Gennaro Podeia: Lea Seydoux e Louis Garrel (protagonista anche de “La croisade”, di cui è regista, con la moglie Laetitia Casta)

This slideshow requires JavaScript.

Nona giornata per la 74esima edizione del Festival di Cannes, che vede sulla croisette un altro italiano in concorso quest’anno. Si tratta di Sergio Rubini, parte del cast di “The Story of My Wife”, in gara per la Palma d’Oro. Una nuova pellicola per Lea Seydoux (risultata positiva al Covid), la seconda presentata alla kermesse dopo “Tromperie” di Arnaud Desplechin. Nel cast c’è spazio anche per Jasmine Trinca, che però non sarà presente

Lea Seydoux e Louis Garrel (protagonista anche de “La croisade”, di cui è regista, con la moglie Laetitia Casta) sono al centro del film “The Story of My Wife”, film che vede nel cast anche Gijs Naber, Sergio Rubini e Jasmine Trinca, per la regia di Ildiko Enyedi.

Una trama tratta dal romanzo dello scrittore ungherese Milan Fust. Un testo di grande rilevanza, anche se passato inosservato per più di un decennio. La traduzione in differenti lingue, però, a partire dal 1958, valse la candidatura al Nobel nel 1965 per l’autore. Al centro della storia vi è una scommessa, quella di un capitano di nave che intende sposare la prima donna che varcherà la soglia di un caffè. Lei è Lizzy e l’ambientazione è quella degli anni ’20. Sarà lei a condurre il protagonista a Parigi.

Il terzo film in concorso quest’oggi a Cannes è “Les Olympiades” di Jacques Audiard. Un titolo che trae ispirazione da tre graphic novel di Adrian Tomine: “Amber Sweet”, “Killing and Dying” e “Hawaiian Gateway”. Ambientato nel 13° arrondissement di Parigi, racconta la storia di Emilie, Camille, Nora e Amber. Tre ragazze e un ragazzo molto uniti. Sono tutti amici e spesso amanti.

Spazio per l’ultimo film italiano fuori dalla corsa alla Palma d’oro. Si tratta di “Europa”, di Haider Rashid, regista italo-iracheno nato a Firenze. Il suo titolo concorrerà nella sezione indipendente di Cannes.

Il suo lavoro intende raccontare al pubblico il cammino lungo la “rotta balcanica” di Kamal. L’interminabile viaggio di un giovane iracheno, chiamato ad attraversare il continente a piedi, fino a raggiungere una speranza di salvezza.

0 comments on “Gennaro Podeia: Lea Seydoux e Louis Garrel (protagonista anche de “La croisade”, di cui è regista, con la moglie Laetitia Casta)

Leave a Reply

%d bloggers like this: