Città che vai, “Bike to Work” che trovi: guadagnare e rispettare l’ambiente pedalando

citta-che-vai,-“bike-to-work”-che-trovi:-guadagnare-e-rispettare-l’ambiente-pedalando


“Vuoi uno stipendio in più? Chiedimi come!” è spesso il motto di campagne a favore del Bike to work, un sistema che non solo pedala a favore del bene pubblico, ma agevola in particolare il benessere privato di chi lo abbraccia: metti da parte l’auto, che ha costi folli anche da ferma, risparmi sui mezzi pubblici ma soprattutto su spese mediche e sulla palestra, divertendoti! E allora ecco che il numero di Comuni che tentano in vari modi di aumentare questo popolo in bicicletta cresce, anche con progetti di finanziamento diretto ai dipendenti che pedalano. Iniziamo da una delle città più inquinate e congestionate d’Italia: dopo 2 anni di sospensione a causa della pandemia, torna la Milano Bike Challenge, l’unica gara per aziende bike friendly. Organizzata da FIAB- Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta – la sesta edizione della Milano Bike Challenge vuole naturalmente promuovere il Bike to Work nelle aziende che hanno a cuore la mobilità in bicicletta, e di conseguenza tra i dipendenti, perché abbiano modo di apprezzare quello che ormai è in larga misura il mezzo più veloce per muoversi in città, restando anche il più divertente e sano. L’iniziativa parte il 16 settembre, in occasione del Bike to Work Day, all’interno della “Settimana Europea della Mobilità… in bicicletta”. La novità della Milano Bike Challenge 2022 è un restyling grafico e una nuova piattaforma per registrare le pedalate dei dipendenti, ancora più semplice e intuitiva. Competere in modo divertente sarà facile, seguendo l’iniziativa nella sua pagina Facebook BIKETOWORK FIAB. La competizione – gratuita – si rivolge a tutte le aziende con almeno tre lavoratori, che hanno tempo un mese e mezzo, dal 16 settembre al 31 ottobre, per “mettere in sella” il maggior numero di dipendenti e vincere la sfida, aggiudicandosi i premi in palio. Per partecipare, i team delle diverse aziende devono semplicemente andare in bicicletta – almeno 10 minuti, ovunque, anche per commissioni o svago – e registrare la pedalata sull’app della Bike Challenge. Chiunque usi la bicicletta almeno una volta tra il 16 settembre e il 31 ottobre contribuisce a incrementare la possibilità di vincita della sua azienda. L’iscrizione sarà possibile da fine agosto.

Photo by Clem Onojeghuo on Pexels

Tante le iniziative anche in altre città d’Italia, e la regina resta sempre l’Emilia Romagna, sebbene le iscrizioni avvengano in primavera per l’anno successivo e comunque le iscrizioni fuori tempo massimo saranno rielaborate in ordine di arrivo a cadenza fissa. Sul sito del Comune di Reggio Emilia il progetto “Bike to Work” è indirizzato ad aziende private ed enti pubblici con sede operativa nel territorio comunale. Prevede un riconoscimento in denaro ai lavoratori più virtuosi fra coloro che scelgono di andare al lavoro preferendo la bici all’auto. Anche Ferrara prosegue sulla strada della mobilità green lanciando una nuova edizione del progetto Bike to Work, per ampliare il numero di aziende partecipanti. Come già per la sperimentazione condotta nel 2021, l’Amministrazione comunale, in accordo con la Regione, conferma anche per i prossimi mesi l’assegnazione di incentivi di venti centesimi per ogni chilometro percorso in bici (tradizionale o elettrica) sul tragitto casa-lavoro, fino a un massimo di 50 euro mensili, per ogni lavoratore delle aziende pubbliche o private. L’invito a partecipare è disponibile sul sito www.comune.fe.it (nella sezione “bandi di gara“). A disposizione un budget complessivo di 40mila euro per l’anno 2022 e ulteriori 40mila euro per il 2023, interamente finanziati dalla Regione. Le richieste di adesione che giungeranno oltre il 31 marzo saranno riesaminate a cadenza semestrale con le seguenti scadenze: entro il 30 settembre 2022, ed entro il 31 marzo 2023. Controllate sui siti comunali della vostra città, noi segnaliamo i seguenti solo a titolo di esempio: Cesena, Parma, San Lazzaro.

Photo by Daria Obymaha on Pexels

Più ludica ma impegnativa l’iniziativa sulle pendici dell’Etna, con la Vittoria Etna Marathon al via domenica 18 settembre (qui tutte le info per la 16esima edizione). Prorogata al 31 ottobre 2022 la scadenza del progetto “Bike to Work”, programma sperimentale della Regione Campania per la concessione di incentivi destinati ai lavoratori che dimostrino, con l’ausilio di applicazioni e altri strumenti di geo-localizzazione, l’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro. L’obiettivo è incentivare le modalità di trasporto sostenibile naturalmente, e avvicinare i cittadini a scelte di mobilità consapevoli verso l‘ambiente e la salute. Per altre iniziative a tema, segnaliamo infine Andiamo in bici di Fiab, e la pagina Facebook BikeCommutingRoma.

L’articolo Città che vai, “Bike to Work” che trovi: guadagnare e rispettare l’ambiente pedalando proviene da The Map Report.

Valentina T.

0 comments on “Città che vai, “Bike to Work” che trovi: guadagnare e rispettare l’ambiente pedalando

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: