com’era-il-pride-month-30-anni-fa

Com’era il Pride Month 30 anni fa

Gli scatti di Saul Bromberger e Sandra Hoover ci portano indietro nel tempo, a San Francisco, negli anni che vanno dal 1984 al 1990

Dai colori arcobaleno delle parate di oggi agli scatti in bianco e nero di 30 anni fa. Queste foto fanno parte del progetto documentaristico PRIDE: Cuore di un movimento – la parata della giornata della libertà gay e lesbica di San Fransisco – 1984-1990” Gli autori sono i fotografi Saul Bromberger e Sandra Hoover, marito e moglie che hanno lavorato insieme per oltre 25. La coppia ha dichiarato di essere curiosa delle storie di queste persone in marcia e di essere felice di raccontare quei momenti tramite la fotografia.

Momenti per certi versi simili al presente, ma con un contesto storico-sociale completamente diverso. Sono infatti gli anni in cui la comunità gay di San Francisco è devastata dall’epidemia di Aids in seguito alla scoperta del virus Hiv nel 1981. La malattia, che ha continuato ad avere un effetto fatale fino al 1990, con oltre 15mila morti, compare in alcuni cartelli di questi scatti. Cartelli che rivendicano l’orgoglio gay chiedendo azioni governative per combattere l’Aids. Anche il documentario We Were Here di David Weissman del 2011 racconta bene questi anni.

Oggi, il pride month di San Francisco è sicuramente differente e con altre priorità. L’agenda 2021, dopo lo stop della pandemia, è dedicata alla giustizia razziale sull’onda del movimento Black Lives Matter e vede eventi incentrati sulla Black Liberation. Ciò che non cambia è l’unità della comunità californiana che oggi come allora è pronta a combattere per i diritti. Anche in Italia, dopo un anno di fermo, le piazze tornano ad animarsi per i pride con la priorità del ddl Zan.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: