cosa-seguire-oggi-al-gran-finale-del-wired-next-fest-2021

Cosa seguire oggi al gran finale del Wired Next Fest 2021

Wired Next Fest, atto finale: è oggi l’ultima lunga e ricca giornata che fa da chiusura all’edizione 2021 del più grande festival italiano dedicato alla tecnologia e all’innovazione. Un pomeriggio di incontri che rappresenta la conclusione di un percorso durato 6 mesi e organizzato in tappe che, da aprile in avanti, hanno esplorato con appuntamenti dedicati i filoni di Play, Social Innovation, Next Generation e Life. Il tutto tenuto insieme dal filo rosso rappresentato dal tema degli Equilibri: tanti, diversi e dinamici per affontare la realtà in continuo cambiamento di un mondo alle prese con gli effetti della pandemia e che guarda al futuro.

Ecco perché l’appuntamento conclusivo della stagione è dedicato a un concetto che ha a che fare sia con il domani che vogliamo costruire sia con gli equilibri da tenere assieme: la sostenibilità. Non solo è la chiave di volta del mondo che verrà, ma il cardine di un approccio per ricostruire la società post-pandemia, mettendo al centro un’economia davvero in armonia con l’ambiente, le nuove organizzazioni sociali concepite a misura d’uomo e – naturalmente – la lotta a quella crisi climatica che preoccupa sempre più. Un tema, la sostenibilità, introdotto al Wired Next Fest 2021 con lo spettacolo di giovedì sera, e che è protagonista assoluto della due giorni iniziata ieri, con oltre 30 grandi ospiti italiani e internazionali chiamati a confrontarsi su questioni sociali, politiche, economiche, culturali e artistiche.

L’appuntamento è per oggi pomeriggio, sabato 2 ottobre, a partire dalle 13:30 e fino alle 19 circa, tutto trasmesso in una diretta non-stop gratuita in streaming online. Lo si può seguire direttamente qui sopra in questa pagina, oppure sul sito dell’evento, e tutti gli appuntamenti saranno trasmessi e diffusi come sempre anche sui canali social di Wired: FacebookInstagramLinkedInTwitter e YouTube.

Il programma di oggi al Wired Next Fest – Sostenibilità

Il luogo scelto per l’intero Wired Next Fest di quest’anno, inclusa la tappa di questo fine settimana, è il Teatro Gerolamo di Milano: riaperto ad aprile proprio in occasione dell’inaugurazione del festival, è un palco fisico su cui si alternano musicisti, scienziati, scrittori, giornalisti, politici, ricercatori, cantautori, antropologi, imprenditori, manager e attivisti.

Ma veniamo al programma di oggi. Proprio a proposito di sostenibilità e natura, si comincia con il lato più oscuro della transizione ecologica: le attuali tecnologie green che consentono di ridurre l’impatto ambientale si basano infatti sulle terre rare, la cui estrazione sta trasformando sempre di più la sostenibilità in una questione geopolitica. Di questo si parla con il giornalista e documentarista Guillaume Pitron, autore di La guerra dei metalli rari, già premiato con il Turgot Prize come miglior libro nella categoria economia e finanza. Di vita e di natura si chiacchiererà invece con il regista e attore Pietro Castellitto, trasformato da attore a romanziere per raccontare in anteprima Gli Iperborei, la storia di un gruppo di amici che hanno trovato la felicità oltre il nord, oltre il ghiaccio e la morte, quando – racconta – tutto ebbe inizio con un canguro scomparso.

Tantissimo spazio oggi al Wired Next Fest alle questioni di rete. Gregory Newby, una delle più autorevoli voci internazionali sul tema della governance di internet, nonché direttore della Project Gutenberg Literary Archive Foundation, racconterà della sfida di accogliere una copia elettronica di ogni libro mai scritto, rendendola liberamente accessibile al mondo intero. Un percorso iniziato esattamente mezzo secolo fa e che rappresenta il compimento del senso più alto della rete. Mentre Laura DeNardis, direttrice dell’Internet Governance Lab, esperta mondiale di governance del web e autrice di Internet in ogni cosa, discuterà di libertà e iperconnessione, di pervasività della rete e di oggetti connessi che ci semplificano la vita. Il prezzo di questa semplificazione potrebbe essere di rendere vulnerabili i nostri dati, esponendoli ad attacchi che possono mettere a repentaglio la sicurezza di intere nazioni: come ristabilire allora un equilibrio che rimetta al centro le persone?

Il complesso rapporto tra sostenibilità e finanza, e gli investimenti ad alto rendimento sociale, saranno al centro dell’incontro con Cecile Blilious, Head of Impact & Sustainability del più grande fondo di venture capital israeliano (Pitango Venture Capital). Se il profitto non è l’unico obiettivo, il cosiddetto impact venture non mira solo al rendimento finanziario degli investimenti, ma anche a garantire una ricaduta positiva sul piano sociale. Mentre di case sulla Luna, e di spazio in generale, si parlerà con Tommaso Ghidini, capo della Divisione di strutture, meccanismi e materiali dell’Agenzia spaziale europea e autore di Homo caelestis. Insomma, un ingegnere che vive quotidianamente i progetti per l’esplorazione spaziale racconta di come l’Homo sapiens stia per trasformarsi in un uomo dello spazio: stiamo per tornare sulla Luna, stiamo lavorando per arrivare su Marte e chissà dove altro ci spingeremo in futuro.

Nel fitto pomeriggio di appuntamenti di oggi si andrà anche a scuola di felicità con la filosofa e autrice Ilaria Gaspari. La filosofia antica si è interrogata a lungo sulla felicità, lasciando aperta la domanda se sia possibile imparare a essere felici: una questione tuttora complessa, perché le emozioni afferiscono alla sfera dell’irrazionale, che per sua stessa definizione è razionalmente incontrollabile. Insieme alla cineasta erotica indipendente Erika Lust, invece, si discuterà di porno consapevole, del perché il porno non sia un genere cinematografico di serie B e di come l’erotismo possa essere la chiave per un cinema impegnato.

E poi c’è la musica. Con il producer Young Miles si esplorerà il rapporto con le community, facendone una questione di equilibrio tra virtuale e reale. Mentre la realtà aumentata psichedelicamente sarà protagonista dell’incontro a quattro con il musicista e produttore Venerus, con il dj, musicista e produttore Mace, lo scrittore e vicepresidente del Gruppo Abele (oltre che tra i protagonisti della serie documentario SanPa) Fabio Anibaldi Cantelli e la farmacologa, giornalista e autrice Agnese Codignola.

Sempre di audio, ma questa volta in chiave podcast, si discuterà invece con il giornalista e autore Pablo Trincia, pioniere del podcast italiano nonché voce di Veleno: cercheremo di capire perché questo format stia avendo successo, attraverso un’esplosione di storie da raccontare. L’ecommerce e il fare la spesa online saranno invece il punto di partenza dell’intervista al General manager per l’Italia di Gorillas Alessandro Colella. E poi, ancora una volta centrando il tema della sostenibilità, insieme al Vice President Business Development di Mastercard Luca Corti andremo alla scoperta delle transazioni amiche dell’ambiente.

Il Wired Next Fest, con il patrocinio del Comune di Milano e organizzato in collaborazione con Audi, è reso possibile anche grazie al supporto di alcuni partner:

Main partner: E-Distribuzione, Mastercard, Nexi, Vodafone;

Event supporter: Arexpo, Generali Italia, Gruppo Cap, Gorillas, Open Fiber, Pasqua Vigneti e Cantine;

Content Partner: Fondazione Airc;

Production: PianoB;

Technical partner: Plesh;

Collectible Design Guest: Galleria Rossana Orlandi.

The post Cosa seguire oggi al gran finale del Wired Next Fest 2021 appeared first on Wired.

%d bloggers like this: