Dramma a Verbania: Prof muore dopo una emicrania. Il marito e collega denuncia: “L’hanno curata con una tachipirina”

dramma-a-verbania:-prof-muore-dopo-una-emicrania.-il-marito-e-collega-denuncia:-“l’hanno-curata-con-una-tachipirina”


Ciò che è accaduto pochi giorni fa a Verbania è da considerarsi un vero e proprio dramma. Alessandra Taddei, 54 anni, professoressa di liceo, per tre volte è stata rimandata a casa dal PS e curata con del paracetamolo. Purtroppo, però, lei aveva un tumore al cervello ed è morta. A pochi giorni dalla sua morte il marito, anche lui professore, ha raccontato il calvario della moglie prima della diagnosi che è arrivata solo in seguito ad un ricovero al San Raffaele di Milano.

Il marito di Alessandra, inoltre, ha denunciato quanto accaduto affinché un dramma simile non venga vissuto da altre persone. E’ aberrante, al giorno d’oggi, una vicenda del genere. Alessandra Taddei era una professoressa e per ben tre volte è stata dimessa dal pronto soccorso di Verbania con la diagnosi di ‘Cefalea curabile con paracetamolo’. In realtà, lei era malata di cancro da un anno ed è morta il 20 agosto lasciando suo marito Francesco, i suoi figli e i suoi familiari.

Inizialmente Alessandra si era recata al pronto soccorso Dea di Verbania a causa di forti emicranie. Lì i dottori non sono stati capaci di capire che in realtà si trattava di un tumore per cui la mandavano a casa. Solo dopo un viaggio e una sosta di un mese in Lombardia, al San Raffaele di Milano, le è stato diagnosticato il tumore ma era, ormai, troppo tardi. Il marito Francesco ha voluto denunciare a gran voce il dramma subito rilasciando anche un’intervista a La Stampa spiegando quanto quanto accaduto tra l’estate e l’autunno del 2021 al PS di Verbania.

Leggi anche: Dramma Sofia Calesso, l’ex di Temptation ha perso un figlio. “Un dolore indescrivibile, è successo in un attimo”

“Mia moglie ha sempre sofferto di mal di testa, quella sera aveva dolori forti. Quella notte alle 3,07 andammo in pronto soccorso. Fu dimessa alle 4,44. Anamnesi: cefalea senz’aura, presente da anni e acutizzatasi questa notte. Prescrissero delle gocce e paracetamolo. La visita neurologica diceva ‘lucida e orientata’ “. Stessa cosa anche le volte successive, ma alla terza, al momento delle dimissioni, il marito chiamò i carabinieri. Infine, il 12 settembre 2021 fu portata al San Raffaele in ambulanza dove Alessandra venne accolta in codice arancione. “Le hanno fatto esami e Tac, alle 18 il medico mi ha spiegato che avevano trovato una massa voluminosa che premeva contro il cervello. Era il tumore”.

Da quel giorno iniziò il dramma per la famiglia Taddei. Alessandra fu sottoposta ad un’operazione e alla radioterapia, ma dopo alcuni mese il cancro era tornato finché poi è morta ad agosto 2022. “Mi chiedo perché nessuno, vedendo che era un caso sospetto, non abbia mandato mia moglie a Domodossola o Novara dove c’è la neurologia. So che mia moglie non si sarebbe salvata ma almeno non avrebbe sofferto quei giorni in più finché siamo dovuti andare in Lombardia”. Seguiteci anche sui nostri profili Su Facebook anche su INSTAGRAM

dramma
alessandra taddei

 

Dramma a Verbania: Prof muore dopo una emicrania. Il marito e collega denuncia: “L’hanno curata con una tachipirina” scritto su Più Donna da Imma Bartolo.

0 comments on “Dramma a Verbania: Prof muore dopo una emicrania. Il marito e collega denuncia: “L’hanno curata con una tachipirina”

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: