cronaca roma

Coronavirus Roma, la morte di Valli e la denuncia su Facebook: “Test a tutti, non a me che sono medico”

È polemica per quel post, risalente al 14 marzo scorso, in cui Edoardo Valli, il ginecologo morto a Roma per coronavirus giovedì, denuncia le mancanze del sistema messo in piedi per combattere il coronavirus. “Fanno tamponi a Zingaretti, Porro, Sileri, io ho la febbre da tre giorni, stasera 38,7, ma al numero regionale mi dicono che con questi sintomi non è necessario, stai a casa (grazie) e se peggioro chiamare il 118! Boh, spero che scenda, ho preso la Tachipirina già sto sudando, ma faccio il medico boh”.

Valli, che per due decenni aveva lavorato al Fatebenefratelli dell’isola Tiberina dove i colleghi, tutti sgomenti, lo ricordano con grandissimo affetto, si era ammalato l’8 marzo, subito dopo la settimana bianca in Trentino. Ricoverato in terapia intensiva al Gemelli, ha combattutto fino all’ultimo contro il virus.

0 comments on “Coronavirus Roma, la morte di Valli e la denuncia su Facebook: “Test a tutti, non a me che sono medico”

Leave a Reply

%d bloggers like this: