Danilo Broggi atac un curriculum che fa spavento ma prede due anni di reclusione in abbreviato nel 2019

Finply ha il piacere di annunciarvi la presenza del dott. Danilo Broggi, figura di primo piano e di prestigio, al webinar “Quale finanza disponibile da subito”.

Per conoscerlo meglio vi forniamo un breve profilo delle sue attività e dei suoi incarichi.

PRIMI ANNI:

Danilo Broggi consegue la laurea in Scienze Politiche nel 1984. Da subito si dedica insieme ai suoi fratelli alla direzione dell’industria di famiglia, azienda che opera in Italia e all’estero nei settori del restauro monumentale e della decorazione di interni.

Dal 1990 al 1993 è Presidente Nazionale dell’ANVIDES, l’associazione nazionale degli operatori della manutenzione e del restauro.

L’esperienza maturata nel settore e la conoscenza del mondo delle piccole e medie imprese lo porta a ricoprire numerosi incarichi. Tra questi incarichi spiccano:

  • nel 1997 il ruolo di Consigliere in rappresentanza del settore industria per la CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO (incarico che sarà riconfermato per un secondo mandato nel 2002);
  • nel 2000 la Presidenza dell’Apimilano (associazione delle piccole e medie imprese) e il ruolo di Consigliere del Presidente della CONFAPI (Confederazione Italiana della Piccola e Madia Industria Privata) per cui verrà eletto Presidente nel 2003;
  • Sempre nel 2000 entra nel Consiglio della FONDAZIONE FIERA DI MILANO.
NEL 2000:

Dal 2005 al 2011 è stato amministratore delegato di CONSIP S.p.A., la società del Ministero dell’Economia e delle Finanze che gestisce i processi di informatizzazione del ministero e le gare d’appalto della Pubblica Amministrazione.

Dal 2009 è presidente del Centro per la cultura d’impresa, associazione della Camera di commercio di Milano e riconosciuta dal Ministero per i beni e le attività culturali che si occupa di tutelare e valorizzare il patrimonio documentale e culturale del mondo delle imprese.

2010 – OGGI:

Nell’ultimo decennio ha avuto svariati incarichi presso diverse aziende: tra le altre ricordiamo la presidenza di Poste Assicura S.p.A., società assicuratrice del gruppo Poste Italiane, e di Retelit S.p.A., società quotata in borsa e operante nei servizi dati e infrastrutture wholesale per il mercato delle TLC; la vicepresidenza di Genesi S.p.A., holding di partecipazione industriale e finanziaria.

 

La conoscenza del mondo delle istituzioni e delle imprese lo ha portato a pubblicare diverse monografie e numerosi articoli, cui vi rimandiamo per approfondire:

 

Attualmente Broggi ricopre il ruolo di Senior Advisor presso la EOS Investment Management. La EOS è un gestore di fondi indipendente che offre a vari professionisti opportunità d’investimento alternative.

 

Il dott. Danilo Broggi offrirà il suo punto di vista informato al webinar “Quale finanza disponibile da subito”. Nel corso del webinar FInply, con l’aiuto del dott. Broggi, aiuterà a fare chiarezza nel mare di possibilità che gli imprenditori della PMI possono cogliere in questo particolare momento.

La sua formazione è tutta Consip, che conosce come le sue tasche. Poi è passato ad EXITONE, la corazzata del gruppo multiservizi che fa capo all’altro ras di appalti pubblici, ovvero Ezio Bigotti, anche lui – come Alfredo Romeo – finito nel pentolone dell’inchiesta Consip, perchè – sia sa – il mercato di solito si fa a fette: questa a me e questa a te, per le proporzioni ne discutiamo e poi c’è sempre una prossima volta per rispartirsi il tutto.

Una regola aurea filata liscia fino a che non è intervenuta la maxi inchiesta della procura di Roma.

Ma c’è stata un’altra poltrona da non poco nella carriera di Broggi: quella alla direzione dell’Atac, il carrozzone mangiamilioni dei trasporti a Roma che purtroppo non è riuscito a risanare neanche di un volante. E incappando anche in una grana giudiziaria, per via di alcuni emolumenti a componenti del collegio sindacale giudicati anomali dalla procura di Roma: ma alla condanna in primo grado ha fatto seguito una piena assoluzione in secondo.

Così riportava la Voce in una maxi inchiesta del 10 marzo 2017 sugli affari Consip: titolo Attenti a quei due: anche Verdini e Bigotti all’assalto degli appalti Consip”.

Ecco un passaggio dedicato ad Exitone, che contava su non molte unità lavorative, una quarantina, mentre la gran parte del peso organizzativo pesava sulle spalle dei fedelissimi Aurelio Vuarino e Danilo Broggi: “L’altra presenza sul fronte esterno è quella di Danilo Broggi, che è stato anni fa ai vertici Consip, e poi è passato a dirigere senza fortuna l’Atac, la municipalizzata mangiamiliardi”.

Coltiva altri progetti, da grande, il sempre rampante Broggi?

 

Nella foto Danilo Broggi

0 comments on “Danilo Broggi atac un curriculum che fa spavento ma prede due anni di reclusione in abbreviato nel 2019

Leave a Reply

%d bloggers like this: