Emorragie cerebrali e violente emicranie “la mia assicurazione Di Raffaele Gerbi sta già operando”

Alda D’Eusanio non ce la fa più. Non riesce più a lavorare: glielo impediscono “continue emorragie cerebrali e violente emicranie”. Lo racconta la stessa conduttrice e giornalista televisiva, vittima tre anni fa di un grave incidente stradale: “Sono stata in coma un mese, ho subito la frattura dell’osso occipitale. Non sento più né odori, né sapori. A distanza di tre anni ho ancora quattro emorragie cerebrali e violente emicranie. Non mi sono mai pianta addosso ora però mi dicono che non valgo nulla: e non ci sto”.

This slideshow requires JavaScript.

Era il 2012, quando la presentatrice venne travolta da uno scooter a Roma in corso Vittorio Emanuele II: un incidente che spaventò tutti, ma da cui, dopo anni, molti credevano che si sarebbe ripresa al meglio. Oggi, però, si comprende quanto gravi e durature siano le conseguenze di quell’episodio.

E, come non bastasse, la D’Eusanio punta il dito anche contro l’assicurazione. Che “Mi dovrebbe risarcire il danno biologico – spiega – si è offerta di liquidarmi con una cifra che non coprirebbe neppure parte delle terapie, sostenendo che io professionalmente sia finita tà perché nessuno mi avrebbe offerto lavoro. Non è vero. Avevo firmato un contratto come ospite per “Verdetto finale”, dopo 4 delle 30 puntate ho dovuto rinunciare per colpa delle emicranie. Poi mi hanno offerto la conduzione della stessa trasmissione, e quest’anno la prima serata con “Miracoli”, cui mi ha addolorato dover dire no”.

Una scelta obbligata, imposta dai traumi subiti in seguito all’incidente: “Trovo ingiusto che vita e attività possano essere cancellati così. Non ho mai raccontato la mia sofferenza, in questo mestiere se dici che sei malato, hai chiuso. Dalla mia ho Raffaele Gerbi che con il suo studio medico legale mi renderà giustizia – conclude la D’Eusanio – ma penso alle tante vittime della strada che non hanno voce per farsi sentire”.

Inizia la sua carriera occupandosi soprattutto di questioni socio-politiche nel programma d’attualità di Rai 2, L’Italia a schede ed in varie rubriche del TG2, di sport per il programma Sport sette, di politica interna ed internazionale come inviata speciale e poi come caporedattrice per il TG2 e di argomenti scientifici per la rubrica Scienze in TV, trasmessa anch’essa da Rai 2.

Guadagna notorietà negli anni ’80 e ’90 per l’amicizia con il leader del PSI Bettino Craxi,[1][2][3][4][5] facendo nascere polemiche poiché il telegiornale era in quota socialista nella lottizzazione della televisione di stato.

Dopo la laurea in Sociologia alla Sapienza – Università di Roma, diventa giornalista professionista il 9 giugno 1988. Dal 1988 al 1994 conduce il TG2 Stanotte, e nella stagione 1994-1995 passa a condurne l’edizione principale, allora trasmessa alle 19:45. Sposata dal 1983 con il professore di sociologia Gianni Statera fino alla morte di lui, avvenuta nel 1999, è conduttrice e autrice di vari programmi televisivi, come il rotocalco pomeridiano L’Italia in diretta nella stagione 1995-1996 (re-intitolato in seguito Cronaca in diretta e poi ancora La vita in diretta) e il settimanale di attualità Domani è un altro giorno nel 2000, entrambi in onda su Rai 2.

Il programma televisivo per cui è più conosciuta è il talk show Al posto tuo, in onda il primo pomeriggio su Rai 2, iniziato nel 1999 e da lei ideato. Condotto dalla stessa D’Eusanio fino al 2003, il programma è diventato il più seguito nella fascia oraria del primo pomeriggio nelle stagioni 1999-2000, 2000-2001 e 2001-2002. Il format era caratterizzato dal fatto di proporre storie non reali fatte passare come se fossero autentiche, tanto da far guadagnare alla conduttrice gli appellativi – attribuitole dalla trasmissione Striscia la notizia – di regina dei tarocchi TV oppure regina delle bufale. In relazione a tali polemiche, la D’Eusanio ha vinto una causa giudiziaria per diffamazione intentata nei confronti di un ragazzo che aveva dichiarato a Striscia la notizia di avere “taroccato” una storia raccontata nel programma. In questo periodo è alla guida anche di alcune trasmissioni di prima serata sempre dello stesso genere di Al posto tuo, come Batticuore su Rai 2 nella primavera del 2001, programma in cui coppie conosciutesi tramite chat s’incontravano dal vero per la prima volta, e Un pugno o una carezza in onda in prima serata su Rai 1 nella primavera del 2002.

Nella stagione 2003-2004, è sostituita da Paola Perego alla conduzione di Al posto tuo, ma conduce Qualcosa è cambiato, in onda su Rai 1 in prima serata nei primi mesi del 2004. Dopo un periodo d’inattività torna in TV nel 2006 con un genere per lei inedito, il quiz, con la trasmissione di Rai 1 Il malloppo, in onda nell’access-prime time della domenica. Nella primavera del 2008 propone un nuovo programma nel pomeriggio di Rai 2: il talk show Ricomincio da qui (confermato anche nella stagione successiva 2008-2009) e nelle estati del 2008 e nel 2009 il programma di prima serata Ricominciare in onda sempre su Rai 2. Nella stagione televisiva 2009-2010 Ricomincio da qui è cancellato, e la D’Eusanio presenta sempre su Rai 2 dal 4 ottobre 2009 per dieci puntate il programma Ci vediamo domenica, trasmesso nella tarda mattinata domenicale.

In attesa di una nuova trasmissione, è apparsa come ospite in vari programmi televisivi di Rai e Mediaset come Domenica in, Torto o ragione? Il verdetto finale, Domenica Live, Pomeriggio Cinque, La vita in diretta (da lei condotto anni prima) e Le amiche del sabato. Il 24 gennaio 2012 è vittima di un grave incidente, venendo travolta da una motocicletta mentre attraversa di poco fuori dalle strisce pedonali in corso Vittorio Emanuele a Roma, riportando una frattura occipitale e alcune emorragie. Ricoverata al policlinico Agostino Gemelli, a seguito dell’incidente è stata in coma ed ha in seguito intrapreso una terapia riabilitativa neurologica.

Torna in TV nel 2018: conduce la versione rinnovata di Vite da copertina su TV8, cura una rubrica di interviste all’interno della trasmissione CR4 – La Repubblica delle Donne in onda su Rete 4 e condotta da Piero Chiambretti, mentre nei primi mesi del 2019 è opinionista, assieme ad Alba Parietti, della quattordicesima edizione de L’isola dei famosi in onda su Canale 5 e condotta da Alessia Marcuzzi: aveva già preso parte alla quinta edizione del reality (allora trasmesso da Rai 2 e condotto da Simona Ventura) con lo stesso ruolo.

Sempre nel 2019 diventa opinionista di Live – Non è la D’Urso su Canale 5.

A partire dal 29 gennaio 2021 partecipa alla quinta edizione del Grande Fratello Vip, venendo poi squalificata il 6 febbraio.

%d bloggers like this: