Frisella di Bruno Barbieri, lo chef svela il suo segreto: “Ecco dove la metto dopo bagnata e prima di condirla” Lo farete sempre

frisella-di-bruno-barbieri,-lo-chef-svela-il-suo-segreto:-“ecco-dove-la-metto-dopo-bagnata-e-prima-di-condirla”-lo-farete-sempre


Quanto sono buone le friselle o freselle. Stanno bene con tutto, la frisella è infatti una base migliore del pane ( anche se di fondo quello è). Non c’è estate senza la frisella: perché poi ci sono le varianti, come l’acqua sale, la panzanella, ma alla fine è quello. Si prepara in 2 minuti di orologio, ci sono pochi ingredienti o tanti, ma è davvero il simbolo dell’estate.

Un po’ come l’insalata di riso o di pasta o anche le varie insalata fresche che ci sono. E poi è sicuramente salutare e saporita. Si è vero, tutto dipende dal gusto: c’è chi la preferisce dura, così come è la frisella o spugnata, bagnata. Poi c’è chi preferisce ammollarla o lasciarla più croccante.

C’è poi chi, come lo chef Barbieri la preferisce alla piastra. Si si, proprio così: alla piastra, un metodo alternativo che può effettivamente dare un tocco di brio al nostro piatto. Ovviamente la preparazione richiede giusto un minuto in più e una padella da sporcare, ma è sicuramente buonissima. E allora andiamo a vedere come si prepara la sua frisella.

Ingredienti

  • Frisella ( quelle tonde sono le più buone)
  • pomodori
  • mozzarella o tonno
  • olio
  • sale

Preparazione

Dunque armiamoci di una padella, olio e una bacinella piena di acqua. Mettiamo una padella sul fuoco e facciamo un giro di olio. A questo punto prendiamo la nostra frisella e intingiamola nell’acqua. Uno, due e tre ( come se fosse un biscotto). Ora che la padella è calda facciamola cantare mettendo su la frisella. Facciamola colorare bene e rendiamola croccante.

Ora tiriamola su e mettiamola su un piatto. A questo punto condiamola spalmando su un pomodorino schiacciato. Mettiamo qualche pezzo di tonno, aggiustiamo di sale e giusto un filo di olio a crudo e buon appetito. Non dimenticate una fogliolina di basilico giusto per decorare il tutto.

Variante di pesce

  • 1 frisella
  • 3 calamari
  • 400 gr di pomodori pelati
  • 2 acciughe sott’olio
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 scalogno
  • 2 foglie di alloro
  • 1 ciuffo di basilico
  • Prezzemolo fresco q.b.
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 peperoncino
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio al prezzemolo q.b.

Preparazione

Prendiamo una padella e rosoliamo i tentacoli dei calamari facendoli cuocere con aglio olio e alloro. A questo punto in un tegame prepariamo un soffrittino con olio, scalogno, aglio. Poi aggiungiamo pomodori, acciughe, basilico, prezzemolo e peperoncino. Facciamo cuocere e aggiungiamo i tentacoli ( precedentemente saltati). Aggiungiamo un po’ d’acqua.

Tagliamo il calamaro a rondelle e scottiamolo in padella giusto qualche secondo ( troppo no, diventerebbe gommoso). Condiamo con olio e pepe. In un’altra padella, far tostare una frisella (precedentemente bagnata in acqua per qualche secondo) assieme a olio evo e rosmarino.  A questo punto prepariamo il tutto: mettiamo sul piatto un po’ di sughetto, poi i tentacoli, gli anelli croccanti e finiamo con un filo d’olio. Se vi è piaciuta la ricetta, continuate a leggere i nostri piatti unici

frisella di barbieri

 

L’articolo Frisella di Bruno Barbieri, lo chef svela il suo segreto: “Ecco dove la metto dopo bagnata e prima di condirla” Lo farete sempre proviene da Più Ricette – Blog di cucina con ricette facili e veloci.

0 comments on “Frisella di Bruno Barbieri, lo chef svela il suo segreto: “Ecco dove la metto dopo bagnata e prima di condirla” Lo farete sempre

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: