Crisi energia, il piano della Germania sul gas

crisi-energia,-il-piano-della-germania-sul-gas


Proprio il giorno in cui la Russia ha riaperto il gasdotto Nord Stream 1, il Ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck ha presentato il piano con cui la Germania si prepara ad affrontare la crisi energetica del prossimo inverno. Le misure richiederanno ai cittadini di ridurre il consumo di energia e prevedono persino il ricorso a combustibili alternativi come il carbone.
“Tecnicamente, non ci sarebbe nulla che impedisca a Nord Stream di tornare alla piena capacità”, ha dichiarato il ministro dell’Economia e della Transizione Energetica Robert Habeck. “Il tasso di utilizzo inferiore, pari a circa il 40%, è chiaramente politico e conferma che non possiamo fare affidamento sulle forniture”.
Il ministro ha inoltre accusato la Russia di “usare il suo potere per ricattare l’Europa e la Germania” prima di annunciare una serie di misure volte a rafforzare la sicurezza energetica. Il piano di Habeck prevede che gli impianti a lignite vengano rimessi in funzione a partire da ottobre. Nel frattempo il ministero federale dei trasporti elaborerà regole per la circolazione dei treni a petrolio e carbone.

© iStockphoto/onurdongel

Come riportato da Politico, il governo sta anche valutando la possibilità di permettere alle compagnie energetiche di trasferire prezzi del gas più elevati ai consumatori, il che significa che le bollette saranno più alte. Tuttavia, Habeck ha specificato che tale piano dovrebbe essere accompagnato da misure di sostegno finanziario per le famiglie, chiarendo che il governo deve fornire “supporto a coloro che non possono sostenre l’innalzamento dei prezzi”.
Alcune misure annunciate dal ministro sul risparmio di gas riguardano i cittadini in prima persona, come il divieto di utilizzare il gas per riscaldare le piscine e l’obbligo di staccare il riscaldamento in tutti gli spazi inutilizzati, siano essi uffici, corridoi o magazzini. Nei contratti di affitto viene sospesa l’indicazione di una temperatura minima per il riscaldamento e si incoraggia il lavoro da remoto durante alcuni periodi. La Germania accelera poi sugli obiettivi di stoccaggio del gas, portati all’85%della capacità entro il 1° settembre e al 95% della entro il 1° novembre.

L’articolo Crisi energia, il piano della Germania sul gas proviene da The Map Report.

0 comments on “Crisi energia, il piano della Germania sul gas

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: