e-morto-tuono-pettinato,-il-disegnatore-che-raccontava-la-scienza-a-fumetti.-nel-2014-aveva-vinto-il-premio-lucca-comics&games

È morto Tuono Pettinato, il disegnatore che raccontava la scienza a fumetti. Nel 2014 aveva vinto il Premio Lucca Comics&Games

Andrea Paggiaro aveva 44 anni ed era considerato tra i più quotati giovani autori di fumetto italiani. Oggi, Tuono Pettinato – il suo nome d’arte – è morto dopo una lunga malattia della quale soffriva da tempo. A darne l’annuncio è stata la pagina Facebook Comics&Science, un progetto editoriale col quale collaborava ormai da qualche anno, e con cui aveva viaggiato per il mondo raccontando la scienza a fumetti. “È con grande dolore che apprendiamo che stanotte ci ha lasciati Tuono Pettinato – si legge nel post – Era un grande artista del fumetto, e un amico per tutti noi di C&S. È stato con noi in tante avventure e viaggi improbabili, dal Cern a Manchester, con l’intelligenza e l’arguzia che erano solo sue. La sua delicata e surreale ironia ci mancherà moltissimo”.

Paggiaro era nato a Pisa il 27 settembre 1976. Si era poi formato a Bologna, prima al Dams e poi all’Accademia Drosselmeier per editor e librai. Il suo nome d’arte è lo stesso del famoso racconto presente ne “La biblioteca di Babele“, uno dei più noti libri dello scrittore argentino Jorge Luis Borges. Negli anni, Paggiaro si era specializzato in illustrazioni di biografie oltre a storie originali in forma di strisce, graphic novel e vignette, e nel 2014 era stato premiato come “Miglior Autore Unico” al festival Lucca Comics & Games.

“Lo abbiamo amato nei suoi folli incontri – si legge in una nota ufficiale del Festival -, ci ha accompagnati alla scoperta delle biografie di straordinari artisti e scienziati, ed è stato capace di narrare con lucidità persino gli orrori della cronaca. La sua unicità era per noi in tanti piccoli gesti, nel suo raccontare per immagini con uno stile inconfondibile, nella sua ironia e autoironia, nella sua sintesi mai banale”. Emanuele Vietina, direttore di Lucca Comics & Games, ricorda poi che “Andrea condivideva con tutte le persone che sono parte del Festival l’amore per gli stessi linguaggi, gli immaginari fantastici, i valori fondanti esprimendoli con la leggerezza e la profondità che gli erano propri e la sensibilità unica di cui era capace. Un collante che ci univa in quello che non è solo un lavoro, ma uno stile di vita che sapeva incarnare con intensità e passione. Ci mancherà molto”.

Negli anni, Tuono Pettinato ha firmato la serie “I Ricattacchiotti“, pubblicata settimanalmente da Repubblica XL e ha collaborato con Animals e Linus. Faceva parte del collettivo creativo dei SuperAmici assieme ad altri giovani talenti del fumetto come Ratigher, Lrnz, Dottor Pira e Maicol & Mirco. Assieme a loro aveva creato la rivista a fumetti Hobby Comics e Pic Nic, primo free press italiano dedicato al mondo del fumetto. Il suo primo libro si intitola Apocalypso! – Gli anni dozzinali. Per Rizzoli, poi, ha pubblicato la graphic novel Garibaldi – Resoconto veritiero delle sue valorose imprese ad uso delle giovini menti, Enigma – La strana vita di Alan Turing, We are the champions, con testo di Dario Moccia, Non è mica la fine del mondo, Big in Japan e Chatwin. Gatto per forza, randagio per scelta. Il suo libro più recente è Neri & Scheggia in Galleria. Inoltre, ha illustrato per l’editrice Campanila una serie di libri tra i quali la collana mitologica Antìkoi. Tra le sue pubblicazioni Apocalypso! Gli anni dozzinali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.

Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Arcimboldi, il cartellone del teatro con i ‘classici’ e la grande novità “Casanova”. Gianmario Longoni: “Ripartiamo coinvolgendo tutti gli spazi”

next

%d bloggers like this: