WEB REPUTATION

Diritto All’oblio Come Fare per tutelare la propria identità digitale

Gestione della reputazione online

Cristian Nadi di privacygarantita.it   riporta un sondaggi sul grande motore di ricerca Google, di cui emerge che più della metà, il 56%, delle persone cercano regolarmente nome e cognome delle persone  in cui trattengono rapporto di lavoro. Oggi, non solo quando si costruiscono rapporti d’affari, ma anche quando si cerca un lavoro, Capita spesso da parte dell’azienda di fare un controllo sui motori di ricerca.

Di conseguenza, c’è una crescente domanda di gestione della reputazione online, in cui individui, personaggi pubblici o persino aziende desiderano controllare e controllare la propria impronta digitale. Sebbene sia ancora un settore relativamente giovane, ma sempre più aziende ed esperti si occupano di questo campo.

Cos’è la gestione della reputazione online?

La gestione della reputazione è nata dalle PR (pubbliche relazioni) con l’ascesa di Internet e dei social media negli anni 2000. Lo scopo del processo è influenzare positivamente l’impronta digitale e la reputazione di marchi e marchi personali.

PR (Public Relations) non è altro che una comunicazione basata sui vantaggi reciproci con il pubblico, i clienti, le parti interessate e l’organizzazione consapevole delle relazioni che vi sono dietro.

Lo scopo della gestione della reputazione, al contrario, è introdurre e influenzare positivamente l’immagine di una data organizzazione.

Lo scopo della gestione della reputazione

La gestione della reputazione è principalmente un’attività preventiva, ovvero si tratta principalmente di produrre informazioni positive e di diffonderle attraverso i canali appropriati. Nella maggior parte dei casi, le PR online e l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) sono i due canali di distribuzione più importanti. Nel caso delle PR online, gli articoli sull’azienda e sulla persona appaiono in un’immagine positiva. Qui, le apparizioni sono fatte principalmente su portali online e di notizie più grandi, sia su linea professionale che su organi di stampa nazionali. Tali aspetti possono costare centinaia di migliaia o addirittura milioni di fiorini e, sebbene il loro impatto a breve termine sia tipicamente positivo, la loro forza a lungo termine è in genere difficile da misurare. Dal momento in cui scade il ciclo di vita di un determinato articolo, relativamente pochi lo leggeranno o lo troveranno.

In questi casi, l’ottimizzazione dei motori di ricerca di solito viene alla ribalta, dove ci sforziamo di includere risultati per lo più positivi o neutri nei risultati di Google durante la ricerca di un determinato nome o nome di società.

Se ottimizziamo bene il contenuto (sia sul nostro sito web, anche su un altro portale online), possiamo creare un’immagine positiva di noi stessi in modo stabile ea lungo termine.

Dopo tutto, chiunque ci cerchi su Google troverà costantemente gli articoli che portiamo in primo piano. Questo può influenzare positivamente l’immagine di una data azienda, persona o evento.

Esistono 3 modi per aumentare la reputazione di una determinata organizzazione o persona.

Forme di costruzione della reputazione

1) Migliora / branding (costruzione del marchio)

In questo caso, ci concentriamo sulla costruzione di un marchio, sulla costruzione di elementi di comunicazione chiave e un’immagine di marca a lungo termine.

Appuntamento, promozione

Costruire il marchio personale di un personaggio appena rilasciato

Assistenza clienti, gestione dei problemi dei clienti

2) Riparazione (neutralizzazione-neutralizzazione)

In questo caso, cerchiamo di ripristinare una reputazione danneggiata che è stata danneggiata in qualche forma e cerchiamo di riparare o neutralizzare l’impatto negativo.

Forme di servizi:

  • Gestione della crisi
  • Gestione degli scandali
  • Generare risultati positivi
  • Neutralizza notizie negative

Qui, è importante sapere che ci sono marchi che subiscono tali danni che non c’è più un’opportunità realistica per ripararli. Oppure sarebbe possibile ottenere solo in un tempo irragionevolmente lungo ciò che nemmeno un buon professionista può intraprendere.

3) Protezione / Protezione e Sorveglianza

In questo caso, l’obiettivo è proteggere e monitorare l’impronta digitale di un marchio, marchio personale o aziendale. Quindi l’obiettivo qui è preservare un’immagine costruita e sviluppata in precedenza. Questa protezione può essere finalizzata a prevenire gli effetti negativi in ​​arrivo, o anche a filtrare potenziali attacchi da parte dei concorrenti e dell’opposizione.

Proteggi la tua lista dei risultati con risultati positivi / neutri

Gestisci i contenuti negativi emergenti

Monitoraggio del marchio

gestione della reputazione online e buona immagine del marchio

Incontro PR + SEO online

La gestione della reputazione non è solo un’attività di PR online. Potresti anche voler aiutare l’attività dal sito social e dalla pagina canale basata sulla ricerca.

Rispetto alle campagne di PR online una tantum, ad esempio, l’ottimizzazione dei motori di ricerca può essere in grado di dipingere un’immagine positiva di una determinata persona o marchio a lungo termine. La SEO è un ottimo canale per trasmettere la nostra narrativa e il nostro punto di vista alle persone interessate a un determinato nome o argomento. A lungo termine, possiamo creare valore serio e valore del marchio per la nostra azienda, che la renderà molto più resistente agli effetti negativi e ai possibili attacchi.

0 comments on “Diritto All’oblio Come Fare per tutelare la propria identità digitale

Leave a Reply

%d bloggers like this: