spettacolo

“Cyberdrop Collection”. L’Arte Digitale di Giuseppe Vergopia è sbarcata a Noto e nel mondo!



Altera Domus, in collaborazione con il Comune di Noto, ha presentato con orgoglio il primo, nuovo ed ambizioso progetto di mostra NFT, nuova frontiera dell’arte digitale, curato da Paoletta Ruffino, chief curator per Altera Domus, e dalla giovane digital marketer e social media manager Ludovica Infantino, co-founder del brand Acqua di Noto, main sponsor dell’iniziativa, pronta ad inaugurare anche nel mondo virtuale la sua crypto-scent gallery & more.

La mostra, dal titolo Cyberdrop Collection, è stata ospitata nei soli giorni 11, 12 e 13 marzo nel versatile e prestigioso spazio espositivo della Galleria Palazzo Nicolaci, a Noto. Questo ha rappresentato, per gli amanti degli oggetti “Metaverse ready” o NFT (un acronimo che sta per Non Fungibile Token, in italiano: gettone non fungibile, ovvero certificati di proprietà su opere digitali che vengono scambiate attraverso le principali piattaforme blockchain), un primo appuntamento imperdibile tra i tanti e ambiziosi obiettivi che l’associazione si pone per diversificare la propria offerta artistico-culturale e per rendere l’arte sempre più inclusiva e di qualità, dedicando, periodicamente, uno spazio di visibilità ad un pubblico giovane e aggiornato sulle ultime tendenze dei linguaggi espressivi, attraverso il coinvolgimento di talentosi artisti che trascendono i mezzi di comunicazione tradizionale per esplorare l’ignoto mondo virtuale della Cripto Art o Arte NFT.

Ad introdurci in questa nuova dimensione digitale, spesso giudicata da una certa critica l’ennesimo fenomeno di una bolla speculativa, è stato uno straordinario digital creator siciliano: Giuseppe Vergopia, le cui opere NFT stanno ottenendo molto hype. Sono opere che “plagiano” immagini, oggetti o icone sacre attinte dallo storico patrimonio artistico dei grandi maestri dell’arte, della moda, del cinema, dello showbiz, creativamente interpretate in chiave futuribile, che stanno già “rivoluzionando”, per dirla alla Gauguin (“l’arte è o plagio o rivoluzione”), il mondo dell’arte e cambiato le nostre percezioni.

Giuseppe Vergopia ci ha presentato la sua NFT exibition nel suo mondo digitale destinato a non meravigliare solo il mondo dell’arte, ma anche quello delle mode e delle tendenze, e entrare presto a pieno titolo nella storia della Digital Arte Pop Post-contemporanea, dopo che aveva ottenuto successo con la sua recente produzione “CYBERDROP COLLECTION”, comprendente 11 NFT, tra cui: La Monna Lisa, La ragazza con l’orecchio di perla, la Nascita di Venere, Marilyn Monroe, Il Bacio di Hayez, La Creazione di Adamo, la locandina del film La Vita è bella di Roberto Benigni, The Notorius B.I.G., il famoso rapper statunitense Virgil Abloh, designer e direttore artistico della maison Louis Vuitton nonché fondatore della Off-White, azienda d’abbigliamento di lusso italiana, e l’NFT di Elon Musk, l’imprenditore sudafricano che con le sue compagnie aerospaziali: SolarCity, Tesla e SpaceX, vorrebbe cambiare la qualità del pianeta riducendo il riscaldamento globale tramite l’utilizzo di energie rinnovabili e ridurre il rischio dell’estinzione umana o di catastrofi naturali, stabilendo una colonia umana su Marte. Esposta per la prima volta il 21 Dicembre 2021 su OpenSea, un mercato di token non fungibili online, la Collection era già “All Sold” appena 48 ore dopo il suo inserimento nella piattaforma digitale, con l’aggiudicazione di ogni opera ad un full price superiore ad un ethereum.

L’Artista

Nato nel 1991 a Siracusa, l’artista digitale Giuseppe Vergopia trascorre la sua prima infanzia in Arabia Saudita. Torna in Italia all’età di 6 anni e inizia la scuola primaria con pessimi risultati per lo scarso interesse verso le proposte didattiche. A 16 anni mette a fuoco la propria attitudine e diventa un graphic designer da autodidatta consolidando le sue conoscenze con il conseguimento di una laurea in Graphic design e comunicazione di impresa presso l’Accademia di Belle Arti di Catania con il massimo dei voti. In questi anni si specializza anche nella programmazione neurolinguistica (pnl) di secondo livello. Nel 2014, a soli 23 anni, comincia la sua carriera come art director, sognando di aprire un proprio studio; ed è proprio l’anno successivo che nasce la Wergodsg, agenzia con cui realizza importanti collaborazioni con le più grandi S.p.A. del territorio siciliano. Nel 2017 arrivano le prime soddisfazioni da artista con l’esposizione dei suoi primi collage digitali presso alcuni show room di Catania. Da quel momento il salto di qualità diventa evidente: dal video making al digital marketing, dai video clip musicali a spot pubblicitari ad art director di importanti campagne di marketing. Nel 2020, durante il lockdown, frequenta con grande passione corsi online di progettazione e modeling 3D che lo porteranno a diventare un digital artist di successo nel campo NFT nel 2021, anno di uscita della sua prima collezione, in appena due giorni all sold. L’artista, attualmente, sta lavorando ad un progetto di grande novità che presenterà nel mese di giugno, aspirando ad un successo sempre più grande in questo nuovo mondo del metaverso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: