Cinema Redazione spettacolo

Coronavirus: cinema in stand-by, quale futuro aspetta riprese sul set e proiezioni in sala? lo abbiamo chiesto al produttore Antonio Chiaramonte

A causa dell’attuale emergenza sanitaria il mondo del cinema ha dovuto far fronte a uno stop spaventoso degli incassi. Una discesa spaventosa quasi oltre il 95% negli incassi in meno rispetto agli anni precedenti . Tantissime sono le case di produzione e distribuzione che hanno deciso di accettare di mandare in onda i propri film online tramite diverse piattaforme.

Nel frattempo le riprese dei film sono state sospese , cosi come tanti programmi televisivi e i festival cinematografici .

Ma uno degli effetti più gravi di questa pandemia è certamente quello legato ai lavoratori. Moltissimi impiegati nell’ambito dell’audiovisivo, dagli esercenti a coloro che fanno parte delle troupe cinematografiche, si sono infatti ritrovati improvvisamente senza lavoro.

LA PAROLA A UNO DEI PRODUTTORI PIÙ’ EMERGENTI DEL NOSTRO PAESE, ANTONIO CHIARAMONTE   – Ma qual è il pensiero di chi, quotidianamente, lavora nel dietro le quinte delle produzioni cinematografiche?

.“Per quanto riguarda il sottoscritto  e la mia produzione di CinemaSet  –Antonio Chiaramonte  –  questa crisi ,a causa della pandemia , non è stata risentita   in quanto  avevamo programmato una serie di film per le scuole investendo capitali propri e con il grande aiuto di alcune istituzioni ministeriali avevamo programmato la proiezione per le scuole a titolo gratuito, cioè senza scopo di lucro ,  per rafforzare la lotta alla illegalità . Tutto ciò è stato sospeso e adesso stiamo attendendo le nuove disposizioni ministeriali , nei prossimi giorni avremo diversi incontri a Roma insieme all’Avvocato Enzo Guarnera  promotore di questo grande nostro progetto per  trovare alcune proposte  e soluzioni da sottoporre al Governo per poter ricominciare nuovamente il nostro cammino che ci vede impegnati nei prossimi tre anni  grazie ad alcune intese raggiunti precedentemente, io sono molto fiducioso dell’esito di questi incontri   .

Mentre viceversa la situazione invece è molto critica –continua Antonio Chiaramonte –  per tantissimi miei colleghi e operatori del settore , per tanta gente che deve pagare il mutuo, gli affitti  e sostenere la propria famiglia , ho sentito tantissimi di questi è sono fortemente demoralizzati poiché non percepiscono stipendi oramai da mesi . Non solo , sono fortemente triste che alcuni di loro hanno lasciato questa terra per sempre  a causa del coronavirus ,  mi metto nei panni dei loro cari , sto malissimo pensando a questo .

La situazione è ancora più critica in quanto anche aprendo le sale cinematografiche , quasi sicuramente questo avverrà per la metà o la fine di Giugno , per evitare assembramenti saranno venduti biglietti solo per la metà delle sale .

Sono sicuro che passata questa pandemia il sistema cinematografico avrà un sistema moderno , ripeto noi abbiamo diverse soluzioni che metteremo a disposizione ai vari enti ministeriali nei prossimi giorni . Più celeri e mirate saranno le risposte, più facile sarà la riapertura una volta che le cose torneranno alla normalità. “

“Ritornando alla mia produzione di CinemaSet torneremo quanto prima ad una nuova produzione cinematografica per questo Autunno /Inverno,  abbiamo altre quattro di produzioni da realizzare in questi tre anni   che rientrano  nel ns progetto ministeriale  Scuola/Cinema/Legalità , un film che sarà girato interamente in Sicilia e a Roma , altri in Calabria e Puglia , anzi mi approfitto di fare un annuncio attraverso la vostra testata  , dato il periodo di crisi che stiamo attraversando , siamo alla ricerca di nuove assunzioni , oltre i nostri già diciotto collaboratori che abbiamo , ed esattamente una organizzatrice generale di produzione , assistente e segretaria di produzione per la regione Sicilia –Puglia e Calabria  . Chi vorrebbe candidarsi basta inviare la sua candidatura attraverso una email alla produzione CinemaSet di Roma  segreteriagenerale@cinemaset.it   .  “

Leave a Reply

%d bloggers like this: