enrico-papi-torna-a-mediaset-e-tuona:-“scorrettezze-da-colleghi-potenti”

Enrico Papi torna a Mediaset e tuona: “Scorrettezze da colleghi potenti”

Televisione

Il conduttore romano si racconta: il ritorno su Canale 5, il bullismo e il legame con Raffaella

Pubblicato su

Enrico Papi si appresta a tornare a Mediaset dopo aver festeggiato 56 anni (lo scorso 3 giugno). Sarà alla guida di Scherzi a Parte (con ogni probabilità il programma sarà piazzato su Canale 5 la domenica sera al posto di Live – Non è la d’Urso). Un ritorno atteso. Per il conduttore romano la soddisfazione è tanta perché, nonostante tutto e tutti, quella, spiega in una intervista rilasciata a Chi Magazine, la considera la sua seconda famiglia.

“Sono entrato giovane e single (a Mediaset, ndr), sono uscito sposato e con due figlie”, ha ricordato Papi che ha un solo cruccio. Vale a dire che il suo rientro nell’azienda di Cologno Monzese non potrà essere gustato da mamma Lucina, venuta a mancare il 7 settembre 2020: “Un dolore che difficilmente riuscirò a colmare, tanto che da quel giorno è cambiata la mia visione della vita”.

Enrico con il genitore aveva un legame strettissimo. Lucina lo ha sempre seguito lungo la sua carriera tanto che non si è persa mai una prima puntata in studio. Stavolta non sarà così e quando Papi lo ricorda ha un sussulto di profonda nostalgia.

Capitolo ‘bullismo in tv’: ha fatto molto rumore una sua intervista recente in cui ha dichiarato di esserne stato vittima. Esternazioni forti e alquanto spigolose. Al settimanale diretto da Alfonso Signorini ritorna sul caso ricordando di non aver fatto nomi ma al contempo di non pentirsi per quanto detto in precedenza. Anzi rincara la dose: “I colleghi potenti, quando possono, non rinunciano mai alle scorrettezze. Ma le dirò: non porto rancore. Tornassi indietro mi batterei fino all’ultimo per non assecondare le dimissioni”.

Papi fa anche notare che a volte chi decide è ondivago, rilevando che alcuni colleghi, “anche se vanno male, continuano a lavorare” mentre altri per “mezzo punto di share in meno alzano i tacchi e se ne vanno”. Insomma, Enrico ride e scherza sempre, non ha ruggini nel cuore, ma quel che deve dire lo dice a chiare lettere.

Spazio infine all’amore della sua vita, Raffaella Schifino con la quale è sposato da 23 anni. La coppia ha avuto due figli: Rebecca, 21 anni, che studia e vive in America, e Iacopo, 13 anni, che abita a Roma con i genitori. Papi si definisce un padre permissivo e mai severo. “A volte ho l’impressione di essere stato più un fratello maggiore che un padre”, ha confidato.

Tradimento? Lo perdonerebbe alla moglie? Il conduttore romano non nutre alcun dubbio e risponde con un convinto “certo”, assicurando che anche la sua dolce metà farebbe lo stesso. Naturalmente specifica che ogni caso è un qualcosa che andrebbe analizzato e che non c’è una formula magica valida per tutte le stagioni. Però, se non c’è tradimento della “persona, della famiglia e della stima, non finisce il mondo”, ha concluso  Enrico.

%d bloggers like this: