dottor-stramezzi:-“dopo-il-vaccino-ho-visto-paralisi,-ischemie,-emorragie-e-trombosi”

Dottor Stramezzi: “Dopo il vaccino ho visto paralisi, ischemie, emorragie e trombosi”

Dott. Andrea Stramezzi, medico chirurgo  di lunga esperienza, volontario Covid 19 della squadra del Ministero della Salute.

Dottor Andrea Stramezzi un commento a caldo sui decessi e le improvvise malattie per cui  molti dei neo vaccinati finiscono in ospedale. Marco Cavalieri dell’Ema vorrebbe vietare AstaZeneca a tutti.

‘’Il Direttore della Task Force di Ema, Marco Cavalieri, suggerisce di ritirare il vaccino AstraZeneca anche per gli over 60, come aveva già fatto la Danimarca sia per questo vaccino che per Johnson & e Johnson in aprile. Io continuo a non capire come mai non si rendano conto che tutti questi sieri, utilizzando la proteina spike, possano fare correre seri rischi di trombosi.

Ema si è accorta proprio ieri del rischio di piccola perdita dei capillari che può causare dei gonfiori localizzati. Ebbene io ho visto tante persone che presentano questi problemi dopo la vaccinazione, effetti avversi  provocati da tutti i vari vaccini anticovid. Io ho avuto anche segnalazioni da parte dei figli di pazienti over 60 con pregressi episodi d’ischemia che, dopo l’inoculazione, hanno avuto un infarto e sono morti. Vengono semplicemente considerati  casi d’infarto e non correlati col vaccino. Ma invece probabilmente hanno avuto microtrombi, il rischio a cui espongono proprio questi vaccini sperimentali.

Come Lei sottolinea questi vaccini sperimentali possono causare trombi a tutti, ma gli esperti ci girano intorno senza prendere decisioni drastiche.  Eppure parliamo della nostra salute. Come si giustifica tutto questo?

‘’Non c’è giustificazione alcuna. Una cosa del genere non si era mai vista. Anche se nell’Hub vaccinale si riempie una scheda anamnestica nella quale vengano magari indicati stati quali immunodepresso,  piastrinopenico o altro, non cambia nulla, nessuno ferma il paziente, se inidoneo alla vaccinazione. In alcuni posti si chiede al vaccinando di compilare e firmare il consenso informato, prima ancora d’ incontrare il Medico. Dove sta l’informazione per cui si chiede il consenso? Questo è il punto tragico.

Questa corsa ad essere fra le prime regioni ad avere completato la campagna vaccinale per poter mostrare  numeri più alti degli altri, è legata a indicazioni venute dall’alto. Indicazioni ben precise per cercare di vaccinare tutti. Questo è il vero problema.

Noi sappiamo sin dai primi di gennaio (quando era stato approvato solo Pfizer) che ci sono stati casi con questi eventi avversi: trombocitopenia, pancitopenia, paralisi di Bell, problemi emorragici anche gravi, perdita di udito per ischemia monolaterale del nervo auditivo.

Glielo posso dire con certezza, avendo molti colleghi che sin dai primi dell’anno riportavano nelle nostre chat casi di sanitari vaccinati con eventi avversi. Ma tutti questi casi non sono mai stati segnalati ad Ema. I vaccini sono ancora farmaci genici in sperimentazione fino a fine dicembre del 2023. La vigilanza delle attività regolatorie, EMA  per noi e FDA per gli Americani, dev’essere attiva. Se in fase di sperimentazione io somministro un farmaco, qualunque effetto collaterale lieve o serio porti con sé, lo dovrei segnalare.

Lei come medico può dire ai pazienti di non vaccinarsi?

‘’Per una norma inserita dalla Lorenzin  se lo dicessi pubblicamente, potrei essere radiato dall’Albo dei Medici. E’ successo già a vari colleghi.

La signora Lorenzin, quando era Ministro, chiese e ottenne che l’Italia fosse capofila del passaggio all’obbligo vaccinale per più vaccini possibili. Questo lo posso accettare per il morbillo o la poliomelite, io stesso nel 2021 mi sono inoculato 3 vaccini diversi, ma un conto sono i vaccini conosciuti, che hanno creato dei grandi benefici per debellare alcune patologie gravi. Un altro è arrivare all’obbligo per dei sieri ancora in fase sperimentale.

E su un virus che muta continuamente. Tant’è che già prevedono la terza dose ad ottobre. Pensi che il Regno Unito, che ha 67 milioni di abitanti,  ha già ordinato 500 milioni di dosi, cioè 8 a soggetto. Continuerà questa campagna per cui ci diranno che c’è una nuova variante e bisognerà vaccinare a oltranza, fare un richiamo e così via. Naturalmente la colpa della risalita dei contagi, che molto probabilmente ci sarà in autunno,  quando non avremo più il sole a proteggerci, quando dall’emisfero sud arriveranno nuove varianti, verrà data a chi non si è ancora vaccinato..’’

Cosa si nasconde dietro a questa serrata agenda?

‘’Non hanno capito che questa pandemia non è controllabile, solo con i vaccini, possiamo superarla soltanto con le terapie che già esistono. La vera notizia è: il Covid si cura, le persone si curano a casa e guariscono, con farmaci semplici poco costosi e con bassissimi effetti collaterali.

Perciò se i governi con in testa  la von der Leyen, imparassero che il covid, una brutta bestia che può portare alla morte e a danni permanenti  in molti organi e anche al cervello, si può curare, decadrebbe l’inutile e pericoloso obbligo vaccinale, peraltro anticostituzionale. Inoltre, automaticamente verrebbe meno la possibilità di fare i vaccini sperimentali a soggetti non reclutati come volontari, in quanto l’autorizzazione sia di FDA che di EMA è in deroga alle norme. Si sappia che i vaccini sono sperimentali fino a fine 2023 e che in presenza di una terapia efficace, l’utilizzo di vaccini sperimentali, non è più legittimo”.

Per l’intervista completa leggere qui

%d bloggers like this: