contro-lo-spreco-di-cibo-l’intelligenza-artificiale-fotografa-e-analizza-la-spazzatura

Contro lo spreco di cibo l’intelligenza artificiale fotografa e analizza la spazzatura

Un’azienda di ristorazione collettiva ha posizionato sopra i bidoni dell’immondizia speciali telecamere che, grazie alla AI, esaminano il cibo buttato

Telecamere con AI in cucina (foto: Elior)

Quando il coperchio della pattumiera si alza per accogliere avanzi e scarti, una telecamera registra le immagini e, attraverso l’intelligenza artificiale, analizza i consumi e gli sprechi. Obiettivo: migliorare l’efficenza in cucina evitando che venga gettato cibo potenzialmente ancora buono. Il progetto, lanciato in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente che si celebra il 5 giugno, è frutto della collaborazione tra Elior, azienda che opera nel settore della ristorazione collettiva, e Winnow, che si occupa di applicare la AI alle cucine.

Il progetto pilota prevede l’installazione di speciali telecamere nella cucina e nel ristorante di Elior a Milano. Sono piazzate sopra i contenitori della spazzatura e catturano le immagini dei rifiuti di cibo, imparando nel tempo a riconoscere i vari alimenti che sono gettati. In questo modo il processo di registrazione del food waste viene automatizzato, consentendo di tenere traccia degli sprechi e offrendo agli chef dati e analisi che permettono di capire come intervenire. Di quali verdure si buttano i gambi che potrebbero essere usati per il brodo? Quali tagli di carne permettono di creare meno scarti? Quale ricetta di pasta viene meno apprezzata dai clienti?

Grazie a questo sistema Elior punta a ridurre, entro il 2025, gli sprechi alimentari del 30 per cento e le emissioni di CO2 per ogni pasto del 12 per cento. Un altro obiettivo è sensibilizzare la clientela sul tema: svuotare il piatto sotto l’occhio della telecamera e misurare quanto cibo non viene consumato aiuta a prendere coscienza degli avanzi, oltre a dare indicazioni allo chef su che cosa viene più o meno apprezzato (e lasciato nel piatto). “Il food waste è una sfida globale che dobbiamo risolvere collettivamente”, ha spiegato in una nota Marc Zornes, ceo e co-fondatore di Winnow. “Elior ha stabilito una visione chiara e ambiziosa per lasciare un’impronta nutrizionale positiva entro il 2025”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: