covid,-14enne-morto-a-modena.-ricoverato-a-marzo-con-sintomi-gravi:-non-aveva-patologie-pregresse

Covid, 14enne morto a Modena. Ricoverato a marzo con sintomi gravi: non aveva patologie pregresse

Un ragazzo di 14 anni è morto ieri all’ospedale di Baggiovara a Modena per danni provocati dal Covid 19. Il giovane, secondo quanto appreso, non aveva apparenti patologie pregresse. Era stato ricoverato a marzo già con sintomi gravi per la sindrome causata dal coronavirus, da subito in terapia intensiva al Sant’Orsola di Bologna, che è l’hub pediatrico Covid in regione. In questi mesi il 14enne non è mai uscito dalla terapia intensiva anche se si era negativizzato dal virus. Una settimana fa, l’8 giugno, era stato trasferito a Baggiovara. Ieri il decesso. La famiglia è originaria della Campania ma residente nel Modenese. Oggi si sono svolti i funerali.

“La direzione generale dell’Azienda Usl di Modena e tutti i suoi professionisti che ancora combattono giorno dopo giorno contro la pandemia esprimono le più sentite condoglianze ai genitori e alla famiglia del ragazzo di 14 anni deceduto a Modena – si legge in una nota della stessa Ausl – Oggi è un giorno in cui il ricordo di tutte le vittime del Covid 19 si fa particolarmente doloroso – dice il direttore generale, Antonio Brambilla – ci stringiamo a questa famiglia e a tutti coloro che in questi mesi hanno perso i propri cari a causa del coronavirus”.

“Lascia attoniti la notizia della scomparsa di un ragazzo di 14 anni a causa delle conseguenze del Covid 19, avvenuta all’ospedale di Baggiovara a Modena dopo essere stato ricoverato al S. Orsola di Bologna dove è stato curato sin dall’insorgere della malattia. Di fronte a un dolore che è difficile anche solo poter immaginare, esprimiamo la più sentita vicinanza ai genitori e alla famiglia, cui ci stringiamo. A loro e alla memoria del giovane va il pensiero commosso di tutta la comunità regionale” dichiarano Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, e Raffaele Donini, assessore regionale alla Salute.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un’informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Napoli, sequestrano un’ambulanza della Croce Rossa per soccorrere un parente: fermate due persone

next

%d bloggers like this: