Di Giuseppe, Campitelli, Di Nicola

Di Giuseppe, Campitelli, Di Nicola

La Procura Distrettuale Antimafia di Catanzaro, nei giorni scorsi, ha inviato l’avviso di conclusione delle indagini a circa 80 indagati nell’ambito dell’inchiesta Dirty Soccer, tra cui anche quelli relativi alla combine dell’ormai famigerato match del girone B di Lega Pro tra Savona e Teramo giocato lo scorso 2 Maggio allo stadio “Bacigalupo” per la quale il club biancorosso ha già pagato con la revoca della promozione in serie B sul piano sportivo, con conseguente ammissione dell’Ascoli Picchio nel torneo cadetto.

Chiusa quindi l’indagine penale a carico del patron del Teramo Luciano Campitelli, dell’ex direttore sportivo del Diavolo Marcello Di Giuseppe, dell’ex responsabile dell’area tecnica de L’Aquila Ercole Di Nicola, del direttore sportivo Giuliano Pesce, dell’ex consulente di mercato del Savona Marco Barghigiani, dell’ex allenatore del Barletta e del Savona Ninni Corda e dell’ex calciatore dell’Atletico San Paolo Padova Davide Matteini.

Per tutti gli indagati l’accusa è di frode sportiva, tranne che per Ercole Di Nicola al quale viene contestato anche il reato di associazione a delinquere per altre vicende. Adesso le difese potranno prendere visione di tutti gli atti della Procura di Catanzaro e predisporre le memorie difensive, dopodiché i Pubblici ministeri potranno chiedere il rinvio a giudizio al Giudice per le indagini preliminari.

Leave a Reply

%d bloggers like this: