Elena, al funerale c’era anche la mamma Killer: Dopo la messa succede di tutto, “Una sceneggiata mai vista”. Cos’ha fatto

elena,-al-funerale-c’era-anche-la-mamma-killer:-dopo-la-messa-succede-di-tutto,-“una-sceneggiata-mai-vista”.-cos’ha-fatto


Ieri i Funerali della piccola Elena a Catania. “Noi adulti dobbiamo imparare a non concepire più vendette, patiboli mediatici, sedie elettriche” ammonisce l’arcivescovo Luigi Renna dalla cattedrale di Sant’Agata dove si sono tenuti ieri i funerali della piccola Elena Del Pozzo, uccisa a coltellate dalla madre. Un messaggio che non è stato né accolto né recepito dalla folla che si è radunata all’esterno della cattedrale. Al termine del funerale, diverse persone hanno attaccato Martina Patti, madre della bambina: “Assassina, devi morire” ha gridato la folla in direzione della macchina che trasportava la donna Come riporta La Stampa.

Il delitto è stato studiato nei dettagli: la donna, 23 anni, era andata a prendere la piccola all’asilo alle 13, con un’ora di anticipo, poi l’aveva portata a casa – una villetta in via Euclide, a Mascalucia – e l’avrebbe convinta a uscire di nuovo, dicendole che sarebbero andate in un campo a giocare. Invece, in auto aveva caricato una pala, una zappa, un coltello da cucina e cinque sacchi neri, della spazzatura. Elena sarebbe stata infilata in una delle buste e poi accoltellata. Con violenza, con crudeltà, sottolineano gli inquirenti.

“Quella donna ha agito con lucida freddezza – ha detto il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro – I colpi sono stati inferti con un’arma compatibile con un coltello da cucina. E sono più di undici. Uno solo è stato letale, perché ha reciso i vasi dell’arteria succlavia, ma la morte non è stata immediata. Il decesso è intervenuto dopo più di un’ora dal pasto che la bimba aveva consumato a scuola intorno alle 13”. Ora, quindi, è possibile ricostruire con esattezza l’ora del delitto: le 14. La speranza degli inquirenti è che la piccola fosse stata sedata prima della mattanza.

Elena del Pozzo, i funerali

Davanti l’altare sulla bara bianca c’è una foto di Elena. Il nonno materno della bimba ha portato un palloncino con un personaggio dei cartoni animati. Prima della Funzione Renna ha abbracciato i familiari di Elena e il padre Alessandro Del Pozzo in chiesa con la nuova compagna. L’arcivescovo, che ha aperto l’omelia con un brano del Vangelo secondo Marco, ha esortato i genitori a «non insegnare la violenza delle parole ai figli, né sui social, né sui nostri muri già abbastanza sporchi. Perché un bambino non è capace di concepire vendette, sedie elettriche, patiboli mediatici e, se impara queste cose, le impara da noi. Sforziamoci di seminare ciò che Cristo e ogni uomo di buona volontà spargono con abbondanza: misericordia, pietà, giustizia, dialogo, prevenzione d’ogni violenza. Solo così non ci saranno più funerali com’è questo».

Fuori dalla cattedrale la gente grida: «Vergogna, vergogna»

Poco dopo le parole di Renna, quando la piccola bara bianca è apparsa sul sagrato della chiesa, la folla ha gridato «vergogna, vergogna», confermando che la rabbia della gente nei confronti della ventitreenne Martina Patti, reclusa e guardata a vista, è tutt’altro che svanita, anche se nella piazza, al grido di «vergogna, vergogna» si è unito un coro di «Elena, Elena», e sono volati palloncini bianchi con attaccate le foto della bimba. Per continuare ad avere news seguiteci anche sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM 

Leggi anche: Elena Del Pozzo, la frase del nonno ha fatto crollare la mamma Martina. Emerge una verità tremenda sull’omicidio

L’articolo Elena, al funerale c’era anche la mamma Killer: Dopo la messa succede di tutto, “Una sceneggiata mai vista”. Cos’ha fatto proviene da Più Donna – Notizie di Attualità, Gossip, Spettacolo e Tv.

0 comments on “Elena, al funerale c’era anche la mamma Killer: Dopo la messa succede di tutto, “Una sceneggiata mai vista”. Cos’ha fatto

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: