Redazione

Comprare casa: tutto quello che c’è da sapere

comprare-casa:-tutto-quello-che-c’e-da-sapere

«Sembra naturale e semplice comprare una casa, e invece… fino a un minuto prima di farlo, nessuno sa come muoversi e il livello dei professionisti va dal molto capace al peggiore dei truffaldini», spiega Elisabetta Marangoni, esperta del settore immobiliare, ambito in cui lavora da 18 anni con la sua agenzia Casabase Immobiliare (questo il suo blog di ispirazioni). Da qualche anno ha aperto un profilo Instagram per promuovere la sua attività, ed è stato subito un successo. «Ho pensato che la cosa più interessante fosse risolvere i problemi delle persone riguardo al tema dell’acquisto. Non è un caso che gli agenti immobiliari siano più odiati che amati, comprare una casa mette in moto molte cose, non è solo una questione economica, è un investimento emotivo dove ci riscopre fragili e confusi anche se nella vita reale siamo capi d’azienda», sottolinea. «Aggiungi che non esiste una regola precisa e districarsi tra tutte le cose da considerare non è semplice se non si ha alcuna esperienza. Il rischio altissimo è di diventare esperti, ma a proprie spese».

Ecco da dove nasce la sua idea, l’amica agente immobiliare che tutti dovrebbero avere a cui chiedere consigli per muoversi in sicurezza. Qui i suoi 10 consigli per l’acquisto di una casa senza errori.

1- Come guardare gli annunci

«La casa è un compromesso tra quello che si vuole, quello che effettivamente esiste sul mercato e quello che si può spendere tra risparmi e mutuo. La maggior parte delle persone inizia la ricerca con un sogno nella sua testa, per poi rendersi presto conto che bisogna razionalizzare: circoscrivere la zona o le zone che ci interessano, impostare i metri quadri minimi e massimi che ci servono, mettere un tetto sul prezzo massimo di ricerca aumentato del 15/20% per non escludere ciò che poi sarà oggetto di una trattativa al ribasso».

2- Fissare il budget

«Bisogna essere razionali e ragionevoli, tirare giù i conti penna alla mano su quanti soldi abbiamo risparmiato e che tipo di rata di mutuo possiamo realmente sostenere, tenendo anche conto del tenore di vita che vogliamo mantenere (vacanze, hobby, week end fuori, etc). È importante sapere che le case senza risparmi non si comprano, perché oltre al costo della casa e della eventuale ristrutturazione, ci sono dei costi fissi a cui dovrete fare fronte. Agenzia, notaio, tasse, anticipo da versare».

3- Abbondare sempre

«Guardate tantissimi annunci, fatevi un’idea realistica di quello che il mercato offre. Salvate i migliori e andate a vedere le case che più si avvicinano per caratteristiche a quello che è importante per voi. Più case riuscite a vedere, più allenate il vostro occhio e la vostra pancia a provare sensazioni. La casa si sceglie di pancia e si compra di testa».

4-Fate una lista dei desiderata

«Dopo aver visto almeno 10 case, siete in grado di elencare cosa è importante per voi e a cosa non siete disposti a rinunciare per viverci bene? Provo ad aiutarvi… la luminosità, l’ampiezza, l’esposizione, il piano, il tipo di palazzo, la zona, la comodità al lavoro o alla stazione, la vicinanza dei negozi, il verde, il silenzio, la natura».

5- Rivedete la suddetta lista

«A questo punto siete pronti a ripartire con l’analisi degli annunci avendo le idee molto più chiare».

6- L’importanza del condominio

«Scelta la casa, analizzate il condominio, cercate di capire cosa state comprando, se gli interni del vostro appartamento saranno a vostra immagine e somiglianza. Le parti comuni saranno lo specchio di come è abitato il palazzo: ben tenuto/trasandato, pulito/sporco, da rifare/rifatto, proprietari/affittuari».

7- Come fare una proposta

«Dopo aver visto un po’ di case adatte a voi e abbastanza giuste, vi siete anche fatti un’idea di quanto devono costare, ecco è il momento giusto di fare un’offerta. Se vivete in un luogo dove la crisi si farà risentire sui prezzi, se il prezzo di richiesta è adeguato e non hanno esagerate, provate a fare un’offerta trattando il 15/20% sul prezzo. Non innamoratevi di una casa prima che sia vostra, siate razionali nella scelta perché oltre al cuore serve fare i conti del valore reale, non accontentatevi. Siate razionali e se una trattativa non va in porto, non vi disperate. La casa giusta arriva per tutti».

8. Valutate il valore in profondità

«Non dimenticate mai di fare i dovuti controlli e di vincolare le proposte alla regolarità della casa».

9. Il mutuo

«Se ve lo permettono, vincolate le proposte all’ottenimento del mutuo».

10. La caparra 

«Comprare una casa implica la firma di un contratto e dovete sapere che versando una caparra, all’accettazione della vostra proposta diventa caparra confirmatoria, voi e il proprietario vi state reciprocamente impegnando. Se rinunciate la perdete. Se rinuncia il proprietario deve restituirvi la vostra più un’altra di pari importo (il famoso…doppio della caparra).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: