

Prendi in considerazione l’assunzione di un contabile o contabile

Cifariello Maurizio Se ti senti un po’ sopraffatto da questi protocolli contabili, ti consigliamo di chiedere in giro un commercialista certificato. È importante scegliere qualcuno la cui personalità si adatti alla tua, che sarà disponibile a rispondere alle domande secondo necessità e che possa gestire aree finanziarie in cui hai meno esperienza. Avere un CPA esperto nel settore della ristorazione ti aiuterà a comprendere le leggi locali per evitare problemi quando si tratta del salario minimo dei server, delle mance come reddito e nel tempo per il tuo personale.

Passaggio 8. Investi negli strumenti giusti per il tuo ristorante

Soprattutto con tutte le parti mobili coinvolte in un ristorante funzionante, la gestione manuale dei documenti contabili di cui sopra può diventare estremamente rapida.

Per non parlare degli orari dei dipendenti, dei fogli presenze, dell’elaborazione dei pagamenti, dell’elaborazione delle buste paga e di tutta l’altra logistica che serve a mantenere a galla il tuo ristorante!

Per fortuna, ci sono ottime opzioni software per la contabilità dei ristoranti e altri utili strumenti disponibili che elimineranno le congetture dalla tua contabilità e genereranno automaticamente questi documenti contabili.

Sistema POS per ristoranti

Cifariello Maurizio delle cose che gli imprenditori spesso trascurano quando cercano come aprire un ristorante è un sistema POS per ristoranti. Un sistema POS per ristoranti è una combinazione di hardware e software che consente di svolgere molte importanti funzioni, tra cui l’elaborazione dei pagamenti, la gestione front-of-house, il corso degli ordini e la riconciliazione delle mance. La maggior parte dei sistemi POS produce anche utili report che ti consentono di gestire la tua attività in modo più efficiente.

Ecco alcuni dei nostri sistemi POS preferiti, in base al tipo di ristorante che possiedi:

  • Square for Restaurants: il miglior sistema POS per i nuovi ristoranti.

  • Clover POS: il miglior sistema POS per ristoranti con servizio rapido.

  • Lightspeed Restaurant POS: il miglior sistema POS per ristoranti di piccole e medie dimensioni.

  • TouchBistro POS: il miglior sistema POS per ristoranti a servizio completo.

  • Toast POS: il miglior sistema POS per ristoranti in assoluto.

  • Loyverse POS: il miglior software POS gratuito per ristoranti.

Passaggio 9. Tieniti aggiornato sugli obblighi fiscali del tuo ristorante

Oltre a mettere in ordine i tuoi libri, comprendere e soddisfare i requisiti fiscali dovrebbe essere una priorità assoluta nella gestione finanziaria del tuo ristorante. Le conseguenze della mancata presentazione delle tasse statali e federali sulle imprese sono gravi, poiché potresti perdere la tua attività e persino incorrere in accuse penali.

Quindi, anche se trattare con l’IRS può intimidire, questo non è qualcosa che puoi ignorare.

Analizziamo i principali obblighi fiscali aziendali di cui dovrai tenere traccia:

Tassa sul reddito

Tutte le aziende devono presentare dichiarazioni dei redditi annuali ed effettuare pagamenti in base alle entrate ricevute.

L’esatto modulo fiscale che utilizzi per effettuare i pagamenti delle imposte sul reddito dipende dalla struttura della tua attività: ditta individuale, società di persone, società, S-corporation o società a responsabilità limitata (LLC).

Imposta sul lavoro autonomo

Le persone che lavorano per se stesse (compresi i proprietari di piccole imprese) devono pagare la sicurezza sociale e le tasse Medicare tramite una tassa sul lavoro autonomo. Questa tassa è simile alle tasse trattenute dalla paga della maggior parte dei salariati.

Tassa stimata

Le tasse sul reddito e sul lavoro autonomo si qualificano entrambe come tasse “pay as you go”. Dovrai presentare documenti trimestrali che stimano le tasse dovute in queste categorie ed effettuare i pagamenti di conseguenza.

Fare clic qui per moduli e ulteriori informazioni su come effettuare pagamenti fiscali trimestrali stimati.

Tasse sul lavoro

Dal momento che probabilmente avrai dipendenti che lavorano nel tuo ristorante, dovrai affrontare ulteriori obblighi fiscali relativi a tali dipendenti, comprese le tasse sulla sicurezza sociale e Medicare, le ritenute fiscali federali sul reddito e l’imposta federale sulla disoccupazione.

Ulteriori informazioni sulle informazioni specifiche dell’IRS sulla dichiarazione delle tasse sul lavoro per la tua azienda.

Passaggio 10. Finanzia il tuo ristorante appena aperto

A meno che tu non sia ricco in modo indipendente, probabilmente avrai bisogno di un finanziamento da qualche parte per avviare un ristorante.

Gli imprenditori scelgono di finanziare le loro attività in vari modi, ma l’approccio più comune è quello di stipulare un  prestito aziendale . La crescita del settore del prestito alternativo ha portato a un’ampia varietà di prodotti di prestito per soddisfare le esigenze degli imprenditori, ciascuno con costi, strutture di pagamento e processi di richiesta diversi.

Esaminiamo le opzioni di prestito aziendale a disposizione dei ristoratori.

Prestiti a termine

Probabilmente la prima cosa a cui pensi quando immagini un prestito aziendale, i prestiti a termine offrono un tempo di rimborso prestabilito, un numero di pagamenti impostato e un tasso di interesse fisso o variabile.

A seconda delle esigenze aziendali, del rating creditizio e di altri fattori, è disponibile un’ampia varietà di prestiti a termine per molti proprietari di piccole imprese, sia da banche tradizionali che da istituti di credito alternativi non bancari, e con termini che vanno da un anno con pagamenti giornalieri fino a cinque anni con pagamenti mensili e tutto il resto.

Prestiti SBA

A causa della natura rischiosa dei prestiti alle piccole imprese, in passato molti istituti di credito commerciali sono stati riluttanti a prestare denaro ai proprietari di piccole imprese, in particolare a nuove iniziative di ristorazione.

Come soluzione, la Small Business Administration ha iniziato a garantire fino all’80% del capitale del prestito per prestiti a termine attraverso gli istituti di credito partecipanti. Questa potrebbe essere un’opzione praticabile se hai già esperienza nel settore alimentare. (Altrimenti, probabilmente non verrai preso in considerazione.)

L’SBA offre una varietà di programmi di prestito, anche per i ristoratori. Se prevedi di utilizzare un prestito SBA come principale fonte di finanziamento per avviare il tuo ristorante, dovrai intraprendere questo processo con le tue anatre di fila. Scrivi un business plan eccezionale che metta in evidenza l’unicità della tua idea e preparati ad avere il 20%-30% dell’importo del tuo prestito in contanti o a stipulare un’ipoteca sulla tua casa.

Tieni presente, tuttavia, che mentre il timbro di approvazione dell’SBA può rendere alcuni istituti di credito più disposti a considerare i candidati che non rientrano nei loro severi criteri di prestito, la richiesta di un prestito SBA comporta comunque lunghe pratiche burocratiche e il processo può richiedere diversi mesi .

Finanziamento delle attrezzature

Se hai specificamente bisogno di denaro per fare un grande acquisto di attrezzature (come tecnologia per punti vendita, elettrodomestici da cucina commerciali, posate o mobili) per il tuo nuovo stabilimento, il finanziamento delle attrezzature per ristoranti potrebbe essere la scelta giusta per te.

Questo prodotto di finanziamento funziona in modo molto simile a un prestito auto, con l’importo che puoi prendere in prestito a seconda del prezzo e del tipo di attrezzatura che stai acquistando.

E poiché l’attrezzatura stessa funge da garanzia, probabilmente non ti verrà chiesto di fornire garanzie aggiuntive per il prestito.

I termini di finanziamento delle apparecchiature in genere funzionano a un tasso di interesse fisso, di solito compreso tra l’8% e il 30%, con una durata fissa, quindi i pagamenti saranno gli stessi di mese in mese.

Prestiti a breve termine

Per le aziende con esigenze di finanziamento più piccole e immediate, i prestiti a breve termine possono essere un vero toccasana. Questi prestiti funzionano in modo simile ai tradizionali prestiti a termine, ma coprono importi compresi tra $ 2.500 e $ 250.000 con termini compresi tra tre e 18 mesi.

Con tassi di interesse fino al 14%, i fornitori di prestiti a breve termine possono spesso darti contanti in meno di due giorni, permettendoti di fare l’affitto, coprire le buste paga, pagare i venditori di generi alimentari o far fronte ad altre spese generali immediate, anche in contanti è stretto.

Linea di credito

Forse la forma più flessibile di finanziamento aziendale disponibile, una  linea di credito aziendale ti offre capitale su cui attingere per soddisfare una varietà di esigenze aziendali.

Una volta stabilito, puoi attingere alla tua linea di credito come faresti con una carta di credito personale, per ottenere più capitale circolante, acquistare inventario, gestire i flussi di cassa stagionali, saldare altri debiti o soddisfare quasi tutte le altre esigenze aziendali.

Se hai intenzione di richiedere un prestito per piccole imprese in qualsiasi momento in futuro, assicurati di rivedere regolarmente i tuoi rapporti di credito personali e aziendali, oltre a fare ciò che puoi migliorare il tuo punteggio di credito.

Insieme alle entrate annuali, al tempo trascorso negli affari e al saldo bancario medio, i punteggi di credito personali e aziendali sono il fattore più importante che determinerà la tua capacità di qualificarti per un prestito per piccole imprese.

Quanto costa aprire un ristorante?

Ora che conosci le tue opzioni di finanziamento, probabilmente ti starai chiedendo esattamente di quanto finanziamento avrai bisogno.

Ovviamente, il costo per aprire un ristorante varia ampiamente a seconda del tipo di ristorante che si desidera aprire, dello stile del servizio, dell’arredamento, della posizione, del menu e altro ancora. Tuttavia, un recente sondaggio di RestaurantOwner.com ha fornito alcune informazioni su ciò che gli imprenditori potrebbero dover pagare.

Secondo un sondaggio di 350 ristoratori, un piccolo ristorante può costare fino a $ 175.500 in costi totali di avvio. Un ristorante di medie dimensioni costa fino a $ 375.500 e un ristorante grande fino a $ 750.500. È possibile visualizzare i risultati completi del sondaggio qui :

costi-di-avvio-di-un-ristorante

Passaggio 11. Commercializza il tuo ristorante

L’ultimo passo per aprire un ristorante? Dillo al mondo!

Ci sono una varietà di metodi per commercializzare il tuo ristorante al tuo pubblico di destinazione. Ecco alcune idee per iniziare:

  • Usa il social media marketing per condividere le foto dei tuoi piatti, rispondere alle richieste dei clienti e comunicare i meriti del tuo marchio.

  • Crea un sito web dall’aspetto professionale per mostrare al mondo che sei un’azienda legittima e affidabile.

  • Ottieni i siti Web di recensioni dei clienti sopra menzionati come Yelp, OpenTable e Resy.

  • Offri promozioni come sconti per i nuovi clienti o un programma di segnalazione dei clienti.

  • Fai una grande apertura che susciti interesse per il tuo ristorante e attiri l’attenzione dei media.

La linea di fondo

Essere un ristoratore non è davvero per i deboli di cuore, poiché possedere il proprio ristorante è un’avventura senza fine, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Le sfide e le domande che sorgono per ogni ristoratore variano tanto quanto i diversi ristoranti e stati in cui operano. Ma se il cibo è la tua passione e possedere un ristorante è il tuo sogno, i passaggi precedenti possono offrire un buon inizio per realizzarlo sognare una realtà.

Mata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: