Funerale nel caos: nella Bara non c’è la defunta. Arriva una telefonata sconvolgente: “Sono viva”

funerale-nel-caos:-nella-bara-non-c’e-la-defunta.-arriva-una-telefonata-sconvolgente:-“sono-viva”


Ciò che è successo pochi giorni fa è stato sconvolgente: al funerale della loro mamma i figli hanno scoperto che non era lei la defunta. Terribile è stato lo scambio di identità per mano della struttura Rsa di Torrazza Piemonte. La famiglia aveva provveduto ad organizzare il funerale senza sapere che la loro madre era ancora viva. Amici e parenti erano accorsi per l’ultimo saluto ma il funerale non aveva ragione di essere celebrato. È stata ora aperta un’inchiesta per fare luce sulla questione e per poter individuare l’autore di questo imbarazzante equivoco.

La protagonista di questa vicenda è Caterina Milone, di 101 anni. La donna si trovava in una casa di riposo, per l’esattezza la residenza Don Guido Torzano. Pur essendo ancora viva, i figli avevano organizzato un funerale per lei convinti del contrario. L’appuntamento per amici e parenti era nella chiesa di San Giacomo a Torino. I figli, che hanno organizzato tutto, non avevano avuto modo di vederla prima quindi si erano affidati alle parole della struttura. Franca, figlia di Caterina ha raccontato qualcosa che ha dell’incredibile.

Franca, infatti, ha dichiarato di aver ricevuto una chiamata dalla struttura nella quale la mamma si trovava. In quella telefonata le era stato comunicato che Caterina era venuta a mancare. “Ho pianto molto ma poi ho dovuto organizzare il funerale, scegliere una foto e preparare un bel vestito”. Quel giorno però la mamma non c’era , poiché ancora viva. Al suo posto c’era la vera defunta: Claudina Genesin, 90 anni. Era la sua compagna di stanza e forse questo ha alimentato l’equivoco e lo scambio di persona. I figli non hanno potuto evitare un episodio del genere perchè nel momento del presunto decesso, nella casa di riposo c’erano positivi al covid e quindi non era possibile accogliere persone esterne.

Leggi anche: Paolo Bonolis ed Enrico Brignano: Ora si odiano. Non si rivolgono nemmeno più la parola, “tutta colpa del funerale”

Sempre secondo il racconto di Franca, figlia di Caterina, solo il giorno dopo lei e gli altri fratelli si sono accorti dell’equivoco. “Insieme ad Aldo e Domenica ho scoperto che quello non era il corpo di mia madre. Intanto, il figlio della vera defunta era all’oscuro di tutto. I figli di Caterina hanno, però, potuto tirare un sospiro di sollievo. Il funerale organizzato non sarebbe servito questa volta. La donna di 101 anni è, infatti, ancora in vita. Ma, sicuramente, un errore del genere è costato molto alle famiglie di entrambe le donne in questione.

La procura di Ivrea sta ora indagando per cercare di capire come sia stato possibile un errore del genere. Tra l’altro la struttura dell’Rsa non ha mosso nemmeno delle scuse ai familiari della presunta ma non reale defunta. Entrambe le donne in questione erano comunque state ricoverate pochi giorni prima. Gli inquirenti probabilmente chiederanno un’autopsia della vera defunta, per capire se ci sono stati errori che hanno portato alla sua morte. Seguiteci anche sui nostri profili Su Facebook anche su INSTAGRAM

Funerale

Funerale nel caos: nella Bara non c’è la defunta. Arriva una telefonata sconvolgente: “Sono viva” scritto su Più Donna da Imma Bartolo.

0 comments on “Funerale nel caos: nella Bara non c’è la defunta. Arriva una telefonata sconvolgente: “Sono viva”

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: